Home » Amanti » Amore sul posto di lavoro

Amore sul posto di lavoro

IMG_3433

 

Fare l’amore sul posto di lavoro è rischioso?

La risposta sembrerebbe essere sì a giudicare dalla notizia di settimana scorsa che riguarda un alto dirigente di Macdonald che, avendo una relazione con una dipendente, si è dimesso in quanto, riferiscono le agenzie di stampa, avrebbe violato il codice etico dell’azienda. Che lei fosse consenziente non ha fatto differenza.

Ma a prescindere dalle regole aziendali e dai rapporti fra capo e collaboratori, particolarmente delicati (e qui non voglio entrare nel capitolo molestie o simili, rimango sulle relazioni normali) in realtà l’amore sul posto di lavoro è sempre stato “pericoloso” quanto diffuso.

Tantissimi amori nascono sul posto dove passiamo più ore e dove abbiamo la possibilità di conoscere persone diverse, ma anche di apprezzarle in modo sottile e graduale.

Un conto è infatti “conoscere” una persona in un locale, a una festa o su facebook, un conto è frequentare “obbligatoriamente” un collega.

Questo “obbligo” ha l’innegabile vantaggio che prima che uno dei due faccia il passo, il tempo condiviso insieme rappresenterà una specie di preliminare più o meno lungo dove ti puoi accorgere di pregi e difetti dell’altro, puoi fare test, vivere un crescendo di confidenza, stima ed empatia. Dalle riunioni ai caffè. Tutti elementi propedeutici all’amore o che, almeno, favoriscono una storia.

Dunque il posto di lavoro è un ottimo sito di incontri, ma è anche “pericoloso”.

Non solo perché il capo che invita a cena rischia poi di avere dei problemi, o chi accetta l’invito di esporsi ad avances non gradite (non sono del partito “ma allora non ci dovevi uscire”: rivendico il diritto di chiunque di accettare un invito senza essere o sentirsi obbligato a fare qualcosa di diverso che mangiare e chiacchierare)…

Il problema sta quando la storia finisce, soprattutto se finisce male.

Allora, tutti i vantaggi del più popolare sito di incontri diventeranno effetti collaterali.

Il tempo passato insieme per lavoro, i rapporti gerarchici, il doversi vedere comunque, se la storia si è chiusa male per almeno uno dei due, diventa un problema. Soprattutto se la professionalità non subentra gestendo al meglio i momenti delicati e i tentativi, sempre possibili, di recuperare il rapporto.

Allora, il famoso caffè che vi ha permesso di essere da soli per la prima volta e di far crescere il rapporto diventerà un’occasione temuta e da evitare. Le riunioni non saranno più un gioco sottile ed erotico di scambio di sguardi ma una pena da scontare rimanendo nella stessa stanza per ore con la persona che ti ha lasciato, e che magari ora detesti.

Dunque il buonsenso consiglierebbe di non andare a caccia all’interno del perimetro aziendale, mai. Le storie finiscono, e un conto è gestire il dopo ognuno a casa sua, un conto è farlo scrivania contro scrivania o nella stanza accanto. Non parliamo degli open space.

Questa la voce della razionalità.

La voce dell’amore invece mi dice esattamente il contrario.

 

La voce dell’amore mi dice che hanno ragione. Il mondo è già pieno zeppo di regole, ci manca solo che se ne aggiungano altre che regolino con chi e dove dobbiamo costruire una storia e siamo davvero alla frutta.

L’amore è semplice e spontaneo, e sa anche rischiare. Se Cupido, ogni volta che ci fa incontrare, si mettesse a fare i conti su come potrebbe andare a finire non nascerebbe nessuna storia. L’amore sa rischiare.

 

Dunque, tenuto conto di tutti i pro e contro dell’amore sul lavoro, se incontriamo quella che sembra la persona giusta e siamo ricambiati al diavolo i timori, se il rischio è solo quello di avere una storia che poi finisce proprio lì.

Chi fotte sul lavoro si fotte, diceva un mio amico con una certa “eleganza”: poi ha trovato la compagna sul lavoro. Mai dire mai.

Ci sono solo due casi nei quali l’amore sul lavoro è una iattura da evitare a ogni costo: se espone al licenziamento (mangiare è un bene primario) o se lui è sposato.

Lo dico per le single, ma anche per quelle donne sposate con il matrimonio in crisi e che decidono di farsi una scappatella, e che vedono nel fatto che il collega sia sposato una garanzia di non ingerenza nel menage ufficiale, e magari una grande comodità in termini di tempo e di copertura delle balle da rifilare al coniuge (è tutto più facile no?).

Il problema non è la comodità o il “è successo”, in questi casi, il problema è sempre quando la storia finisce.

E le storie fra amanti finiscono otto volte su dieci, e di queste otto almeno la metà finisce malissimo, con lei lasciata ancora innamorata e lui che le aveva promesso una nuova vita insieme e un figlio e che il giorno dopo parla solo della cara moglie.

Credetemi, voi che avete un lui in ufficio che vi fa gli occhi dolci con la fede al dito: scappare a gambe levate e neanche iniziare, ma manco il caffè!

È successo, dicono molte di voi, ora in lacrime: ma se ci pensate bene, colpi di fulmine a parte (rarissimi) prima che succeda davvero c’è un crescendo di tempi e accadimenti che va fermato sul nascere, non al parcheggio del motel.

Voi non avete idea del prezzo che dovrete pagare se lui vi lascia o si fa lasciare, soprattutto se non è una persona corretta o che fa prevalere, almeno sul lavoro, la professionalità su quello che c’è stato.

Basta leggere i tanti commenti su questo blog e sulle storie iniziate e finite nell’ambiente di lavoro.

C’è di tutto. Uomini che vogliono continuare a farvi fare le amanti e rompono con scuse assurde ogni due per tre, uomini che reagiscono alla fine della storia criticando o denigrando il vostro lavoro davanti a tutti quando fino al giorno prima eravate Dio, mogli incazzate che piazzano scenate al posteggio davanti all’uscita dell’azienda o che vi aspettano sotto il portone, gente che si deve licenziare e trovare un altro lavoro (facile di questi tempi) o si fa spostare di sede o rinuncia alla carriera per fuggire dall’ex (che può essere anche donna, ma è meno frequente), scene indigeribili di lui che dopo aver chiuso con voi fa il marpione con la collega della sedia di fianco… Un calvario. Che dovete evitare.

Persino i coniugi che lavorano insieme da anni fatto fatica a non litigare, figuriamoci voi che siete ex, quale tensione dovrete passare. Se poi avete fatto la follia nella follia, e cioè avete accettato le lusinghe di un uomo che ha la moglie nella stessa azienda, la pena del dopo sarà “capitale”, soprattutto se lei vi scopre.

Infine, quasi tutte le storie di amanti finiscono con l’adozione da parte della donna del Codice del silenzio, il no contact forzato dopo che è diventato evidente che lui non lascerà la moglie e lei non intende fare l’amante a vita.

Già archiviarlo, non chiamarlo, non rispondere a messaggi (dal come stai a soffro senza di te) e telefonate è difficile se non lavorate insieme, figuriamoci se lui è il vostro dirimpettaio, ma anche se lavora al piano di sotto non è tanto meglio. Diventa impossibile o quasi, e ha un costo emotivo triplo, non doppio, soprattutto se lui non vi ignora (che fa comunque malissimo) e continua a fare il carino con la scusa di rimanere “in buoni rapporti”, mentre in realtà vuole solo che scopiate ancora con lui.

Insomma, gli amanti sul posto di lavoro sono quelli che soffrono di più, che pagano il prezzo più alto nel caso, molto frequente, di fallimento. In queste situazioni non posso cedere il passo all’amore.

Concludo augurando al signore che si è dovuto licenziare un nuovo lavoro e tanta felicità con la sua nuova compagna.

A voi single che vi incontrate in mensa o in riunione altrettanta felicità e un posto di lavoro solido a sufficienza per farvi costruire una famiglia.

E a te che stai fantasticando sul tipo affascinante, simpatico, gentile ma sposatissimo (certo, sicuramente in crisi, lo sono quasi tutti gli uomini sposati…), di volgere lo sguardo verso lidi non lontani, lontanissimi dalla sede della tua azienda.

Sincerely yours

foto da Pixabay

Per contatti: anpellizzari@icloud.com


540 commenti

  1. Presente!
    Lui non era il mio capo, ma un collega, nemmeno dello stesso ufficio.
    Devo dire che al di là del fatto che non stavo cercando nulla, evidentemente qualcosa nel mio matrimonio non andava.
    È stato il mio primo posto di lavoro, avevo 21 anni e lui già lavorava lì. Ma non è scattato subito, bensì dopo 13 anni che già ci si conosceva come colleghi.
    Io ci ho visto solo il lato positivo .
    Il potersi vedere tutti i giorni. La pausa pranzo fuori, insieme, aspettarsi la sera anche solo per un saluto.
    Si era instaurata una quotidianità, quella che viene a mancare solitamente nelle storie clandestine.
    4-5anni di storia, poi figli piccoli da un lato e noi troppo coinvolti dall’altra. D’accordo entrambi sul non lasciare a casa. Sofferenza, tanta. Troppa.
    Ho cambiato posto di lavoro e per 10 anni non ci siamo più visti.
    Sapete tutti cosa è accaduto dopo.

      • Tempesta ti leggo solo ora.
        È successo che dopo 10 anni lo rivedo ad una rimpatriata di ex colleghi. Ho valutato attentamente se andarci o no. Mi sentivo forte.
        Eravamo in tanti quella sera. Lui ha trovato il modo di sedersi di fronte a me.
        Il giorno dopo un commento sulla serata.
        E poi un caffè. E poi lui con parole che ho sempre sognato di sentirgli dire.
        Meno di un mese ed era come se ci fossimo lasciati la sera prima.
        Ora i figli erano grandi, ho creduto che fosse la nostra opportunità.
        Ho ripreso solo perchè ero certa che questa volta sarebbe toccato a noi.
        Un anno come pazzi. Ci siamo.visti tuttti i giorni. Cinema, mare, montagna, passeggiate, sesso,.chiacchiere, musica.
        Poi, lui inizia a rallentare e non ce la fa a lasciare.
        Se a meno di 40 anni sono stata risoluta e ho chiuso. A 50 e oltre non ce l’ho più fatta a scappare, anche perchè provo per questa persona un amore smisurato e sono rimasta impigliata in questa cosa.
        Navigo a vista, con la consapevolezza che non è quello che vorrei, ma con la consapevolezza anche che è la persona che mi ha aiutata a far emergere una me, che non sapevo nemmeno esistesse.

  2. Io sono la prova di tale disastro. Sposato, separato in casa. Sette lunghi anni davvero pesanti, al termine dei quali ha lasciato la famiglia. Non mi ha mai voluto nella sua nuova casa, non potevamo comunque uscire allo scoperto. Lì ho capito ( si sono stata molto molto lenta!!!! Stupida direi) Mi sono fatta aiutare da uno psicologo e sono andata via… ho lasciato il lavoro, la città … tutto
    Ho dovuto ricominciare da zero. Lui si è poi separato, la moglie che aveva avuto un forte sospetto mi ha denigrato pesantemente sul mio ex posto di lavoro…. e dopo qualche tempo sono tornati insieme … e vissero per sempre felici e contenti
    Ancora nei meeting di lavoro mi capita di rivederlo e si comporta come se non fosse successo niente… sono passati molti anni…. e se riesce, per caso ( io non glielo consento) , a parlarmi un momento da solo … mi dice che sono il suo amore per sempre!!! Io sto zitta … abbozzo e vado via…. io sono stata una stupida … lui crede che io lo sia ancora…

  3. Grande @Ale …. Ma scriverlo prima no??
    Dai scherzo ….
    Cmq confermo tutto!!
    Pensavo di vivere questa ‘storia’ con leggerezza …. Ma non è stato così!!
    Anch’io ho pensato di cambiare posto di lavoro (ma il mio lavoro lo adoro) …. Parlando con lui mi ha detto ‘se lo fai per te, fallo, ma se lo fai per me non devi assolutamente farlo’!!
    Ora devo essere il più professionale possibile, difficile …. Ma sò che ho tutte le carte in regola per riuscirci!!
    Grazie per aprirci sempre gli occhi!!

  4. Non ho mai avuto esperienza di posto di lavoro e un lui che potesse piacermi,ma il faut dire che io stessa come principio base ho sempre escluso la possibilità di farmi incantare da uomini aziendali colleghi capi o direttori
    E no ,certo l’amore non conosce limiti di luoghi
    Ma non è affatto così
    Anzi secondo me bisogna smettere di confondere il VERO AMORE che nasce e si sviluppa SOLTANTO DOPO che si inizia una vera relazione

    Abuso in generale nella società della parola amore abuso del sostenere convinti che si sia come amebe incapaci di governare i propri istinti

    Macché ci sta questa confusione che crea ignoranza e dipendenza dal credere impossibile resistere al proprio slancio che sta sessuale inizialmente

    Ma appunto siamo Uomini e Donne e non conigli in ogni senso di animali che si scopano in un cntinuo e conigli nel significato simbolico di gente priva di attributi,

    Purtroppo secondo me questi due fattori di convinzioni dilaganti ovunque nei media tra la gente sui social parlano proprio sempre di questo AMORE o AMARE che non richiede nulla ,e sai al AMORE non si comanda

    Ma non è affatto vero!!!!!

    Prima di parlare di AMORE l’amore si fa e costruisce SOLTANTO ALA pari del DO UGUALE e nella CONCRETEZZA

    Tutte le altre relazioni sono tutto fuorché Amore

    Sono attrazzioni sessuali e di pensiero sfoghi da matrimonio sfatto da tempo mancato coraggio di chiuderlo prima di fare gli scemo in giro

    Sono inizi di un vero progetto di concreto futuro insieme e quindi un inizio di Vero Amore nella solita bassa bassissima percentuale che ormai ben conosciamo e purtroppo qui e fuori di qui la si conosce sul proprio fallimentare vissuto.

    Ergo ovviamente va detto va scritto senza se e senza ma
    Chi si lascia andare in posto di lavoro si fa un male pazzesco ,ma da solo e in più lo fa agli altri come un indotto inevitabile

    Mentre le relazioni che già si Sto arrivando! Benissimo che non funzionano se si vuole si possono evitare già dal prima di iniziare

    O al peggio chiuderle al primo ci casco

    Insomma siamo ADULTI e NN siamo AMEBE DEFICIENTI.

    Scusa e scusate ma secondo me BISOGNA ESSERE chiari e soprattutto FERMI su questi principi base che riguardano tutti
    Allora vedi bene che i casini in ufficio diminuiscono sicuro o perlomeno saranno cntenuti

    E come sempre pure la responsabilità che ciascuno è capace di assumersi di fronte alle sue relazioni fallimentari

    Evitiamo di abusare della parola AMORE E AMARE

    Grazie !!!

    Caro AlessNdro la tua attenzione ad ogni problema che cibriguarda tutti è IMPORTANTE veramente,infatti guarda quanto ne scrivo!!!!
    Grazie scrivi,
    Scrivici ci fai solo che tanto BENE!!!

    Oggi l’ABBRACCIONE lo mando a te!!!!!
    Cher Ami Vrai!!!!

  5. Colpita in pieno . Iniziata vent anni fa sul lavoro quando lui non era nessuno , abbandonata per un altra collega di vent anni più giovane sul posto di lavoro quando lui è dirigente .. vorrei proprio cambiare aria . Un seriale di vittime sul lavoro diciamo .. e ho saputo che aveva avuto altre avance da colleghe (per una aveva confessato un bacio ‘imposto’ da lei ..) non so se corrisposte o meno ma a sto punto non mi meraviglierebbe più niente di quello che ha fatto in tutti questi anni coperto dalle menzogne . Mah non so più cosa pensare di lui . Adesso è felice con la trentenne (che ha fatto assumere lui per inciso) ma a sentire lui sono io a pensare male lui è la persona più corretta del mondo

  6. Peccato che indietro non si può tornare, parlo per me… E altro peccato, che il desiderio inizi con gli occhi…E se abbiamo sotto il naso tutti i giorni per molte ore di fila “qualcosa”…può capitare di iniziare a desiderare qualcosa che mai avremmo pensato di volere. La fregatura del posto di lavoro è proprio quella. Un tempo forzato di condivisione che diventa, in maniera silenziosa e insidiosa, intimità… volente o nolente, al cuore non si comanda. E ormai molti di noi ormai passano più tempo al lavoro che in casa. Si torna alla propria famiglia stanchi e paradossalmente il meglio di sé lo si riserva al lavoro. È lì che si è più riposati, più freschi, che si cerca di dare il tutto per tutto. E magari qualcuno ci nota, e basta che quel qualcuno arrivi nel momento in cui nella coppia si sta vivendo un normale (perché è umano avere momenti di crisi in una coppia…E se affrontati fanno pure bene) e succede un pasticcio. Perché, parlo ovviamente per la mia personale esperienza, chi lavora con noi ci conosce e sa bene quando “attaccare” e su cosa fare leva… Io ho resistito per più di un anno a un corteggiamento giocoso e leggero. Poi la crisi di coppia è arrivata per problemi di fertilità. Un tormento per me. E questo collega è stato un vero genio del male. Ora la storia è finita, ovviamente chiuso io perché lui aderisce a tutti i cliché del uomo cialtrone seriale che non lascia ma si fa lasciare. Al lavoro difficile conviverci. Ora è pure il mio capo. Ma cosa posso farci? Io amo il mio lavoro e di certo non lo cambierò per un inetto patetico come lui. Ha già assorbito troppa luce dalla mia vita. Certo, non lo vedessi tutti i giorni sarebbe stato più facile, ancora adesso a volte mi prendono sprazzi di tristezza. Ma almeno ho dovuto imparare a conoscere meglio stessa, tutte le sfaccettature, anche le più meschine ed accettarle.E ora sono più forte, sono dannatamente più controllata e non rimpiango niente. Di certo è una grande lezione.

  7. Anche io l’ho conosciuto sul posto di lavoro. Nuova esperienza per entrambi. In quell’azienda ci siamo arrivati nello stesso periodo ed entrambi provenivamo da esperienze lavorative diverse e da cui eravamo scappati per motivazioni simili. È stato un colpo di fulmine, complice probabilmente un passato comune. Ci siamo aiutati moltissimo negli anni insieme, abbiamo condiviso e superato con successo tante prove e progetti. Il posto di lavoro è stata la nostra casa, la nostra ancora di salvezza, la nostra quotidianità…per 4 lunghi anni. Vederci la mattina per la colazione, a pranzo e la sera prima di rientrare a casa. Avevamo per noi interi pomeriggi. Poi la sua decisione di aspirare alla promozione. Avrei potuto anche io ma in parcheggio ho altre cose e non ho abbracciato anche per me questa idea ma l’ho aiutato moltissimo. L’ha ottenuta, è stato trasferito ed è sparito nel nulla. Mi sento usata come se il suo amore fosse in realtà solo comodità. Ed ora mi sembra di odiarlo il mio lavoro e i luoghi che ho condiviso con lui. È una sofferenza per me muovermi in quell’edificio anche se lui non c’è più. Per me è come se ci fosse…in tante cose. Vorrei scapprmene via. Posso quindi immaginare il dolore e le difficoltà di chi se li ritrova fianco a fianco.
    Io alterno momenti in cui mi sembra di stare meglio ad altri in cui, nonostante debba solo odiarlo, mi manca e mi chiedo perchè non sono stata in grado di vedere, perchè mi ha illusa, perchè mi è sembrato un amore così vero e reale. Mi chiedo perché piango per la sua mancanza anziché difendere me stessa da tutta questa sofferenza.
    È trascorso poco più di un mese dalla sua scomparsa e non pensavo di dover ancora toccare il fondo. Oggi non è una buona giornata.
    Ditemi se è normale che io mi senta cosi.

    • Cara Cristel, non è detto che lui non fosse affezionato a te sai… Solo che lui era semplicemente più concentrato sul realizzare i suoi obiettivi. Che, come avrai visto, non riguardavano te. Inoltre gli avanzamenti di carriera comportano un aumento del “potere” e la gente cambia… Proprio come il corpo si modifica col tempo, così succede all’animo delle persone. Le vicende della vita le modifica e trasforma e qualcuno che pensavi di conoscere diventa un estraneo. E magari chi ti piaceva se lo conoscessi adesso per la prima volta non ti colpirebbe più così tanto. Solo che sai, ti pare impossibile che qualcosa che ti è piaciuto da matti adesso non possa più piacerti. Tu l’hai aiutato, consolati pensando che senza te non avrebbe raggiunto i tanto agognati obiettivi. Ma tu, tu non devi dire grazie a lui, a nessuno, solo a te stessa. Quindi parti da te, ricorda che vali tanto e che non hai avuto bisogno di lui per arrivare dove sei arrivata. Datti tempo, permettiti di soffrire, è normale, vivi questo “lutto”, ma poi vai avanti. Lascialo andare. Io non ti conosco ma solitamente qui leggo storie di donne meravigliose che si aggrappano a individui che non le meritano. Bisognerebbe amarsi di più, a volte…Un abbraccio

      • Grazie StupiTa per le tue parole. Ed è vero che senza di me non sarebbe arrivato dove si trova. Ora a godere del risultato sarà lui con la moglie ma mentre affrontavamo tutte le difficoltà fantasticava del futuro insieme a me. Sto facendo di tutto per lasciarlo andare, per elaborare questo lutto. Sto lavorando su me stessa per convincermi che è lui a non meritare me. Il mio inconscio purtroppo è sabotatore e mi insinua che sono io a non essere abbastanza.
        Decisamente sì…bisognerebbe amarsi di più.

      • A volte gli avanzamenti di carriera cambiano le persone …. Magari non lo danno a vedere, ma succede!!
        Lui è entrato nella mia vita prima del suo avanzamento …. Ora è un tira e molla …. Anzi molla perchè ho metabolizzato e non gli credo più ….
        Lavorativamente parlando mi ha ‘spronata’ molto …. Ma alla fine lui si è guardato bene dal fatto che io gli potessi in qualche modo rovinare la carriera (e probabilmente la famiglia).
        Va bene così, come ha detto @StupiTa …. Devve essere una lezione di vita!!
        Ora guarda oltre!!

        • Non avevo mai riflettuto sul problema AVANZAMENTO DI CARRIERA.
          Prima della nostra crisi personale abbiamo avuto diversi problemi, sia di salute della mia famiglia, sia di lavoro ed economici. Ma paradossalmente in quel momento non li avevamo noi due tra noi.. dopo piano piano si è tutto risolto, e Soprattutto io nel mio lavoro, (entrambi in proprio) ho avuto un grosso boom. Questo mi ha portata finalmente ad avere una posizione economica interessante ma anche tanta tanta stanchezza.. avevo più autonomia e forza da una parte, e non mi sono più preoccupata di far partecipare lui ad alcune decisioni economiche che prima dovevamo necessariamente condividere, dall’altra a prendere tempo e spazio per me stessa e il mio riposo.. forse tutto questo, involontariamente, è stato letto come allontanamento..

          • anche nel mio caso, la concentrazione su temi professionali mi ha distolto dall’amore… piegata su me stessa, ho chiiuso gli occhi sul resto…

          • @White …. Magari nel tuo avanzamento hai perso di vista il resto, involontariamente hai messo in secondo piano la tua famiglia per realizzare un altro tuo proggetto di vita ….. credendo che le due cose potessero essere ben fuse assieme …. Succede …. Ma consapevole hai, anzi avete, recuperato!!
            Dagli errori c’è sempre da imparare!!
            Un abbraccio!

          • Si può darsi @Dispersa, certo che quando è accaduto dall’altra parte io ho pazientemente atteso.. la cosa mi fa ancora girare le palle se devo dirla tutta.. corresponsabilità ci sta, ma le palle girano..

  8. Presente. Anch’io l’ho conosciuto sul luogo di lavoro .Mi sono innamorata di lui ancor prima di iniziare la relazione: proprio perché lavoravamo insieme e ho avuto modo di apprezzare tante qualità.
    La nostra relazione però è iniziata quando lui è stato trasferito In un altro luogo di lavoro perché abbiamo capito che ci mancavano e che la nostra non era solo amicizia.
    Dopo che la nostra relazione è cominciata sono andata via io a 1000 km di distanza e adesso che la Nostra storia è finita mi rendo conto che la decisione di andarmene è stata la mia salvezza

  9. Beccata in pieno. Il paradiso che diventa una gabbia da cui e’ difficile uscire. Decisamente la peggiore tra le relazioni clandestine.

  10. E’ proprio il caso di dirlo… MALEDETTO IL GIORNO CHE TI HO INCONTRATO ! è uno stillicidio… una tortura… io ho chiuso definitivamente, l’ho bloccato anche sul cellulare, ma incredibilmente continua a passare nella mia stanza a chiedermi di uscire (credo gli manchi troppo il sesso) ed io fredda lo mando via dicendo che non voglio avere più nulla a che fare con lui…. ma ripassa…e più lui passa più io mi innervosisco, mi sento come violentata nell’intimo, non rispettata, l’altro giorno sono tornata a casa e mi sono dovuta prendere un ansiolitico talmente mi era salita l’ansia, ma tu guarda che situazione…
    Una cosa è certa… con questo CIALTRONE ho chiuso definitivamente.

  11. Anche io……. mi ritrovo esattamente nella parole di StupiTa, il fatto di condividere molto e di diventare intimi mi ha fregata in pieno. Devo dire però che lui mi ha aiutata a focalizzare cosa non andava nel mio matrimonio e perchè non ero felice. Ho divorziato per me stessa non per lui, anche se naturalmente avevamo progettato una vita insieme ma lui ha scelto alla fine di rimanere con la moglie. Lavoro ancora con lui….. non mi fa più nessun effetto…..
    anzi, a distanza di un anno ho capito che mi stavo aggrappando a lui perchè non ero in grado da sola di staccarmi da mio marito. Ora sono una donna libera, nel senso che sto bene in coppia ma non sono più dipendente dall’amore dell’altro.
    A volte queste esperienze ci aiutano a crescere e dobbiamo farne tesoro

  12. In realtà anche la mia storia ebbe l’inizio nel posto di lavoro… Lui il mio ‘capo’, un nucleo familiare. Una decina di anni, crescere i suoi figli, gestire la casa, chiacchiere gentili, nulla di più. Poi mi licenzio per motivi di salute ma non solo (la gelosia della moglie verso di me, per via dei bambini, e crescendo di umiliazioni). Lui che ogni tanto scrive per chiedermi come sto e io 4 volte su 5 a ignorarlo. E poi dopo circa due anni un incontro improvviso per strada… Una storia sbagliata in tutto sin dall’inizio…

  13. Io ce l ho come vicino di banco……. inutile dire che il suo atteggiamento sia cambiato nei miei confronti mentre io mi comporto normalmente

  14. Eccomi, io il capo sposato con 2 figli e da 20 anni, lei che inizia a lavorare nel mio team da qualche mese. Anche lei sposata, ma con 20 anni in meno e senza figli. Quest’ estate lei lascia il marito e si trasferisce nella mia città, dopo che io avevo lasciato mia moglie ma per trasferirmi in garage. Adesso siamo entrambi rientrati coi nostri consorti, e viviamo ancora da amanti. Tutto questo ha raddrizzato apparentemente il mio matrimonio, ma non il suo. Vorrei dare un’ opportunità a mia moglie ma è difficile staccare la spina quando la vedi tutti i giorni.

    • @Dani
      Scusami ma sto ridendo,veramente morta!

      Ti prego il tuo racconto è talmente assurdo che sembra na barzelletta
      Garage poi ,ah ah ah ah

      Perdona la impudenza mia ,ma consodera che è la una e mezza di notte sto un poco brilla reduce da seratona cena fra amici
      Risate da tenersi
      Ecco poi torno chez-moi e decido di sbirciare il Blog scritto due commenti letto tutti e tu per ultimo
      Che sei passato dal garage al fuori e ritorno al ovile però ti passa davanti in ufficio lei

      Maddai maddddai
      Perdona ma sono morta dal ridere!!!

      In garage ah ah ah ah ah

      @Alessandro aiutooo
      Aide moi stp
      Non non pubblicarmi sto a shignazza troppo!!!!!!

    • @Dani se tu volessi davvero davvero fare un’opportunità a tua moglie non sareste più amanti. Non ti si porrebbe nemmeno il problema. Poi io non conosco la tua storia ma forse dovrebbe essere tua moglie, a questo punto, a valutare se vuole davvero dare un’opportunità a te.

      • @Dani …. Forse del trasferimento in garage l’hai raccontano a lei per tenerla buona.
        Lei ha fatto il passo e quando ha visto che da parte tua nulla cambiava ha fatto ritorno in patria, perchè la paura della solitudine è una brutta bestia!!
        Anche il mio ha recuperato in famiglia, mentre io lotto per recuperare un po’ di serenità!!
        Il fatto è che la tua lei non vale abbastanza per perdere tutto, e se ami tua moglie e tieni in qualche modo alla tua amante (o ex non ho ben capito) …. Per il bene di tutti chiudi!!
        Il tirare avanti, perchè la carne è debole, con il tempo devasta le persone!!

        • Uno scivolone potrebbe anche capitare, ma reiterarlo così mi lascia molto perplessa sulla dichiarazione di amore nei confronti della moglie. Insomma se non vuoi tirare giù le mutande non lo fai. Ed anche eventuali insistenze dall’altra parte (di cui peraltro) non possono essere viste come una giustificazione.. scusatemi
          Forse la vera verità è che il garage era troppo umido.

          • Mi hai rubato le Parole@White… Stavo pensando anch’io a quanto evidentemente l’esperienza in garage fosse stata traumatica..
            E non per sminuire ovviamente il sentimento per la moglie, questo l’ Ha già fatto lui dichiarando di non essere riuscito comunque a chiudere con l’amante rientrando in casa!Così come trovo assurdo che sia lui a voler dare un’altra opportunità alla moglie… E non il contrario semmai!

      • Hai ragione ma non è tutto semplice come sembra. A luglio le “azioni” (se parliamo di matematica del cuore) di mia moglie stavano a zero: rapporti mensili, litigi quotidiani ecc.
        Dopo che l’ho lasciata, ha iniziato una conversione a 180 gradi, anche con l’aiuto di una psicologa. Le cose hanno preso un’accelerazione tanto che a metà settembre sono stato forzato a scegliere: o di qua, o di là. E tra il figlio piccolo e molte altre cose, ho deciso di riprovarci. Ma dall’altra parte il sentimento era intatto, quindi la decisione l’ho presa ma in realtà sono ancora in mezzo al guado.

        • Ma molto in mezzo al guado.
          Ti sembra corretto che da una parte ci sia una persona che ti aspetta e da’atra una persona che si sta sforzando di cambiare per ricominciare a piacerti?
          L’amore può finire, ci può stare una sbandata, ci si può reinnamorare, sono cose che accadono. Ma dopo che sono accadute il resto non accade più, lo scegli!

          • Vorrei fosse così facile scegliere. Neanche la mia psicologa è di molto aiuto su questo, fa dei ragionamenti etici ma nessuno può darti gli strumenti per uscire da una situazione così.

        • Ma come e’ possibile???Se ami un’altra tua moglie potrebbe diventare anche perfetta…ma ami un’altra. Le delusioni, i rancori, la mancanza di dialogo, la mancanza di comprensione…su dilenticano solo perche una moglie «diventa impeccabile» per tenersi il marito. Ci sono passata, e non come moglie…e non capisco come sia possibile autoconvincersi di poter rimanere in un matrimonio «ristrutturato» su misura….vorrei capire….

          • Concordo con Vale. Mio marito dopo aver scoperto il tradimento ha cercato di cambiare, sperando che io mi rinnamorassi.
            Ma così non è stato, con l’amore non si ragiona.

    • @Dani, come ha fatto a raddrizzare il tuo matrimonio, se vivete ancora da amanti? Ah scusa, non ho fatto caso al tuo “apparentemente”!

      • @Costanza scusa, ma manco APPARENTEMENTE
        Se vuoi riprovare con me e poi ti scopro che continui a farti i tuoi ma io TI SOFFOCO

      • Perchè non c’era nulla da raddrizzare …. A casa funziona sempre con la solita comoda e dolce routine!!
        Non ce l’ho con te @Dani …. Ho vissuto in parte quello che hai descritto ….
        Solo bisogna imparare a fare delle scelte nella vita …. Difficili …. Ma che vanno rispettate mettendo da parte l’egoismo che queste situazioni ci portano a vivere!

      • Mia moglie e io abbiamo fatto una lista delle cose che ci rendono felici. Cerchiamo di ottemperare al contratto e per molti versi funziona. Zero litigi, figli felici. Il sesso aiuta. Non diamo più niente per scontato.

        • @Dani sei un’egoista che pensa solo a se stesso. Sei solo indeciso in quello che “ti fa più comodo”. Messaggio duro lo so, spero venga pubblicato. E vorrei tanto leggere una tua risposta Dani, perchè davvero mi chiedo cosa abbiate dentro il cervello a parte voi stessi.

          • Che senso ha rispondere a degli insulti di chi non conosce e giudica? Mah … comunque la situazione è che da una parte c’è la donna che mi ha ridato la vita dopo che il mio matrimonio era morto e sepolto (e senza il nostro amore non sarebbe mai rinato), dall’altro c’è quella che è stata la donna della mia vita che ho sposato e con la quale sono stato per 20 anni. Adesso mi si chiede di scegliere – non è facile. Penso a mio figlio e mi chiedo se dovrei farlo solo per sacrificarmi per lui. O per le comodità della vita familiare. Il rapporto con mia moglie è quello che si ha dopo aver premuto il tasto reset… non c’è nulla di sicuro ma non voglio fare male a nessuno. Non è possibile, e allora le cose vanno avanti così – ma c’è una roadmap per i prossimi mesi, e le cose saranno molto più chiare per tutti e si baseranno su fatti che non sto qui a spiegare. Non è egoismo, è la vita.

          • E intanto si rimanda la scelta. Perché è una scelta non nascondiamoci dietro al dito del intanto tengo tutto

          • @dani di solito sono sempre molto mite per non offendere nessuno ma onestamente questa tua frase che riporto “ da una parte c’è la donna che mi ha ridato la vita dopo che il mio matrimonio era morto e sepolto e senza il nostro amore non sarebbe mai rinato“ È aberrante.
            Purtroppo però prova il fatto che la maggior parte degli uomini tradisce per restare nel matrimonio e non per costruirsi un’altra vita con l’amante. Detto ciò risparmia a questa povera donna ulteriore sofferenza e continua la tua vita coniugale senza andare a rompere i cocones agli altri. Se non sei in grado lascia tua moglie e stattene da solo, dato che pure tua moglie non credo meriti di stare in un matrimonio tenuto in piedi da un’altra donna.

          • @Dani se sei rientrato in casa con tua moglie hai già scelto, e mi pare a te andrebbe anche bene tenere l’amante visto che con lei il matrimonio gira meglio. Per l’altra dici che non va così, quindi senza di te forse chiuderebbe il matrimonio. .
            Ti faccio notare che hai scritto che l’amore dell’amante è servito a far rinascere il tuo matrimonio, non mi pare poco. Forse temi che lasciandola il tuo matrimonio torni a come era prima, però stai sentimentalmente “larvando” un altro essere umano (presente quelle larve che per crescere divorano la carne?) ed è questo che lascia esterrefatti.

          • Sono ancora innamorato, e lei di più … il fatto che con mia moglie sia tutto basato sul “non diamo niente per scontato” se da un lato è positivo, dall’altro significa anche “vediamo se dura davvero” …. per cui è un impasse in cui la situazione è sbagliata e anche ogni mossa potrebbe portare ad ulteriori errori. E’ paralizzante, non è una questione di “avere le palle”. Se sapessi qual’è la scelta giusta e migliore per tutti la farei subito.

          • E più che altro quello che perplime è il repentino cambiamento.
            A luglio le quotazioni della moglie a zero con sesso mensile e litigi, tanto da arrivare a traferirsi in garage (cialtronata galattica) e pochi mesi dopo, tutto a posto, tutti felici.
            Povera amante, speriamo abbia messo a fuoco il tipo di persona che sei Dani e che scappi più lontano che può.
            E povera anche tua moglie alla quale dall’alto della tua fenerosità decidi di dare un’opportunità continuando beatamente ad attingere da risorse esterne.
            Dani, qui forse l’unico a cui devi dare un’opportunità sei te stesso, prova ad essere sincero e a comportarti da uomo.

          • Le emozioni che nel loro contratto perfetto mancano al 100%.
            Ragazze.. ogni tanto mi perdete lucidità.. ma che domande fate?
            🙂

          • Dani perdonami ma è vergognoso. Se zero litigi e ci fai pure del gran sesso lascia stare quella poveretta che tieni per i tuoi desideri

          • Perdonami @ Dani, grazie per aver scritto perché finalmente un uomo dice la sua ma cavoli è proprio come penso del mio e girano le scatole. Dite di amare l’amante e volete ricostruire con la moglie. Il sesso aiuta….ma ragionate veramente solo con quello? Io amo il mio amante, stimo e voglio bene al padre dei miei figli ma vorrei stare solo con il mio amante e fare sesso solo con lui…..
            È inutile, uomo e donna due cervelli paralleli. L’amore è un’altra cosa. Scusatemi.

          • situazione di comodo.
            l’amante ti ha rianimato il matrimonio.
            lei è innamorata di più (parole tue).
            e tu gongoli.
            se vuoi bene alla tua amante lasciala libera.

          • @Dani, concordo con tutte e con Alessandro…mi sembra tanto di sentire il mio mentre ti leggo..provo una rabbia che non immagini…quelle che dici sono le cose che un’amante, che ha investito tutte le sue energie e sentimenti e ha anche messo in discussione il suo matrimonio e la propria famiglia con figli annessi , non vorrebbe mai sentire..
            Capisco la paura di perdere tante cose
            soprattutto quando ci sono in mezzo i figli, però gia sentire che fai sesso con tua moglie ma sei innamorato dell’altra mi fa rivoltare lo stomaco…e dovrebbe essere la stessa sensazione che dovresti provare tu se pensi a lei con suo marito…se c’è amore non ci sono pezze che tengono…finto sesso,finta felicità…ci riprovi con tua moglie ma la routine ritorna e la voglia di condividere le emozioni che provi con la donna”che ha fatto rinascere il tuo matrimonio” ritornano anch’esse…e che fai? Fai rinascere il tuo matrimonio mille volte???? Non vorrei essere nei panni di tua moglie sinceramente!

        • @dani…mi incuriosisce sempre questo approccio razionale e matematico ch avete voi uomini x natura…davvero! Il mio nn è facile sarcasmo…quello che mi chiedo è…una volta fatta la lista delle cose che vi rendono felici (e immagino che le metterete in atto)..una volta che avete reso routinario il sesso settimanale (xchè così ha detto il dottore che si deve fare x recuperare il rapporto)…una volta che vi siete seduti sul divano x ottemperare al contratto…beh…una volta fatto tutto quello che SI DEVE FARE…qnt può durare?!?!
          Xchè se nn riesci a lasciare andare l’amante…nn mi pare che stia proprio funzionando questo metodo…altro che guado!

          Xò sei un genio…ora dopo un po’ di umidità in garage hai ben 2 donne che te la danno cn rinnovato entusiasmo…che devo dirti…goditela! Nulla dura in eterno…cm puoi vedere da questo blog…

          • @dani…scusa…tra le cose della lista che vi rendono felici hai ricordato di scrivere anche:

            MI PIACE TANTO SCOPARE CON LA MIA AMANTE?

            …no così x dire…visto che nn date più nulla x scontato tu e tua moglie…

            Ahahahah…scusate amiche, ma davvero me la rido da sola…mi sembrò Ariel…ora mi verso pure un bicchiere di prosecco Valdobbiadene millesimato….

            PS. Cmq sti commenti mischiati di mogli (costanza e White) e amanti (Cossora, mic, Mary e io) che vanno tutti in un’unica direzione…anche cn quel pizzico di ironia…mi hanno “raddrizzato” la serata…OPS…sempre sto verbo che lascia posto ad molteplici interpretazioni…
            😉

          • La cosa non mi fa sentire bene, e nonostante l’ubriacamento iniziale con sensazioni da maschio alpha, adesso è una cosa di cui farei volentieri a meno.

          • Carissima Ep
            Mi congratulo con te per essere riuscita a governare il tuo incontro di lavoro,
            Ma qui desidero dirti questo
            Che È ORA DI SVEGLIARCI TUTTE e che QUESTI omini tipo @Dani
            Non vanno trattati con i guanti
            Non meritano nulla e finché continueranno ,perché io e poche altre lo abbiamo capito già e stiamo mo,to SEVERE come giusto che sia verso questi maschi piccoli veramente nulli
            Che sanno soltanto far soffrire la Donna in ogni versione

            Allora se si vuole SMETTERE la tendenza
            Occorrono i fatti
            Che sono mandare af@nculo i maschi che giocano con i nostri sentimenti che tradiscono come conigli nel senso negativo del termine fregandose di tutto
            Intanto siamo Donne per loro capisci?

            Cose da usare,
            Capisci Cara Ep?

            Allora finche questi gli daremo la nostra accoglienza la nostra essenza la nostra vita il nostro cuore e oii ancora a scusarli o a cercare di capirli

            Allora è inutile poi lamentarsi comprendi?
            Ovvio mi rivolgo a te ,ma è rivolto a tutte quelle Donne che non riescono ancora a sentire possibile e la voglia di evolvere di farci qualcosa che comprende ad esempio il contenuto e il modo di rispondere a un uomo
            Che ancora ha il coraggio di fare il solito xxxxxxzo con le Donne che appunto
            Si scopa e basta come un coniglio senza ne cervello umano ne tanto meno cuore.

            Non si può essere una via di mezzo
            Perché il loro cervello non lo capisce capisce solo

            Mavvaffanculooo e basta.

            Allora a forza di non farsi mettere i piedi intesta ecco che qualcuno inizia a cambiare metodo
            A chiedersi come mai mi mandaaffanculo
            Come mai non trovo più chi me la da???????

            Cara Ep
            Non stare così gentile con questa gentaglia
            Vedrai che impareranno con i fatti concreti
            Da parte nostra

            Che è Decisione Fermezza
            E che non significa negatività,ma la fermezza è una grande qualità che serve a capire che direzione prendere nella propria vita per cercare il movimento di cambiamento.

            LUNGO PAPIRO ,o da scorrere
            O da leggere .

            A voi la scelta

          • @EP leggendoti sono arrivata al bandolo della matassa.
            Ho capito dov’è l’errore. E’ NOSTRO, E CI E’ FATALE.
            Nell’interpretare, quando li conosciamo, il motivo per cui ci raccontano cosa non va.
            La reazione giusta dovrebbe essere un bel ‘cavolo, che situazione difficile hai a casa.. ti capisco non deve mica essere facile… Facciamo così, questo è il mio numero, appena risolvi e sei libero facciamo serata e festeggiamo insieme!’

            E invece il nostro iter è: adesso ci sono io, ti risolvo il problema, tu capisci che sono la donna della tua vita, diventi l’uomo più coraggioso del mondo, e viviamo felici e contenti.

            E gli asini volano.

          • Io a parte l’egoismo di Dani che si gode moglie e amante incurante della sofferenza delle due, trovo poco dignitoso che la sua amante continui a restare e ad accettare certe condizioni: un uomo che prima esce di casa e poi decide di ritornare e recuperare il rapporto con la moglie!!
            E poi non ho capito se la moglie e’ ignara che vi sia ancora l’amante …
            Se e’ ignara mi sembra che dovrebbe svegliarsi e guardare la realtà..
            Se invece è consapevole non penso sia una donna innamorata credo che stia per comodità,per i figli per altre ragioni che nulla hanno a che fare con l’amore!

          • Bisogna vedere che cosa racconta lui alle rispettive… conosciamo bene la limpidezza di certe favole maschili

          • @Candy non penso proprio che la moglie sappia che ha ancora l’amante e che l ‘amante sappia che scopa con piacere con la moglie…..

          • @Cossora , il problema vero è che non esiste un uomo sulla faccia della Terra che si separi(nei rari casi in cui lo decide lui) senza avere già un’altra donna. Questo non giustifica, come dici tu, l'”iter” sbagliato dell’amante. Infatti dovremmo puntare solo su uomini LIBERI ergo
            1) lasciati dalle mogli
            2) vedovi
            3) single

          • Siii @White che li ricordo benissimo Furio e Magda
            Ah ah sei riuscita a farmi fare ridere!!!

            E chi se li dimentica!!!!

        • Dani ma la situazione non è su un piano di parità. tua moglie NON sa che l’amante è ancora tra voi due.
          Se vuoi davvero ricostruire, l’amante deve sparire.

          • Oppure rendere partecipe anche la moglie che per il ritrovato entusiasmo… Mm Bisogna ringraziare un’altra donna!vediamo un po’ dopo che succede…altro che garage!

        • Dani scusa, se vuoi DAVVERO provare a vedere se funziona, devi lasciare l’amante.
          E te lo dice una che ancora tiene un piede in due scarpe, ma almeno non sta fingendo col marito una felicità fittizia.
          Tu e tua moglie siete in una situazione impari: lei non sa che l’amante è ancora presente.
          Puoi anche non scegliere (come sto facendo io), ma almeno non raccontare a te stesso che il tuo matrimonio sta funzionando!!!
          A volte bisogna guardarsi nello specchio e darsi dei vigliacchi!

          • E’ vero sono un vigliacco.. ma adesso che me lo sono detto come ne esco? Io sostanzialmente non vorrei fare del male a persone che mi amano, ma cosí è insostenibile

          • Per me è un fake che ci piglia in giro. Vediamo la prossima risposta è poi decido

          • @Dani scusa,. è vero che hai dei tratti abbastanza ricorrenti (non sei un fake secondo me, sei un confuso codardo e pure paraculo come tantissimi altri, detto col sorriso, ovvio).

            Facciamo finta che l’altra sia io.
            Mollami.
            Come il mio ex ha fatto (certo spinto da me, ma alla fine mi ha detto: ti lascio prendere la tua strada) e non cercarmi, non orbitarmi intorno.
            Non farti bloccare. Sparisci.
            Lascia che io continui a pensare che tu soffra meno di me, che stai già chattando con un’altra per tenere in piedi il tuo ‘matrimonio’ in ripresa, rinascita o quello che è.
            Ma lascialo fare a me. Fatti odiare e poi a una certa ora la sera lasciami venire il magone, e pensare ‘ma come può permettermi di soffrire tanto? perchè non fa nulla?’ poi lasciamo decidere se è il caso id uscire, o di restare in casa a martoriarmi, ma lasciami la dignità di decidere per me.

    • Buongiorno
      @Dani
      Mi sono ripresa benissimo dalla mia serata di ieri in cui ti ho letto ridendo da matti ,
      Sai quando la tragedia è tragedia perché è talmente tragica da essere comica?!!!!

      No stamane sono perfettamente lucida e ho affilato le mie potenti meningi e la mia forte personalità di Donna che cerca in ogni modo di capire il funzionamento delle relazioni affettive tra uomini e Donne ,ma quanto vorrei poter credere alla tua vera buona fede

      ,ma guarda spero soltanto una cosa che tua MOGLIE scritto tutto in MAIUSCOLO e pure la tua AMANTE scritto tutto in maiuscolo per la IMPORTANZA che rivestono come DONNE entrambe che sicuro ognuna per il proprio sentire POSSIEDONO UN VERO SENTIMENTO e CHE DOVREBBERO AVERE DA TE RISPETTO DOVUTO

      Scusa,ma che uomo sei?????????????

      Il solito cliché di maschio che ragiona con il ………
      Si guarda sai cosa ti meriti

      Di venire mandato affan……

      Ma non soltanto dalla MOGLIE ,ma pure dalla AMANTE

      sei proprio il prototipo sconsolante panorama di uomo privo di veri attributi in campo relazionale privo di un senso vero di RISPETTO PER TUTTE LE DONNE

      Siano esse MOGLI O AMANTI

      Certo facile giocare con i sentimenti altrui vero???
      Si capisco capita quando si fa il macho molle molto molle
      Il solito mollusco.

      Sono DURA E TI GIUDICO di n base a ciò che hai scritto ,ma è ora di smettere di FARCI MALE

      BASTA ,ADESSO IL VENTO È GIRATO A FAVORE DELLA DONNA
      CAPACE DI MANDARE AFANN CHI NON SI MERITA NEANCHE DI PASSARE SULLA NOSTRA SCIA DI PASSI

      PASSI AVANTI VERSO IL NOSTRO VERO VALORE DI DONNE E ESSERI UMANI DA RISPETTARE

      CHIARO?

      Si ADESSO LO Ê ANCORA DI PIÙ
      PERCHÉ LO HO SCRITTO QUI OGGI ANCORA
      ADESSO.!!!!!!!!!!!!!

    • Dani, c’è qualcosa che non torna. Lei ha lasciato il marito e si è trasferita e tu vivevi in garage. Come mai siete poi rientrati dai rispettivi consorti?
      Lo avete fatto di comune accordo?
      Se la tua amante ci sta male perché voleva di più e tu hai deciso di stare con tua moglie mi sembra ovvio che tu debba chiudere con l’amante, per rispetto suo e di tua moglie. È difficile? Cambia lavoro!!!

      • @Lia a me sembra tutto così lineare: loro stanno bene da amanti.
        O meglio a lui piace (a ragion veduta, tra l’altro) averla come amante.
        Infatti dice di voler dare una possibilità alla moglie ma non contempla di lasciare l’amante.
        Noi per natura ci adattiamo, lei reggerà tutto il gioco.
        Ma a parte il garage che è una variante anche simpatica.. cosa c’è di nuovo?

        • No non è per natura che ci adattiamo
          Rispetto e comprendo il tuo convinto pensiero pessimista e rinunciatario lo comprendo davvero perché purtroppo ancora molte Donne la pensano così
          Allora purtroppo pensando convinte che intanto è così
          Ovvio che naturale continuare ad adattarsi
          Che significa piegarsi al uomo in ogni significato del termine

          Allora perché scrivo questo perché fortunatamente vi sono donne che per loro esperienza vissuta stanno mosse in avanti ottimiste e con la fermezza qualità che sempre occorre avere o meglio raggiungere quando si vuole amare se stessi e far si che nascano nuovi comportamenti da parte maschile nei nostri confronti

          Adattarsi è uguale ad accontentarsi di ciò che passa il convento di poveri piccoli maschi manipolativi che agiscono piano piano subdoli in ogni loro modo di fare con le Donne tutte mogli o amanti con la differenza che le amanti per loro sono ancora il peggio sono cose da usare da ferire perché infatti poi le mollano le fanno soffrire in un modo assurdo e privo di empatia

          Si può cambiare partendo da noi stesse Donne con uno spirito diverso che sta deciso sicuro fermo
          Spingersi in avanti per cambiare la solita tendenza

          Restare a dirsi e ma intanto è sempre così
          Se tutte le Donne avessero avuto solo il pessimismo
          Oggi non saremmo qui a lavorare a separarci a sposarci di nuovo a fare figli a votare

          Ma la strada della relazione affettiva sta lunga come il mio papiro che almeno anche se non letto adesso possa restare scritto qui e chissà che qualche cara Donna pessimista possa riuscire a sperare nelle proprie forze con i fatti concreti

          Cambiare!

          • @Ariel sei tu pessimista. Ma questa volta ci provo.
            Seguimi.
            Dire che per natura ci adattiamo non è ne offensivo ne riduttivo. E’ la nostra natura. Sta nella nostra funzione di madri, è primordiale.
            Chi rimane incinta? Chi si adatta alle nausee, a 30 kg in più, a cambiare ritmi di sonno, a smettere di lavorare, a smettere di essere donna per un certo periodo, a fare la doccia e la cacca quando e se il piccolo dorme, e poi a tornare in forma e ritornare donna e lavorare e poi decidere di rifare tutto daccapo?
            Noi. Noi soltanto.
            Ma non perchè siamo pessimiste, abbiamo una spinta e si chiama amore.
            Per questo quando ci innamoriamo di qualcuno che per sua stessa natura è egoista siamo le prime ad adattarci.
            Non è sinonimo di stupidità, anzi, se vai sul dizionario della lingua italiana, l’intelligenza è la capacità di ADATTARSI all’ambiente circostante.

          • @Cossora
            Non bisogna confondere Adattarsi funziona soltanto se non significa DARE DI PIÙ del altro
            Un conto sono i minori figli minori di età e comunque la Donna non è una madre ma una Persona che ha tutti i ruoli per potersi evolvere esprimere la Madre è uno dei tanti altri

            Il principio per amare se stessi è sempre
            Amo gli altri come me stessa

            Purtroppo adattarsi funziona sempre alla pari
            Ti do uguale ricevo uguale e tutti siamo contenti
            DARE DI PIÙ è FARSI MALE DA SOLE!!!!
            È PIEGARSI!!!!

            Ascoltase vuoi on line Massimo Recalcati in
            ” Le mani della Madre”

            Stai attenta a non fare confusione molto tipico dei condizionamenti
            Da machismo
            La Donna solo Madre o Donna al servizio del uomo
            ADATTARSI NON È PIEGARSI
            MI ADATTO UGUALE A QUANTO TU TI ADATTI ,CIOÈ L’altro sia esso un figlio adulto o chiunque altro adulto

            Il Do uguale!!!!!!

          • @Ariel sei fuori tema.. ma perchè non ti attieni a ciò che leggi?
            Fai due giri intorno al mondo ogni volta!!
            Ho detto che noi donne ci adattiamo di più per natura. Lo leggi anche tu il blog, no?
            Non ho dato giudizi.
            Personalemnte credo che se lo facciamo in qualche modo ne traiamo gratificazione, realizzazione, compimento di qualcosa che fa parte di noi.
            Poi gli eccessi sono sempre nocivi, ma ciò no toglie che se diamo siamo contente -almeno nell’intento- di dare.

          • @Cossora mai ho sostenuto che si sta stupidi o qualunque altra cosa negativa se ci si sbaglia ,ma proprio perché la maggioranza qui di noi tutte
            Ha sofferto o soffre o ancora ci sta dentro e non riesce a staccarsi
            Il fatto di capire il come mai non ci si riesca o ci si sia prestate ad adattarsi troppo cioè a scapito del amore per se stessi serve è l’unico modo per uscirne

            Non ho mai sostenuto che la Donna non è vero che si adatti di più esattamente
            Lo fa CONVINTA SINCERA DI FARLO perché lo sente

            Peccatomperò che si brucia sinfa del male e il motivo sta nel condizionamento antico diffuso molto diffuso che bisogna piegarsi abtutti ai figli ai mariti agli amanti ecc.
            Uno sbaglio che si può superare se si arriva alla consapevolezza di questo limite dovuto al machismo che da sempre ci vuole al servizio di qualunque cosa
            La brava Moglie La brava Amante che scopa bene La Brava Madre che DEVE FARE LA MADRE pure quando i figli adulti sono esseri indipendenti e la Madre proma di tutto
            È una DONNA persona
            Per risolvere concretamente e cambiare la tendenza atavica
            Occorre andare no fuori tema
            Ma avere uno sguardo immenso capace di vedere ogni aspetto ogni ambito

            Non stiamo dicendo cose in contrasto ma semplicemente un particolare come tu hai espresso per superarlo va visto in un tema ampio .

            Coraggio Cossora non interpretarmi sempre così negativa

            Guarda oltre aldila del piccolo spazio
            Del fuori tema
            Non siamo a scuola sedute nei banchi
            Ma siamo a scuola del imparare a saper vivere le proprie relazioni affettive cercando di smettere di Piegarsi
            Adattarsi di più del altro adulto chiunque sia!

        • Concordo con te Cossora!!! E sono certa a che io che non sia un fake! È il tipico comportamento…mi sembra il mio.. una persona che non riesce a lasciare la sua famiglia per mille motivi (ragionevoli) ma che allo stesso tempo non riesce a rinunciare all’attrazione e al legame che ha costruito con l’altra perché più emozionante..e la vuole tenere come amante perché non sa farne a meno, perché non sa resisterle a maggior ragione se lavorano insieme ..così come noi .. è come avere sempre una torta sotto gli occhi così bella e profumata..la tua preferita, a cui non riesci a resistere.. è tua…e non ti stacchi mai.. è la tua fonte di energia quotidiana…e lei non riesce mai a staccarsi allo stesso modo..e tu donna soffri all’infinito pur accontentandoti di quello che puoi vivere con lui…devi avere una forza allucinante per uscirne..

          • Quindi credi all’uscita a tre allo stesso tavolo per decidere chi tenere? Dai!

          • Neanche io ci credo. È uno str… o che si è fatto lasciare e si diverte prendendo tutte in giro. Oggi su fb ho trovato una frase. Vorrei farvi quattro risate, amare ma pur sempre risate ‘se ami tua donna non devi vergognarti di farla conoscere a tua MOGLIE’….
            Ieri, dopo giorni di chiedermi di vedersi, di volermi baciare e abbracciare e fare l’amore al mio NO e messo con le spalle al muro con SI ma ogni notte compreso il resto, con un ‘rispetto la tua decisione’ mi ha bloccato di nuovo. Come se fosse io a cercarlo….

          • Assolutamente no Ale!!!! Quell’uscita mi ha fatto mettere il dubbio sulla realtà di qst uomo… però ti dico che i primi post scritti da lui rispecchiano del classico uomo senza palle che quasi sempre noi donne ci troviamo di fronte… è stato un ottimo attore il Dani… Fino a un certo punto però!

          • Aveva il copione scritto qui. E sono quasi sicuro che è un ritorno era già stato qui e già cacciato. Un narcisista recidivo

          • No non avevo letto del tavolo a tre. Dai un coglione si, ma tre tutti allo stesso tavolo .. è da giocarsela al lotto!!!

          • Delusa forza Delusa
            Ragazze APRITE GLI OCCHI una buona volta!!!!

            Come fai cara Delusa insomma come fai a farti sfruttare così ancora pure se ne sei uscita
            Come fai ancora a credere alla torta al fatto che siate entrambi sullo stesso piano

            No cara Delusa renditi conto di quanto intortamento consapevole cinsta da parte degli amanti uomini che pur di scopare sono disposti a tutto
            A fingere di provare sentimenti
            A illudere le donne che ci cascano perché stiamo illuse con i nostri bravi sinceri sentimenti e loro è dalle epoche delle caverne che constanno ad usare come cose buchi da riempire come badanti segretarie psicologhe e fantasiose tutto pepe e sesso sfrenato

            #MaèoradiBasta#

            di illudersi e di fare le vittime di fare le illuse di piegarsi agli isrptinti ma non siamo bestie come ci vogliono far credere da sempre

            Delusa lonscrivo a te nella speranza che qualcuna di voi che ancira SE LA RACCONTA E CREDE ALLE FIABE

            Ecco svegliati dalla droga che lui sempre lui amante ci da cinfa credere l’impossibile
            E poi ancora qui sul Blog alcuni ominidi si permettono di prenderci in giro
            E tu Delusa ci credi ancora e ancora

            Non è una colpa se ci credi e ancora ti fai le tue idee e ragionamenti tuoi no ,ma il risveglio lo so è difficile
            Perché per farlo occorre inevitabile
            Prendersi il portone in piena faccia e fa male

            Poi però si guarisce e ci si evolve e si trova la lucidità per farsi rispettare da qualunque adulto uomo così fatto che abusa delle Donne amanti soprattutto,!

            E speriamo che ve la caviate un buon giorno
            Molto Buono per te stessa e per tutte noi!

          • Ariel grazie di cuore…sto cercando di reagire.. tranquilla! Inizio ad essere più lucida e consapevole…la sofferenza,come dici tu, ti deve sbattere in faccia tutte le cose più brutte e quando precipiti puoi solo risalire…non è facile ma ce la devo fare.. non si merita nulla lui se non assistere alla mia felicità.. è sicuramente più difficile avendolo sempre tra i piedi a lavoro…tanto è bello nei momenti di debolezza tanto ci tiene sempre legati e porta a rallentare tutti i distacchi.. ma ce la devo fare! E sarà un sollievo quando lo renderò indifferente alla mia mente e al mio cuore!!!

      • @Lia di lei non sappiamo, di lui ho capito che è rientrato perchè la moglie una volta che lui ha messo piede fuori casa ha iniziato a “lottare” per riprenderselo, e visto che il tenore di vita a casa è meglio che fuori ha pensato di tornare indietro. Insomma non è uno da separazione, ma che a casa vive bene, un classico dei classici. Ora con la moglie in fase recupero è ancora meglio di prima, ma non è convinto che possa funzionare, quindi si tiene l’amante come riserva (tanto quella pare più innamorata che mai e lo guarda con gli occhietti a cuore). Quanto tempo? Ma in fondo perchè darsi un tempo? Potrebbe continuare così anche tutta la vita, magari fare un altro figlio con la moglie e poi quando questa sarà tranquilla in fase di svezzamento andare a farsi qualche giro in giostra con l’amante. E’ la vita dice… quella che lui ha scelto. Facciamocene una ragione (lo dico per chi in mezzo a ste robe ci ha lasciato qualche pezzo di carne che non ricrescerà).

    • Caro @Dani, rientrare nei propri matrimoni dopo esserne usciti deve essere consapevole e ragionato altrimenti è una cialtronata. Forse il tuo trasferimento in garage era solo dovuto ad uno sclero, da qui il ritorno del figliol prodigo, ma lo spirito deve essere quello di recuperare e non di avere due piedi in una scarpa. Non percepisco coinvolgimento sentimentale con la tua amante quindi tiratene fuori ora che puoi.

      • Purtroppo il coinvolgimento sentimentale con l’amante c’è da entrambe le parti – quello è il problema. E ora c’è anche l’amore per la moglie, ricambiato fortissimamente da lei.
        Stiamo provando ad uscirne tutti ma è doloroso e non è lineare e semplice.

        • @Dani no. A un certo punto l’amore deve essere da una sola parte, a meno che non abbiate deciso di vivere il poliamore, ma questo deve essere una scelta condivisa ed accettata da tutti. Altrimenti soffrirete immotivatamente tutti… Esci dalla comfort zone e vivi l’amore. Ti assicuro che l’altra, quella che non scegli, se ne farà una ragione, suvvia.

          • @Polly ma che vivi l’amore, qua l’amore è già bel che finito che andato (sempre che ci sia mai stato), qua stiamo solo parlando di cosa razionalmente conviene di più. Se uscisse di casa veramente vorrebbe stare solo e vivere la rinnovata libertà, figurati se sceglie di vincolarsi con l’amante in un nuovo rapporto monogamo.

          • Qualche settimana fa abbiamo organizzato un incontro a 3 in un ristorante per provare a risolvere la questione. E’ stato molto imbarazzante per me, mia moglie imbronciata che ha le ripetuto ok adesso per te é finita devi sparire dalla sua vita, mentre l’amante le diceva come fai a riprenderlo con te dopo le settimane di fuoco che abbiamo avuto.. l’amante sarebbe anche disponibile in principio al poliamore, per mia moglie non se ne parla, e io non so che pesci pigliare. Sto pensando di andare a vivere da solo per darmi tempo per riflettere, staccando da tutti.

          • @Alessandro comunque Dani ha provato a venderci tutti i punti classici, dalla moglie che non la da, all’amante innamorata, ai figli, ha tirato fuori persino la psicologa!!! Ora capisco uno che tenta di intortare l’amante ma a che scopo venire a scrivere qui nel blog?

          • Con questo incontro a tre hai sbagliato copione!!!! Vengo a che io a sfogarmi a darti una pala in testa!!!!!

        • @dani Ti prego dimmi che sei un fake …
          “Ora c’è anche l’amore per la moglie”?! Forse ti sei perso qualche pezzo per strada… Tua moglie la conosci presumibilmente da prima dell’amante… Hai iniziato ad amarla da quando hai conosciuto l’amante???
          Qui c’è molta confusione… O credi davvero di amarle entrambe?

        • @Dani …. Posso chiederti una cosa? Ti sei riscoperto innamorato di tua moglie …. Ma c’è un coivolgimento sentimentale anche per l’amante (ma non hai scritto che la ami) …. Perchè continui? Ti senti egoista in questa storia? E la tua amante è a conoscenza dei sentimenti che provi per tua moglie?
          Te lo chiedo perchè mi trovo in una situazione simile …. Lui scoperto dalla moglie si ritrova innamorato …. Chiudiamo per poi ritornare in un tira e molla …. Lui si dichiara innamotato di lei (l’amore con il tempo si trasforma) ma non riesce a rinunciare a me …. Si dichiara egoista e incapace di ammettere quello che prova per me (non vuole rovinare 20 anni di matrimonio) ….
          Ahhh dimenticavo …. Io non sono meglio …. Sono una compagna con figli, che rimane in famiglia …. E che nasconde tutto sotto il tappeto!!

  15. Infatti @White! Il mio “APPARENTEMENTE ” era ironico! Nkn riesco a capire come si reddrizza “apparentemente” un matrimonio! Tra l’altro contina la sua storia con l’altra! Che caxxo di opportunità sarebbe? Boh? Caro @Dani anche mio marito per lavoro è costretto a incrociare ogni tanto la sua ex amante. Ma se solo avessi lontanamente il sospetto del “è difficile staccare la spina…” altro che raddrizzare! Lo so io cosa gli RADDRIZZEREI!

  16. Volevo condividere una riflessione con voi, anzi un paio. Mi interessa un’altra persona da poco, mi sono accorta del suo interesse e ci siamo incrociati (anche con lui) sul terreno di una passione comune. A parte che probabilmente sono recidiva, ma più probabilmente ancora questi interessi nascono perché quando fai qualcosa che ami sei appassionata e trasmetti passione, riluci, la gente ti vede. Ora: lui ha qualche anno in meno di me, è un bravo ragazzo, una persona sana e lo vedo come mi guarda, però io rimango cortese ma sulle mie perché mi sto facendo un sacco di problemi. Perché mi sento “guasta”, cioè dai una che perde un anno di tempo dietro uno sposato (e credetemi che quello era il minore degli ostacoli) e ci sta ancora male che problemi ha? Detto questo la riflessione era sul fatto che io gli scrupoli me li sto facendo, anche se non è ancora successo niente, perché ho a che fare con una persona e le persone hanno le loro vite e le vite delle persone non si incasinano per capriccio per ripicca o per gioco. Lo sposato evidentemente questi scrupoli nei miei confronti non se li è fatti neanche per mezzo secondo, la sua disperazione e il suo bisogno erano più forti di tutto, e casino fu. Ecco voi, a parti invertite e trovandovi in situazioni simili, avreste fatto quello che il vostro amante ha fatto con voi? E se no, allora perché volete ancora un uomo così? E poi niente l’altro giorno ero in treno e tra una stazione e l’altra c’era un edificio chiamato “stanza relè” e ci ho pensate tantissimo, tutte felici e liberate, e ho riso di cuore.

    • @Eva 2.0 chi lo vuole ancora probabilmente non ha ancora capito cosa c’è dietro. Il fatto che ti senta “guasta” mi ricorda chi si sente macchiata (o sporca) pur avendo subito una violenza. Non eri guasta tu, non hai niente che non va ad uscire con un ragazzo normale, non hai la peste, e non hai preso nessun morbo. Dovresti provare a darti occasione di conoscere questo ragazzo, e vedere se passando tempo assieme a lui smetti di pensare allo sposato.

    • @Eva 2.0 giovane, bravo ragazzo, sano..
      Tutti abbiamo dei segreti e dei comportamenti di cui non andiamo fieri.
      Lui compreso.
      La cosa bella è che nella vita si può tirare una riga e ricominciare da capo.
      Dai!

      • @cossora vero, ma fino a un certo punto. È sempre una questione di prospettive. Non voglio rimuginare o costruire castelli in aria su cose non successe ma mi piace prendere spunti per riflettere, ad esempio: nel rapporto me/sposato quella “sana” ero io. Quella solida, giovane, libera e con prospettive ero io e lui quello incasinato ma come hai scritto sopra la risposta giusta sarebbe dovuta essere: “Ma dai? Capisco, allora senti guarda mi piaci un sacco ma ci risentiamo quando hai risolto”, e invece no. Sei stata chiarissima!! Ecco in questa nuova prospettiva quella potenzialmente ingarbugliata sono io, e non voglio per nessun motivo fare come lui ha fatto con me, non si scarica la tua roba sugli altri. Lui con me quest’anno è stato anche “quasi” preciso ma i suoi casini lo passati lo hanno raggiunto comunque, deve mettersi a paro con quelli. Tra l’altro, come da tempi di @Ale predetto, anche lui ha interrotto il mio silenzio dopo circa 4 mesi ma solo per rompere. Io all’inizio l’ho ignorato, poi lo sentivo pesante e gli ho detto quello che avevo saputo (il suo passato disastroso da seriale senza cuore rivelatomi da una delle sue ex amanti mollata). Lui ha confermato, e poi è sparito di nuovo. Io tutta sta roba non la voglio più, la pesantezza della vigliaccheria e della sofferenza delle scelte di un’altra persona. Ragazze loro questa vita se la scelgono ogni giorno in ogni scelta che fanno o non fanno, che è comunque una scelta. Certo, la sofferenza è autentica, ma te credo! Fingi di essere chi non sei con tutti tutti giorni, quanto può andare avanti. Perciò invece noi scegliamo di stare autenticamente bene. Se poi in mezzo ci capita un aitante toy boy che ci accoglie col sorriso, tanto meglio!

        • Ho capito @Eva 2.0 ma a parte avere almeno la certezza che non è impegnato, con questo nuovo puoi sapere come va solo se ti butti.
          Non puoi partire per eccesso opposto alla relazione appena vissuta. Quella è andata, c’eri tu, ma c’era anche un’altra persona.
          Forse, viste le menate, non è ancora il momento di iniziare qualcosa di nuovo?

          • @Cossora io non le considero menate, le considero rispetto. Quando si entra nella vita delle persone in qualsiasi tipo di relazione penso sia importante soppesare, poi mi butto lo stesso eh (ciao sono Eva 2.0 e ho avuto una relazione con un uomo sposato, ricordi?) però le considero accortezze, non limiti, e sono contenta di avercele. 🙂

          • @Eva 2.0 all’inizio un rapporto non sai mai dove ti porterà. Se lo inizi con la totale convinzione può rivelarsi un flop così come può accadere il contrario. In questa fase non ci si illude, ma si prova a vedere come e se si è in grado di stare assieme. Non permettere che quello che hai vissuto condizioni la nascita di qualcosa di nuovo che deve assolutamente restare, nelle fasi iniziali, un momento di conoscenza, di leggerezza e di gioco.

          • @Lia @Cossora sarà fatto e vi aggiornerò se vorrete ❤ Oppure vedrete direttamente i fuochi d’artificio dalla finestra 😀
            E se l’altro dovesse riaffacciarsi a rompere gli risponderò con la faccia tosta di @EP, la concretezza di @C. e di @Mary, il fuoco di @Cossora, la superiorità sul campo di @Oldplum e la spensieratezza conquistata di @Angelica 2.0. E se dovesse servire mi ubriacheró come @Ariel!

    • @Nina cerco di spiegarmi e diciamo che @Mary nel commento precedente ha in parte anticipato la questione. Diciamo che i miei trascorsi sentimentali e personali non sono propriamente limpidi e lineari, motivo per cui non ti viene poi da giudicare l’amante sposato perché in fondo anche tu sei stata mossa dai tuoi bisogni in passato e pensi che sia questo che vi unisca. E in parte lo è, il dolore passato e il bisogno presente sono il collante e questo mi ha fatto pensare fossimi simili. Ma io non sono come lui. Io non uso le persone neanche quando sto male, non mi giustifico, non ci sguazzo, non tengo in sospeso, agisco. Per riprendere il discorso di @Mary, essermi trovata più volte con uomini mancanti ha fatto sentire mancante anche me, sentire eh, ma non lo sono. E infatti chi vivrà vedrà. Mi ha fatto stare bene anche il solo scrivere che mi interessa un’altra persona. A volte le cose le capisci per contrasto, non per paragone. Mi sento con un piede fuori e dalla porta filtrano la luce e l’aria pulita, è bello.

  17. Ragazze è veramente dura doverlo vedere tutti i giorni e oltretutto dover vedere anche lei , quella nuova con la quale mi ha sostituito . L altro giorno poi è stata peggio del solito perché li ho visti andare via insieme in machina . Vorrei tanto non provare più niente , pensare a quante balle mi ha raccontato a come mi ha usata ma è veramente pesante a volte rimanere lucide e vederlo lì che se ne frega, che è passato ad un altra in modo così facile e senza minimamente pensare al male che mi stava facendo, anzi con un certo fastidio nei miei confronti che ero ancora lì a farlo sentire ‘incastrato’ dopo tutti quegli anni . Si è meravigliato che io ci stessi male .. anche se ormai mi avete fatto capire come sono questi tipi di persone ancora a volte non riesco a crederci che esistano veramente . Sono solo momenti per fortuna e spero che un giorno spariranno del tutto, ma vederlo lì tutti i giorni non aiuta per niente

    • @Cla hai ragione, per quanto ci lascino soffrire, nella maggiorparte dei casi il comportamento di bassezza umana è standard, come il livello di codardia.
      Più si trovano persone che ne hanno fatto le spese e che ne sono uscite, prima ci si sente meno soli e contemporanemente se ne esce. E’ come ammalarsi di una malattia dolorosa ma frequente e risolvibile.

      Purtroppo 20 anni di relazione come la vostra sono meno ricorrenti, e il tuo danno ha una incidenza minore qui, per quanto credo tutte qui si tenti di empatizzare con ciò che provi. hai una casistica di guarigione inferiore e convivere con una malattia tanti anni, anche se poi ne esci, significa aver vissuto da malati, pensato da malati, scelto da malati, assaporato da malati, etc.
      Le tue non sono solo cicatrici, sono la tua stessa fibra.

      Tutto è stato alterato dalla realtà. Non c’è una guarigione che resetti i 20 anni che hai vissuto. Puoi solo -seriamente da oggi- decidere di vivere da sana, accettarti per come sei arrivata fino a qui. Apri la mente e non odiare, non recriminare, le cose accadono solo a chi le sa comprendere.

      E’ difficilissimo perchè lo vedi. Cambia orari se puoi. Gira con gli occhiali da sole e quando ti si para davanti chiudi gli occhi e visualizza il tuo respiro interiore. Medita. Se lo vedi uscire dall’ufficio, attendi e ‘perdi il momento’ vai in bagno a sistemarti il trucco.

      Che la tua vita senza la malattia parta da dentro di te. E’ un cammino duro ma va solo in una direzione. Ti abbraccio.

        • Si è dentro la mia fibra è stampato nelle mie cellule ormai è come un cancro , è parte di me e lo devo accettare ma io sono anche una combattente e non posso farmi distruggere da lui io voglio sopravvivere a qualunque costo anche se non so come andrà a finire

          • Ti sento tanto. Un passo dopo l’altro, ne basta davvero uno piccolo al giorno. Non fermarti però!

    • Ciao Cla. Purtroppo sei ancora innamorata di lui, si capisce da come ne parli. Io al tuo posto penserei all’ipotesi di cambiare posto di lavoro. So che non sempre è possibile e che può apparentemente sembrare una sconfitta, ma anche lavorare con questo stress addosso!!!
      Sappi che la ruota gira. Ci mette un po’ ma gira. A 50 anni ho visto diversi cadaveri passare nel fiume. Solo quest’anno, oltre me, ho saputo che si separano due mie vecchie fiamme, fighe come lo è il tuo, che a suo tempo mi avevano fatto girare la testa e mi avevano bellamente schifato!!!! Lasciati dalle mogli e ridotti paggio di un mocio!!!!. Comunque, ragazze, che desolazione sentimentale che c’è in giro!!!

      • @lia…Lasciati dalle mogli e ridotti paggio di un mocio!!!!. …ahahahah…scusa…sui figaccioni, leoni ammaestrati del.circo Orfei mi si è aperto un sorriso!
        Ma scherzi a parte ragazze…pensateci in senso positivo…loro guerrieri del materasso (cn lenzuola pulite e stirate dalle mogli) qnd vengono lasciati dalle gentili consorti sn ridotti da buttare…incapaci di gestire una normale routine…piagnoni e stropicciati!
        Noi…se abbiamo la fortuna di avere un lavoro ed essere indipendenti…accusiamo il colpo…ma è difficile vederci trascurate!
        Anzi…ora che ci penso bene… è più facile vedere una moglie trascurata nell’abbigliamento e nel modo di porsi…che una ex moglie!
        Tutti pensano che sia xchè una single è a caccia…in realtà molte volte è solo.xche qnd finalmente l’impiastro si toglie di mezzo… Sì ha più tempo…più libertà…e si riscopre la cura di sé stesse, che essendo schiave x anni di figli e mariti (figli aggiuntivo) si era messa da parte
        Poi c’è una parte che riguarda l’orgoglio…loro vogliono fare pena…noi vogliamo fare vedere che ce la facciamo da sole…
        Oggi ho rivisto un collega che nn vedevo da tempo ad una riunione aziendale…nn mi staccava gli occhi di dosso…poi mi si è avvicinato e mi ha detto…ma tu più invecchi e più migliori? Sei mille volte meglio di 10 anni fa….sembra che hai cambiato pure il colore degli occhi! No tesoro…sn sempre stati azzurri…ho imparato a truccarli sapientemente 😉
        Domenica il marito di una mia amica con cui c’è grande confidenza mi fa…sei sempre più figa… (la finesse…questa sconosciuta :-)) ) da qnd nn hai più il parassita tra i piedi…cm è possibile che nn stai ancora cn nessuno?
        Ehhhhhhhhh…forse sn io a nn volere…
        Mi sa che questo sarà il vero problema da risolvere nel prossimo futuro…

        • @EP ti facio un monumento. Santa verità. Sto bene. E mica perchè esco tutte le sere a cuccare. Sto bene perchè finito di pensare ai miei figli .. rimango solo io.
          E io valgo.

      • @Lia è vero sono ancora innamorata di lui , dell idea che avevo di lui . Il mio modello erano i miei che stanno insieme da 55 anni e ancora si adorano anche se litigano per cazzate.. forse ho puntato troppo in alto e mi sono illusa per anni

    • E’ vero @Lei non me ne faccio proprio niente di uno così e non lo vorrei piu’ indietro di sicuro! anche perchè non credo proprio che questa sia l’ultima. Adesso sto molto meglio rispetto a un paio di mesi fa ma penso ci voglia ancora un po’ di tempo per metabolizzare bene tutto quello che è successo, specialmente avendoli sotto gli occhi tutti i giorni.
      A volte penso di cercarmi il famoso chiodo scaccia chiodo ma non me la sento.
      Mi sto lentamente ricostruendo da sola e non mi dispiace passare del tempo con me stessa a dire la verità, anzi riscopro un sacco di passioni che avevo abbandonato

  18. E’ una manna dal cielo la testimonianza di Dani. Una doccia fredda che serve a ricordare quanto uomini e donne sono diversi….o forse sarebbe meglio dire «quanto uomini e donne innamorate» sono diversi. Voglio sperare che anche l’uomo che ama davvero sappia scegliere, rinunciare alle comodita’ e segua il cuore.

    • Gli unici uomini che seguono il cuore sono i ragazzi non ancora contaminati dalla vita. Per il resto fanno solo il loro comodo . Spero di sbagliarmi ma tant’ è. Una donna rimane ragazza più a lungo , crede e preserva i suoi sogni e ha più coraggio nel ribaltare la propria vita . Gli uomini per lo più lo fanno per puro opportunismo e perché sono molto più vili . In generale chiaro .

  19. Aggiungo una cosa . Stasera l ho incrociato per caso in centro mentre l aspettava con in mano una borsettina di tezenis… non credo avesse dentro i suoi nuovi slip bianchi.. Cavolo se lui comincia a comprarle i perizoma la tipa è messa veramente male !! E anche lui. Magari penso male .. forse mi sbaglio

    • No Cla, tutto sbagliato.. Ti stai fissando, non va bene… Non pensi male, piuttosto pensi troppo a lui, a lei, a cosa fanno insieme… No non va bene,no no.

  20. Ragazze stasera vedo la mia vita venirmi addosso vedo tutto il tempo sprecato per un amore che non esisteva o forse sì eppure In un angolo della mia mente penso che anche per lui questi vent anni , da quando eravamo ragazzi innamorati persi forse qualcosa sia rimasto. Di noi, quei ragazzi perdutamente innamorati . Una parte di me rimane lì con lui e niente potrà cambiare questa cosa .
    Come è bizzarra la vita

    • Fai in modo che cambi, invece… Mentre tu pensi a come eravate belli vent’anni fa, la sua vita va avanti, ed anche a gonfie vele. Tu sei ferma, bloccata da pensieri ormai vecchi e superati. È il momento di lasciarli andare via e pensare a quanto saranno belli i tuoi prossimi venti, con qualcuno capace di amarti sul serio e come meriti. E giriamola sta pagina, forza!

      • @LIA hai ragione . Nonostante i momenti di nostalgia i cambiamenti li sto portando avanti, credo ci vorrà un po’ ,ma la consapevolezza sta pian piano soppiantando le fantasie dure a lasciarmi andare ! Grazie di cuore

      • So che vi ho tediato abbastanza con la mia storia , ma come cacchio si fa?
        Oggi ho saputo che lui già da quasi due mesi è andato ad abitare con la nuova fidanzatina..cioè è stato buttato fuori da casa tre mesi fa , diceva che era in crisi e doveva ritrovare se stesso e dopo un mese e mezzo è già a casa di un altra ?? e ancora balle su balle . Ma perchè ? E questa dice che lui è innamorato, che le ha già presentato la figlia ! e lui giurava e spergiurava che voleva stare da solo! e chissà quante altre vaccate ha fatto di cui non ho mai saputo nulla … agli occhi della trentenne è un esempio di lealtà e correttezza !!
        Comunque stavolta la pagina la giro veramente . NON NE POSSO PIU’ di scoprire le menzogne . Purtroppo me le vengono a dire . Forse dovrei proprio andare via cambiare posto di lavoro

        • @Cla non c’è soluzione.
          Se puoi venire via vieni via. Se può essere una occasione vera di voltare pagina di cambiare aria. Il nuovo. Pensa la bellezza del conoscere nuova gente, misurarti con altre cose.
          Se fossi tu la trentenne.. saresti felice. Ora. Tra qualche mese non ne sarei sicura.
          Ma oggi la trentenne non sei tu.
          Come io non sono la scelta del mio ex.
          Che non si esibisce, non mi stressa, non gioca sporco, non mi ferisce più.
          Capisci? Qualsiasi cosa facciano, la realtà è quella evidente: è finita. Hanno scelto altro. A che cosa serve stare a sfrugugliare sui dettagli? Quando poi sono penosi -oltre che dolorosi- per te?

          • Sono esausta . Avrei voluto solo un po’ più di onestà. Mi ha lasciata sempre in sospeso con le menzogne e lo ha fatto anche adesso . Per cosa ? Lo sapeva che mi avrebbe tenuta legata facendo così . È solo un codardo egoista. Ho chiuso con lui ma solo per soddisfazione spero che la vita gli presenti il conto perché uno così una mazzata se la merita

          • Ma secondo me non sanno un cazzo e non programmano un cazzo, almeno la maggioranza. Hanno un mono euro e che gira sbattendo nella scatola cranica e ripete all’infinito: FIGA, FIGA,FIGA..

          • Sono sta trattata meglio di te @Cla.
            Eppure vorrei la pagasse.
            Eppure vorrei si fosse fermato tre silenzi fa.
            Eppure mi meritavo più onestà.
            Eppure.
            Eppure.
            Eppure.
            Che diritto ho io, rispetto a te che sei stata trattata peggio? Per un tempo oltre 10 volte più a lungo?
            Eppure soffro.. cazzo se soffro!
            Capisci che qui non esistono i diritti? Esiste farsi rispettare, esiste decidere, da oggi, di farla andare diversamente.
            Poi perché loro ci abbiano ferite, cé solo da sbizzarrirsi… perché non scopano a casa, perché le mogli li vedono come degli sfigati che trascurano l’igiene personale, perché in tutto questo non hanno abbastanza spunto per farselo diventare duro (non le regala libri, le regala intimo; lei non ha la sua età, è giovane e lo può guardare con ammirazione) perché tra pochi, pochissimi anni il toro da monta che si sente adesso sarà solo un ricordo..
            Ci interessa?
            Siamo maschi che ci misuriamo a erezioni e prostatiti?
            Siamo donne @Cla. Sappiamo ricostruirci, possiamo farlo senza bisogno di un 30enne aitante che per qualche motivo lontanissimo dalla vera attrazione ci sbava dietro..
            Siamo migliori e queste esperienze ci insegnano solo che meritiamo altro.
            Non cé un modo indolore di capire cosa non ci fa stare bene.
            Stasera sono a pezzi anche io.
            Domani andrà meglio, coraggio!

          • @cossora per quello che conta, ti sono molto vicina e credo che proviamo molte sensazioni e sofferenze simili. Grazie davvero

  21. Caro@Alessandro approfitto di questo spazio per dirti che sono davvero dispiaciuta per quello che è successo alla tua città e ti sono vicina. Spero per te tutto bene. ❤

    • Grazie. Io purtroppo e in questo caso per fortuna vivo a Milano dove sono stato deportato da piccolo ma il mio cuore è lì. Siamo abituati all’acqua alta ma non a un metro e novanta e con vento a 100 km/h. Apprezzo molto grazie

      • Si mi associo a Costanza è pur essendo lontana adesso seguo PASSO passo le notizie
        Un vero disastro ho letto questa frase
        riferita agli abitanti Che non si fermano un attimo X cercare lo stesso di tenere ordine
        Veneziani GRANDE gente!!!
        Speriamo che il tempaccio la smetta!

        Caspita per aver scritto che
        Ti hanno deportato a Milano da piccolo
        Insomma usare il verbo deportare
        Da una idea di quanto ti abbia distrutto dentro il fatto di essere trasferito in Milano

        Dai Cher Ami
        Non esagerare adesso
        E conserva la fiducia che
        Alla fine tutto andrà bene!
        Un abbraccione!

  22. Scrivo qui, un po’ per me, per fare il mio autodafè, e un po’ per chi ancora soffre, il resoconto delle mie sensazioni dopo un mese di CDS (il secondo dopo l’interruzione delle puntate precedenti) con la mia collega (visto il tema del post).
    Dopo un mese si sta bene…la prima settimana sei carico di adrenalina e orgoglio e vai avanti come un treno. Dopo iniziano i primi vacillamenti…la vedi tutti i giorni, la senti parlare…non ti fa l’effetto di prima ma ti chiedi continuamente cosa può pensare lei di questo silenzio…è sempre li il problema, l’incertezza. Tieni duro perché leggi qui, perché sai che bisogna resistere. Poi inizi a domandarti, ma senza cedere perché ormai hai scoperchiato il vaso di Pandora, se è il caso di un ultimo confronto, qualora fosse rimasto qualcosa in sospeso. Poi inizi a dirti che dopo tanti anni è brutto lasciarsi così, in silenzio, senza una parola fine. Ma sono solo scherzi della mente, un automatismo mentale da sradicare, dettato dal sentimento di nostalgia che poi si capirà non essere per lei/lui ma per le emozioni in sé che si provavano. Ma se resisti fino qui, alla quarta settimana (nel mio caso), un bel giorno ti alzi e non te ne frega più nulla…e li capisci davvero, avverti fisicamente quello che prima sapevi solo in teoria, e cioè che ti stai ripulendo da una tossicodipendenza. Non penserai più a confronti finali perché ormai sei libero dalle tossine e sai che non farebbe differenza; non ti chiedi più di che umore sia lei verso di te, la tua vita è bella anche e soprattutto senza queste imposture. Non credi più a false illusioni, a speranza vane. Non credo che basti un mese, anche perché l’altra/o adesso vivrà la serenità in famiglia. Ma un bel giorno a loro rispunterà la noia, la routine…e siccome non costerà loro un bel niente si rifaranno sotto (con voi o con altri…ma con voi sapranno che il sentiero è già tracciato).
    Va detto che dall’altro lato si ritrovano serenità, libertà, pace…non dovete più attendere ansiosamente messaggini, non dovete alzarvi presto o andare a dormire tardissimo per vedere se ha letto o meno un vostro messaggio, se vi scrive la buonanotte. Non vi arrabbierete più, non sarete più gelosi di strani pensieri. Vacanze dove e quando volete, non vi interesserà più guardare se dove andate prende il telefono e magari cambiare metà.
    Basta pensare che queste cose voi prima le avete sempre fatte…loro no.
    Guardo fuori la neve sulle montagne (senza dirvi quali), il sole, il cielo terso e quasi settembrino…bella la vita.

    • Grazie per la preziosa testimonianza. Sei bravo stai facendo in fretta perché i tuoi risultati si ottengono in media in tre mesi, a volte in sei

      • Grazie ma non credo sia un mio merito quanto piuttosto dovuto ai tanti anni di storia stressanti che hanno probabilmente aiutato ad accelerare il processo di liberazione

        • Grazie @Berg …. Preciso …. Anzi precisissimo!!
          Adoro leggerti!!!!
          Berg …. Un mese per riprendersi è poco, ma credo questo sia dovuto al fatto che hai metabolizzato il tutto ormai da diverso tempo …. Probabilmente al suo ‘cambieremo le cose’ …. Tu non ci hai creduto!!
          Sono in una modalità simile …. Gli credo fino a 5 minuti dopo averlo visto, poi basta …. Lo conosco da troppi anni per vederlo un disonesto …. Ma un egoista in questa situazione …. Quello sì!!
          Ma ormai stò elaborando e lui mi sta ‘scendendo’!!

    • @Berg sento chiaro tutto quello che scrivi, ma per me ha fatto la differenza portarlo a reagire ‘male’ ad uscire allo scoperto. Iniziare il CDS di mia sponte mi faceva girare le palle perchè lui aveva questo atteggiamento di chi subisce sempre.
      Io vado al manicomio quando cercano di buttarmi addosso le catene altrui.
      Quindi le altre volte tornavo perchè ci stavo scomoda nella mia posizione di chi vuole che finisca: è lui che non ha voluto continuare, ed è lui che doveva mettere un punto.
      Ho dovuto provocarlo, affrontarlo, offenderlo (ma ce l’ho portato da solo a offendersi) fino ad arrivare ad ottenere un ‘ti lascio prendere la tua strada’ (codardo anche nel lasciarmi).

      So che in termini pratici non cambia nulla. Ma da sei giorni vivo come una che è stata lasciata. Domande su come viva in famiglia non me ne sono mai fatte e non me ne faccio, probabilmente nel mio bilancio è sempre stata una voce irrilevante.

      Per quanto riguarda il ‘bel giorno’ in cui si rifarà vivo auguro a me stessa di avere un sincero sfrugugliamento nella pancia, uno di quelli che traspare anche da un semplice ‘ciao’ scritto su whatsapp.

      • @cossora mia…quello che dici è stato il problema per me più grosso da superare. Perché me ne sono andato io! Certo lei aveva ripreso a fare l’evasiva ma niente di particolarmente insuperabile. Per il primo periodo continuavo a sentire il tarlo del “almeno specificale che hai chiuso perché è stata lei, dopo averti promesso che finalmente avrebbe trovato il tempo per stare soli insieme, a traccheggiare per l’ennesima volta”…continuavo a pensare che forse avrei dovuto specificare che non finiva per colpa mia. Ma poi mi sono detto “che importanza ha?”. Cioè…devo anche giustificarmi dopo tutto quello che ho fatto per lei? E soprattutto…se lei avesse avuto voglia di recuperare, recuperasse.
        Però si…chiudere senza un apparente motivo scatenante offre il fianco ad un ostacolo in più…ma niente di insuperabile.

        • Mhm. si @Berg effettivamente io mi sono impuntata!
          Ma come per ogni cosa è nato tutto per caso. All’ennesimo giorno-di-merda invece che iniziare a fargli i pipponi mi sono ritirata e a lui è vibrata la codina ‘cosa c’è? tesoro cos’hai?’
          ‘niente, mi passa, il solito, sto stretta ma domattina sarà tutto finito’.
          Non l’avessi mai fatto. Una persecuzione.
          ‘piccola io non ce la faccio a vederti così, sapere che soffri mi toglie energia, non riesco a reagire, ma nemmeno al lavoro, mi spengo sto troppo male..’
          ‘si? mollami’

          Tutto quello che ho dovuto fare questa volta è stato semplicemente prendere atto.
          Comoda l’indeisione. Capisco tante cose.

          • Che grande intortatore consapevole
            Del farti soffrire
            Egoista di emme questa è la verità
            Purtroppo non sei la sola qui e anche fuori di qui ad essere stata trattato così male ingiustamente
            Senza rispetto alcuno dei tuoi vero sentimenti

            Finalmente è adessso che inizi per tuo merito la vera strada di uscita dal tunnel !
            Dai Forza Cossora sei nel tema GIUSTO!!!!

    • @berg…e qui ti faccio tutti i miei complimenti!
      Mi è sempre piaciuto cm scrivi (anche se nn sn sempre stata d’accordo cn QUELLO che scrivevi)…hai il mio stesso approccio chiaro, diretto e schematico…e trovo che nel marasma delle emozioni che ci travolge in queste difficili situazioni sia l’unico veramente efficace nel tentare di uscire da QUESTA gabbia (x le altre gabbie ognuno decide il da farsi in base al proprio vissuto e la propria coscienza).
      Bello bello questo “diario” del CDS…credo che @ale potrebbe prendere spunto x un vademecum (temporale) dei passaggi obbligati del NO CONTACT…le tempistiche cm ha sottolineato lui possono variare…ma gli step sn quelli che hai brillantemente descritto tu…
      Buon “viaggio” @berg…la libertà nn può avere che l’aspetto della maestosità delle ns bellissime montagne o l’immensità del mare…

      • @EP…vero…abbiamo pensieri a volte discordi…ma sono contento ti sia piaciuto il mio riassunto. Spero che sia utile a qualcuno…anche a chi lo ha in ufficio.
        Per deformazione personale ho sempre schematizzato per riuscire ad avere più chiari i pensieri. Dalla lista della spesa, allo studio…evidentemente a noi aiuta!
        Grazie per gli auguri…che l’inverno prosegua sereno anche per te!

        • @berg…si mi è piaciuto questo cm tante altre cose che hai scritto in passato! Una delle più illuminanti x me?…la descrizione del marito comune che tutto preso dalla sua routine familiare dedica i suoi pensieri all’amante…quando?
          Qnd esce di casa x fare pisciare il cane…
          Che schiaffo tremendo in pieno volto…per motivi personali che nn sto qui a specificare, quel cane che piscia (oltre che caga…così ci metto il carico da 90…:-)) ) e mi regala qlche minuto di interesse da parte del mio #AMMOOOORREEEGRANDISSIMOINIMMAGINABILE mi ha sconvolto
          ..e aperto gli occhi cm nulla prima!
          Ogni tanto qnd vedo ometti la mattina presto in giro col cane, lo sguardo imbambolato sul telefono (che quasi qlcno mi finisce sotto la macchina all’incrocio) e il sorrisino ebete…ti penso! Ormai credo di sgamare un marito fedifrago lontano un km…
          Per qnt riguarda i ns “disaccordi”…sn solo riconducibili al fatto che per la storia che racconti qua, la tua fissazione cn la collega e il rapporto “tiepido” cn la consorte…mi riportano la mente a quell’uomo medio che cerca la boccata d’aria fuori…mantenendo salda la sua posizione sul trono di casa…
          L’unica differenza è che lei nn te l’ha data…e tu ci sei rimasto sotto!
          Perdonami…ma capisci che dal mio punto di vista la tua amichetta mi fa anche un po’ simpatia…sto genio del male 😉
          Dai ci scherzo un po’ su…tanto sei sulla buona strada x uscirne cm me…ma quel caxx di cane…mannaggia a lui! 🙂

          • Ragazzi muoio dal ridere perché le sere noi riuscivamo a sentirci proprio per la scusa di portare i reciproci cani a pisciare!!! 🙂
            Quando si dice che il cane è il miglior amico dell’ uomo… anzi no degli amanti 🙂

          • “ Ormai credo di sgamare un marito fedifrago lontano un km…”
            @EP fai presto, ne punti uno e ti puoi sbagliare su due casi su dieci.. e magari uno dei due è solo perché non gliela fa..

          • @EP…ma io non volevo solo prenderla…io c’ero effettivamente sotto a prescindere dal prenderla…altrimenti non avrei resistito 9 anni…io mi ero avvitato sul concetto di disparità. Mi arrovellavo sulla dicotomia tra quello che diceva e quello che faceva. Perchè poteva anche continuare a non darmela…ma almeno poteva avere tutti gli altri accorgimenti che un innamorato corrisposto (a parole) si aspetta. E invece si assentava emotivamente senza spiegare per giorni, usciva con le amiche anche se quella sera avremmo potuto vederci per impegni di lavoro…questo mi faceva soffrire, non tanto il sesso mancato.
            Detto questo capisco benissimo il tuo punto di vista…ridiamoci sopra…coi nostri cani!
            Buona serata

          • Il mio dirimpettaio ogni sera esce a fumare la sigaretta in giardino e chatta. Una moglie e due bimbi piccoli.
            Sempre, stessa ora.
            Lo farà per regolarità intestinale, immagino.

          • @Cossara certo!!
            Sigaretta cellulare e bagno …. Un tocca sana per l’intestino!!
            Cmq quest’estate al mare una coppia davanti a noi, lei in acqua con i bimbi e lui cellulare dipendente …. Io e la mia amica giù a ridere …. Ma poi la guardavo e un misto tra schifo-tristezza mi assaliva ….

          • @berg…il dramma è che io nn ho nemmeno un cane! In compenso lui ne ha anche x i Beati Paoli…ahahahaha…pensa te le pisciate e le cagate!!!!!
            Stasera potrei fare concorrenza ad una principessa in quanto a bon ton…:-))
            Tu hai una forte componente femminile @berg…almeno quanto io ho una forte componente maschile…sta a vedere che saremmo la coppia perfetta!!!! Ah no…tu sei impegnato…e hai pure un cane…vade retro satana!!!
            Ahahahaha….;-)

          • @berg…muorooooo!
            Ahahaha…attenzione che ti prendono per un marito fedifrago…
            Eccheccaxx…magariiiiii!!!!
            Dopo 9 anni dovresti averla almeno una volta anche solo x la costanza…
            #iovotoperberg

      • A parte che se non ricordo male @ Berg ci ha messo tanto tempo per riuscire in un cds vero e proprio ( se non altro perché lei era diventata una stalker).
        Ma @lei Ne bastano anche meno di settimane se sei arrivato veramente alla frutta dopo mesi e mesi di sofferenze e sopportazione!
        Io credo che@Berg come me sia arrivato proprio allo sfinimento totale e alla perdita di tutte le sue forze… Lo reputo un uomo tenace e paziente..doti che purtroppo ( si purtroppo perché io lì reputo i miei più grandi difetti) ci fanno perdere anni dietro a situazioni impossibili per poi capire che non ce n’è…ma quando poi si arriva a saturazione… a me si spegne l’interruttore e vado in blocco totale.
        Certo poi mi tocca andare in terapia perché priva di qualsiasi energia vitale ma poi mi ricarico e a parte L’amarognolo in bocca per come è finita e qualche pensiero ai nostri bei tempi ( non a lui nello specifico) non ho nessun Rimorso per aver scelto di chiudere chirurgicamente questa storia.
        Credo si possa definire elegantemente alla @ale “relè” …per meglio rendere l’idea ed un po’ meno elegantemente “ svangamento di maroni all’ennesima potenza”.

  23. Berg mitico…
    io invece penso al tempo in fila alla posta, il cane a pisciare effettivamente non me lo ricordavo….figuriamoci se @EP se lo scordava…ahahahahaha…la amo tanto…ahahahahahah

    Sei stato chiaro e limpido come l’acqua gialla che esce dal cane mentre il suo padrone chatta….ahahahahah

    • @C. Ahimè…ho i miei buoni motivi per ricordare il cane pisciante di @berg! Ahahahah….
      Ma potrei “scoprirmi” se raccontassi di più…e il dubbio che ci sia qlcno che conosco qui nel blog c’è…
      Vi dico solo che se fossi rimasta cn lui sarei in un mare di cacca…e di pipì canina!
      Scusate nn riesco a fare a meno di ridere xchè ricordo le prese x il cuxx di un’amica che lo conosceva (e che oltretutto era una sua grande sponsor all’epoca della storia xchè diceva che insieme eravamo meravigliosi…un miscuglio di follia e serietà incastrate alla perfezione) e che mi ripeteva sempre…eh sì…ti vedo bene in futuro amica.. a pulire la m…dei suoi amici! Temo che il semipermanente nn avrebbe resistito…cosa nn si fa x AMMOREEEEE!…

  24. @berg sei fortissimo, io dopo sei mesi sto meglio ma non bene. Ottimo che tu stia compiendo un percorso più veloce..
    @ep bravissima x la prova affrontata, io non so come reagirei ma forse puoi anche pensare che se questa volta ne sei uscita bene, vuol dire che sei davvero guarita..evviva!
    Che dire dei cani??? Ricordate sempre il cane mangia carica batteria del mio ex..
    Vi voglio bene e un pensiero anche da me x Venezia!

    • @nina…aspetto a dire cn sicurezza che sn guarita, qnd lui nn .mi farà più alcun effetto! Qnd potrò guardarlo da vicino senza soffermarmi sulla sua bocca e pensare che mi piacerebbe assaporarne ancora una volta il sapore… sarò guarita definitivamente qnd nn mi piacerà più ..di testa e di pancia! Qnd mi sarà totalmente indifferente…
      Ora sn solo riuscita cn la razionalità e l’orgoglio ad uscire dalla dipendenza di lui…ma siccome nn mi ha davvero fatto nulla delle cose più meschine che avete raccontato qua…allora il rischio che torni a piacermi è alto…sai… esattamente un anno fa dopo quasi 6 mesi di CDS andavo a riprendermelo…
      Vorrei evitare di brindare troppo presto, abbassare la guardia e buttare nel cesso tutta sta fatica…

  25. @EP…Guardala dall’altro lato, tu adesso conosci il segreto per tenermi legato a te almeno per 9 anni…non darmela mai!!!! Ahahahahahah (pirtroppo non so fare le faccine che ridono come fate voi)

    • @berg…tu sei fuoriiiii!!!! Sn io che nn resisto 9 anni!!!!
      No no no…nn ci penso nemmeno!

      Giusto per darti due numeri…(e farti rosicare):
      1) lui mi ha baciata la prima volta dopo 5 secondi esatti che ero scesa dalla macchina. Erano 5/6 mesi che nn ci vedevamo di persona xchè si era trasferito…prima era un gioiosa simpatia tenuta a bada da 1 anno e mezzo xchè io avevo già ben altri caxx&mazz!
      Sì chiacchierava più intensamente del solito da una 20ina di GG…dopo che mi ero separata poco prima.
      2) dopo quei primi baci… è stato un crescendo di attività virtuale…nel giro di 15 GG lui è tornato in zona e…. vabbè…meglio che nn ci pensi…sennò altro che negligèe della mia amica @cossora…

      Tesoro…nn me ne faccio niente di te x 9 anni se ci raccontiamo solo cip&ciop 😉 …che ti tengo legato a fare?
      Preferisco altri tipi di legami…o cordini..ma va bene anche un foulard…o la cintura dell’accappatoio! :-)) :-))

      Insomma @cossora…spiegarglielo tu a @berg che noi fimmine di passione siamo!
      I giochetti della seduzione vanno bene se durano…il giusto…dopo si deve lasciare scorrere il sangue nelle vene…so che tu mi capisci…❤️

      • @Ep
        La passione mettiamola nelle cose che ci fanno bene ,PERÒ,
        guarda che sono molto attenta ed è inutile che ti fai i tuoi giri di parole

        Ma guarda che stai ancora DENTRO PRIGIONIERA DELLE PASSIONI
        Date a chi NON TI MERITA

        troppo dura?
        Troppo KAUSTIKA?
        TROPPO ACCESA?

        SONO LIBERA DENTRO e per farlo ho fatto TERAPIA
        Uh che BRUTTA PAROLA VERO ?

        Quante di voi CREDONO DI RIUSCIRE A FARE FINTA …..
        Cara EP finchè non fai terapia OSTINATA CONVINTA CHE TU
        NON NE HAI MICA BISOGNO

        Ecco scusami Cara Donna di passione ,ma non ne uscirai dentro
        Il che significa passare da una relazione tossica all’altra

        Cambi uomo ,ma tu non cambi e attiri i peggiori STUPENDI AGNELLI
        CHE SI NUTRONO DELLA ESSENZA NOBILE DELLE DONNE!!!

        Era un pensiero che sembra duro e pesante da digerire
        Ma qualcuno ci vuole che lo dica CHIARO E TONDO

        Perché sono mossa e scossa dal vedervi inermi nella sostanza interiore
        Ancora dipendenti e TROPPO MOLLI con i vostri Intortatori di essenze
        Abusi su abusi psicologici

        Che per essere tali ,infatti
        Non vi accorgete ,ma ci si ostina a avanti e indietro interiori
        Pure se lo hai lasciato in realtà ne scrivi ancora bene
        Rileggiti Ep e fai terapia apposita specifica per la dipendenza affettiva e gli abusi psicologici che hai patito

        E questo vale per tutte quelle care Donne che ancora fanno le gnoccolone
        E se la raccontano e ce la raccontano ,poi si va a dormire
        Si rilegge tutto e si scopre ancora quella brutta ombra scura

        Dipendenza affettiva che scompare soltanto con il vero cds
        E soprattutto con la guida terapeutica dedicata.

        Bon courage ma belle fille avec les beaux yeux bleu!!!


        • Tu hai un grosso difetto (dal mio punto di vista ovvio)…ogni tanto fai di tutta l’erba un fascio…nn ascolti o nn leggi veramente (e spesso nn ricordi cosa scrivi… io ho invece un ottima memoria)…oppure leggi e invece di analizzare o percepire anche le sfumature ironiche buttate lì x sdrammatizzare…inizi una delle tue televendite confuse finalizzate all’indottrinamento!
          Io sn un file excel…questo più questo fa quest’altro!
          Cn me ha più appeal il FATTO CONCRETO…nn un’ingarbugliata teoria sui massimi sistemi!
          X intenderci…il cane che piscia al guinzaglio di @Berg (che si è beccato dello squilibrato da te x la seconda volta, vedo… :-))….dopo che in altre occasioni era il poverino circuito da una narci fetente…queste diagnosi precoci mannaggia :-)…ci ricaschi in continuazione!!!)

          Alla fine ho deciso che nn mi interessa ribattere i punti del tuo intervento…io ho i MIEI FATTI CONCRETI che mi supportano…

          Il mio CDS che mi sta liberando…la mia serenità…la mia allegria…(poi se tu nn gradisci che io, a dieta nn volendo mangiare la brioche ai frutti di bosco…sto “solo” lontano dalla tentazione e nn do fuoco all’intera pasticceria…fa niente…me ne farò una ragione!)
          Ne sn fuori? NON TOTALMENTE…ma quasi! Nn lo penso appena mi sveglio la mattina…nn fa parte della mia quotidianità…nn mi sento morire dentro…e riesco a riderci sopra!

          Nn ne parlo abbastanza male secondo i tuoi canoni? E allora x questo sn ancora dipendente? È una questione di punti di vista diversi…tra due persone normali…NON da medico a paziente…
          Il mio obiettivo nn è arrivare ad odiarlo…(francamente nn mi interessa), il mio obiettivo è IGNORARLO!
          In mio obiettivo è quello che ha raggiunto Angelica…vederlo…berci un caffè e capire che nn ti fa più nessun effetto!
          PUNTO!

          Buona giornata a tutti

          PS.@ariel…se cm scrivi nn ti piacciono i miei giri di parole…puoi sempre nn leggerli…cm faccio io cn te qnd esageri cn i tuoi trattati…

          • @ale…perdonami…io sn a casa tua e nn mi sn MAI permessa di giudicare qnd cassavi un post o meno…xò se decidi di pubblicare…dovresti pubblicarlo per intero…io ho risposto ad @ariel in 2 post…e tu hai pubblicato solo la seconda parte! Se nn andava bene credo avresti dovuto cancellarli entrambi…xchè così nn si capisce a cosa mi riferisco…
            Ma se vorrai pubblicare questo…riassumo quello di prima…bacchettavo la tendenza di @Ariel di fare diagnosi psicologiche senza averne le competenze e senza conoscere le situazioni nella sua interezza! Oltre che di sembrare a volte 2 persone diverse…tanto da aver pensato ad un fake…
            Più di una volta @Ariel mi ha fatto delle sviolinate x quello che scrivevo, mentre l’altra sera sn diventata improvvisamente suo bersaglio (boh…nn capisco x cosa poi…si stava scherzando) oltre che una povera vittima di dipendenza psicologica, addirittura cn abusi pregressi e gnoccolona da passioni irrefrenabili nn gestibili…MA PER FAVOREEEE…l’ironia questa sconosciuta!
            Cmq se pubblichi lei e le sue diagnosi “mediche” che appaiono talvolta cm aggressioni personali dovrestii dare agli altri la possibilità di replicare…per intero!
            Poi vedi tu…io posso sempre scegliere di nn leggerla…o di nn rispondere…
            Io cmq ti sarò sempre grata x il tuo meraviglioso spazio!
            È grazie a te che ho trovato la mia strada x uscirne…e nn vedo l’ora di conoscerti e ringraziarti di persona…il 27!

          • Cara Ep
            Mi spiace davvero molto per come hai preso a male il mio spronarti a fare terapia perché il succo del discorso è questo
            Vero è che ovviamente si resta ciascuno in libero arbitrio di farla o non farla

            Ho semplicemente espresso una dinamica di reazione che ho notato in te e esattamente nelle persone che non hanno scelto di fare un percorso terapeutico in piena loro e tua libertà ovviamente

            Ti sbagli se hai capito che i miei papiri siano rivolti a critiche aspre personali offensive come se il richiamare mio nella mia convinzione che vede nel percorso terapeutico mirato soprattutto a chi ha vissuto delle relazioni tossiche a contatto con uomini che hanno abusato psicologicamente non significa affatto che pensi che individualmente chi rifiuta la terapia sia da condannare come una persona negativa nel senso personale del termine

            Infatti se mi spendo molto su questo punto è perché ho notato prima su me stessa e uguale su tante altre Donne care qui nel Blu g e quelle che ho conosciuto personalmente nella terapia di gruppo

            Che evolvono e escono molto meglio aldilà del tempo che comunque pare più corto almeno nella capacità di staccarsi dalla chiara dipendenza affettiva

            Ciò che scrivo quindi ,non ha mai un indirizzo diretto sulla persona che ovviamente do per scontato essere in sua buona fede e maggiorenne e piena del suo libero arbitrio

            Mi fa ben piacere notare che tieni in conto di tutti i miei scritti pure se ne scrivi criticamente accesa dalle naturali emozioni che comprendo tu possa provare in quanto colpita dalla mia espressività così complessa e avolte che appare contraddittoria ma è quando sono in una prima conoscenza ovviamente prima di capire bene chi e cosa sia la dinamica della storia scritta da ciascuno come ad esempio il tuo riferimento a Berg

            Come a dire che qui abbiamo soltanto la penna e neanche quella solo tasti virtuali e nulla altro per riuscire ad esprimere tutta la autenticità di emozioni che si provano e le idee certamente possono essere male interpretate e prendersela di petto come se a scrivere che a volte senza una guida terapeuta specifica su questo tipo di relazioni
            Si soffre proprio di ciò che qui esprimi e cioè del sentirsi colpite come incomprese e criticate come se la tua esperienza di relazioni tossiche fosse una colpa

            Non è così affatto e tu sai benissimo che sta scritto quanto personalmente almeno da ciò che tante volte hai scritto ti apprezzo sempre moltissimo
            E pure adesso cara Ep perché esprimersi fino in fondo è il modo migliore per chiarirsi e far nascere nuove idee e nuove azioni da ambo le parti

            Lo so sono troppo avanti ,ma non è una colpa ,ma un vantaggio per me stessa
            La mia sicurezza non è fissa ,ma mi muovo nel vento decisa però nella forma espressiva scritta qui

            La Decisione e convincimento mio sono molto disponibile al eventuale cambiare le idee ma ovvio sempre mi capita di farlo quando come in questi casi di nostre storie qui sul Blog mi ci vuole la Scienza che mi dica
            Dimostri che non sia necessario fare terapia per riuscire al 100/100
            Ad uscire dalla dipendenza affettiva che agisce con le crisi di astinenza esattamente come qualunque altra droga

            Cara Ep se ti ho offesa ,ovvio non volevo assolutamente questo e quindi spero tu possa riuscire a scusarmi ,ma ciò che tanto mi preme è che tu possa riuscire un giorno a fare terapia
            Perché è veramente una esperienza di vita vera di vera scoperta di ciò che sta umano non riuscire da soli a vedere ed è proprio il nascosto ai nostri occhi interiori che ostacola molto facendo soffrire inutilmente
            Come a dire scelgo di aspettare che mi passi il dolore del nervo di un dente da solo finché nn sia morto.

            Okkei nel frattempo però ci si distrugge fuori e dentro inutilmente.

            Cara Ep sono un peperino non da poco lo so
            E chiaro che chi si ribella significa che aveva tanto sofferto e trovato un rimedio scientifico universale lo propone DECISA A SCUOTERE
            E COSCIENZE si al prezzo magari di essere non capita
            O non piaciuta,

            Ma MOLTO LETTA !,,,,,

            Ti mando un abbraccione cara Ep
            Lo so ce la farai!!!!❤️

          • Ii voglio ormai bene ad @Ariel e pure ai suoi sermoni. Però capisco @EP e (scusate) credo che tutte le forme di ‘incoraggiamento’ aggressivo altro non siano che un malcelato disagio interiore.
            Dovuto all’amante che ha fatto un danno o a un problema personale forse, non saprei.
            Però i vari ‘mi ringrazierai’ o i ‘non ne sei fuori ancora, sei piegata e sottomessa’ .. trasudano tanto tanto coinvolgimento a prescindere dalla storia reale della persona cui ci si rivolge.

          • @Ep cara ti rispondo anche nuovamente qui perché già prima ti ho risposto,ma dato che non ho idea se Caro Alessandro riterrà di pubblicarla perché sicuro lungo il mio scritto a te

            Cerco qui di essere breve
            Non volevo assolutamente offenderti personalmente

            Il mio modo di esprimermi a volte lo riconosco è difficile interpretare correttamente
            E si presta ovviamente a essere criticato e preso come una cosa personale

            No il mio scopo è sempre rivolto a incoraggiamento e per farl a volte spingo troppo

            E cara Ep sapessi quanti difetti di fabbricazione possiedo!!!

            Eppure resisto e ci provo sempre a vivere al ,eglio che posso
            A scrivere ed esprimermi al meglio che riesco e posso

            A accettare con buono ascolto le Critiche che adoro nella vita la LIBERTÀ DI POTERSI ESPRIMERE senza per questo viverla come un ulteriore sofferenza che non ha ragione di essere.

            Così semplicemente scusami se ti sei sentita offesa colpita

            Vedo che mi leggi e controlli e ricordi tutto
            Cosa voglio di più di meglio che questo!!!
            Cara Ep io mai manco di leggerti
            Proprio come per tutte e tutti

            Personalmente ti voglio bene telematico nelsenso che sta vera realtà la nostra comunicazione è soltanto telematica e non ci sta nulla di reale

            Nel senso che se potessimo toccarci
            Capiremmo tutto ciò che adesso APPARE così incomprensibile contraddittorio

            Be dai Ep lo so che ci riuscirai
            È proprio per questo che insistevo
            Nella mia STUPENDA IMPERFEZIONE!!!

            Dai su ridi con me
            Che non è successo nulla
            Critichiamoci LIBERE
            UNA VERA BELLEZZA!!!!

          • @Ariel tu puoi anche avere indubbiamente ragione su sta terapia. Farebbe bene, probabilmente a tutti. Chi è che non ha dubbi, incertezze, nodi irrisolti? Probabilmente nessuno..
            però posso dire una cosa? Echeppalle! Prendila bene però.
            Io non ci sono andata e non ho nessuna intenzione di andarci. Non ne ho voglia, non ho voglia di raccontare i cazzi miei ad uno sconosciuto per quanto possa essere il suo lavoro. Non ho voglia che mi ribalti come un calzino.
            Credo possa essere lecito. E come me probabilmente tante altre.
            Chiamalo come vuoi, paura, codardia, vigliaccheria.. ok ci sto. Però continuo a non averne voglia e continuerò a non andarci. E come me molte altre. Credo che a volte possa essere abbastanza anche una riflessione personale. Io non penso di non avere bisogno di riflettere, ma penso di aver voglia di farlo da sola.
            Quando sono rimasta vedova mi consigliavano tutti sta terapia.. alla fine ci sono andata.. sai com’è finita? Che il terapista mi ha detto: tu non hai bisogno di stare qui. Hai solo bisogno di darti tempo e avere pazienza. Ecco che nei momenti merdi ora mi sento esattamente così. Ho sentito di avere bisogno di tempo e di avere pazienza..
            Esempio. E scusate se mi sono intrufolata nel vostro dibattito, l’ho fatto solo perché in passato la hai consigliata tanto anche a me.
            Un bacino.. ❤️

          • Ma certo White e te la consiglio ancora ,ma aggiungo
            Evviva la Libertà individuale
            Non significa per me che chi non la fa è da giudicare negativamente
            Ma la consapevolezza tu stessa ammetti
            Non hai voglia di farla non credi alla Scienza Psicologica che qui la mia si riferisce soprattutto a quando leggo sto così male
            E però continuo a non riuscire da sola a capire i limiti propri i dolori antichi avere la consapevolezza passa per un lavoro terapeuta solo e soprattutto quando si vivono relazioni affettive sbagliate vuoti a perdere amanti con i cuori infranti
            Mogli disperate per le angherie subite da Uomini tossici Narcisisti ecc,

            poi ovvio il libero Arbitrio e comunque mi sembrerebbe più corretto che ciascuna parlasse solo per se stessa

            Ognuna libera di esprimere per se stessa cosa pensa

            White qui dentro tu stai benone e soprattutto adesso che è passato tempo da quando ti scrissi che se volevi un aiuto vero alle tue angosce insicurezze verso tuo marito è stato lì che ti avevo suggerito una terapia tua personale

            Adesso minpari messa molto bene insomma penso che tu stessa possa renderti conto della differenza abissale della maggioranza di Donne che qui hanno vissuto me comoresa e le altre pure relazioni con uomini o disturbati Seriali Narci o manipolativi stronzi normali ma stronzi gente che ha illuso la amante per tenersela buona e finto con la moglie

            Dai White guarda il tuo vissuto e sii davvero contenta di te stessa e della grande tua capacità di tenere vivo il Vero Amore che fa parte attiva della tua vita matrimoniale.
            Un bacio❤️

          • @white…TI DAREI UN BACIO! Altro che scusate l’intromissione…
            Ariel da per scontate un sacco di cose…la prima è che la ns vita sia tutta quella che si legge qua! Ma qui parliamo prevalentemente di coppia…di amantati…e la fuori c’è molto altro!

            Bene @Ariel…ankio ci sn andata in terapia (nonostante il tuo provocatorio “uhhhh che brutta cosa”)…x poco…xche la risposta che mi hanno dato è stata quella che hanno dato @white…NON NE AVEVO BISOGNO! Mi analizzavo da sola…l’ho sempre fatto…e nn avevo buchi neri! Ricordi…sn un file excel…

            Ci sn andata xchè ho perso una figlia! Avevo “solo” bisogno di elaborare il lutto…

            Bene…cm la mettiamo adesso? Ti tranquillizzi che la fine di una storia cn un cialtronino dal carrello abbassato e in fase di atterraggio… nn può essere la fine della mia vita?…sto elaborando il lutto! In questo caso ci sn stati i fattori ACCETTAZIONE DELL’ERRORE e ANCORA VIVO che mi hanno messo un po’ in disaccordo cm me stessa (d’altronde sn una pesci vivo da sempre cn due parti tendenzialmente in disaccordo tra di loro)…ma ora l’errore l’ho mandato giu…e LUI l’ho ammazzato io…quindi e una questione di tempo…

            Questa cosa penso valga x altre qui cm dice anche white. Probabilmente sn quelle che tu identifichi cm le famose gnoccolone…(che poi voglio proprio vedere…mi toccherà andare dal parrucchiere e dalla truccatrice x nn sfigurare cn Oldplum il 27 😉 )
            Un

          • Cara Ep
            Che dire quel che sentivo nel leggerti da sempre da quando mi trovo qui mi ha sempre fatto percepire senza nulla sapere che ci stav qualcosa di altro
            Qualcosa che ti aveva così tanto procurato un dolore che oggi leggendoti qui mi ha lasciato di sasso e dire che mi dispiace mi pare così riduttivo che non trovo sinceramente nessuna parola appropriata al riuscire a trasmetterti ciò che soltanto un abbraccione potrebbe fare.

            Certamente sono ovviamente consapevole che ognuno di noi che qui scrive ha la sua vita
            La vita quella vera che va dalla nascita al adesso e certo che il mio riferirmi è ed è stato circoscritto alla relazione affettiva di cui ciascuno può aver raccontato

            Era sufficiente che scrivessi guarda ho dei motivi miei personali per non essermi rivolta ad una terapia intensiva n questo caso specifico di relazioni tossiche perchè tu stessa definisti il tuo ex compagno come un Narcisista.

            Cara Ep stai un poco serena adesso che tutto sta chiaro e certo non pretendevo che tu ti aprissi tanto così se lo hai fatto significa che ne hai sentito il bisogno e credo ti sia stato benefico

            Accogli il mio semplice abbraccio❤️
            Gnoccolona vera .cosí come sei
            Mi piaci così!!!!!

        • L’ importante è riuscire a sceglierlo CHE NON FACCIA MALE DOPO ….!!
          Allora si che sarà un ottimo sesso
          Alla pari !!!!!

          No PARI ,NO SESSO!!!!!

        • @Oldplum

          Morta,ah ah ah
          Le corde le usavi solo tu?

          Old come ti vesti per il 27 novembre?
          Dai dacci delle anticipazioni
          Daii facciamo un po di gossip

          Dai immagina…
          E scrivici subitooo
          Voglio immaginare
          Non ci potrò essere ,
          Si lo so ,meglio così
          Sono troppa e oscuro la visuale
          Ah ah ah ah ah !!!!!

          In pratica non sareste visibili
          Ah ah ah ah

          Sto a scherzá e sghignazza
          Ahah

          Allora come ti vestirai?
          Da cosa ti riconosceranno?

          Voglio i particolari
          Ahah
          Cara Oldplum ,
          Una Donna piena di sorprese!!!!!❤️

      • @EP…non mettere il sale nella ferita! A leggere di tutte le vostre acrobazie mi crescono le orecchie d’asino…solo io ho trovato la monaca di Monza (che poi addirittura Manzoni riuscì a far incontrare suor Gertrude col povero Egidio…me tapino)

  26. Che è sta cosa ? @Berg stai facendo strage di cuori qua . Non ti ho ben inquadrato, scusa la diffidenza ma sei una mosca bianca come tutti gli amanti uomini che scrivono quello che provano su un blog. Sei vero ?

    • @cla…si @berg è vero…un po’ micio e un po’ macio…ma e vero!
      Va e viene dal blog…ogni tanto si eclissa ma poi torna…suppongo xchè gli stiamo simpatiche alla fine dei conti!
      Tranqui…il ns nn è AMORE ma…ENTUSIASMO…in realtà io e lui bisticciamo xchè vogliamo il primato delle spiegazioni più belle ed efficaci su tabella excel…e siccome sm due primedonne tutti e due… nn molliamo la presa 😉
      Poi io ogni tanto lo pungolo xchè cm tt gli uomini vorrebbe la botte piena e la moglie ubriaca…stando naturalmente seduto sul divano DI CASA cn la ciotola delle crocchette a portata di.zampa (@berg…vedi che ti cito… è ammirazione la mia…) mentre guarda il primo tempo della champions…al secondo è già addormentato!
      La sua sfiga? Aver trovato una che gliel’ha fatta annusare x 9 anni (UN GENIO)…e lui a scodinzolarle dietro finché nn si è rotto i coglioni…ed è arrivato qui!
      Rimane un traditore nelle intenzioni…ma noi i processi nn li facciamo nemmeno a quelli che hanno concretizzato…figuriamoci se ci mettiamo a giudicare chi si è fermato al potenziale!

      @berg…xò tu in giro col cane…mentre leggi il blog…mi fa sorridere sta cosa..

  27. Ciao! Allora…io sono nella fase in cui non ho voglia di parlare delle cose mie. Perche le ritengo tanto preziose da tenerle in cassaforte. No. Non è quello con cui sono uscita e che è molto più grande. No.
    COMUNQUE vi leggo e ogni tanto intervengo. Ci vediamo il 27. Bacione

  28. Beh allora ok se @EP garantisce per Berg mi fido ciecamente . Sono nuova qui non vi conosco bene ..anche se ho spifferato a voi più cose che a tutti quelli che conosco messi insieme . Che posto

  29. Ragazze posso dirvi una cosa??Meglio dentro che fuori…sono stati due giorni più brutti e pieni di ansia,peggio della settimana scorsa…sono due giorni che lui è fuori di casa e si è scavato la fossa,ho provato a stargli vicino,a non essere pesante ma lui è caduto nel baratro,mi chiedo cacchio hai preso tu la decisione di uscire,sono mesi che se ne parla non sei un bambino sai anche che quello che verrà sara devastante,sua figlia sta male,lui è un mezzo uomo….se uno fa un passo lo deve fare consapevole cacchio no??invece lui se ne frega di far star male le persone intorno a lui,avevo un magone in questi giorni….non posso tirarlo su se non vuole.
    Mi ha cercato per dirmi che usciva e ora che è “fuori “mi dice che ha bisogno di stare un po’ da solo, perché ha bisogno di ritrovarsi,che pensa di aver fatto una cosa più grossa di lui,ha fatto tutto da solo eh…tempo una settimana e anche meno ritorna a casa secondo me…
    Bene mi serviva questo epilogo probabilmente,dovevo toccare con mano quello che le mie amiche mi dicono da tempo.

    • @Angelina perlomeno è in occasione reale di testare la cosa.
      Credo anche che, anche il più convinto, possa essere destabilizzato momentaneamente da questa situazione è abbia bisogno di fare una riflessione seria

    • @Angelina …. Scusa …. ma se non erro non è la prima volta che esce di casa …. Solito copione??
      Questo a modo suo fa i famosi passi uno avanti e due indietro ….
      È solo più teatrale di altri!!
      Esce entra …. Va viene …. Prende molla ….
      Non fa star male solo te e la moglie …. Ma pure la figlia (sangue del suo sangue)!!!!
      Non devi essere poco invadente …. Devi sparire!!
      Qualsiasi decisione la dovrà prendere da solo!!
      Ti prego tesoro …. Ascolta le tue amiche …. Quelle vere che conosco tutta la storia …. Ad un certo punto bisogna guardare in faccia la realtà!!
      Forza!!!!

      • @Dispersa sono d’accordo con te
        Per cara @Angelina
        Non solotanto ascolta le amiche che sanno tutto

        Ma sta evidente che stai a soffrire come una bestia bastonata dentro

        Vai da un terapeuta specializzato in relazioni Tossiche
        Questo uomo è chiarissimo pure a non essere titolati a dirlo
        Ma è un Narcisista ma brutto forte
        Ed è per questo motivo che riesce a fregarsene di tutte le persone che hanno la SVENTURA di relazionarci

        Sono gente priva di empatia non provano nulla nessun senso di colpa niente fanno semplicemente

        I CAZZI LORO ED USANO LE PERSONE E SUCCHIANO LA TUA ENERGIA

        @Angelina TESORO TI PREGO fatti aiutare da UN TERAPEUTA SPECIALIZZATO IN RELAZIONI TOSSICHE

        SOLTANTO Così riuscirai a USCIRNE!,,,,,,,

    • @Angelina aspettati in ritorno all’ovile per poi accorgersi che gli manchi. La mia personale statistica : escono solo se volano piatti in cucina o vengono lasciati dalle mogli. Ci ha provato ma il cromosoma y lo frega!!!

    • Lui si ricostruisce buttando addosso a chi gli sta vicino le sue catene.
      Non essere tu quella persona.
      Se sarà, sarà dopo.

  30. Ma ragazze…io non sono affatto una mosca bianca…intanto sono un uomo che si porta dietro i suoi bei fardelli atavici, poi sono un acquario, il che aggrava tutto di una bella dose di insofferenza, poi come dice @EP ho uno spiccato lato femminile che spesso va a cozzare con i miei lati maschili. Quindi se mescoli il tutto viene fuori uno che vorrebbe ma non può.
    Sono qui perché volevo uscire da un pantano e se ci sto riuscendo lo devo grandemente a questo blog che mi ha fatto capire un sacco di cose. Altrimenti sarei ancora li a cercare di cambiare Lei quando invece ciò che dovevo fare, peraltro più facilmente, era cambiare me stesso. Non mi eclisso, vi leggo spesso…ma a volte ho bisogno di metabolizzare per conto mio, anche solo per non dover dare troppa importanza a Lei; perché inevitabilmente leggervi o scrivere rievoca in me antichi sentimenti che mi accalorano…e invece spesso ho bisogno di non pensarci. Un po’ come con la sigaretta elettronica…se smetti di fumare con la sigaretta elettronica ma poi diventi dipendente da quella…è del gatto.

    • Piacere Berg, acquario anch’io, conosco il dramma. Adesso capisco il tuo amore “platonico”. Siamo spiriti liberi, un po’ rivoluzionari e questo a volte aiuta. Non ho dubbi che tu ne stia uscendo. Ci saranno inevitabili ricadute nelle giornate più nostalgiche, ma c’è il gatto a farti le fusa. In bocca al lupo!

    • Caro @Berg credo di essere la sola o quasi qui a non sentirti affatto un Uomo così speciale o particolarmente positivo
      No sei un debole esattamente come molti uomini e in più non molto equilibrato nel senso di questa dipendenza strana priva di sesso

      Ecco credo alla tua buona fede
      E tante volte non solo a te ho sempre espresso che quando oggettivamente esistono squilibri interiori imponenti nel senso che intaccano la propria vita interiore ed esteriore si infilano dentro alla propria famiglia pure se si fa FINTA DI NULLA

      Si finge nasconde a SE STESSI e agli ALTRI il proprio vero DISAGIO INTERIORE

      Ecco anche a te ripeto
      CARO BERG FATTI CURARE DA UNO BRAVOOOO
      TERAPIA A STECCA

      Il BLOG AIUTA MOLTO
      ,ma

      NON PUÒ MAI SOSTITUIRE IL FARE UNA TERAPIA con un professionista

      E nè lo vuole fare

      Caro BERG
      se davvero TI CURI
      SOLTANTO COSÌ
      Potrai RITROVARE IL VERO TE STESSOe SMETTERLA DI FINGERE CON TE STESSO E LA TUA FAMIGLIA..
      Ecco penso questo di te

      DATTI UNA MOSSA
      E fai TERAPIA.

      CORAGGIO TIRA FUORI GLI ATTRIBUTI……..!!!!!!

      • @Ariel sei così utopica .. ecco perchè mi stai simpatica!!
        Se io ho le visioni col mio ex.. tu hai le visioni sul fatto che un uomo che sguazza benone dove sta decida di andare in terapia per ‘curarsi’ e ‘smetterla di fingere con se stesso’

        Oh mamma.. ho (davvero) una bottiglia di Terrazze dei Cech aperta accanto al pc. Cin cin!

        • Cara@Cossora ti capisco che possa sembrare utopia ma se nessuno dice chiaramente come sia sempre possibile cambiare nel senso della consapevolezza e del riuscire ad evolvere concretamente e cioè per noi Donne smettere di credere alle favole degli amanti soprattutto perché qui soprattutto la maggioranza di Care Donne sincere che tutte si sono date perché sentivano un vero sentimento

          E dall altra parte sti uomini del … che ragionano con un cervello fatto misero di solo usare la Forza della loro manipolazione atavica dalle caverne ad oggi

          Ma attenta Cara Cossora se tante Donne come te o me non avessero superato il sentirsi dire sei utopica come puoi pensare che l’uomo che sta benone nei suoi comportamenti del cazzo verso la Donna
          Ecco se queste Donne avessero rinunciato a cercare in ogni modo di esprimere ovunque la propria indignazione la propria voglia e pieno DIRITTO DI RISPETTO ed UGUAGLIANZA ecco che tu adesso
          Non potresti stare accanto al pc a consolarti con un buon verre

          Ed io neppure potrei risponderti digitando on line le mie parole

          No se Galileo non avesse insistito
          La terra sarebbe ancora piatta

          E noi Donne ancora battute villipese tradite
          E uccise di più ancora di quanto ancora e ancora accada nel mondo Italia compresa

          Allora ricordati Cara Cossora

          Il SILENZIO UCCIDE
          Anche in questo significato del

          CHI TACE ACCONSENTE!!!!

          Coraggio beviamoci su
          Io UTOPICA OTTIMISTA
          E TU così sfiduciata nel POTERE DELLE IDEE CHE VIAGGIANO SCRITTE NEL MONDO
          RESTANO TRACCE DA POTER SEGUIRE!!!

          PROSIT!!!!!❤️

      • Ma certo cara @Ariel…io sono un debole! E chi lo nega?! E non penso che ci sia qui qualcuno che pensi il contrario, ahimè. Però credo di avere anche delle valide frecce nella mia faretra…ma di fondo si, sono un debole!
        Tuttavia @Ariel, se tutti i deboli, solo per il fatto di esserlo, dovessero farsi curare (bada, ho detto dovere nel senso di obbligo, non che non sia un valido aiuto x tutti) non ci sarebbero terapeuti abbastanza al mondo! Ma chissà, magari un giorno, quando lavoro e impegni familiari me ne lasceranno il tempo, ci andrò da uno specialista…anche solo per vincere la paura di volare (segno di debolezza anche questo???). Un abbraccio

        • Caro Berg
          Capisco ,ma non comprendo
          Infatti per fare terapia occorre MOOOLTO CORAGGIO
          Perché BISOGNA ACCETTARE DI GUARDARE IN SE STESSI SENZA LA PAURA DI RICONOSCERE LE PROPRIE OMBRE SCURE
          Che ciascuno ha
          Ma insomma leggiti bene
          E fai anziché

          RIMANDARE SEMPRE
          cosa RIMANDI?

          La TUA PRIORITÀ nella vita è
          RIUSCIRE AD AMARE TE STESSO
          così soltanto riuscirai davvero a farti Amare e ad amare

          COSA È PIÙ URGENTE???????

          Non FINGERE CON TE STESSO
          COSA FAI ?
          Te la racconti di brutto

          Sempre RIMANDARE
          la tua TERAPIA
          Unica tua CONCRETA AZIONE DI VOLER AMARE TE STESSO !!!!!

          NON RIMANDARE PIÙ

          a me non interessa sapere se lei quella lei che fa che ti dice e tu che fai o come reagisci

          Ma vai in TERAPIA
          poi puoi pure scrivere le tue impressioni ,ma così veramente che fai ?
          Se non prenderti gioco di te e soprattutto della tua famiglia
          Rimandi quella?
          Sei responsabile di te stesso?
          E della moglie e figlia si o no???
          Ti spingo insisto perché credo che tu possa FARE FARE BERG CONCRETEZZA

          NON RIMANDARE PIÙ????

    • @berg…sai che io capisco benissimo le tue sparizioni x
      “metabolizzare per conto mio, anche solo per non dover dare troppa importanza a Lei; perché inevitabilmente leggervi o scrivere rievoca in me antichi sentimenti che mi accalorano…e invece spesso ho bisogno di non pensarci”

      Sempre più spesso capita anche a me…sn serena.. sn allegra…vengo qua a leggere, magari ho un po’ di arretrati e mi imbatto in racconti di amiche che mi intristiscono xchè sn ancora nella palta fino al collo…mi immedesimo nel loro dolore…che riconosco in parte ma che nn avverto più “sottopelle”!
      Mi capita di avere voglia di “fuggire”…
      Poi penso che se nn avessi letto le storie e gli incoraggiamenti di chi era più avanti…e il dolore di chi era più indietro oggi nn sarei dove sono…e allora mi sforzo di rimanere…
      Poi basta un sec…uno scambio simpatico…uno sdrammatizzare cm abbiamo fatto io e te 2gg fa pizzicandoci…percepire i sorrisi che abbiamo scatenato al di là del display…e mi sento meglio!
      Magari devo stare qui anche x questo…
      Cmq io sn Pesci…un macello ragazzi…un macello…e nn dico altro!
      @ale mi può capire…

      • @EP…ma certo…io per anni ho cercato un posto come questo prima di trovarlo davvero! Leggo spesso, scrivo quando mi rendo conto di poter dare una parola utile. Cerco di evitare l’appesantimento di cose già dette. Sottolineo quelle importanti. Però ci sono momenti in cui leggere i torti subiti dalle altre qui inevitabilmente mi fa andare con la mente a quelli che ho mandato giù io…e ovviamente ormai non mi fa più male pensarci, ma li sento come pensieri “vecchi” per me, mi sento ad un livello diverso di quando razzolavo nella melma dei sentimenti annacquati (per restare nell’attualità meteo).
        E’ un po’ come quella pubblicità che dice “una volta che scopri la verità, non vedi altro” (spero si possa citare) e così è per me…quando hai capito il bluff ti alzi dal tavolo, non guardi nemmeno più gli altri giocare.
        Ma se ne sto uscendo è grazie ad @Ale e a tutte voi che popolate questo blog quindi ci sarò sempre per dare il mio contributo e per farmi due risate con te, @EP, con @cossora, @Ariel che mi vorrebbe simpaticamente con la camicia di forza e tutte le altre, perché va detto…quando le donne non vogliono mandarci a buttare le immondizie sotto la pioggia durante il secondo tempo dell’amichevole Italia – Isole Far oe sul parziale di 12 a 1….sono molto simpatiche!
        P.S: @Eva 2.0…si, la mia paura di volare deriva proprio dal mio bisogno di eccessivo controllo…sono un perfezionista, un pignolo, un pessimo delegatore (lo faccio ma faccio 1000 raccomandazioni), non mi fido degli altri e voglio che le cose siano fatte come dico io. Se l’aereo lo pilotassi io sarei più tranquillo!

      • Un macello davvero, i pesci hahahaha, io li ho in Venere… il mio lato drammatico… ma sono Leone, generosa, leale, comprensiva, dolce… prova però a mancarmi di rispetto, ti do una zampata che ti lascia a terra stecchito e me de vado.

        • Venere e Marte in pesci, presente! Leone e acquario segni opposti ma uno lo specchio dell’altro. Ti sono di fronte sorella ❤

          • @eva…Angelica…qua andare troppo nel difficile!
            Cosa vuol dire avere venere o karte in pesci?!?! Aiutoooo…
            Io so solo due caratteristiche striminzite che associano ai pesci…ma devo ammettere che nn sn molto informata in materia.
            Io so che ho due parti di me altamente conflittuali…la sognatrice (ahimè…direi oggi..è quella che mi ha fregata…ah pesci pure lui…ufffff)…e l’altra…dura…determinata…assolutamente razionale…analitica all’inverosimile (potete capire cm cozza cn la sognatrice qnd quella alza la testa).
            Xò in generale drammatica…zero…
            Direi che in generale sn più portata per la commedia!

          • @EP Il discorso è complicato, sfaccettato e super interessantissimo, ma per consulti astrologici, stregoneria o incantesimi d’amore vi toccherà venire in trasferta nella capitale perché io a Milano sto periodo non ci posso venire! Prendetevela pure per questo col mio ex sposato, è lui che ha creato casini in giro e nella mia vita che devo finire di risolvere. Io direi a sto punto accolliamogli tutto e via, casino in più casino in meno non ci farà manco caso. Comunque la parte pesci mi fa avere i sogni premonitori e l’empatia, la parte acquario mi rende trasformista e mi fa fuggire e smateriallizzarmi quando qualcosa mi va stretto, l’ascendente di terra mi riporta alla realtà facendomi controllare le spese e impedendomi di vendermi casa per vivere in roulotte e viaggiare facendo collanine oroscopi.

    • Berg anche il mio amante è un acquario, ritratto perfetto di un eterno indeciso che si crede molto forte, a cui piacciono i rimpianti perché fanno molto dramma.

  31. Per quanto riguarda il cane, il mio amante mi ha raggiunta varie volte mentre ero in giro col mio cane in zona isolata.
    Devo dire che il mio cane è stato molto discreto, guardava da un altra parte mentre noi…
    Invece a casa se mio marito si avvicina, lui subito si mette in mezzo.
    Ho capito per chi fa il tifo ah…ah…ah…

    angelina io credo che tu in questo momento debba avere pazienza.
    Una separazione non è mai fatta con leggerezza, se poi la figlia sta male è normale che lui vacilli.
    Fagli sentire la tua presenza, senza ulteriori pressioni psicologiche. E lascia stare le amiche, ha fatto un passo importante, è giusto che ci sia un periodo “cuscinetto”. Sapere che sarà un periodo devastante non ti salva certo dal vivere la devastazione!
    Cavoli ragazze, se non si muovono non vi sta bene, se fanno il passo non vi sta bene…sono esseri umani e spesso fragili. La favoletta e vissero felici e contenti non esiste senza sofferenze, ripensamenti, difficoltà.

    • @LEI
      non sono d’accordo e credo sia molto importante che resti scritto qui nel mio risponderti

      Un Uomo equilibrato non si comporta affatto come ha raccontato la cara @Angelina

      Ti ricordo che un Uomo sano in PIENO ACCORDO DIMOSTRABILE con la sua amante se DAVVERO VUOLE COSTRUIRE UNA NUOVA VITA CON LEI

      FA L A ROAD MAP al millimetro stabilita insieme con riscontri concreti e tempistica condivisa insieme

      Fare così come non soltanto questo se dicente amante in crisi
      È un triste deja vu tipo la cara @Nina e moltissime altre care Donne che io stessa ho conosciuto personalmente nella terapia di gruppo per riuscire a taccarsi da un a relazione TOSSICA è roba SCIENTIFICA!!!!

      E no CARA LEI
      Qui ci sta un vero NARCI TOSSICO!!!!!!!
      E relativa DIPENDENZA AFFETTIVA

      Già detto pure a te

      CHI NON RIESCE MAI A SCEGLIERE A DECIDERSI
      È UNA DIPENDENZA AFFETTIVA
      E VIVE PIEGATA DALLA MANIPOLAZIONE

      Di cui ovviamente NON CI SI RENDE CONTO
      MA ALLA LUNGA FA MALISSIMO……..!!!!!!

      FORZA LEI!……….

  32. Ciao SUPER DONNE,
    vi leggo sempre!
    Io sono stata mollata una seconda volta a luglio (dopo un suo ritorno assurdo), ho iniziato il cds ed è stato da lui confermato sparendo nel nulla!
    La moglie continua a stuzzicarmi (anche se stanno ricostruendo), quindi da questo capisco che la loro contiua ad essere una felicità apparente…ma non sono fatti miei!
    Non sono ancora serena, la storia che ho vissuto (solo per me è stata un colpo di fulmine!) ha aperto il mio vaso di Pandora, quindi il malessere che provo è ora dovuto alla situazione che vivo, al non riuscire a vedere oltre il momento presente, che purtroppo nella mia testa e nel mio cuore sereno non è!
    Sto cercando di ritrovare tutta la forza e gli aspetti positivi con i quali mi sono sempre affacciata alla vita, giorni altalenanti, ma con un obiettivo ben saldo: recuperare me stessa!
    Un abbraccio

    • Ciao @Tothemoon!! Ogni tanto ti penso e mi chiedo come stai..
      Ma esattamente cosa fa per disturbarti??
      Io sarei per confermare la tua impressione, per quella che è la mia esperienza, il mio unico desiderio è quello di non vederla mai più!! Non solo perchè ONESTAMENTE (NON VOGLIATEMENE) non me ne può importare di meno di come sta e cosa fa, sol che stia lontano, ma anche solo per il fatto di non svegliare il can che dorme.. sarebbe una mossa controproducente, un autogol, rischia solo che prima o poi ci debba essere un nuovo contatto. Anche solo sgradevole e di lamentela.. Ma perchè diavolo andarsela a cercare??
      Avrei avuto in mano materiale tale che sarebbe morta di vergogna per il resto della sua vita, ma io non sono quella roba li..

      A casa tua invece come va?

      • Ma ciao White,
        per turbarmi usa messagi non diretti, ma univoci, nei quali con le sue amiche in sostanza mi danno della zoccola e con le quali si diverte a fare orbiting! … questo mi da’ la riprova che il loro essere felice non è reale, che non hanno capito ancora dove sta il problema …
        Come ho scritto, io cerco di recuperare, anche se nella mia testa non è ancora nulla la speranza di sentirlo… che stupida sono!

        A casa non migliora, ma faccio ben poco perchè questo accada, semmai il contrario con i miei silenzi e nervosismi, separati in tutto, anche nell’essere genitori …
        La mia vera preoccupazione è mio figlio, al quale temo di trasmettere un esempio di famiglia non corretto, di non amore … la freddezza di coppia!

        Leggo con immenso piacere che tu stai meglio.
        Per il lavoro, un mio punto di vista, è importante anche avere degli spazi propri; non temere lo stress (che certamente ci sarà come è nromale che sia quando si avvia una nuova attività), per come siete ora, non vi unirà, anzi, credo che vi avvicinerà ulteriormente grazie al sostegno che sarete in grado di darvi.
        E’ bellissimo amarsi come voi e per voi, dove nessuno lega, dove non ci sono controlli, ma la giusta paura di perdersi.

          • Hai ragione! Conferma continuamente la sua bassezza dettata dalla paura di perdere la sua famiglia!
            Terribile è che se non mi apri gli occhi tu io non arrivo nell’immediato a realizzare lo schifo!

          • Ah ah ah morta!
            Scusa White ma se leggi appena sopra la questione “mi apri gli occhi”
            E risponde @Caro Alessandro
            “ te li aprirò sempre”

            E poi tu che esordisci con
            “immagino sia piuttosto fastidioso”

            Morta perché ho visualizzato come una grande manona di @Alessandro in procinto di aprire gli occhi di @themoon

            E certo che averci una manona che ti apre gli occhi sempre

            Anche io
            Immagino possa essere piuttosto fastidioso

            @Alessandro caro hai una manona?

            Rassicuraci e ridi alle mie scemenze
            Et voila deja ca me manque le Rosé ah ah ah

            Ridanciana sono
            carissime e carissimo
            Prosit !!!

          • Uauuuu!
            @CaroAlessandro

            Mani da scrittore siiiiii
            Già tieni il tuo libro nelle mani e domani
            Vedremo un video

            Aaah che meraviglia!!!
            Conto i minuti e tanto che aspetto
            Un mega PROSIT!!!

            Evvivaaaaaa!!!

  33. Ragazze lascio un messaggio veloce sperando che non mi porti male… son molto scaramantica in queste cose. SONO FELICE. Sento le farfalle nello stomaco per una persona libera, che mi rispetta, rispetta la mia vita da madre e tutto il resto.
    RIesco a trattare normalmente il cialtrone e non raccogliere le sue provocazioni e depressioni.
    Coraggio ragazze, ce la si fa!!!!!

    • @Annina evvai!!!
      Sono così contenta per te
      BRAVISSIMA MERITI IL MEGLIO
      e pare arrivato almeno se libero e caro con te è una ottima base di partenza

      Evviva ANNINA!!!!!!
      Un bacione!!!

    • Bellissimo!!!! Addirittura le farfalle!!!! Ma sti uomini liberi e belli dove li trovate??? Dove sono? Quando ci date queste belle notizie postate anche l’indirizzo del posto dove l’avete incontrato!!!! ;-))))) Sono felice per te e tienici aggiornate!

    • @annina…sn veramente felice x…le tue farfalle! Qnd ci sn loro e la storia è pulita…nn si vede più nient’altro!
      Un grosso in bocca al lupo…anch’io cm @C. credo che nn dovresti più avere contatti cn l’EX…nn avete più niente da dirvi…nn avete figli che vi costringono ad avere rapporti…quindi a tenerlo lì c’è solo il rischio che possa inquinare l’inizio di una cosa bella!
      Stacca gli ormeggi…e lascialo li sulla banchina a vedere che ti allontani verso un orizzonte di felicità
      Un bacio

      • rispondo a tutte.
        Purtroppo i rapporti con l’ex devo continuare ad averli perche lavoriamo insieme, lui ci prova a riprendermi con le sue robe patetiche ma sa benissimo che per me è finita e che ho un’altra persona. Non facendomi piu nessun effetto non mi preoccupa vederlo quasi tutti i giorni.
        Quest’uomo è stata un cosa inaspettata davvero. Non voglio pensare troppo a quel che sarà, al momento ci vediamo quando possiamo (ossia quando posso io) ed è tutto meraviglioso. Ovviamente essendo una che si affeziona pure alla carta dei regali cerco di rimanere coi piedi pee terra e prendere la cosa come viene, cosa molto difficile ma cerco di farcela……..
        vi abbraccio

  34. Ciao a tutte, il mio era fuori casa da tre mesi ma nessuna intenzione di parlare di separazione legale dalle moglie ( non ha figli ). Dopo tre mesi di finta nuova vita mi molla dicendomi che ha ancora tanti casini e non può darmi ora la vita che meritiamo (dopo due anni di storia più o meno nascosta alle spalle). Ho iniziato cds da una settimana e bloccato qualsiasi forma di comunicazione. Sono abbastanza delusa perché pensavo che i passi successivi potessero essere fatti insieme. Lui ha paura di complicazioni economiche molto forti. Inizio a pensare che dopo due anni mi abbia finalmente detto la verità, non può darmi quello che voglio. Non capisco questi mesi di “prova” a cosa siano serviti… non voglio mollare il cds e voglio essere forte e prendere le distanze. Volevo fidarmi del suo prendere tempo per sistemare le cose ma non ci sono mai tempistiche chiare non ci sono mai punti di arrivo concreto e non voglio aspettare un giorno in più. Ad un certo punto credo che se vuoi una cosa te la prendi: non esistono altre scuse, altri giorni, altro tempo sprecato!

    • Secondo me quelli che escono e rientrano è perché sono stati beccati e non ve lo dicono, stanno in castigo un po’ e poi quando la moglie dice ok mi hai dimostrato cosa vuoi rientrano. Non tutti ma molti. È sicuramente quelli che quando sono fuori casa invece di approfittarne per vedervi tutti i giorni vi tengono lontane con la scusa del devo ritrovare me stesso

      • io una volta ho lasciato una morosa (ero all’università) adducendo la scusa che avevo avuto la vocazione e dovevo riflettere su cosa volevo dalla vita.
        A parziale consolazione posso dire oggi di non averlo ancora scoperto….

        • @berg…secondo me la tipa ( quella che ce l’ha d’oro 😉 ) è la tua espiazione x questa bugia di gioventù…
          La giusta legge del contrappasso mi pare…

      • Sto riflettendo (ogni tanto ho bisogno di dargli un valore positivo) sul fatto che comunque anche se ce l’ho un po’ spinto, alla fine mi ha scritto ‘ti lascio prendere la tua strada, non voglio farti soffrire ancora e darti altre speranze’.

        Niente illusioni, passi falsi che potevo interpretare come crisi in casa sua, niente lamentele sulla moglie, niente ‘non ce la faccio più’.

        Mi ha davvero vissuta come un bellissimo gioco di emozioni che io ho letto come un gioco d’amore. Mi sento un po’ stupida, un po’ ingenua, un po’ ridicola, ma sono ancora viva, coi piedi storti e questo mio cuore in mano, ancora colmo, pesantissimo!
        Mi faccio un po’ tenerezza.. 🙂

        • E io ti abbraccio @cossora, non è da tutti saper amare, come forse hai detto tu una volta, è da coraggiosi.
          Forse farai anche tenerezza per aver creduto all’amore, che è sempre meglio che far pena per non aver il coraggio di fare delle scelte.
          L’amore tu lo trovi, o meglio lui troverà te, perché tu sei già piena di amore.
          Chi fa pena, non può che peggiorare.

        • Cossy…. a me ha fatto tanta rabbia il gioco d’amore (per me) e di emozzzzzioni (per lui) che quando è tornato l’ho rimbalzato. Con tanta tenerezza. Ora che ne sono fuori il “vabbè ti lascio, non ti illudo più anche se son due anni che ti sbavo attorno” lo trovo un atteggiamento estremamente stronzo (si può dire?) Ops:)))))

          • Eh si @Angelica2.0 è come dici tu. Alla fine tanto buonino e preoccupato ma.. dov’è mentre io sono qui a cercare di capire in che momento sarebbe stato meglio troncare? L’estate appena passata? Quella prima, quella in cui sentivo già un po’ di amaro in bocca ma era iniziata da tre mesi e mi dicevo che era presto anche per lui?
            Ma va. Lui sapeva già. Mandava link di canzoni sull’amore lontano, foto di tramonti sul mare. Intanto sua moglie urlava “a tavolaaa..” e si infilava il cellulare in tasca con quel sorriso segreto di felicità .. sapeva lo aspettavo al rientro.
            Io invece non sapevo ancora quanti tira e molla sarebbero seguiti. Che sarebbe cambiata la stagione, che si sarebbero accorciate le giornate, che ci saremmo vestiti di più e sarebbe arrivato Natale e in un baleno sarebbe arrivata anche la seconda estate. E noi? Sempre uguali. Io più stanca ma più abituata a fare la guerra e poi patteggiare e fare la pace (tutto interiore, lui sempre rimasto dov’era) lui li.. direi entusiasta della resistenza della nostra storia.
            Cambia il mondo ma noi no. Quello che voleva..l’equilibrio perfetto. Mi sento stupida ma vi confesso che a volte ho creduto di poter rimanere in equilibrio anche io.
            Mi sono sopravvalutata.. ok!!!
            Oggi è passata una settimana. Mi manca e cé un momento ogni giorno che mi prende una malinconia.. verso le 5 pm.
            @Rosa sei dolcissima non ho paura di non amare o non essere amata. Ho (avuto?) paura di non amare più lui.
            Ma poi penso a quante persone del passato mi sembravano indimenticabili e poi..
            Vado avanti, è l’unico modo per lasciarmelo alle spalle.

          • Io mi sono arresa @cossora.
            Non lo dimenticherò mai e forse è anche giusto così.
            Però è vero, prima o poi arriverà qualcuno che lo metterà al suo posto ovvero in un angolino recondito del tuo cuore. Non lo dimenticherai mai del tutto ma il ricordo di lui avrà sempre meno quel profumo di nostalgia che ha ora.
            Forza!! ❤️

          • Più ti leggo più ho impressione che abbiamo avuto lo stesso amante 😉 Se non troncassi io sarei amante ‘a vita’, la seconda moglie per sempre.
            La mia paura più grande non era non amarlo con il tempo ma non poterlo rispettare più.
            Dopo tre settimane di distanza ci sono giorni buoni quando credo che non lo amo, che non era amore, che non sono capace di amare (e questo si, che fa paura). In giorni brutti piango chiedendomi se ce la faccio di smettere di amarlo. Una paranoia vera e propria.
            Tornerà da te vedrai e credo sotto sotto lo vuoi ancora come lo voglio io. Solo che ogni volta che tornerà (perché saranno tante malgrado ‘rispetto la tua decisione di lasciarmi’ e ah! incluse anche le poesie d’amore per esprimere tutta la sua sofferenza di vita senza te [tipo come è successo a me stamattina, sbloccata dopo tre giorni con una mandata alle 5 di mattina ; è sì, la sofferenza non gli fa dormire!]) tu ogni volta avrai meno speranza di sentire ciò che vorresti e più convinzione che ciò che ha da offrirti non vuoi mai più.

          • @cossora…❤️

            …ti stai avvicinando tesoro…il tempo che intercorre tra i momenti di up&down si è drasticamente ridotto…prima passavano mesi nei quali ti sentivi fortissima anche all’interno di una storia imperfetta…poi arrivava il momento down…durava 1mesetto e poi si ripartiva!
            Ti “controllo” da 8/9 mesi Cossy (ricordo ancora il bikini da denuncia prima dell’estate forse nel tuo primo CDS…mannaggia alla mia dannata memoria) e nell’ultimo mese e mezzo hai già avuto 2 UP…seguiti da 2 DOWN…

            “mi sento stupida ma vi confesso che a volte ho creduto di poter rimanere in equilibrio anche io.
            Mi sono sopravvalutata.. ok!!!”

            È TUTTO NORMALE! nn giudicarti…

            “Ho (avuto?) paura di non amare più lui”

            …e questa è una di quelle frasi che mi fanno venire voglia di scappare da qui…xchè questa cosa la sento ancora dentro…anche se lontanissima… è quella cosa che mi fa dire che sono alla fine del tunnel…ma NN NE SONO COMPLETAMENTE FUORI!
            E risentirla da te mi mette un filo di tristezza…

            “ho avuto paura di nn amare più lui”…GIÀ…nemmeno io volevo lasciarlo andare questo sentimento…

            @cossora…INVECE RIMANGO…rimango x dirti che se la lasci andare quella paura…fra 3mesi alle 17 ti verrà voglia del thè cn i biscottini…e il ricordo sarà un ricordo…ma nn ti stringerà il cuore!

            Lascialo andare…nn avere paura di nn amare più lui…ormai quel sentimento puro, gioioso, invincibile…nn è più tale!
            E già stato inquinato dal suo NON AMORE!

            Lascialo andare…prometto che poi si ricomincia a vivere…e quella paura nn la senti quasi più

          • @Ines mi fa solo paura il suo ritorno. Paura di pensare ‘allora non si salva proprio niente di te’.
            Io voglio che non torni. Lo tengo nel cuore, gli trovo un angolo piccolo, ma dignitoso.
            Non lo voglio più però.
            Lo vorrei per me, solo per me, questo si. Ci proverei a far convivere il suo essere chiuso e conservatore con la mia anarchia e continua trasformazione. Suderei e stringerei i denti per fare questa fatica.
            Ma per un ‘ciao come stai’.. ho imparato qui che è tutto, tranne che serio interesse.

          • Lui sapeva già, Cossora. Lui tuo, lui mio, ognuno. Sapevano. Però lo dovevamo capire da sole, il più tardi possibile o magari mai.

          • @Cossora Bravissima!!!
            Cara che belle e potenti immagini hai scritto qui che rendono proprio a pieno la idea di ciò che si vive per uscire da una relazione pur se fortunatamente nel tuo caso non pare affatto dai tuoi racconti essere stato un soggetto tossico ,ma certo che in comune con i soggetti narci ecce ci sta l’intortamento che ovvio un amante uomo che pure se non ha mai promesso nulla a parole sapeva bene che per te funzionava non promettere a parole ,ma però farti innamorare si ,eccome se lo ha fatto benissimo come tanti qui e fuori di qui
            Amanti uomini che a loro volta sono ma che razza di uomini che tradiscono DUE DONNE in contemporanea con la moglie fingono
            E con la amante pure e poi dettano le loro condizioni o così o stai pure dove sei e pure come ha avuto il coraggio di dirti che per lui non ci pensa… se tu fossi mai andata con un altro

            Roba da matti ma veramente fa tristezza pensare che esistano omini così che si permettono di trattarci così nale di fare come cazzo vogliono

            Eh si ,ma lui non ha capito nulla di come tu sia GRANDE DONNA che Sto arrivando! DISTINGUERE chi ti merita e chi no

            Certo non significa conservare odio o rabbia o vendetta che solo a danno nostro sarebbero
            Ma serve appunto conservare le mani come tu hai scritto facendomi commuovere,sul cuore per sentire che questa esperienza ci ha insegnato a saper distinguere ben chiaro il nostro Valore intatto la nostra capacità di Amare e farsi Amare intatta
            Sapere dove vogliamo andare e dove no .

            Mani sul cuore e respiro grande come te
            CARA TESORO DI COSSORA!❤️

          • @EP grazie, mi incoraggia sapere che come me anche tu (e anche altre come @Angelica2.0) hai sentito certe cose dentro quando la magia ha inizato a spezzarsi.
            @Ariel dolcissima nel riconoscere la tenerezza (malinconica) delle immagini che rievoco descrivendo ciò che provo. Hai ragione, non era affatto un soggetto tossico.
            Era un coglione.

    • Mi sa che e’ proprio cosi. Se vuoi davvero dare una svolta lo fai quasi brutalmente, non prendi tempo per cercare di lasciarti con la moglie nel modo piu civile possibile, senza rancori, senza dolore. Stronzate! Se vuoi dare la svolta devi mettere in preventivo tutto e sentirti pronto per affrontarlo….perche’ non hai scelta: e’ arrivato il momento della svolta.

  35. Ale mi sa che hai cancellato un mio commento forse troppi dettagli?
    @Lei forse non mi sono spiegata,guarda io ho la pazienza di una santa sono quattro anni che paziento con lui,non ho mai e poi mai pensato di uscire e fare la favola,so benissimo e sono disposta a stargli vicino,per carattere aime’ sono una crocerossina…il problema come ha capito Ariel è che certi passi si fanno quando si è convinti e io sono sicura che lui non fosse così pronto…così si porta solo devastazione intorno e si fa star male chi ti vuole bene…lui è una brava persona ma è fragilissimo,ha poco carattere,io credo che la sua decisione così repentina sia stata dettata più dal fatto che avevamo discusso e c’eravamo lasciati ,sicuramente anche da lei che vuole di più ed è stanca di averlo in casa inerme….certi passi vanno fatti con un po’ di spalle grosse Se no ti cade tutto addosso,così è stato, lui è in crisi,non vuole vedere nessuno,sta male e sua figlia sta soffrendo.
    Io gli sono vicina ma credimi non glielo faccio vedere ma sto male per lui,a vederlo così,sono mamma anche io e mi si spezza il cuore,vorrei aiutarlo ma io non posso fare nulla.Le decisioni prese impulsive come loro due spesso fanno non portano a niente di buono per nessuno.
    Io non so se lui in queste condizioni dura,potrebbe tornare a casa da un giorno ad un altro e a quel punto farebbe stare male di nuovo tutti,lui compreso.
    Ci vuole tempo per trovare una stabilità dopo una separazione,la strada è lunga ma se non hai un minimo di forza come fai?Questo volevo dire…più volte e non solo io gli è stato detto fai un tuo percorso,trova la tua stabilità e fai un passo alla volta…
    Io non so davvero dove porterà tutto questo…

  36. Ieri sera mi ha detto che aveva bisogno di stare da solo in questo momento,io gli ho detto che lo capivo e che quando voleva io ero qua,stamattina mi ha scritto,pensavo non si facesse sentire.

  37. Care scrivo poco ma purtroppo in tanti casi vedo due fattori che x me sono stati pesantissimi e che ritrovo in troppe storie, vale a dire l’uscita di casa farsa e le questioni di soldi. Allora, dopo mesi di avvocato e psicologa vi dico con certezza che un uomo decente di una certa età non vi chiederà mai dei soldi. Mai. Lui con me è stato furbo perché ha capito che sono il tipo che x sé non spende e x gli amici si fa in quattro. Il punto è che lui non mi ha chiesto niente, sono stata io a propormi in aiuto ma come @ale qui ha la sua epidemiologia anche gli specialisti ne hanno una..e sono comportamenti comunque schematici e ripetitivi che funzionano con certi tipi di persone, che loro sanno riconoscere benissimo. Anche perché siamo noi, comportandoci con fiducia e trasparenza, a dare loro tutti gli elementi. Io non lo sapevo, ma in fondo x lui ero così prevedibile..solo che non ha previsto il fattore blog!!!

  38. @mavi e @angelina vi capisco. Un conto è avere pazienza e rispetto x lui che si separa ed esce di casa, ma quello che forse non è sempre chiaro qui è che noi non scleriamo alla sua prima umana e comprensibile difficoltà, ma esplodiamo dopo anni che ci tirano sceme. Questa è la differenza. Qui non si parla di uomini lineari che con fatica ma trasparenza e con ritmi decenti escono di casa, ma di persone che a un certo punto capiscono che se non fanno la mossa di uscire perdono noi, poi si rendono conto che non ce la fanno e inizia il balletto x le più varie ragioni. Anche perché io nel mio primo silenzio avevo detto a lui di risolversi le sue cose e di tornare solo se libero, lui invece è tornato con una serie di casini che non sapeva come risolvere. Io glieli ho risolti ma a quel punto una svegliata doveva darsela lui e quando mi ha tirato fuori la paura di perdere soldi e il bisogno di solitudine, dopo che lo avevo tirato fuori dalla m finendoci io, allora ho pensato, tieniti la tua solitudine e buon pro ti faccia, ma che sia solitudine vera e non che due giorni dopo hai voglia di scopare e poi di nuovo di solitudine perché io non ho un interruttore e quindi ciao.

    • Contate che almeno la metà degli uomini che dice all’amante che vuole un futuro con lei sa già di mentire e che non lascerà mai la moglie. Lo dice per avere il massimo della resa dall’amante. Spesso è credibile perché testosterone ed entusiasmo lo fanno giocare all’innamorato. Ma lui sa bene da subito fino a dove può arrivare davvero

    • Hai ragione. Ma io penso che possa benissimo avere già un’altra che lo tranquillizzi mentre “risolve i suoi problemi e chiude”. Io dopo due anni mi sono sentita dire di essere incapace di ascoltarlo e aiutarlo.. due anni che appunto mi tira scema e poi mi allontana perché costretto a “risolvere i suoi problemi da solo”. Credo davvero che la verità non la saprò mai e non mi interessa. La moglie sa tutto ma non ha nessuna intenzione di fare nulla. Le va bene così. Quindi in caso è lui che deve lasciarla e non lo farà mai

  39. Cossora alla fine penso che ci perdono loro,tu hai amato e dato tutto,amerai di nuovo,loro no,restano nella loro facciata infelice,sta male chi non ha il coraggio di amare e scegliere.
    Noi abbiamo amici in comune, separati entrambi con figli,si sono conosciuti l’anno scorso,sono l’esempio dell’amore e di chi si mette in gioco di nuovo,sono bellissimi e innamoratissimi…domenica scorsa anche lui aveva messo un commento ad una loro foto,siete bellissimi..ora vediamo se lui ci riesce…

    • A me di dove resta lui non interessa niente.
      Non è con me. Quindi stia buono a ricucir qualcosa con la moglie o apra un’altra relazione di amantato.
      Basta che lasci in pace me (è sparito 100%) il tempo necessario per ripristinarmi. Poi tutto torna come prima. Non eravamo amici, non avevamo contatti attivi.
      Non lo voglio in nessuna forma nella mia vita.

  40. A me la cosa che ha fatto più male è stato capire che o io facevo come voleva lui o niente. Sono sempre stata chiara nel dire cosa non andava ma lui non mi è mai venuto incontro di un millimetro. Anche solo nelle piccole cose, regalarci una mezz’ora in invece che in meno, rimandare il barbiere o ritardare una cena tra amici, paradossalmente sono state queste piccole cose a farmi versare più lacrime, anche se lui mi riempiva di belle parole, alla fine faceva sempre solo quello che voleva, avrei avuto pazienza se avesse dimostrato dopo mio primo CDS la volontà di cambiare qualcosa, invece la risposta era sempre solo che dovevo aspettare e questo mi ha fatta sentire così umiliata maltrattata che il dolore mi ha spezzata in due. L:idea che x me non potesse o volesse cambiare nulla dei suoi piani piccoli o grandi mi ha distrutta. Ho capito che sarebbe stato sempre così. Sentivo sempre tanto freddo. lui diceva sempre che doveva pensare a se stesso perché nella vita era sempre stato troppo generoso con gli altri. E allora basta. Pensa a te stesso. Io comunque trovo incredibile che ci siano persone incapaci di pensare contemporaneamente a se stessi e agli altri.

    • @nina allora facciamo una bella cosa, uniamo i palmi davanti al cuore e pensiamo “grazie (suo nome) per avermi regalato delle emozioni e per poi avermi fatto capire che cosa non voglio”.
      Vedrai che da questi errori fioriranno delle nuove stupende emozioni. Ti stringo forte forte!!

  41. EP@ se avessi un’amica come te, sono sicuro, che non da oggi, ma da ieri, sarei ritornato ad essere single e basta, e non l’amante single, perché mi avresti fatto una lavata di testa..
    Leggo tutti i tuoi commenti, mi faccio un sorriso, e poi cerco di immaginarti, per la tua forza.
    E dico questo, perché, quando lei, è uscita da casa mia, dopo mezza giornata con me, dove, il giorno dopo, per parecchi giorni, non l’avrei più vista, viaggio di lavoro con lui, mi dichiarava amore, e il fatto che le sarei mancato, e se poteva scrivermi tutti i giorni.
    Ha visto il mio disagio, ed una lacrima per la sua partenza…
    Ecco, se fossi arrivata da te, a raccontarti tutto, tu mi avresti detto per l’ennesima volta… ” scappa!!”
    Siete gli unici, a cui racconto questo, alla mia famiglia, agli amici più stretti, sempre e solo bugie.

    • @love…io ti ringrazio tanto!
      Ma…a onor del vero… ti ricordo che nn sn una Wonder Woman nemmeno io…
      Se sn qui e xchè ho passato quello che stai passando tu…e nonostante avessi un amico meraviglioso e tosto che tentava di togliermi tutte le illusioni (e per fortuna nn sapeva chi era il diretto interessato…fiuuuu) ho dovuto pian pianino rendermi conto da sola…
      Vero… a forza di dirmi “concentrati sui FATTI” anche la mia ME più sentimentale e possibilista ha dovuto arrendersi…ma fidati…nn e che ho alzato bandiera bianca così facilmente!
      Cmq…volevo farti notare una cosa…UN FATTO su cui riflettere…ALLA FAMIGLIA…AGLI AMICI racconti bugie! Questa cosa nn la vuoi far sapere…x mille motivi…xchè nn e politically correct…xche ti verrebbero tutti contro…x nn mettere lei a rischio…etc etc
      Ecco…queste cose cambiano totalmente il tuo modo di vivere…di comportarti cn gli altri! Ti COSTRINGONO alla solitudine…(diversi tipi di solitudine…anche quella di nn dover dire a nessuno quello che hai nel cuore…e qnd sei innamorato vorresti dirlo anche al papa!)
      Anche questa cosa dovrebbe farti capire qnt è SBAGLIATO!

      Lo sai già da te che di dico SCAPPA 🙂

      Beh…ti dico invece qlcsa di più…meno aulica…meno sentimentale…ma ugualmente DA DONNA!
      Probabilmente qnd se n’è andata (tutta bella soddisfatta…alla facciazza tua e della tua lacrima! Benedetta ossitocina @C…..vero? 😉 ) sarà arrivata a casa e dovendo accompagnare il marito ad un evento di lavoro avrà detto…caxx nn ho nulla da mettermi…”AMMMOREEE…mi dai la carta di credito che vado a prendermi qlcsina di nuovo x aggiustare un po’ l’outfit?”
      Sex+shopping…la tua amica ha avuto la giornata perfetta! Grazie ai due uomini che le servono per arrivare a questo…
      E tu a dirle si tesoro scrivimi qnd vuoi? Qnd ti annoi tra un pranzo di lavoro e un aperitivo…io sn qua che nn aspetto altro (poi lei all’aperitivo trova un’altra moglie simpatica cn cui parlare dell’ultimo shopping) e tu magari aspetti quel msg x ore
      PS. Io col giramento di coglioni che adesso ti avrò fatto venire chiamerei la ragazza dell’altra sera e la inviterei a cena x stasera…

      Un abbraccio @love

  42. E io abbraccio te!! Come per la nostra @ep anche x me rimane storico il tuo bikini da denuncia! Anzi l’ho adottato come modo.di dire che fa ridere tutti, e vai a spiegare dove l’ho letto! Anche a me viene male alle 5. Credo siano il buio e gli.ormoni sai? Non è possibile che una meraviglia come te non ne esca in fretta e bene..
    @ep resta con noi. Ho bisogno di te!!! Per me oggi giornata brutta a casa. Non sono felice ma mio marito è davvero un muro di gomma. Parlare o litigare con lui impossibile. Credo una depressione strisciante ma non acuta gli.impedisca di rendersi conto che tra noi se qualcosa si può salvare (e io vorrei tanto provare) bisogna metterci entrambi almeno la voglia di litigare e discutere. Ma lui desidera solo che tutto vada bene e senza scontri. Questa sua incapacità di affrontare le cose non mi faceva arrabbiare prima ma ora che l’ho vista anche nel mio ex mi fa andare di fuori. Ho capito che ne ho le palle piene di litigare con me stessa perché i miei uomini non hanno nemmeno voglia di questo..è frustrante e capisco di essere sola.

    • Uno storico (libero e senza figli) ex di una mia amica quando lei voleva chiarire lui le rispondeva “va bene basta che non discutiamo”.
      Lo ha lasciato ma è emblematico!

    • @nina…sai cosa penso?
      Vuoi dare una chance al tuo matrimonio? X davvero? E far smuovere quel panzer dal divano?

      FAI LE VALIGE!

      Se vale x gli amanti, a maggior ragione vale x i mariti impigriti che sn abituati ad avere la mammina…la crocerossina…quella che si becca tutti i malumori…e poi x il quieto vivere ti lascia sul divano a guardare la Champions in pace!

      MAVAFFANCUXX!

      @Nina…fidati…dichiara la crisi (nn hai nemmeno più scheletri nell’armadio che potrebbero sviarti dal vero obiettivo) ma NN cn “amore… scusa se ti disturbo…ma oggi mi sento male, sola, vuota…nn è che possiamo parlare un po’ di noi?”

      NO cara…fai un cinema…qlcsa che nn è abituato a vedere (esagera anche un po’…lancia qlcsa…la mia ex suocera era maestra in questo…mi faceva ridere tanto!) e poi digli…qnd ho promesso di amarti e onorarti in ricchezza e povertà…c’erano tante altre cose da rispettare! Tu mio caro marito nn lo stai facendo…IO ME NE VADO!

      E lo fai x davvero! Qlche amica…parente che ti ospiti
      2/3 GG la trovi…al max vai in albergo…tanto 100 € in più 100 in meno…cn tutti quelli che hai buttato per il Grande Puffo…tra motel e case in affitto…
      Direi che se è quello che vuoi…sn buttati per una buona causa!

      Se x lui conti ancora qlcsa…giusto il tempo di capire cosa e successo (è sempre un uomo…diamo tempo all’unico neurone che ha di mettersi in moto)…e poi trotta…eccome se trotta!
      Io alle prime telefonate o messaggi nn risponderei…lo lascerei li un po’ a macerare…eccheccaxx una storia cn un egoista narci ti avrà pure insegnato qlcsa? No?

      Naturalmente cara Nina… è la resa dei conti! Vale cm x gli l’amanti…se nn viene a prenderti trasformandosi da Orso Yoghi a Ufficiale&Gentiluomo (cn tanto di 2 ore di sesso da paura nell’hotel dove tu alloggi…altro che lui nn è più interessato)…allora devi essere pronta a realizzare cn dolore quello che sapevi già in cuor tuo…IL TUO MATRIMONIO È FINITO!
      E nn è che poi torni a casa cn “scusa avevo scherzato!” e ritorna tutto cm prima!
      @Nina…gliel’ho data anch’io un’ultima possibilità al mio x compagno (anche se nn avevo voglia…e lo facevo x i bambini)…nn l’ha colta…nn gli interessava in quel momento…aveva già un’altra e stava bene sul divano di casa a nn fare un caxx e cn lei a fare il ragazzino innamorato! Ho colto la palla al balzo…
      E dal divano l’ho cacciato io…

      PS. X tutte le amanti innamorate che credono alla storiella del NO SEX cn la moglie…(che ci può stare ma xchè la moglie nn è interessatata all’argomento) nell’ultima chance che ho dato al mio compagno…ci ho buttato dentro anche l’approccio sessuale…dopo nn so da qnt tempo nn ci si sfiorava neanche x sbaglio e vi assicuro che sta benedetta erezione c’è stata…e senza tanto tergiversare (cm’è la storia @Ale? L’erezione è sempre un complimento sincero? Ahahahaha)…poi lui ha preferito di no…probabilmente era innamorato dell’amante…e io nn ero certo li per insistere! Anzi…
      X me è stato il via libera…la barriera a scacchi…poco dopo sn andata dall’avvocato e sapete tutte cm è finita…
      @nina…vai…x favore! Smettila di lasciarti vivere…o che l’indolenza o l’inerzia di altri intristiscano così la tua vita…IL PER SEMPRE è una cosa che si costruisce insieme…nn funziona se a lottare e sempre uno!

      Un bacio…nn me ne vado stai tranquilla!
      Ieri ho affrontato il mio velo di tristezza e sfogato il desiderio di fare qlcsa di buono facendo un’adozione a distanza e raccogliendo fondi per un amico… Luigi… che sta affrontando una grande sfida che in parte ci tocca tutti!
      Amiche…amici #lavitaètantaroba ❤️

      • Cara Ep
        Ti sento molto impegnata emotivamente
        Si la vita è tanta roba
        Fermati un momento e respira grande
        E mi raccomando malgrado tutto
        Pensa a come vestirti che il 27 fa presto ad arrivare!

        È un modo per trasmetterti la mia comprensione e sostegno e apprezzamento che ho da sempre per te!!

        Gnoccolona veraaaa!!!!!❤️
        Fatti valere sempre! Avanti tutta!!!

        • @ariel tranquilla…ahahahaha…io sn nata pigra e trasformata poi in iperattiva x passione…passione che metto su tante cose…

          Ma la verità e che ieri ho iniziato ad usare la carta di credito (ehhhh lo so…a voi sembrerà strano ma io nn ce l’avevo…solo una misera prepagata che era sempre scarica)…e quindi cn questo nuovo SCETTRO DEL POTERE (l’altro a casa mia è il telecomando) ho finalmente potuto fare comodamente seduta sul divano una cosa che mia figlia mi chiedeva da tempo:l’adozione a distanza (al maschio nn gliene frega niente naturalmente…si sì mamma…ok i bambini che muoiono di fame…ma guarda qua il volantino dei giochi x natale…questo transformer me lo sogno di notte…e nn sto scherzando!!!!! Purtroppo!)
          Per qnd riguarda l’outfit del 27…stai serena…io nonostante la mia ingombrante parte maschile…fimmina inside sugnu (il mio amico è siciliano e mi diletto cn il suo idioma)…naturalmente la carta di credito l’ho sperimentata anche su altro ieri…cosi …x vedere se funzionava…;-)
          Mi sn arrivate delle mail…dove mi ringraziavano per ave scelto @….
          BOH… pare abbia comprato 4 maglie, una borsa e un paio di scarpe…ah anche un paio di orecchini di perle e un braccialetto…sarà vero? 😉
          Ahahahaha….questa cosa nelle mie mani è una bomba!
          D’ora in avanti le corde x legare le mani…mi serviranno cn un altro scopo…;-)

  43. Scusate ma vorrei condividere una ulteriore “noia” del lavorare insieme a un ex amante…Ora come ora il problema del lavorare insieme è che io non posso neanche vivermi la separazione con mio marito come vorrei, cioè lasciando vedere che sto soffrendo e basta. No, devo tenere tutto nascosto… Perché non voglio ne la sua compassione ne un suo possibile tentativo di riavvicinamento. Non voglio pensi che sta accadendo per lui ( ora so che lui è stato un sintomo dei problemi che iniziavano ad esserci) e non voglio dovergli dare spiegazioni. Situazione pesante… separati in casa, il lavoro per come lo vivo io è la mia ancora di salvezza. E questo ex è come un gatto tra i Maroni…Una sorta di sabbie mobili da cui so che devo tenermi lontana perché ci manca ancora lui in sto casino….Io ora voglio solo me nei miei pensieri. Vorrei poterne parlare e lasciarmi andare anche coi colleghi.. Non dover fingere sorrisi,weekend di coppia inesistenti… Ma con lui li…complicato. Ecco, avevo voglia di dirvi due parole…

    • E se facessi conto che lui non esiste? Se ti sfogassi come e quanto ti pare e ti prendessi le coccole e il sostegno dei colleghi? Il tuo mondo è giusto che non giri più attorno a lui…

  44. @stupiTa
    Hai fatto bene e scrivi quando vuoi a maggior ragione vista la difficile situazione che stai vivendo
    Il bello di questo Blog è che si chiama #acasadiAle#
    E quindi è davvero per tante o meglio tutte noi una vera casa un rifugio dove potersi esprimere sfogare trovare conforto e sostegno fattivo consiglio confronto
    Quindi scrivi quanto ti viene spontaneo perché come vedi
    Sei in un bel gruppo vivace ed accogliente!

    Verranno tempi migliori
    Ad esempio leggersi un nuovo libro
    Uno a caso :
    LA MATEMATICA DEL CUORE!

    Come vedi sponsorizzo ,ma ti assicuro che è una mia spontanea sentita ed autonoma iniziativa ,ah ah ah
    Come vedi sostengo dal mio primo istante qui il Blog e @Caro Alessandro
    Che lo ha creato e lo animato con i suoi scritti fino a farne un libro

    Cara @stupiTa scrivici quanto vuoi!
    Forza che passerà questa tua fase delicata e di grande svolta nella tua vita verso il meglio per te stessa!!!

  45. @ep tu mi conosci come le tue tasche..mi dispiace tanto non poterti abbracciare a Milano.. grazie x le tue sagge parole, il fatto è che è davvero difficile con una persona sicuramente buona come mio marito..il fatto è che ho iniziato a trattarlo male perché le fette di prosciutto che mi servivano x il mio amante mi coprivano gli occhi anche se in modo diverso pure con mio marito. Lui non è un pigro da divano, cose in casa ne fa anche, ma è come un figlio che ti aiuta, fa questo e quello ma la struttura mentale della casa in senso concreto e metaforico la tengo su io. Lui mi fa notare tutto quello che fa ed è vero che rispetto ad altri fa tanto, ma il punto è che il perno sono io e a volte mi sembra che da sola farei tanta fatica in meno. Non so se avrò mai il coraggio di andare via anche solo x rilanciare. Quando in tempi di amante avevo comunque introdotto il discorso del matrimonio bollito, lui mi aveva rimbalzata e poi fatto finta di niente. Io mi rendo conto che con tutto il bene che gli voglio sono molto più serena se lui non c’è.. grazie @ep x tue dritte. In ogni caso dopo un tentativo di rilancio ho capito che il sesso con lui è morto a meno di miracoli. Stanotte ho sognato il mio ex e svegliandomi ho pensato che quasi quasi mi rivolgo a un gigolò..

    • @Nina potrei averle scritte io certe cose: “il perno sono io e a volte mi sembra che da sola farei tanta fatica in meno”. CONFERMO, a me la qualità di vita è migliorata tantissimo perchè di fatto ora ho ‘le ferie’ e ‘la malattia’ che prima non avevo.
      Ero semore in prima linea, solo per il fatto che esistevo.
      “Con tutto il bene che gli voglio sono molto più serena se lui non c’è”.
      E’ la verità. Poi lo sento ogni girno, un messaggino o una telefonata che inizia coi bambini per poi parlare di cose nostre ma leggere.

      Oh santo cielo perchè l’uomo che mi fa scoppiare il cuore non è mio e l’uomo con cui vado d’accordo e col quale potrei vivere in eterna armonia .. non mi sfiora il cuore nemmeno da lontano?

      • @Cossora cara
        Buona domanda
        Finisci infatti con il punto interrogativo

        Un ottimo segno di avanzamento della tua nuova strada!!

        Chi cerca trovaaaaa
        Le sue risposte,
        Sai quante persone vivono in molte difficoltà perché non riescono a farsi una sola domanda,tante

        Sei sulla tua buona strada,!!!!!

      • Come mi ci ritrovo nella tua domanda @cossora!
        Io come voi. In prima linea, con lui che aiuta in casa e in quando a disponibilità non ho nulla da dire, un perfetto coinquilino, a cui voglio anche un gran bene.
        Ma ma ma, pure io se non c’è non sento la sua mancanza, anzi, respiro, sto bene.
        Io sono “l’uomo di casa”, lui evita qualsiasi scontro per natura. Non prende mai una posizione che possa essere impopolare. Io sono il poliziotto cattivo e lui quello buono con le ragazze.Peccato che quando i problemi si fanno seri e gravi, è da me che vengono.
        Questa cosa negli anni, ha scavato un solco profondo nel nostro rapporto, ancor prima che comparisse “l’altro”. Mi sono spesso sentita “tradita” di fronte alle sue non prese di posizione.
        Se ci aggiungiamo una vita sessuale non appagante da subito (anche se l

        • ….mi è partito il dito….

          dicevo se ci aggiungiamo una vita sessuale non appagante da subito (anche se l’ho realizzato solo quando ho incontrato LUI) ,capite che veramente le speranze sono poche.
          Mi manca il coraggio. Di fargli male, anche se credo a breve i nodi verranno al pettine..

        • E anche io mi ci ritrovo. Nelle domande di @Cossora e nella descrizione del tuo matrimonio@Rosa. Identiche situazioni. Poche prese di posizione da parte sua. Poche domande. Io quella impopolare, quella cattiva. Anche per noi i nodi stanno per venire al pettine.

        • Io ho deciso per me @Dispersa. Nessun compromesso.
          Poi si ride e si piange, come vedi non sono stata esonerata dal soffrire per un altro uomo.
          Soffro ancora tanto.
          Ma mi sono salvata, mi guardo intorno e le piccole cose mi sissurrano all’orecchio gentilmente ‘hai fatto la cosa giusta’.
          Non c’è stato bisogno di arrabbiarmi, ne con mio marito ne con il mio ex amante.
          La rabbia è per me da sempre un sentimento momentaneo e che risolvo facendo la cosa che reputo più giusta, anche se è dura.
          Per me, l’unico modo di ‘stare bene’ è non farmi sconti, non darmi attenuanti.
          Lo sai che quando si punta un dito verso qualcuno, le altre tre dita sono puntate verso di noi?

          • Cossora hai ragione sicuramente…in sintesi dobbiamo fare un grande lavoro su noi stesse…mi sento molto instabile perché ovviamente metabolizzare tutte le emozioni e sofferenze che ho vissuto con il mio “amante” ha scombussolato la mia vita matrimoniale…ora inizio a sentire le vere conseguenze…ma in quanto non sono ancora completamente staccata da nessuno dei due sto cercando di essere più lucida e stabile per poter davvero ragionare su tutto…e sto puntando molto a quello che mi fa stare bene perché a furia di assecondare tutti finiamo per deprimerci solo noi…e non ho più voglia!

    • @Cara Nina ma lo sai che anche io avevo passato la fase
      Forse mi rivolgo a un gigolò,
      Scusa ma adesso sorrido perché penso che non sia una coincidenza se abbiamo pensato uguale

      Infatti ricordo che qui avevo scritto che almeno avrei potuto fidarmi in un certo senso proprio per via del fatto che sta come una professione e quindi zero assoluto rischio di soliti problemi di uomini stronzi e manipolativi

      Poi ho abbandonato la idea forse in effetti ha segnato un progresso il fatto di lasciarmi andare nella vita senza più farmi problemi
      Per adesso non ho nessuno o meglio ci sarebbe uno ,ma mi viene lo stesso da stare da sola ho bisogno di aria pulita nuova dentro me stessa
      Come se prima fossi stata na drogata dipendente

      Adesso che ne sono davvero fuori voglio stare libera in tutto
      Non ho figli come te non ho più,purtroppo,mio Caro marito morto,

      Ma sto viva e dipingo lassù nel mio “ Sto nel quadro “ con Chagall
      Ci immergiamo nei colori di notte quando apro la finestra e i dolri se li porta via il vento di Libeccio

      Così le persiane sono sbattute e quelle mie antiche brutte emozioni
      Perdute.

  46. @stupita eccomi. prenditi anche al lavoro tutto lo spazio che ti serve. lui penserà quello che vuole. Ci manca che tu debba pure censurarti..

  47. Grazie mille a tutte voi … sapete, mi sono flagellata per un sacco di tempo per il mio tradimento… ma ora vedo le cose così chiaramente.. Si tradisce in due, se l’ho fatto ho delle colpe ma di certo non sono l’unica e vedere mio marito indifferente a questa separazione che sto mettendo in atto io (cit. Ale gli uomini non lasciano mai) mi fa star male perché è la conferma delle cose che gli ho detto… che non mi amava più, che non voleva combattere per noi… Lui guarda la TV mentre la nostra vita finisce.

    • Di mio marito dopo un po’ mi sono chiesta: ma se non glielo dicevo io, lui cosa faceva? Ergo: da quando cazzo ha inizato a non amarmi più?

        • Esplicitamente così come l’ho scritto, no.
          Ma quando ne abbiamo parlato (ormai crisi dichiarata e primi incontri per comunicare ai ragazzi che avremmo dovuto trovare una soluzione per un disaccordo da cui non uscivamo) gli ho detto ‘non ho visto un marito che si incazzava, che mi insultava ne che si strappava i capelli, mi sembra anzi che dopo un primo scatto di orgoglio, tu abbia preso la palla al balzo, quindi non mi sembra il caso di appellarti al cuore spezzato, hai avuto il tempo di mettermi spalle al muro, non lo hai fatto’.

          Lui ne aveva una pronta (ma ha aspettato me, per tradirmi) e dopo quasi tre anni sono ancora insieme, lei si è separata e hanno già fatto le ferie estive.
          Devo aggiungere altro?

      • Io comunque pensavo di sapere cosa volesse dire soffrire per amore, fino a quando mio marito non mi ha detto che non sa più cosa prova per me. Da quel momento ho capito che la “cosa” successa con il mio amante era nulla, che molto era orgoglio ferito e che non sapevo cosa significasse sentirsi morire dentro. Ora lo so. E so che probabilmente è troppo tardi. Non abbiamo figli, si io ho tanti problemi di salute ma caspita, sono giovane, lui ha 10 anni più di me quindi è maturo, dovrebbe essere facile per noi avere una vita felice…E invece siamo arrivati qui. Vorrei vivere al lavoro per evitare di soffermarmi a pensare a quello che mi sta succedendo. Ecco cosa capita quando si nasconde la testa sotto la sabbia invece di affrontare subito i problemi.

  48. In questa fase della mia vita, anche io mi sto focalizzando di più sulla figura di mio marito.
    Finora, tutti gli articoli di Ale li ho letti ed interpretati cercando di ritrovarci l’altro, e anche se non sempre, spesso ho trovato spunti e non solo, alcuni sono stati proprio dei begli sberloni terapeutici,
    Ho provato a fare l’esercizio di cambiare il soggetto, e devo dire che in effetti, molti sono calzanti.
    In pratica, nel mio caso, io salto, ballo, mi dimeno, mi dispero, mi avvito su me stessa, e i due stanno a guardare, uno fermo nella sua impossibilità a scegliere, e l’altro nella sua impossibilità a vedere.
    Entrambi immobili.

    • @Rosa capisco e assimilo ogni tua parola.
      La libertà non ha prezzo.
      Me la stavo giocando per lui. Che avrebbe riportato problemi, complicazioni, tensioni nella mia esistenza e in quella (fino ad ora preservata da me e il padre) dei miei figli.
      E sarebbe stato solo il ‘paccheto iniziale’ nel senso che poi chissà cosa sarebbe accaduto.
      La vita sa cosa fare, molto prima di noi.

    • @Rosa …. Anch’io ho sempre letto gli articoli pensando all’altro ….
      Ma la scorsa settimana mi ha colpito un commento di @C. Dove scriveva che dopo tanto tempo si è resa conto che suo marito non l’avrebbe mai tratta come l’ha trattata il suo amante ….
      Nel mio caso la situazione è simile, stò cercando di rivalutare il mio compagno perchè in tutta questa storia ha fatto dei passi da gigante!!
      Non sà dell’esistenza di una terza persona, ma ha capito, perchè ne abbiamo parlato, che qualche cosa doveva cambiare ….
      Dall’altra parte l’altro, il vorrei ma non posso, oggi in agitazione perchè sto mollando la presa …. Ma dal quale riceverò solo briciole!!
      Perchè non stacchi dal tuo amante e non provi a parlare serenamente con tuo marito?

      • @Dispersa, io dal mio “amante” (mi fa impressione definirlo così) ci ho già staccato per forza di cose, se non volevo soccombere. Non è lui che offusca i miei sentimenti nei confronti di mio marito.
        Non parlo serenamente con mio marito, perché lui sa da tempo cosa vorrei dirgli, ma non vuole sentirselo dire,.preferisce far finta di nulla.
        @Dispersa quando sarà, dovrò solo comunicargli la cosa, formalizzarla con le parole, perchè i fatti ci sono già tutti e non da 1 anno i 2, ma a carattere latente, da 20 anni.
        Siamo lontani anni luce, tolti i figli ormai non abbiamo argomenti di coppia in comune.
        Fate bene, a tentare un recupero se in cuor vostro sentite che c’è ancora amore, da me è, è rimasto affetto, stima, amicizia, collaborazione, ma l’amore che strapps i capelli è perduto ormai (cit.De Andrè)

        • Io qui però voglio dire una cosa, @Rosa non che debba essere il tuo caso, parlo per me ma magari è una riflessione per tutte..
          PER FAVORE BASTA DIRE CHE IL
          CORNUTO (in questo caso io) NON VUOLE VEDERE.
          Mi ha rotto sta frase! Non è che non vuoi vedere il problema, è proprio che non lo vedi. E se tu CORNUTORE non stai bene, è inutile che ti aspetti che io me ne debba accorgere da solo e subito e coi tuoi tempi, perché non è così che funziona!
          Magari anche noi CORNUTI non stiamo bene ed è tutto uno specchio che continua a riflettersi all’infinito finché uno non si decide a PARLARE CHIARO, e dire: veh, dove cazzo stiamo andando qui?!
          Spero che tu capisca che non mi riferisco necessariamente a te @Rosa, ma non si può pretendere che tutti capiscano al volo malumori e malesseri se non li dichiari!

          • @white, sicuramente non ti puoi riferire a me, perchè non sapresti di cosa stai parlando. E lo dico, credimi, con lo spirito di discuterne e non di dire tu non puoi capire.
            Ma di fronte ad una moglie che non dico da un anno ma da molti anni, anzi da sempre, non ti ha mai cercato, che a volte è arrivata a casa in condizioni pietose, e non pensate a sesso sfrenato, ma a occhi gonfi dal pianto, di fronte ad una evidente infelicità, beh, se non è non voler vedere questo, dimmi tu che cosa è allora.
            Sai, non tutti i traditori si compiacciono nel fare cornuto il coniuge. A me da fastidio il termine cornuto utilizzato per ferire e per sfregio, ma capisco la tua posizione e la tua rabbia, ma vedi, la tua è tutta un’altra storia. La durata, della storia extra intendo, fa la differenza. Ovvio che non puoi accorgetene immediatamente se la cosa è agli albori e soprattutto se è solo evasione e i sentimenti c’entrano ben poco. Io parlo d’altro. Io mi sono innamorata ed amo un’altra persona da anni, ed è impossibile che lui non sia mai e dico mai stato sfiorato da alcun dubbio.

          • Infatti @Rosa ho specificato, parlavo in termini personali miei, che però possono valere anche per altre persone. Mi sono solo agganciata all’argomento che hai tirato fuori del NON VOLER VEDERE. Che, ALLE VOLTE, non tu, secondo me diventa una scusa comoda da tirare fuori.

          • Verissimo @White. Io ho fatto una fatica boia, ma come al solito è questione di rompere il ghiaccio.
            A ‘tradimento’ (guarda un po’ che termonologia) gli ho chiesto ‘quando la smettiamo con questa farsa?’
            Poi lui mi è sfuggito un paio di volte, o arrivava tardi o metteva a nanna i bambini addormentandosi nel loro letto, per evitarmi.
            Una notte mi sono seduta in cucina e mi sono fatta trovare mentre usciva dal bagno. Ha detto ‘andiamo a letto, per favore’
            Mi sono alzata e gli ho detto dolcemente ‘come vuoi, ma non puoi rimandare in eterno’.
            La mattina dopo è uscito si è messo in macchina e mi ha telefonato lui.
            Un fiume di recriminazioni, di rabbia, di tristezza. Ma dovevo ascoltarlo. Dovevo fare il mio pezzo.
            Affrontatevi, se vi siete amati e se vi siete rispettati affrontatevi.

          • Infatti il problema principale è che spesso non si affronta la questione.
            La compagna del mio amante gli dice tu non mi vuoi più bene e lui risponde anche tu.
            Bisognerebbe partire da queste affermazioni buttate lì davanti a un frigorifero, per dirsi adesso ci sediamo uno di fronte all’altra e cerchiamo di capire cosa ci sta succedendo.
            Ma quasi sempre non lo si fa, il traditore per che gli fa comodo, il tradito perché ha paura delle conseguenze.
            E si va avanti così, nell’insoddisfazione reciproca. Si può andare avanti per anni, fino a quando non accade qualcosa che fa precipitare la situazione.

        • @rosa…e stasera…quella passionale…quella delle corde…della ruspa…e tante altre emozioni forti trasformate in sesso sfrenato…io…che il coraggio di spezzare le catene di una vita che nn era più la mia l’ho trovato…beh proprio io faccio una considerazione di stampo “conservatore”
          L’amore che strappa i capelli dopo 20/30 anni è un po’ difficile… è già un miracolo che lo si sia provato all’inizio della storia…io xò un’idea su cm dovrebbe essere ce l’ho…o perlomeno su cm vorrei che fosse!
          Ho la fortuna di conoscere un paio di coppie VERAMENTE felici! Stanno insieme da oltre 20 anni…e io li conosco quasi dall’inizio della loro storia…hanno passato figli… burrasche dovute a lavori nn sempre stabili…qlche momento down personale…eppure? Eppure nn e mai mancata quella malizia nel guardarsi…quell’occhiata furtiva di tanto in tanto… che sottointende complicità…anche sotto le lenzuola!
          E ridono…ridono tanto…e si prendono in giro…
          e nonostante il loro essere madri e padri presenti…oggi che i figli sn grandi e cn loro nn ci stanno quasi più…loro che fanno? Se ne vanno in vacanza in posti che sn il trionfo del sentimento.di coppia…cm la Romantiche Strasse da Monaco di Baviera a Praga…nn hanno paura di stare da soli…nn ci sn silenzi…e nemmeno cellulari onnipresenti!
          Sn belli da vedere…ma è anche bello stare con loro…si capisce (oggi lo capisco ancora di più) che nn ci sn scheletri nell’armadio o doppie vite…solo il piacere di stare insieme (in tutti i sensi)…oggi…come 25 anni fa!

          • @ep, è esattamente la mia idea di amorechestrappaicapelli!
            È complicità in uno sguardo, è un abbraccio a sorpresa da dietro mentre lavi i piatti, è guardarsi negli occhi, è sorridersi e ridere, è ascoltare quando uno parla, anche se sei stanco.
            È avere il coraggio di fermarsi e dire così non mi piace, c’è ancora tempo e modo di cambiare?
            Routine, noia, abitudine, il dare per scontato le persone, no, questo non è proprio per niente amore.

          • Quello che ho sempre sostenuto io: conosco tante coppie che stanno insieme da una vita e ancora hanno lo slancio dei primi tempi. Sono le coppie che ancora, nonostante figi e vicissitudini, fanno tantissimo sesso. Quelle sono le anime gemelle vere.

          • “l’amore che strappa i capelli è finito ormai, non resta che qualche svogliata carezza, e un po’ di tenerezza”….così cantava F.De Andrè ne “La canzone dell’amore perduto”…così, giusto per citare un mito.

          • Coppie rare da vedere. Credo che ognuno di noi pur con una vita sociale molto ampia e variegata, ne conosca al massimo un paio.

        • Voleva solo essere uno spunto di riflessione per tutti/e. Perché sè vero che nelle crisi il fosso si fa con due rive, non dimentichiamoci mai che c’è anche la riva del traditore. Che può aver commesso errori a monte e prima di arrivare al tradimento.
          Solo uno spunto di riflessione

      • Dispersa,
        sono contenta che le mie parole ti abbiano fatto riflettere.
        Purtroppo quando entriamo in questo turbinio perdiamo di vista l’oggettività e rischiamo di buttare anche quello che di buono abbiamo.
        Prima di mandare all’aria un matrimonio, tra l’altro anche a causa di sti imbecilli per i quali invece il loro è sacro, dobbiamo veramente tentarle tutte.
        Ovvio che ci sono situazioni e situazioni e vanno valutate singolarmente ma se i nostri mariti sono delle brave persone che vanno un po’ svegliate…beh allora bisogna svegliarli.
        E poi cercare di abbandonare il senso di colpa per aver loro involontariamente fatto del male.
        Un abbraccio

    • @Rosa e che succederebbe se non fossero immobili? Se il tuo amante scegliesse te, tu lasceresti tuo marito? Se tuo marito si accorgesse che non vi amate più, ti faresti lasciare? Se è così allora forse puoi farlo anche tu, da sola, senza aspettartelo da loro.

      • Forse non sono stata chiara e me ne scuso .
        Non sto aspettando che il mio amante scelga me per lasciare mio marito.
        Sto aspettando che mio marito mi faccia capire che è pronto ad esser lasciato.
        E ti assicuro che sono certa che, come ha detti quì ,credo Oldplum, una volta libera dal fardello che un matrimonio decotto comporta, chiudere con l’altro, sara una logica conseguenza. Anche perchè una volta “libera”non mi accontenterei più.
        Sono abbastanza “grande” e soprattutto onesta con me stessa per non star qui a fare il giochino di aspettare che sia l’altro a lasciare per poi seguire a ruota, qui è una questione di scrupoli, perchè, e mi ripeto, uno che da anni fa finta di non vedere, vuol dire che non è pronto emotivamente per sopportare una separazione, e siccome ci sono dei suoi trascorsi di salute che non voglio citare, purtroppo non riesco a pensare solo a me stessa. Spero di aver chiarito, perchè veramente ci tengo a non passare per l’opportunista di turno. Io sto bene da sola, non ho bisogno per forza di vivere una relazione di coppia per sentirmi realizzata.

      • @Lia avevo risposto dal telefono, ma non vedo il mio commento nemmeno in moderazione, e quindi ripeto.
        Vorrei che fosse bene chiaro che io non sono qua che aspetto che il mio “amante” scelga me, per poi lasciare mio marito.
        Io sto aspettando che mio marito mi faccia capire che è pronto ad accettare il fatto che il nostro matrimonio è finito, credimi basterebbe una domanda, e poi farei tutto io.
        E non per correre dall’altro a pretendere che lui faccia altrettanto, anzi, sono consapevole che una volta libera dal fardello di un matrimonio trascinato e decotto, come ha detto Oldplum, lasciare l’altro sarà solo una logica conseguenza.
        Anche perchè e di questo ne sono più che certa, una volta libera, mai e poi mai accetterei una situazione di amantato, ora che la ho sperimentata.
        La mia non è paura di restare sola, magari potessi esser sola. Sono sempre stata un tipo solitario e sto bene in mia compagnia, mi basto. Non ho bisogno di essere completata per forza, ovvio che una relazione soddisfacente sotto tutti i punti di vista, non potrebbe che giovarmi.
        I miei, nei confronti di mio marito, sono scrupoli, paura che non ce la faccia emotivamente, e purtroppo non lo dico a vanvera, ma ci sono dei trascorsi che non voglio specificare , che me lo fanno temere. Perchè, e quì mi ripeto, il suo non voler vedere è un chiaro segno di non voler/riuscir affrontare la cosa.
        Sono sufficientemente “grande” per non stare a fare il giochetto del lascio io se lasci anche tu, che in tutta franchezza mi sembra un discorso molto da miserabili.
        Ho ben chiaro in mente, grazie anche a questo blog, che il mio “amante” non è la causa del fallimento del mio matrimonio, ma semmai un sintomo.

        • @Rosa mi sembra di capire che tu sia intrappolata dalla “debolezza” di tuo marito. Non so se fisica o emotiva. Ho attraversato la stessa cosa ma forse il mio ostacolo è più piccolo del tuo. Comunque ricordati che prendere strade diverse non necessariamente deve significare sparire. Non so quale sia la tua posizione ma spero davvero tanto che tu riesca a trovare un modo per riguadagnare la tua libertà senza sentirti o far sentire nessuno abbandonato. Non so se può essere possibile, ma te lo auguro davvero. Un abbraccio.

          • Emotiva @Lia, debolezza emotiva,
            Grazie per l’augurio, spero di arrivarci presto. Ricambio l’ abbraccio

  49. Rosa guarda io sto facendo tuo stesso ragionamento. Immobilismo di mio marito è pure peggio e peggiora con anni. @cossora, ma il.tuo ha ammesso di non amarti più? Io vedo lui più infelice di me ma continua a dirmi che mi ama e che è solo un periodo. Di anni, però..a volte mi chiedo se non sia solo questione di tempo che mio marito incontri un’altra, perché io anche se cerco di non trattarlo male sono distante anni luce da come mi ha conosciuta. Poi penso che se mai mio marito incontrasse una donna.. sarebbe l’ennesimo indeciso..ma mi chiedo anche, pur sapendo che l’uomo che non deve chiedere mai non esiste, com’è che siamo finite in tante con uomini così? Bravi, buoni, di sicuro..ma anche io pur non avendo figli sono l’uomo di casa, idraulico, commercialista, etc. Maschi che vi succede?

    • @Nina non ha ammesso niente.
      Ha solo lasciato che una crisi che stavo (stavamo?) attraversando passasse indisturbata.
      L’ha intercettata e si è detto ‘massì le passerà, non va da nessuna parte’.
      La sua donna da 23 anni, la madre dei suoi due bambini.
      Era li, e li è rimasto.
      E a momenti voleva anche un premio alla pazienza.
      Io ho attraversato l’inquisizione di tutti, TUTTI. Con la testa alta e la fiducia in me stessa che nemmeno so dove l’ho presa.
      Ma alla fine si sono ricreduti tutti, i suoi genitori per primi, gli amici vicini e lontani (sai che me frega).
      Io ho protetto me stessa e i miei figli.
      Ma non è stato semplice e capisco chi ‘ma si.. in fondo non è che va poi così male’.
      Rifarei? Tutto, solo per la fedeltà che ho avuto verso me stessa. poi non permetti più a nessuno di minarla, hai come una sorta di immunità.

  50. Non so dove scriverlo, lo scrivo qui. Ti prego @alessandro di farmelo passare. Lui lo sa.
    Oggi ho parlato con mia figlia perché è molto gelosa del suo fidanzatino. C’è una ragazzina che lo punta. Lui non fa niente di male e ho cercato di spiegarle che non può vivere così.
    Mi ha risposto: IO L’HO SO COSA HA FATTO PAPÀ, COSA CREDI CHE SIA SCEMA?! CERCO DI PREVENIRE.
    ecco quello che succede ragazze.. decidete voi cosa significhi. Sono molto a terra.

    • @white…e se vieni parliamo anche di questo…dopo 2/3 spritz…un paio di prosecchi si può ridere…piangere…sparare minkiate…fare businness Plan da tesi di laurea…e il giorno dopo si ricorda solo che è stata una bella serata!
      Un bacio @white…❤️

      • Rispondo qui anche ad @Angelica2.0 perché non trovò più il suo commento..
        La conversazione di oggi con mia figlia è stata una riprova del fatto che se accorgono.
        Oggi mi ha vomitato tutto addosso, i silenzi, lui sul divano, io che lavoravo alla domenica..
        lei è giovane, avrebbe il mondo in mano, è energica e bellissima e lui vive per lei.
        Eppure è insicura, per colpa nostra.

        • Come sei onesta @White.
          Non ne posso più di gente che ‘no ma i ragazzi non capiscono e non gli interessa sapere cosa fanno i genitori in camera’.
          Tu sei uno dei pochi genitori che ha il coraggio di guardare in faccia quello che ha fatto e a chiamarlo col suo nome: inconsapevole ipocrisia.

          Di certo tua figlia non sarà domani una che ‘ no ma i miei figli non sanno niente’.

          • @cossora scusa ma mi sento presa in causa e onestamente faccio fatica a tollerare questi giudizi cattivi a sproposito sulle vite e sulle scelte degli altri come se tu avessi la verità assoluta in mano.

          • Beh @Mic mi spiace ma qui chiunque stia in una situazione di ‘comodo’ (avevo l’amante è andata male, rientro in casa e ne parlo come un porto sicuro e i ragazzi stan benone facciamo le foto a Pasqua) si senta preso in causa.
            Agli uomini diamo la pena di morte senza processo, e alle donne no?
            Non è un po’ comodo?

          • @Mic, non sentirti sempre chiamata in causa. Probabilmente un bambino piccolo non capisce e forse, come dici tu, non gli interessa nemmeno l’argomento, ma ti assicuro che gli adolescenti capiscono e vedono molto più di quanto noi non crediamo. E cercano e spiano e chiedono conferme delle loro impressioni. Affronterai la cosa quando si presenterà. Può anche darsi che non si presenti mai, perché se è cresciuto abituato a questa situazione non noti mai le differenze. Ma se le differenze si palesano in età in cui sono un po’ più svegli..

          • @white mi sento presa in causa quando si sentenzia a gratis facendo di tutto un erba un fascio come ha fatto @ cossora generalizzando alla stragrande.
            E con toni che ho sentito “sprezzanti” solo perché non condivisi.
            Tanto riflessiva e pronta a cogliere le sfaccettature della sua situazione ma a volte ( non sempre) critica e giudicante con gli altri Come se le situazioni e le persone fossero tutte uguali e ripetibili.
            Quello che scrivi tu lo condivido @white ed è quello che ho sempre sostenuto… ovvero l’ Abisso tra una separazione con figli piccoli e una con fligli adolescenti ormai in grado di comprendere perfettamente molto di più di quello che crediamo e con cui si può dialogare e spiegare loro cosa sta accadendo.
            ai bambini piccoli come si spiegano certe cose?
            Non si resta sempre e solo per comodo.
            E certi commenti non li trovo utili li trovo solo brutalmente giudicanti.

          • Ai bambini piccoli non si spiega @mic.
            Il casino grosso con gli adolescenti è proprio che devi spiegarglielo.
            Conosci la mia posizione. Sono assolutamente convinta che diventi molto più difficile, per tutti.

        • E squarciamo questo velo ipocrita. Loro ci guardano e ci prendono come modello. Aria fresca white, tua figlia vuole la verità nella vita, già è avanti. Potrai spiegarle cosa è successo col papà, lo elaborerà nel momento giusto, e andrà bene: tu non te lo sei tenuto perché non sapevi dove andare o per due soldi in più, ma perché avete dato una possibilità al vostro amore. Rendi ben chiaro a tua figlia che un bel calcione nel di dietro sei capacissima di darlo se i tuoi valori e il rispetto per te stessa vengono cancellati. Regala a tua figlia il rispetto di se, che non è l’autostima, non è l’elenco dei suoi talenti, viene prima. Fatti vedere forte, mai vittima, anche nel perdono c’è forza. Un bacio

    • @white ..ecco, forse solo quando i figli ci “parlano” ci rendiamo conto dei grandi sensi di colpa che ci logorano…spero solo che loro vedano sempre il vero Amore che ci lega a loro che è l’unico sentimento autentico e viscerale..e che riescano a gestire per il meglio le difficoltà familiari! Forza White ❤️

    • No white. Qui ti sbagli di grosso. Se tua figlia ha questa paura di perdere il fidanzatino ed è molto gelosa sono altri gli errori che avere commesso. Non certo quello di non amarvi o di stare in crisi per un po’.

      • Siamo una famiglia normale @Franca. E nostra figlia è stata sempre una bambina felice e spensierata. E lo è ancora.
        È lei che mi ha detto : ho visto cosa ha fatto papà..
        È lei che ha avvertito disagio e stranezza quando in casa si parlava poco e lui dormiva sul divano.
        Cosa ho sbagliato prima?

      • @Franca prova ad andare a leggere qualcosa sull’argomento..
        se poi fa più comodo pensare che non sia così a me va bene. Ma sono io che la conosco e che ho parlato con lei, e so com’è sempre stata. Non certo una bambina insicura, anzi. E anche ora non lo è se non da quel punto di vista.

        • @white ho letto tante cose anche io a riguardo. Ma resta il fatto che nessuno di noi qui è uno specialista dell’argomento. Ci stiamo confrontando e nessuno ha la risposta giusta, la verità. Penso comunque che le radici dell’insicurezza e del modo di approcciarsi agli altri in una relazione amorosa, pur se adolescenziali, affondino in un substrato ben più lontanto dei recenti fatti che vi hanno riguardato. Fatti che tua figlia ora usa solo come mezzo per tirare fuori il suo disagio. Ma potrei sbagliarmi. Essere genitori non è semplice. A volte facciamo errori e nemmeno ce ne rendiamo conto. La mia non è un’accusa. È un invito a guardare più in là di ciò che ha turbato principalmente te.

          • @franca sarà a volte come dici tu. Ho commesso errori come credo tutti i genitori del mondo. Ma ti assicuro che non ho cresciuto una figlia insicura. Stanno insieme da un anno. Questi atteggiamenti sono venuti fuori circa 6 mesi fa, solo dopo che lo ha scoperto tramite un’amica.

          • @white i nodi vengono al pettine. Tutti e sempre. Il destino ci mette ogni cosa davanti sottoforma di opportunità. Poi sta a noi coglierle oppure ignorarle. Una opportunità ignorata diviene inevitabilmente un fallimento.
            Piuttosto che nascondere un errore, trovo tu faccia bene ad offrire a tua figlia il sostegno e gli strumenti per gestirlo.
            Una leonessa insegna al proprio cucciolo come uccidere le prede per sfamarsi. Non si pone il problema che sia giusto o sbagliato, istintivamente sa che il suo dovere è fare in modo che una volta solo, nel suo ambiente, sappia come cavarsela e sopravvivere.

          • @Cossora non avrei mai voluto che lo sapesse. Se avessimo deciso di separarci non le avrei sbattuto in faccia la verità. Ma visto che lo è venuto a sapere, dirle di farsi i fatti suoi non mi sembrava giusto.

          • Beata te che sei così sicura di non aver cresciuta una figlia insicura. Io ad esempio non riesco ad essere così categorica con i miei figli. Scoprirò di aver fatto un buon lavoro solo quando vedrò che i miei figli sanno scegliere per se stessi e sono in grado di lasciarsi alle spalle ciò che gli procura dolore senza avere paura della perdita e del fallimento. Quando vedrò che mettono loro stessi prima di chiunque altro. E per vedere questo devono percorrere un bel pezzo di vita. Fino ad allora io non saprò mai se sono stata una buona madre e metto in conto di aver potuto fare, anche se in buona fede e con le più amorevoli intenzioni, tanti tantissimi errori.

          • Non ho mai detto di non aver sbagliato nulla. Ma penso che ognuno di noi conosca il carattere dei propri figli.

          • Se vogliamo addentrarci nella psicologia e nella pedagogia, le relazioni sentimentali rispecchiano il rapporto genitore-figlio, non l’esempio che i bambini vivono in casa.
            Jole Baldaro Verde, Cinzia Veggetti Finzi, per stare su specialisti contemporanei, e tanti altri ne hanno scritto.
            Attaccamento sicuro, evitante ecc..si apprendono nell’infanzia, non guardando papà e mamma che si baciano.
            Poi che la ragazzina sia gelosa del morosino che ha un’altra che gli fa il filo, mi sembra del tutto normale.
            L’età dell’adolescenza è proprio quella delle insicurezze, ed è normale che sia così.
            Io scinderei le pene d’amore di una quattordicenne dai problemi che sta vivendo in famiglia. Anche se è ovvio che in un momento di fragilità personale del tutto normale perché legato all’adolescenza, si vanno a sommare, creando una situazione pesante da vivere per lei.
            Anche le delusioni amorose aiutano a crescere.

          • @Lei infatti quello che mi ha colpito è la coincidenza degli eventi. E il fatto che quando io le ho chiesto come mai si sentisse così in pericolo lei mi ha buttato sul tavolo quella frase, collegando lei per prima le due cose.

      • Concordo @franca. Non è la fine di un amore tre genitori che può mettere in discussione la sicurezza di un figlio semmai tutto il contesto.

        • @Mic può darsi che a età diverse corrispondano reazioni diverse. In questo caso non ho potuto fare a meno di notare la coincidenza temporale tra il palesarsi di certi atteggiamenti (e solo in ambito sentimentale) e la soffiata ricevuta su ciò che ci è accaduto.
          L’amore tra noi non è finito.

  51. White ma la vostra crisi è recente e breve, non credo sia questo che rende tua figlia insicura.
    L’autostima si costruisce nei primissimi anni di vita, bisogna vedere com’era la situazione in quegli anni.

    • Beh a me è sembrata molto legata ai fatti recenti questa dichiarazione.
      Prima eravamo uniti non abbiamo avuto problemi in passato.

      • @white, di certo tua figlia avrà accusato il colpo del ciclone che vi ha travolti come coppia quando hai scoperto il tradimento, ma ora che siete di nuovo uniti sarà più serena. Possiamo dare ai nostri figli certezze fin quando sono piccoli poi, inevitabilmente, sarà la loro vita a metterli alla prova e a fortificarli, al di là delle nostre esistenze

    • @Lei
      Esattamente !!!

      @White cara esattamente tutto il rapporto tra genitori e figli si cresce e si sviluppa sulla base di ciò che è passato nella primissima infanzia

      Poi dopo è irrilevante tutto ciò che che accade

      Quindi sono certa che tutto sia ok per tua cara figlia
      Perché White sei tu già la dimostrazione di ciò che sei e fai di ottimo e buono nella tua vita

      I bravi genitori sono semplicemente quelli che sanno avere la autocritica che si pongono domande e che sanno rispondere ed esserci per i figli

      Ecco mi pare che tu @White sia esattamente così
      Una Donna in gamba in ogni tuo ruolo di vita
      Lavoro
      Madre
      Moglie

  52. @white se non sbaglio tua figlia è adolescente e come ho sempre pensato sono loro più che i piccolissimi a reagire male. Detto questo, io sono sinceramente un po’ perplessa sui figli che vomitano rabbia sui genitori. Vero che si vive x loro ma si ha comunque una vita e poi scusami cosa avreste dovuto fare? Siete insieme e state ricostruendo.. io scusate sono un po’ dura e forse conservatrice ma certe cose di coppia i figli non devono saperle e discuterle. Non posso dirvi il perché ma intervengo su questo a ragione veduta e con esperienze personali e lavorative che mi fanno pensare che i figli oggi abbiano davvero pretese eccessive. @white sei sicuramente una mamma bravissima e nessuno ci chiede di essere perfetti. I figli possono essere prepotenti ed egoisti e l’adolescenza è il momento più duro in cui giudicano senza sapere, ovviamente, di cosa parlano. Tieni duro @white. Tua figlia starà benissimo.

    • Mia figlia non lo ha detto con rabbia nei miei confronti, lo ha detto perché quando alla sua prima frase sul lo so cosa ha fatto papà, io ho cercato di minimizzare.. e allora lei mi ha detto che aveva visto cosa succedeva in casa.. mi ha dato anche la cronologia esatta.. pauroso.. e ha usato la “scusa” di suo padre per giustificare la sua gelosia nei confronti del fidanzatino. Un riferimento diretto.
      Ho cercato di spiegarle che in un matrimonio lingo non ci sono solo momenti felici e che non significa che debba andare male per sempre.
      Lei dice che ora si vede che siamo diversi.. per fortuna

      • @white anche il mio figlio più grande, che va ancora alle elementari, percepisce un allontanamento quanto meno visivo tra me e il padre. Prima ci baciavamo di più, eravamo sempre abbracciati, ma è sereno perchè siamo lì comunque, insieme, non entra e non comprende tante dinamiche ma sente l’amore enorme che i suoi genitori hanno per i loro figli e gli basta. Ho amici divorziati che hanno costruito intorno ai loro figli una bellissima famiglia allargata, senza rancori ma con un quotidiano fatto di condivisione. Conosco anche persone separate che si fanno la guerra mandando al manicomio i figli. Sta a noi metterli sempre al primo posto anche se le cose cambiano. Non è colpa di nessuno se l’amore va sfumando ma ci si può voler bene e rispettare comunque.

        • Concordo con Anna, e ripeto che non è per ipocrisia, ma i figli vanno tenuti fuori dalle dinamiche di coppia come dalla camera da letto.
          Mio figlio non è mai entrato nella nostra camera senza bussare, i figli devono riconoscere lo spazio intimo dei loro genitori e non comportarsi da piccoli usurpatori di spazi dove la privacy è sacra.
          Questo non me lo sono inventato io, ma chi si occupa di infanzia a livello professionale.

          • Hai ragione @LEI, se dovesse tornare sull’argomento le diró: ehi tu, piccola usurpatrice, (e aggiungerò opportunista, così riunisco i tuoi post in merito) fatti i cazzi tuoi.
            Chissà come ho fatto a non pensarci prima.

    • @Nina in passato era stata più dura un paio di volte. @alesandro però aveva ritenuto di non pubblicare il commento. Aveva criticato la decisione di un’amica comune in merito (purtroppo gli adolescenti sentono quello che dicono i genitori e se la raccontano tra loro).. dicendo che un matrimonio non deve andare avanti con le menzogne!! E li era stata rabbiosa nei miei confronti. Io li ero stata diretta nel chiederle che cosa avrei dovuto fare.. lei mi ha risposto che forse ho fatto la scelta più giusta vedendo come sta andando.. mi ha spiazzato te lo giuro.. ma che lei non avrebbe saputo contenere la rabbia. Poi non se ne è più parlato fino a ieri.
      Ora io concordo che quel che accade tra me e mio marito non debba essere oggetto di discussione con i figli adolescenti, ma quando ti mettono al muro non puoi rispondere che non sono fatti loro lo capisci? Bisogna prendersi le responsabilità delle proprie azioni @Nina, sempre, anche quando è scomodo.
      Altrimentì si rischia di lasciare loro solo una visione parziale e distorta.. con continue elucubrazioni che non portano da nessuna parte..

      • @white, scusami, ma tua figlia ha parlato anche con tuo marito? sembra che abbia messo sotto processo te, come moglie e madre, ma tu non sei mai venuta meno al tuo giuramento come invece ha fatto, per un attimo, tuo marito. Che rapporto ha lei con il padre?

        • No, con mio marito in modo diretto non ci è riuscita. Ne ha parlato una volta davanti a lui, ma sempre rivolgendosi a me. Ne ho parlato io con lui altre volte. E una volta le abbiamo parlato noi insieme. Le abbiamo spiegato che ci vogliamo bene e che la situazione è tornata come una volta.
          Lui è sempre stato un ottimo padre, molto legati. Certo in quel periodo non era tanto presente mentalmente nemmeno per lei.. qualsiasi cosa era una rottura di coglioni.. e lei se ne è accorta. Per fortuna è durata poco.
          Credo che il suo rivolgersi a me con rabbia sia dovuto al fatto di non sentirsi libera di farlo con suo padre. Non credo sia facile affrontare direttamente un genitore su questo argomento a 14 anni. Con me ha comunque più confidenza.

          • @white, giusto, con te lei si sente più libera di esprimere anche il suo rancore. “per fortuna è durata poco”, hai ragione. Ma se lui ti avesse tradita per anni e anni con la stessa donna? Mi interessa il tuo punto di vista, da moglie che ha perdonato. Avresti perdonato anche una storia d’amore parallela?

          • Non tanto per un discorso di perdonare o meno. Ma se ci fosse stato amore per un’altra come combatterlo?

          • A quattordici anni si è in piena fase adolescenziale…i figli ti rinfacciano di tutto, se non fosse stato un allontanamento dal padre per tradimento sarebbe stata un’altra cosa.
            Lei deve crescere, sfogare la sua rabbia adolescenziale, fare errori, sbraitare contro tutto e tutti…fa parte di quell’età.
            Tua figlia tornerà davvero in sé quando andrà all’università o meglio ancora quando sarà madre anche lei.
            Bisogna solo avere un po’ di pazienza ma è normalissimo a quest’età svalvolare.
            Non diamo troppo peso a quello che dicono a quattordici anni anche se questo qualcosa ci ferisce profondamente, loro sono sanguigni ed il loro obiettivo principale è quello di ferirci pur di aver la ragione dalla loro parte.
            Vivi serenamente il tuo rapporto con tuo marito senza distruggerti ulteriormente il fegato, @White.

          • @white, è quello che penso anche io. Dopo 4 anni non è più solo un’avventura di sesso ma è una condivisione vera e propria. Siamo una coppia a tutti gli effetti e ci amiamo sempre tanto. Ma sono convinta che la moglie chiuderebbe un occhio. Dopo tanti anni non si può pensare che non ci sia del sentimento, per una notte e via se ne trovano ogni giorno.

        • @ Anna eccomi come sicuramente sai se hai letto qualche mio commento, io l’ho fatto. Ho perdonato la storia parallela di mio marito di tre anni e mezzo. Come ho fatto? Anzi come abbiamo fatto? Innanzi tutto lui l’ha lasciata perchè nonostante si sia trascinato in questa relazione per tutto questo tempo, è sempre stato molto dubbioso dei suoi sentimenti verso di lei, la quale alla fine ha reagito nel modo peggiore facendo uscire fuori la sua vera natura di manipolatrice. In realtà non abbiamo fatto niente di speciale per ritrovarci. Semplicemente abbiamo capito che ci amavamo ancora e che forse nonostante tutto quello che era successo, non avevamo mai smesso veramente. Sicuramente la sua non è stata una scelta di ripiego, e neanche la mia, come mi sembra invece di capire stia succedendo a @C alla quale chiedo: ma se con il tuo amante fosse andata come speravi tu, se avesse lasciato la sua famiglia, avresti lo stesso cercato di rivalutare tuo marito? Comunque da allora sono passati più di tre anni e il nostro rapporto va meglio rispetto a prima del tradimento: ci ritagliamo più tempo per noi, parliamo sicuramente di più, facciamo più sesso. Non credevo neanch’io che potesse succedere ma il nostro matrimonio è rinato forse grazie a questa tempesta che ci ha travolto.

          • Cara Costanza,
            gran bella domanda mi fai.
            Cercherò di darti la risposta più sincera che mi sorge dal cuore.
            Mio marito è una bravissima persona ed io questa cosa non l’ho mai messa in discussione ma indubbiamente, anche per motivi che ho accennato qua e là nel blog, ad un certo punto ci siamo allontanati.
            Ho poi conosciuto quest’altra persona molto più grande di me di cui mi sono follemente innamorata e ti dico sinceramente che per come stavo “fusa” io avrei fatto il passo nonostante ti giuro, non mi potrei mai permettere di mollare i remi in barca (più di molte altre persone qui nel blog).
            Poi la vita, che sceglie sempre per noi, ha deciso che questa storia era una “truffa emotiva” unidirezionale ed io sono ritornata in me.
            Ho fatto svegliare mio marito dal suo torpore “minacciandolo di mandarlo a fare in culo” se non avesse fatto delle cose “per noi” e lui lo ha fatto.
            Nel frattempo anche la nostra intesa è migliorata e da parte mia ormai è anche maturata la consapevolezza che il mondo è pieno di gente che ti prende in giro.
            Dietro i “mi piaci”, ” sei una persona speciale”, il più delle volte si nascondono tentativi di usarti per tutta una serie di mancanze…ma io queste cose le ho apprese solo con questa storia e solo durante la mia crisi più nera e profonda.
            Quindi ho imparato ad apprezzare ancor più ( io che sono una persona esuberante ed istintiva) la pacatezza e la serietà di un uomo (doti che caratterizzano da sempre mio marito) e a detestare quelli che da subito si palesano e si rivelano come persone che ti mancano di rispetto.
            Anche il “sei una persona speciale” detto subito mi inizia a puzzare…chi lo pensa davvero secondo me nemmeno te lo dice.

            Non so se ho risposto alla tua domanda.
            Chiedimi altro se vuoi, ti rispondo con piacere.

          • @Costanza, sì, ricordavo la tua storia e ricordavo che non erano emersi in quegli anni sentimenti particolari quindi sono sicura che ritrovarsi sia stato anche più bello e più forte. Ma noi non abbiamo mai dubitato dei nostri sentimenti e credo che se vivessimo nella stessa città staremmo già insieme. Ma siamo lontanissimi e stiamo pensando a tutte le soluzioni possibili per accorciare queste distanze ma è complicato per ora. Un pò alla volta e poi si vedrà.

      • Quando mio figlio aveva percepito la crisi tra me e mio marito, ovviamente non gli ho detto “ma nooo caro, va tutto bene”.
        Gli ho raccontato cosa stava accadendo e perché, ma non c’era di certo bisogno di raccontargli dell’altro, visto che come ha più volte ribadito Alessandro, l’amante è solo la conseguenza di una crisi in atto. stessa cosa ha fatto mio marito in separata sede.
        Mai finto con lui di essere la famiglia del Mulino bianco, ma non occorre certo scendere nei particolari che riguardano solo noi come coppia.

        • E io invece secondo te l’ho resa partecipe degli eventi e sono scesa in particolari? Ma tu le leggi a volte le risposte che dai??

          • Scusa ma questo l’ho scritto prima che fosse pubblicato il fatto che voi genitori ne aveste parlato con la ragazza.
            Quello che ho scritto fa riferimento all’uomo di Angelina, che ha lasciato casa senza dire niente, e ci ha dovuto pensare la mamma.

          • Ne abbiamo parlato con lei, rassicurandola, solo dopo che ha scoperto la cosa da una sua amica. È una ragazzina sveglia e ha unito i puntini di tante cose e atteggiamenti di entrambi che non avevamo mai avuto. Tutto qui.
            Non l’ho certo messa al muro un giorno dicendole: tuo padre scopava con un’altra! E su dai.. neanche doverlo specificare però..

          • @white Non prenderla a male davvero te lo dico col cuore ma io leggo troppa rabbia nei tuoi commenti… Io capisco che ci possa volere del tempo a perdonare un marito,a ridare fiducia e a “dimenticare “certe cose però sei sicura di star procedendo sulla strada giusta?

          • @Mic, assolutamente.
            Leggi rabbia, che poi mi pare una parola eccessiva, piuttosto nervosismo, nei confronti di un commento che consideravo fuori luogo.
            Supporre che io abbia volontariamente reso partecipe mia figlia di questa cosa mi sembra assolutamente fuori luogo.
            Così come pensare che io possa aver chiesto CONSIGLIO sul da farsi ad una ragazzina.

          • Condivido con @mic. @White credo tu stia un po’ esagerando. Si fa proprio fatica a stabilire un confronto di opinioni costruttivo e soprattutto libero …mamma mia…leggo solo risposte spiccate, accuse e attacchi. Qui cia stiamo confrontando. Ognuno dice la sua. E finisce là. Poi chi legge fa tesoro di quello che più si avvicina al suo vissuto o magari si interroga, se vuole, su cosa finora non è stato in grado di vedere. Se avete già le risposte che senso ha venire a raccontare qui un fatto? Volete che vi vengano dette le risposte che vi piacciono? Sinceramente non lo capisco.

          • @Franca dipende sempre dalle risposte che leggi..
            sinceramente mi sono innervosita, e anche un po’ offesa, leggendo che @Lei credesse che io avessi deliberatamente coinvolto mia figlia in tutta questa storia.

        • @C …. Ero ‘curiosa’ della tua risposta!!
          Anch’io mi sono allontanata dal mio compagno, credo per routine e per i soliti problemi ‘lui comodo diviso tra divano\hobby e io a correre come una pazza per tutta la famiglia …. Quando il mio ‘amante’ è stato beccato e ha chiuso in tronco, dopo una prima fase di zombie ho deciso di parlare …. L’altro non l’ho menzionato, ma ho cominciato a parlare con il mio compagno sul cosa non andava più tra di noi …. Dopo una prima fase di quasi rabbia mista a ‘il caso non è mio’ ha cominciato a muoversi e a cambiare ….
          Il salto a suo tempo lo avrei fatto anch’io …. Ma ora no!!
          Nonostante io non sia ancora definitivamente fuori da questa storia …. Sto aprendo gli occhi (il mio terzo incomodo non mi ha mai fatto promesse anzi ha ammesso di essere un gran egoista in questa situazione) e credo che il tutto finirà piano piano …. Senza rancori …. Semplicemente non cercandoci più!!
          Grazie @C ….

          • Grazie a te.
            Nemmeno io ora non più…non potrei mai più lasciare, ora come ora una persona così onesta per una persona così irrisolta.
            Io non voglio credere che loro siano poi persone così tristi come molte dicono, ”preferisce essere infelice piuttosto che lasciare tutto”. Io non credo che loro siano infelici, piuttosto penso che siano consapevoli di non poter vivere diversamente da così, nella menzogna, nel limbo.
            Se hanno deciso di restare, non capisco come fanno a sopportare di mentire ”per tutta la vita” alla persona con cui hanno deciso di ”condividere la vita”. È un ossimoro per me senza soluzione ma ormai non è più un mio problema, per fortuna.

      • White abbiamo capito che sulla questione figli siamo ai Poli opposti. A me non sarebbe mai venuto in mente di chiedere a mio figlio cosa dovevo fare.
        Sono questioni mie di donna. Non è una sua responsabilità darmi suggerimenti, non è un mio diritto dargli certi fardelli…
        Se mio figlio mi avesse detto guarda che sono che hai avuto una storia, avrei risposto queste sono questioni tra me e tuo padre e ce le risolviamo noi.

        • @LEI, ma secondo te ho chiesto un CONSIGLIO a mia figlia 14enne??!!
          Gliel’ho chiesto nei termini di conoscere la sua opinione e come stesse in merito a quello che aveva saputo! E certamente le ho risposto che era una cosa di cui lei non doveva preoccuparsi e che stavamo risolvendo.
          Ma se un figlio ti inchioda al muro così non gli rispondi che non sono fatti suoi. Cerchi di rassicurarlo e rincuorarlo e spiegargli per quello che può essere possibile che capisca.

          • @white Penso che solo una madre pazza ed egoista,davanti ad un figlio che scopre una cosa del genere Soprattutto in un momento così delicato come l’adolescenza,potrebbe far finta di niente o dirgli stanne fuori sono fatti che non ti riguardano.

          • Scusa mi sembrava di aver letto ” Io li ero stata diretta nel chiederle che cosa avrei dovuto fare.. lei mi ha risposto che forse ho fatto la scelta più giusta vedendo come sta andando.. mi ha spiazzato te lo giuro..”

          • @Lei, mia figlia stava reagendo con rabbia. La mia domanda era volta a farla riflettere e a farle esprimere la sua opinione all luce di tutto quello che vedeva in QUEL momento successivo. Poi ovviamente qui dobbiamo sintetizzare un po’.

          • @Lei quando mia figlia mi chiede qualcosa, di qualsiasi genere o natura, quando fa affermazioni e tira fuori argomenti più grandi di lei, prima di parlarle e farle opinioni e/o spiegazioni, le chiedo sempre cosa da dell’argomento e cosa ne pensa in merito. Ascolto quello che ha da dire e poi rispondo.

        • Appunto @Mic, e questa è l’altra cosa che mi ha fatto innervosire. E la cosa non ha nulla a che vedere su come procede tra me e mio marito.

  53. La risposta di mio figlio è stata “se vi separate, io resto col papà perché mi fa studiare meno…”, questo a 16 anni. E poi non pensiamo che i figli non siano opportunisti. Lui ha valutato chi gli rendeva la vita più facile.

  54. In ogni caso e per precisare, quando mio marito ha scoperto il mio tradimento non ho negato, gli ho detto che non ero disposta a lasciare uscire questa persona dalla mia vita, e se anche avessimo smesso di vederci, avrebbe occupato sempre un posto importante.
    Ho detto a mio marito che se avesse voluto separarsi, avremmo potuto andare insieme da un avvocato senza drammi e guerre.
    Mio marito sa che ci scriviamo e sospetta che ci vediamo.
    Eppure ha detto che non vuole separarsi, continua a comportarsi come se nulla fosse, tranne ogni tanto tirare fuori qualche battuta sarcastica.
    Questa è la situazione attuale.

    Io sono la cinica, opportunista, menzognera…e invece lui è il santo che si è immolato in un matrimonio infelice perché mi ama alla follia?
    O piuttosto è un uomo di mezza età che non saprebbe da che parte ricominciare con la sua vita, visto che non sa nemmeno mettere su una lavatrice, che per fare la spesa ha bisogno della lista fatta da me?

    Diciamo che in tante situazioni ci si sta belli comodi in due (anche in quattro volendo)…

    • @LEI non si conosce tuo marito, percui cose vostre… ma vi sarete entrambi fatti i vostri conti di convenienza. Più che la lavatrice ad un uomo che sia dalla parte del tradito o del traditore gli salta la casa, percui si dice “ma per qualcosa che non ho fatto io ci devo perdere io?”. Fino al giorno prima non sapeva niente, credeva di avere una moglie e ormai una vita ben imbastita, e cosa deve fare oltre essere stravolto dalla scoperta del tradimento? Fare valigie e uscire di casa! Se il “ci separiamo” avesse voluto dire che la sera stessa ti prendevi le tue valigie e uscivi per sempre da quella casa dubito avresti usato gli stessi toni.

      • Beh la soluzione può essere che si vende casa e si divide. Con un figlio grande non è detto che sia la madre a rimanere in casa e io non avrei mai avuto la pretesa che fosse lui ad uscire. Visto che quella che ha sbagliato sono io, è ovvio che non posso pretendere nulla.

  55. Dunque oggi in pausa pranzo la mia mitica collega, mentre si parlava di vita di coppia con tutti gli altri colleghi, se ne esce con tutto un discorso su come lei sia amorevole verso suo marito, che addirittura quanto lui rientra tardi la sera lei gli tira l’impasto della pizza contenta di farlo per lui e sottolineando come non ne troverebbe tante di così e che dovrebbe ringraziare…se ricordate se ne era già uscita con qualcosa di simile tempo fa…beh, oggi posso dire che se una volta sarei diventato paonazzo dalla rabbia/gelosia…oggi ho accolto la sceneggiata con estremo relax, quasi sollevato. Il mio sorriso si estendeva vieppiù mentre lei raccontava. Perché dopo quasi 2 mesi di silenzio dove alcune volte avevo vacillato sul dubbio, adesso è arrivata la mannaia che ha tranciato gli ultimi sfilacciati brandelli di quello che era il nostro rapporto. Quasi fosse una seduta concentrata di psicoanalisi che ti fa vedere di colpo la luce! Perché, dico io, capisco tutto…ma perché TENTARE di ferire a tempo scaduto? provare a dare un pugno dopo il suono del gong? Non parlo da amante ferito, parlo da persona qualunque. Forse tra i due avrei avuto più motivi di biasimo io…eppure mai mi sono permesso di fare allusioni alla mia vita in casa…vere o inventate che fossero. L’ho vista come una sterile caduta di stile. Illuminante bagliore sulla sua personalità che è servito solo ad aiutarmi verso l’uscita del tunnel!

    • Hai detto bene Berg, una grande caduta di stile che ti dimostra quanto sia frivola lei ma soprattutto quanto stia male perché chi ostenta nasconde sempre un disagio. Allora recitasse pure la parte della moglie perfetta e si illudesse della sua vita di cartone. Tu non hai bisogno di lei e che ben vengano queste stupide esternazioni perché sono secchi di acqua fredda in faccia che aiutano a smascherare questi cialtroni dell’amore.

    • @Berg …. Un disperato tentativo di lancio dell’amo andato a vuoto ….
      Un volerti far credere della sua ritrovata serenità ….
      Sperando in una tua reazione ….
      Credo che la situazione si sia capovolta, perchè paonazza lo sarà diventata lei!!
      E vai @Berg!!!!

      • @Berg
        Ma lo hai comprato il Libro?
        LA MATEMATICA DEL CUORE
        lo stai leggendo?

        Io si,ma sst gpfinchè non lo ho finito non ne scrivo qui
        Quand même il FAUT leggerlo

        Et voila adesso riprendo la lettura
        Avec mon petit verre de rosé just a coté de moi!!!

        Prosit!

  56. Non so cara C. ho l’impressione che tu abbia ragionato più di testa che con il cuore. Dici che tuo marito è una bravissima persona, ma questo ti basta per credere di essere ancora innamorata di lui? E a lui l’hai detto? Hai confessato a tuo marito la tua storia?

    • Scusa @C….ora capisco il tuo tentativo di profetizzarmi. Sei in gabbia e ti ci sei chiusa dentro tu.
      Ho avuto del serio risentimento quando dicevi ‘mi ringrazierai’ o ‘capirai il mio spronarti’ etc. etc. Mi suonavi troppo piccata, incazzata..non una donna libera. Sei tornata dalla brace alla padella.
      Adesso ho capito tutto. Tira fuori la grinta @C. non ripiegare su una storia che usi come scudo per affossare ciò che cé stato, di sbagliato, col tuo amante. Quello era amore, cosi vero che quando é finito ti ha fatto male. Quello con tuo marito è un falso e ha il potere di definirti.
      Parlate tutte di briciole degli amanti ma io qui leggo molte più briciole dei matrimoni.
      Siamo ciò che facciamo, vale anche per te.
      Buona fortuna, davvero!

      • Ma nooo …. Non si può generalizzare!!
        C’è chi dopo una storia di amantato chiude con il proprio matrimonio, chi decide di rimanerci per convenienza, chi riscopre un amore verso il proprio coniuge (scusate ma hanno diritto solo i maschi di rietrare nei loro matrimoni e di ritrovarsi con la moglie??)….
        Ci sono troppe sfaccettature per dare giudizi!!
        @C. fai quello che ti fa stare bene, io non ti sento in gabbia …. Forse lo eri prima quando dovevi gestire marito e amante contemporaneamente!!

        Un abbraccio!!

        • Concordo con te @ dispersa.
          Ho letto dei commenti davvero al vetriolo recentemente e mi chiedo …abbiamo perso di vista lo scopo di questo luogo di confronto?
          Senza considerare che dare giudizi qui dove nessuno è senza “peccato” (e direi anche per fortuna) è un po’ come sparare sulla croce rossa.
          Si accettano consigli, il resto è superfluo.

        • @C, condivido il pensiero di Dispersa.
          Il mio ex amante credo si sentisse in gabbia nella gestione di moglie / amante, ora è felicemente rinato nella gestione del suo amore ritrovato per la moglie!
          Si è reso conto di quanto non volesse realemtne perdere la sua famiglia e quindi è rientrato felice nel suo rapporto…Li ho salvati! Che culo loro, ma soprattutto che gran fortuna ho avuto io..potrei inerirlo nel mio CV!

  57. @C….Cossora…vi ho lette attentamente negli ultimi post..più di una volta x decidere cosa dire in proposito…penso abbiate in parte ragione entrambe su alcuni punti…
    Ankio 6 mesi fa ho pensato (perché forse nn avevo letto tt i passaggi della sua storia) che C. sì fosse accomodata sul divano x comodità (ordunque…il divano è sempre il divano…cm le crocchette di @berg sn sempre le crocchette 😉 )
    Ma lei parla di confronto col marito…di un “vaffancuxx se continui così collassiamo”…detto in maniera nn troppo delicata…ne sn certa ;-)…e che ritengo sia l’unica maniera x avere una chance reale di rinascita!
    E io le credo..oggi le credo! Xchè le delusioni portano ad aggrapparsi e a vedere con altri occhi quello che avevamo già e stavamo per perdere! Dai mink…qnt volte sarà capitato a tutte noi…nn necessariamente in relazione ad una storia d’amore!

    Quello che nn mi piace invece…xchè nn mi rappresenta x niente è…LA VITA DECIDE X NOI!
    Ehhhh no…. cazzo! La vita ci mette davanti ostacoli…a volte quasi insuperabili (e credetemi…l’ho dichiarato xcui nn mi nascondo dietro un filo d’erba..lL MIO OSTACOLO mi ha quasi messa al tappeto 7 anni fa!)

    ..ma io nn accetto che la vita decida x me!
    Significa arrendersi…eccheccaxx ci sto a fare qui se mi arrendo? Aspetto pazientemente che finisca? Comoda sul divano? (Sto cazzo di divano comincia a starmi sui maroni)

    Quindi si…ci sta che tu @C. abbia consapevolmente riscoperto tuo marito una volta che, avendolo messo spalle al muro, si è dato finalmente una svegliata…
    Meno ci sta se tutto questo “ardore” da parte tua nasce solo da… LA VITA DECIDE X NOI! (Xchè se nn decideva x te….dov’eri stasera?)

    Se fosse così…io sarei tt i giorni a portare fiori inutili in cimitero…cn la ricrescita bianca e i vestiti sformati! Mio figlio nn ci sarebbe e mia figlia avrebbe una mamma triste e rassegnata…che finge di vivere!
    Invece…cu cazz…
    Mi concedo i miei momenti di tristezza…la ricrescita la copro sapientemente dal parrucchiere…faccio la mamma imperfetta x i miei figli (che nn avranno mai…e dico mai… il plumcake x merenda cucinato da me)…ma al mattino canto canzoni rock in macchina mentre li porto a scuola e gli uomini NON ALL’ALTEZZA…beh…li ho instradati tutti…briciole nn ne voglio da nessuno!
    Spero nn le stia accettando nemmeno tu @C….soprattutto da te stessa!
    Un bacio a tutte e due

    • Io continuo ad amarti, sempre piu, per cui se vuoi che facciamo insieme coming out io ci sto…ahahahahaha….(no vabbe’ a me piacciono le travi…sto scherzando).
      La vita decide per noi forse è stato travisato, non mi sono arresa alla vita.
      Intendevo che la vita stessa ha ”smascherato” e svelato quello che in realtà era stato: illusione da parte mia e non so che cazzo da parte sua.
      Va beh…alla fine…come dicono gli inglesi ”in a nutchell”… ragazze io sto bene così e voglio stare con mio marito.

    • @Old .. free-sister!
      Comunque girls, io stasera ho una serata.
      Occasione (latente): festeggiare due settimane di no contact.
      Tra l’altro ho scoperto che se non sganci i social dai contatti in rubrica, rimane tipo un clone e diciamocelo.. vederlo on-line ogni sera quando di solito era on-line con me.. ecco me lo faceva immaginare a farsi selfie sessual-anatomico-riproduttivi per un’altra e non è proprio un bell’immaginare.
      Così non c’è modo neanche per sbaglio.
      Direi che sono definitivamente una donna che deve recidere il cordone ombelicale col passato.
      Non ho vie di mezzo.
      Non ho ripensamenti.
      Niente sfumature.
      Si va solo in avanti e poi si sa che la fortuna aiuta gli audaci!

  58. Cossora,
    Il mio spronarti era per farti uscire dalla storia con il tuo amante con cui non avresti mai avuto un futuro, una reale storia d’amore degna di essere vissuta in tutte le tue sfaccettature e credo di non essermi sbagliata di molto.
    Come vedi, non sto più intervenendo perché ho capito che hai bisogno di essere lasciata un po’ in pace, non giudicata (il mio intento non è mai stato quello, ribadisco).
    Per quanto riguarda la mia storia col mio amante, hai ragione, mi ha fatto un male cane ma per tantissimi motivi (oltre al fatto che lo amavo e moltissimo). Ma probabilmente lo amavo solo io in quel modo.
    Ti posso garantire però che prima dell’allontanamento ho amato mio marito e non ho mai pensato di avere altri uomini a parte lui…poi sappiamo bene che a volte la vita ti mette alla prova e ti garantisco che gli eventi che ho vissuto hanno davvero messo a dure prova la nostra unione.
    Ora che sono fuori ”dipendenza” sono serena, davvero, e penso che non ci sia uomo migliore di lui sulla faccia della terra.
    Va davvero tanto meglio ed io voglio credere che sia stata solo una prova, durissima, che la vita mi ha riservato e dalla quale ne siamo usciti vincitori.
    Non ho detto nulla a mio marito e mai glielo dirò e mi sto ”perdonando” per non aver affrontato prima questa crisi…ma quando subentra una terza persona nel momento sbagliato, ahimè quella ti sembra l’unica ”salvezza”.
    Salvo poi rivelarsi solo un’illusione.

    Voglio sinceramente rimanere nel mio matrimonio senza alcun ripiego.

    Vi abbraccio

    • @C. Carissima sei una Grande Donna piena di valore e tanta energia positiva altrimenti non saresti stata scelta da un Narcisista seriale
      E non saresti riuscita a superare tutto il dolore disagio destabilizzante che solo chi lo ha vissuto può davvero capire di cosa si tratti

      Io lo ho vissuto e superato

      Ti auguro questo perché credo da sempre che una relazione buona come ad esempio da ciò che esprimi è la vostra tua e di tuo marito in questo adesso

      Ecco perché possa davvero mantenersi solida ha bisogno di fondarsi sulla sincerità totale reciproca

      Credo che sia un bene che fa da asse portante in una relazione di vero Amore
      Perché essere sinceri senza se e senza me non è ,secondo me,una questione di moralità,ma di semplice funzionamento la vera sensazione di Libertà totale di chiusura del passato che rende chi si apre alla verità al 100/100 veramente soddisfatto di se stesso e dimostra il suo vero Amore per il marito o compagno
      Come a dire eccomi questa è la mia verità la mia vera storia sono qui e mi presento a te senza filtri che è intuitivo capire che se si omette la propria storia con il proprio uomo che si Ama non può funzionare perché ciò che passa tra gli esseri umani è la comunicazione NON VERBALE.

      Ecco sono sicura che ti verrà da aprirti totalmente con tuo marito e soltanto allora ti sentirai davvero LIBERA E SODDISFATTA DI TE STESSA

      Se lui ti Ama e ci tiene davvero a te sono certa che apprezzerà molto la tua totale sincerità perché funziona così per tutte le relazioni affettive degne di questo nome AMORE VERO

      Ti abbraccio carissima C. Vedrai che ce la farai ce la farete!

    • @C. provi adi accettare che sia diversa da te?

      Inizio la passione che mi travolge, senza pensare che possa diventare una “reale storia d’amore degna di essere vissuta in tutte le..” bla bla bla.
      Io inizio consapevole di ciò che diceva Robert Frost: nohing gold can stay.
      Quindi, finchè è d’oro, me la vivo.
      Poi ci penso dopo. Ogni volta.
      Sono fatta così’, e una fatta così puoi cercare di metterla sui binari finchè vuoi, puoi dirle che siccome andrà a finire male è meglio smetta subito, ma è tempo perso.
      La prossima storia inizierà nello stesso modo, magari finirà diversamente, ma di sicuro inizierà con un’emozione travolgente e la sensazione di eternità.
      Sono superficiale? Immatura? Visionaria?
      Oltre che.. come mi avevi definita? Trimestrale? Lo scrivo mentre sorrido e penso al mio ‘amore superficiale’ durato 104 trimestri e ancora in vita (anche se sotto due tetti diversi) che ci ha regalato due figli meravigliosi
      L’ex amante.. eh non l’ho ancora messo via, io credo ancora sia stata una cosa bellissima e non voglio banalizzarla, stracciarla, ridurla alla storia che ‘non ne valeva la pena’.
      E’ li. La lascio li ma guai a chi me la tocca
      Vivo. Stasera esco. Non so cosa combino.

  59. @C, se ti va, mi aiuti a capire come sia possibile dopo aver amato follemente un altro, se non ho frainteso, per 7 anni, tornare ad amare tuo marito?
    Te lo chiedo senza polemica, perché pure io penso che mio marito sia una brava persona, ma non basta, e non saprei da che parte iniziare per ricominciare ad amarlo.
    Perché, se con la testa, so che l’altro non mi ama del mio stesso amore e in un certo senso ci ho rinunciato, e lo lascerò andare, so anche ,che io lo ho amato e lo amo di un amore mai provato prima.
    E non posso rinnegare questo sentimento solo perchè l’epilogo non rispecchia le mie aspettative, posso metterlo via, con un sacco di dolore, ma come fare a riprendere ad amare non dico un altro ma colui che ho da tempo smesso di amare.

    • @Rosa non so @C. ma ho una amica che è stata talmente male (proprio fisicamente) nei suoi anni di amantato (iniziati veramente con passione e tutto il companatico) che lo spaghetto che si è presa l’ha fatta tornare al tiepido matrimonio bianco col marito rassicurante e per lei oggi sentirsi ‘rassegnata’ equivale ad essere felice.

      Siamo tutte diverse e dobbiamo rispettarci. Non c’è giudizio, non c’è un ‘povera te che pena mi fai, illusa’.
      C’è ascoltare e dire ‘io nella stessa situazione magari avrei fatto uguale’.

    • @Rosa concordo. Io non sono riuscita a recuperare dopo solo un anno di amante. Ogni giorno mi ripeto che infondo il mio compagno è una brava persona, che ero tutto sommato tranquilla, che avevo una bella casa, l’affetto suo e dei suoi genitori, ma niente, non voglio restare con lui per soddisfare bisogni che nulla hanno a che vedere con l’amore. Ma ogni situazione è a sé e non si possono confrontare. Se @C ha riscoperto di provare certi sentimenti per il marito ed è felice, buon per lei. A mio avviso non c’è una regola valida per tutti. Anch’io un periodo ho pensato di recuperare. Ne avevo parlato qui e sono stata messa in guardia che probabilmente mi stavo illudendo. Era vero. Se è così anche per @C, lo capirà anche lei. Le auguro vivamente di no.

    • Ciao Rosa, sono nella stessa identica situazione. Finita da 6 mesi sposata da 20 anni. Lui, sposato non mi ha voluta, o meglio non mi ha voluta come avrei voluto io. Un abbraccio.

    • Pensavo @Rosa che non solo tradiamo per anni, ma ci innamoriamo, immaginiamo, prepariamo per anni. Siamo pronte per anni e mentre non ci scelgono ci prepariamo per esser ancora più pronte ad iniziare.
      Intanto l’uomo a casa è tradito, ingannato, perdente, inconsiderato .. per mano nostra. Il danno è duplice. Io non credo ci si innamori due volte della stessa persona. Forse dopo anni di ‘disconoscimento’ fisico ed emotivo, ma distacco totale. E dico forse senza troppa convinzione.
      Se dopo anni di tradimento lo amo ancora le cose sono due: o non ho mai smesso di amarlo, o mi sto autoconvincendo in buona fede che quello li in fondo è il posto migliore dove posso stare.
      Per adesso.

      • Amare davvero è una condizione non continua. Nel mio caso sono passati anni (tanti) tra un amore e l’altro (parlo di ciò che ho nel cuore) e un mezzo passava vita normale. Amare è raro, è un momento di grazia che può durare anche anni ma può non esistere dentro di noi per altrettanti anni. In quel caso si prende quello che c’è di meglio, senza disprezzarlo. Serenità, tranquillità ecc. accanto a un compagno bravo non sono cose da buttare via. Fanno stare bene, fanno sentire a posto. Finché non arriva qualcosa a spazzarlo via (se arriva).

        • @Angelica bisogna distinguere le situazioni
          Un conto è una coppia che dopo aver parlato in piena sincerità scambiandosi tutto ciò che si è vissuto e se uno dei due o entrambi hanno avuto un amante ,ma desiderano prima di mandare tutto a monte il loro matrimonio o vita insieme per chi sta coppia di conviventi
          Ecco in questo caso ,secondo me,okkei tutto è alla luce del sole e quella coppia vivrà proverà se funziona ancora fermo restando che x entrambi esista il desiderio di provarci ancora.

          Altro caso ben diverso è quando NON ESISTE perché non lo si è fatto coscientemente l’essersi aperti reciprocamente fino in fondo proprio intendo parlarsi con calma “Aprire il libro delle proprie sensazioni mancanze sofferenze amante avuto tutto “
          Qui in questo caso l’accettare di stare nel matrimonio
          È una FARSA verso se stessi e il proprio coniuge e pure figli,chi non riesce a farlo potrebbe pensare che forse sia il caso di farsi aiutare da una terapia perché è talmente evidente che la mancanza di coraggio di parlare chiaro e magari si continua a scopare sia uno che l’altro facendo esattamente come quando qui si protesta verso l’uomo che fa uguale se ne scopa due

          Insomma secondo me se ci stanno problemi sempre ci si può fare qualcosa curarsi da uno bravo ad esempio
          Per certe cose non esistono le vie di mezzo
          L’accontentarsi di cosa?

          Mi accontento di stare insincera senza la forza necessaria per scegliere il proprio bene che ovvio che non comporta le vie di mezzo le verità taciute tutte ipotesi come il pensare ma come lui il marito con il quale si sta in crisi lo Sto arrivando! Che ho l’amante o che sono triste e non fa niente

          Scusate ma NON DICIAMO CAZZATE
          Per favore
          Noi DONNE sappiamo essere sincere e forti sappiamo decidere cosa fare alla luce del sole è questo che ci può aiutare a SENTIRE COSA VOGLIAMO DAVVERO

          La chiarezza verso se stesse inizia dal momento in cui ho il coraggio di NON ACCONTENTARMI ,ma PARLO CHIARO al coniuge col quale non sento più AMORE

          ciò che voglio dire che secondo me ognuno è libero di avere tutti gli amanti che vuole ,ma PURCHÉ FACCIA ORDINE NELLA SUA VITA matrimoniale

          La DONNA È CAPACE DI FARLO e chi non ci riesce
          Sicuro non va giudicato male ,ma incoraggiato a curarsi come un evidente squilibrio interiore qualcosa che non funziona che impedisce a quella Donna di VIVERE LA VERITÀ della propria vita di se stessa di sentirsi in pace libera pure di averci mille uomini
          Okkei ma FINALMENTE NON DOVER FINGERE MAI PIÙ con la persona più importante della propria vita

          Se stessa!!!!

          Non esiste accontentarsi se si sta ancora in relazioni vuote finte così a passare il tempo ancora a FINGERE.

          CORAGGIO DONNE ancora IMPRIGIONATE
          Curatevi di voi stesse e troverete la vistra Luce mai spenta!!!!

  60. Anche io credo che mio marito sia una brava persona.
    Sono io che ho sbagliato, io che ho avuto fretta è l’ho visto diverso da come è realmente.
    L’ho visto determinato, maturo, deciso quando tutto andava bene.
    E invece di fronte alle difficoltà della vita, ha sempre cercato di sfilarsi con destrezza.
    Non è lui che è sbagliato, semplicemente non è l’uomo che avrei voluto per me.
    Ma forse l’idea di uomo che mi sono fatta è solo utopia, forse sono io che pretendo troppo, forse ho letto troppe favole da bambina.
    Ho sempre pensato che per amare un uomo devo poterlo mettere su un piedistallo, lo so che non è giusto perché in questo modo non gli do la possibilità di sbagliare, è un ruolo molto difficile da sostenere quello del supereroe.
    Però se mi cala la stima, in automatico sparisce l’amore e il desiderio sessuale.
    Non ho stima per mio marito, ma affetto e abitudine.

    • @LEI quando una donna dice “è una brava persona”, ma non credo cambi di molto se a dirlo è un uomo verso una donna, dice che è un maschio beta. Anche il tuo amante è un beta. Non siamo lupi siamo uomini, veniamo attratti da chi ha parvenze di alfa per i nostri istinti riproduttivi, ma siamo tutti un po’ alfa un poco beta. Molti uomini tradiscono perchè si sentono visti come beta dalle compagne ufficiali e vedere l’amante che li guarda come alfa li fa sentire orgogliosi. Io non credo nell’esistenza di uomini alfa e beta, siamo persone con pregi e difetti. Sfilarsi con destrezza per una donna esterna potrebbe essere un punto di merito verso tuo marito, nel senso che potrebbe vederlo come un alfa quando tu ci vedi un beta.

  61. Preciso, gli anni sono stati 8 anni.
    Ammetto che è molto difficile spiegare dei sentimenti, come si fa a riamare dopo aver amato un altro?
    Intanto bisogna prendere decisamente atto che l’altro non ti ha amata, ti ha illusa e/o tenuta appesa per tanto tempo e di lì capire che tutto quell’amore che hai provato tu, tutta quell’energia sottratta non dico che è andata sprecata (io sono convinta che l’amore dato, prima o poi ti viene restituito dall’universo sotto altra forma) ma è stata mal indirizzata.
    Preso atto quindi che hai preso un abbaglio ti devi totalmente staccare da quella persona che inevitabilmente, volente o nolente ti distrae.
    Poi quando ti disintossichi e ti ritrovi sola con te stessa hai due scelte:
    Affrontare la crisi con tuo marito e provare a vedere se le cose si possono sistemare o decidere di lasciarsi.
    Io ho semplicemente tentato la prima perché in fondo io non ho mai smesso di amarlo (ero solo molto arrabbiata per avermi trascurata quando ne avevo bisogno). Ma questo lo capisci quando rientri in te, sicuramente non mentre stai frequentando anche l’altro.
    E’ una scelta, un percorso, ognuno fa il suo in base a quello che sente dentro.
    Non c’è nulla di sbagliato in chi decide di lasciare e non c’è nulla di sbagliato in chi decide di restare.

    Solo noi abbiamo la risposta.
    Un abbraccio Rosa

  62. Con i figli adolescenti è fatica,ne ho uno di sedici anni e ne so qualcosa,sono in un momento pieno di sbalzi…
    Io ieri dopo l’ultimo messaggio di metà mattina non l’ho più sentito,non l’ho cercato,ieri sera sono uscita e stamattina mi manda un messaggio chiedendomi scusa del fatto che non si sta facendo sentire ma sta male,ieri sono successe cose cosi(non so cosa)è che non ha voglia di nulla,mi dice spero tu stia bene(certo benissimo).Io gli rispondo che no non sto bene per niente,che capisco la sua situazione ma non capisco perché in tutto questo allontana me….io non sono la persona che ama solo quando si tratta di divertirsi, se amo una persona ci sono nel bene e nel male e se ci fosse un noi cercherei di stargli vicino.
    Il suo messaggio di risposta mi ha un po’ fatto rimanere,io ho paura che lui sia in una fase di depressione….mi richiede scusa che si sente fuori dal mondo,che sta malissimo e non ha voglia di niente o nessuno e che sua figlia sta male e lui non se lo perdona.
    Gli rispondo con le solite cose che deve tirarsi su e se non ce la fa farsi aiutare perché sua figlia ha bisogno di lui,che non può buttarsi giù,che è impossibile che in due settimane Tutto sia finito e senza problemi,che rispetto il suo voler stare da solo….non lo so davvero ragazze…

    • Vuol star da solo e intanto ti scrive e ti spiega.
      E tu giù a donare litri del tuo sangue.
      Te ne darà lui, quando ne avrai bisogno?
      @Angelina smetti tu, ti sembra ‘solo’ una risposta perché in pratica di questo si tratta. Ma ti sta dissanguando. Devi importelo tu: basta.
      Dai.. non vedi anche in che modo miserabile ti costringe ad interfacciarti con lui? Una discarica.. non va bene, ma nemmeno fosse tuo marito e fosse tua la figlia. È sbagliato il modus.

      • Esatto. È una comunicazione sterile. Anzi, l unica a rimetterci sei tu. Ti mette nella condizione di non poter far nulla e di assistere al suo star male..una cosa davvero cattiva e da mezzo uomo. Un uomo (o una donna) che vogliono bene non riversano il loro malessere dell’amato bene se sanno che l amato bene non può far nulla..è sadico .

  63. @angelina ti capisco tanto. Anche con me era tanto lontano dopo essere uscito di casa, anche lui molto silenzioso e depresso e considera che lui non aveva figli e da due anni spalava merda sulla ex, ma andando via si è preso male perché lei non ha provato a rilanciare e quindi in definitiva stava male x la sua storia finita perché lei non lo stava inseguendo. Oltre che preoccupazioni x aspetti materiali in cui l’ho aiutato io in tutto. Io capisco che uno possa stare male ma intanto stavo cercando anche io di separarmi e inoltre non ha mai dico mai espresso insieme al sacrosanto dolore x separazione (ma a sentire come parlava di lei fino a due giorni prima non lo avrei pensato) almeno un minuto di gioia x un futuro nostro che si poteva realizzare. Invece solo silenzio e gran cazzi suoi. Io mi sono fermata li perché ho capito che sarebbero stati mesi e anni di m e dopo quelli già passati non potevo.proprio farcela perché anche io avevo bisogno del suo supporto o almeno che non mi prendesse tutte le energie..non so cosa consigliarti @angelina..mi sembra molto egoista.

  64. Ragazze avete ragione è tutto vero ciò che dite e me ne rendo conto…mi fa male tutto questo riversare,non c’è un dialogo,ci sono solo i suoi problemi e si non è giusto che li riversi su di me…ma non ci stiamo più sentendo,non so se sinceramente ci sentiremo più…ma oggi sto male,mi sento veramente male..adesso che è fuori casa,che avremmo potuto un po’ alla volta stare insieme,dopo le tante parole lui mi da un calcio nel sedere…ma non glien’e mai importato nulla?
    Passerà vero??

    • @Angelina.. guarda che sei nella norma, chiunque qui reagirebbe così.
      E’ fuori casa, cosa lo frena?
      Appunto. Vai avanti, datti la risposta: cosa lo frena?
      Niente.
      Quindi? Mentiva? No, magari prima no, magari fino a un certo punto no. Poi però è cambiato qualcosa, ha cambiato idea. MA NON PER COLPA TUA.
      Non puoi farci più niente, chiama le amiche, piangi, tira le paranoie a tutti qui e nel mondo, ma fai passare del tempo.
      E distraiti, il prima possibile.
      Ovvio che passa, sta passando a me che pensavo di passarci altri 25 anni.

  65. Due giorni e ritornerà, e poi ci rivedremo, mentre era in vacanze ci siamo sentiti comunque, ma l’ho sentita lontana, come se qualcosa stesse cambiando.
    In realtà chi stava cambiando in realtà ero io.
    La sera, ho preso i miei familiari, e davanti a loro, ho pianto, ed ho chiesto scusa per questi anni di bugie, di sotterfugi, pur di stare con lei.
    Perché lho fatto, perché mi sono reso conto, che, nonostante averla sentita, nonostante i suoi manchi, ti vorrei qui con me, io stavo esattamente dall’altra parte del mondo.
    I miei familiari, se avessi bisogno, sono quelli che mi saranno vicini, e non lei.
    Dentro mi sono sentito un altro, eppure, sento quanto mi ama, quanto, mi ha dato, ma qualcosa questi quindici giorni hanno fatto.
    Scusate, ma ormai ho imparato anch’io a scrivere qui…

  66. Si ho detto tutto, loro la conoscono benissimo, è amatissima dalla mia famiglia.
    Mi sono sentito dire, che avevano già capito tutto, solo osservandoci, la complicità che c’era, nelle poche parole che ci scambiavamo, quando qualcuno era presente.
    Non sono stato giudicato, ma ho sentito dirmi, che insieme stiamo bene.
    Mah, per quanto la conoscono, di ricordarmi, che lei non sarà mai mia.
    Lei non lascerà mai lui, per egoismo, ammettere di aver fallito due matrimoni, non è affatto facile.

  67. Cossora@sentirla al telefono, in quel modo, con distacco, dove per qualche giorno mi avresti voluto insieme, e poi una volta che si è vissuta la città, i luoghi di culto, con tranquillità, mi ha detto, che non le mancavo.
    Mi ha mandato in crisi, mi sono sentito, perso.
    Ora, ho il cuore più leggero, ma, non so, come sarà guardarci negli occhi tra un paio di giorni.

    • Scusa @Love …. Ma ti ha detto ‘non mi manchi’????
      Io non riesco a capire se lo dicono per il gusto di ferire o perchè si autoconvincono che in fondo la loro vita tanto male non è!!
      @Love …. Se non sbaglio lei è quella sposata e tu no …. Sei libero!! Gira il coltello dalla parte del manico a tuo favore, là fuori c’è un mondo!!

      • Si, @dispersa, mi ha detto che I primi giorni, ha solo desiderato avermi con lei, poter passare tutti i giorni con lei.
        Poi, ha cominciato a decidare il tempo a se stessa, in quanto lui era lì per lavoro, ed ha deciso di dedicarsi ai luoghi di culto, lei crede in queste cose, e da lì, mi ha detto, che non sono stato, nei suoi pensieri, e non le sono mancato.
        Questo mi ha fatto pensare…
        Prima di partire, mi dici, promettimi di pensarmi, perché io ti amo, e poi bastano gli ultimi 5 giorni su 15, per arrivare a questo….
        Sai, passi dal piacere che ti fanno le prime parole, dove mi avresti voluto con te, al dispiacere, di capire che mi vorresti con te, ma non sono io che è lì con lei, ma il marito, seppur per lavoro.
        Non so, se lo fanno per ferire, ma certamente molte volte, non ci si rende conto che dall’altra parte hai una persona che prova dei sentimenti.

        • Senti @Love …. Ne riparliamo al suo rientro …. Quando sarà passato l’effetto ferie …. Quando si stacca dalla realtà vedi tutto in modo diverso, ma è un’illusione!!
          Il mio al rientro dalle ferie, da un luogo magico, mi ha confessato di aver detto alla moglie ‘passeremo la ns vecchiaia in questo posto’ (cosa che ho detto anch’io al mio compagno perchè fuori dal mondo e dai problemi) …. Tempo due gg aveva già girato la frittata, ma non mi dilungo ….
          Magari come dice @Ep due matrimoni ‘falliti’ sono troppi …. Ma un po’ come i figli …. Sono una scusa …. Comoda, accettabile, ma rimane scusa!!
          Per questo mi sento di dirti che secondo me tornerà al ‘mi manchi’ …. Ma il risultato finale non cambierà!!
          Ci ostiniamo a concentrarci nel problema e non nella soluzione!!
          A te va bene così?

          • Sapete quando si sta bene? Quando ad ogni dubbio o loro tentennamento ci si chiede onestamente ed ostinatamente: è perché non è qui con me?
            Basta. Chi se ne frega se si annoiano a casa, se devono tradire, se sono infelici..? Non sono con noi, non cercano noi. Cercano semplicemente ‘altro’.
            Il bohemien mi sta insegnando questo. Mi cerca di continuo ma non essendo coinvolta (sinceramente non capisco come si possa essere coinvolte con uno così: mistero) non fraintendo e vedo serenamente la ricerca di distrazione dalla routine, come si compiace nel sentirsi maschio (l’eccitazione da tradimento è la più forte, di marmo in un nanosecondo e pronto dopo 10 minuti dalla scopata precedente). Un enorme vuoto. Ma sempre enorme, e per lui questo conta. Non mi fa pena, non voglio spiegargli niente, non voglio mostrargli gratis come si sta bene ad aprirsi all’amore.. sprecherei a vuoto tutte le mie energie. Ma pensate se invece che prenderlo per distrarmi lo facessi per solitudine.
            Penserei mi cerca sempre perché gli manco, è sempre eccitato perché la sua donna non fa sesso con lui.. e via sulla strada del fraintendimento!
            L’amore è raro.

          • @Dispersa…si mi va bene così??
            Bella domanda, io in quindici giorni, ho cercato di capire cosa mi mancava…
            L’abitudine di vedersi tutti i giorni, il coccolarci, il condividere, le risate che ci facciamo, l’intimità, ed in fin dei conti, a me manca ed è mancata lei.
            Mi piacerebbe provare anche a me, provare 10/15 giorni con lei, ma anche non di vacanze, anche di vita quotidiana, ma provarci.
            Mah…alla fine, mi rendo conto, che io ci posso aver provato, l’ho corteggiata allo sfinimento, sempre in modo educato, e romantico, ma ha scelto lei di accettare, a scelto lei, di concedersi a me.
            E…sciegliere la sua vita, spetterà sempre a lei.
            Come dici tu, e come dice mia cognata, aspetta il suo ritorno, la lontananza assopisce, il posto nuovo incanta, ma quando ci si guarda negli occhi al ritorno, se il sentimento è reale, sarà come non fosse mai partita.
            Aspettiamo e vi aggiornerò…
            PS aggiungo, che vi ho lette tutte, nelle vostre storie, e da uomo, posso capire, cosa provate, a volte, mi avete aiutato, anche a relazionarmi con lei…
            Siete un gruppo di donne fantastiche, e scusate se ve lo dico, con le “PALLE” perché molti, non sanno cosa si può passare in queste relazioni.
            Grazie a tutte

          • Love, hai perfettamente descritto quello che si prova in tutto questo gran casino in cui abbiamo deciso di infilarci perché ci credevamo…e come dici tu se i sentimenti sono veri potrebbe passare anche un uragano ma noi siamo sempre lì…con le stesse emozioni….e anche per loro è così…confermato da quello che dicono e che dimostrano dopo giorni di distanza.. perché in fondo è abitudine quella che hanno in casa… quell’abitudine che conviene per non far soffrire le famiglie e che tiene tutti felici e contenti (in teoria)…ma poi le belle emozioni sono altrove…e quelle mancano prima o poi…

          • @Ale io rientro in quei pochi casi dove lui non ha mai messo in discussione il matrimonio …. La moglie non la lascia!!
            Discorsi contorti li ha sempre fatti e li fa tutt’ora, ma il tutto dettato dall’azz mi stà scivolando via dalle mani’ …. Cmq ‘struca struca’ mi ricorda sempre che la moglie c’è!!
            Gli ho riportato l’esempio del quadro e della cornice …. E mi ha confermato che sono la cornice, quella che vorrebbe tenere per sempre …. Ma sono e rimarrò cornice!!
            Io a suo tempo ho sperato e sognato una vita assieme …. Ma ora questo pensiero nemmeno mi sfiora!!
            Non sò se sono pazza …. Ma mi trovo in una fase strana …. Dove stò riottenendo tante cose, dove mi stò ritrovando con il mio compagno, dove il mio ‘amante’ (non lo sento più tale) ha perso terreno …. Lo desidero ancora, ma è come se fosse la famosa stampella da ‘usare’ prima di tornare a camminare!!

        • Caro @Love…anche la mia faceva cosi…mi manchi, vorrei averti qui…e poi spariva, poi fredda, poi ricompariva, poi fuggiva…ci ho perso anni dietro a questa contraddittorietà, anzi direi che forse era proprio il cercare di venirne a capo che mi faceva restare li. Non potevo non capire! Alla fine sai cosa ho capito, e cosa qui ti consiglio? Lascia perdere, non la capirai mai. O meglio…lei vuole stare col marito. Punto. Non perdere tempo a capire il perché di quelle frasi cattive. Anche a me le diceva. Mai capito perché. Girati senza voltarti, senza spiegarle…trovati una chiodo, o fatti una vita tua…te lo dico da amico!

  68. @love…credo anch’io nn sia facile ammettere di aver cannato 2 matrimoni su 2…che x inciso e più o meno quello che ha fatto il mio ex amante…anche se la seconda volta nn si è sposato…almeno nn ancora! L’ultima volta che lei glielo ha chiesto lui ha pure detto di NO…prima era un VEDIAMO…
    Io lo avrei già ucciso credo…oltre che mi tocca chiedertelo io…(ma nn sarebbe successo xchè su certe cose sn tradizionalista…e infatti nn mi sn mai sposata)…tu pure mi rispondi di NO?
    Ho il dubbio che mi tradisci…ti metto sotto controllo…geolocalizzazione compresa…dopo un po’ ti chiedo di sposarci e tu dici NO?!?!
    Io avrei già fatto le valige…dopo 10 anni che stiamo insieme… è un ammissione di disinteresse…se nn di colpa!
    Cmq Love…ci stai arrivando anche tu…e scrivere qui serve…molto più che leggere soltanto! Quindi nn ti scusare se scrivi…
    Raccontavo a @Luce mercoledì sera che qnd sn partita cn il mio secondo e definitivo CDS ad aprile di quest’anno ho preso il coraggio di scrivere (prima leggevo da un sacco di tempo…a fasi alterne…ma mancava il confronto)
    Scrivere sul blog mi ha tolto tante volte la tentazione di scrivere a lui…
    Tu concentrati su queste nuove sensazioni di distacco…cerca di guardare senza paura in fatti concreti…nn idealizzare quei pochi gesti gentili nei tuoi confronti…e prima o poi arriverà anche la spinta ad allontanarti!
    Quando sarà… dovrai essere forte xò…xchè probabilmente farà finta di lasciarti andare ma poi ritornerà sotto…al primo cenno di BISOGNO!
    Xchè?
    Xchè oltre ad aver bisogno (pari pari agli uomini) è pure donna…e la donna fa più fatica ad adattarsi passivamente ad una scelta razionale…abbiamo quella sana follia che ci fa credere che tt sia possibile…e viviamo MALISSIMO cn al ns fianco i rimpianti!
    Un grosso abbraccio @love…

      • @Ale… è la verità! Soprattutto all’inizio qnd avevo i momenti down…qnd ti si insinua il dubbio…massì sempre meglio amici… amici di penna…trombamici…qlsiasi cosa ma nn stacchiamoci del tutto! Un messaggio ogni tanto…cosa farà mai?
        Poi c’era quella vocina…FIDATI @EP….qua dentro quelle che ne sn uscite davvero hanno applicato CDS TOTALE! Le altre sn ancora in alto mare…da mesi…anni…FIDATI…guarda solo i fatti!
        E allora cercavo di concentrarmi sui FATTI…nn mi chiedevo più PERCHÉ…ma dovevo sfogare quel bisogno di scrivere…e mettevo giù dei papiri…che secondo me hai anche cancellato in molte occasioni xchè troppo lunghi…nn lo so…xchè nn tornavo a cercarli…li rivedevo solo se qlcno mi rispondeva…ma nn era importante…quello che era fondamentale è che avevo superato la crisi…avevo impegnato quella.mezzora x scrivere nel blog e nn a lui…evitando cosi il diabolico meccanisco del riavvicinamento!
        La mia parte razionale qnd si mette in modalità CODICE BINARIO…è meravigliosa!
        Mi ha sempre tolto dai casini piu casini…

        E questo posto…te l’ho già detto è un fantastico esperimento sociale…il gruppo ALCOLISTI ANONIMI declinato all’AMANTATO!

        • @Ep
          Idem!
          Esattamente uguale!!!

          P.s. si lo so ,mai ho pensato di poter competere nè con te ne con nessuna/o

          Je suis UNIQUE SPLENDIDE
          une tres belle vieille femme toute plaine des couleurs du monde entier!!!

          Sono nata per miracolo ,ah ah
          E se sono nata e mi trovo qui a pieno titolo
          Perché Mia Nonna si fece prima un amante,mio Nonno,
          Poi lei divorziò,
          Mio nonno la sposò excetera

          Et voila oui ,je suis bien sur le produit
          Di un Amantato RIUSCITO!!!!!!

          Ah ah ah ,
          Ah Ep des fois l’appa Inganna …!!!!!
          Ah ah ah ah

      • Anche a me è successo così Ale.
        HHo letto che molti psicologi fanno terapia da dipendenza affettiva per iscritto, quindi questo blog per molte di noi è stato assolutamente terapeutico.

  69. @Ale…❤️
    Io qui rimango giusto x testimoniare (a parte che adesso superato il primo gradino della conoscenza reale mi sarebbe venuta una certa voglia di conoscere tutte quelle cn cui dialogo quasi giornalmente)…
    A me è servito tanto che ci fossero persone avanti…e purtroppo anche indietro… è cm se prendessi costantemente le misure!

    Ah…una cosa strana di cui mi ero giá accorta nell’ultimo periodo…ma di cui ho avuto totale evidenza
    mercoledì…

    Ho sempre ritenuto l’anonimato FONDAMENTALE…avevo paura che qlcno mi “riconoscesse”…oggi nn mi interessa più…ok sn stata un’ amante…e allora? (magari nn direi di chi…ma x proteggere il suo anonimato…visto che ha scelto di rimanere a casetta sua col cuxx al caldo)
    Abbiamo scoperto di avere conoscenze in comune tra di noi…anche cn @Luce e @Daniela…qlche tempo fa magari mi sarei un po’ sentita a disagio…oggi x nulla!
    Ragazze…l’amantato è una PRIGIONIA…ti costringe a nasconderti…mentire…a essere la persona che nn sei!
    SOLA…la maggior parte delle volte!
    Nn abbiamo ammazzato nessuno…x finire in prigione anni!
    Liberatevi!

    • Si è successo anche a me. Ora, posso anche parlarne di aver avuto una relazione con un uomo impegnato, ovviamente non con la catechista della parrocchia hahahaha!!!! Non mi vergogno più, la prendo a risata, tanto ce ne sono a badilate di storie adulterine… si fottessero i bigotti che poi son quelli che reggono il gioco alle coppie defunte:)

        • Io ho notato una certa evoluzione nei nomi. Quando sono riuscita a chiamarlo “amante” è stato un bello stacco. Non era più il mio amore che per un caso del destino, con pazienza, si sarebbe liberato per me. No. Eravamo due amanti, cioè in relazione ma impegnato lui altrove, nudo e crudo. Infatti anche qui lo chiamavo l’ex-amante, togliendo pure “mio” e mi strideva vedere molte che usavano invece “il mio uomo” “il mio lui”. Con le amiche care che sapevano invece è diventato “l’adultero” e basta, vi assicuro che le parole pesano e cambiano i pensieri.

          • A me non è mai venuto da chiamarlo “il mio uomo” (ne lo sentivo come tale, ma non lo sentivo “impegnato” come una persona sposata, anche per le balle che mi aveva raccontato), già amante era troppo, perchè comunque dentro c’è la parola amore, adesso quello che oggettivamente sento di dire è “la persona che ho frequentato” (anche se ex-amante è più pratico) anche se quella persona mi scriveva di continuo e diceva parole d’amore, ecco uno che frequenti non fa così di solito. Pure le parole sono disfunzionali, ci vorrebbe un vocabolario a parte.

          • Io sono evoluta quando mi sono chiamata io “amante”, e lo dicevo a lui che “non voglio fare l’amante”, e lui che ripeteva “tu non sei un’amante, sei la mia compagna”…però – dopo essere uscito da casa 3 volte – è tornato a casa sua.

      • @Angelica2.0
        APPLAUSI SCROSCIANTI!!!
        E ANCHE IN PARICOLARE
        Per i bigotti,che purtroppo fanno danni enormi ,un indotto grave,secondo me,nella società una presenza che distrugge il bene individuale e collettivo

        Ma il Bigottismo è un fanatismo ipocrita e purtroppo qualunque
        religione ne contiene sempre una parte,

        Forse che sia questo per me pure un ulteriore motivo del mio convinto ateismo,che è vera libertà del credere in se stessi e che tutto ciò che posso fare nella mia vita lo posso fare finché avrò vita e cioè

        QUI E ORA,
        E quindi
        Un bel Bacione a te
        Cara Angelica2.0❤️

        Combinazione i nostri pseudonimi contengono un fattore Angelico ,una apparente contraddizione nel mio caso ,ma come sempre vi sta sempre una ragione che spiega le nostre scelte tutte!

        • Vite misere, @Cossora. Uomini a meta. Mezze calze. Uomini cosi non li vuole nemmeno la piu disperata delle donne. Perché se la moglie sapesse il perché della sua disperazione (strisciante) non lo vorrebbe neppure lei.
          Io penso sempre a questo. Chi sta meglio tra me e lui? Chi ha piu speranze di un cambiamento positivo?
          Io.

          • Beh dai alcune sanno e va bene così, ma avranno sicuramente il loro libretto nero.. il mio ex tardava ad onorarmi di ruffianeria.. iniziava ad insospettirmi: vuoi vedere che lui é uno dei pochi che chiudono seriamente?
            Ovviamente mi sbagliavo.
            Non si finisce mai di imparare!

          • @cossora…anche il mio ex “principe azzurro” zero ruffianerie…e anche io ho pensato vuoi vedere che lui è la mosca bianca? (Supportata anche dal fatto che nn aveva figli e dal pesante precedente…lui aveva già lasciato una moglie 10 anni fa x ripartire cn una compagna nuova…questa)
            Ovviamente mi sn sbagliata pure io…ho sottovalutato il fattore distanza e quello “two fallimenti NON es megl che one”
            No…nn si finisce mai di imparare…io poi avevo pure pochissima esperienza in materia di amantati (neanche x conoscenze di terze persone) e quindi ho seguito solo l’istinto…SBAGLIANDO DI GROSSO!
            Di buono c’è che lui nn ha fatto tt le porcherie che sento fare a molte qui…quindi la mia battaglia x uscirne e stata solo contro me stessa…xchè nn ne volevo sapere all’inizio di lasciarlo andare!
            Ora se tornasse potrebbe fare tt le porcherie del repertorio…che saprei cm rimandarlo al mittente senza che la cosa mi tocchi minimamente…ma nn le farà…(anche x un senso di vergogna)…
            Ritengo che alla prossima crisi (xchè a casa nn ha risolto proprio niente…ha solo tamponato) sarà più facile andarsi a cercare un’altra stampella!
            Sempre che la principessa in carica nn si stanchi del suo egoismo da 50enne attempato e lo molli lei (è donna…ha 40 anni…una buona posizione lavorativa…e un prospettiva un po’ desolante all’orizzonte…)
            Sai…probabilmente il discorso sulla ruffianeria dipende molto dal carattere…io nn sn una che si fa incantare troppo da baubaumiciomicio…nn sn neanche predisposta io personalmente a questo genere di atteggiamenti…su di me fa più effetto l’ironia…l’autoironia…il farmi ridere…il prendersi in giro costantemente…il bacchettarmi qnd nn ho ragione su qlcsa (io l’uomo che mi liscia e mi indora così…ad cazzum…proprio nn lo sopporto)…e lui in questo era maestro!
            Ma a parte questo…l’esito e lo stesso! Fatto cn uno stile diverso…ma l’esito è uguale per tutte!

          • Non so @EP io non lo boccio a giugno. Lo rimando in tutte le materie.
            È bravo, era bravo c’era del buono nel suo essere sentimentale, nelle sue intenzioni generali e mi sembrava pure di avergli visto una certa luce dentro. Era la mia, riflessa in un suo specchietto.
            Non è da buttare ma non è assolutamente al mio livello.
            Rispetto assoluto ma non è abbastanza. A casa non so cosa abbia, ma se funzionano io alzo le mani.

          • Vorrei quel cambiamento @Oldplum.
            Oggi ho addosso tanta tristezza.
            Complimenti amore mio, ce l’hai fatta.
            Col tuo messaggino di merda sabato hai riacceso tutto.
            Spero tu inciampi e caschi nel fuoco.

          • Ti ha scritto?…. Guarda, sono solo pochi giorni e ti riprendi di nuovo, vedrai. Io, dopo settimana scorsa di visite inaspettate e messaggi ho perso di nuovo il sonno. Ma ora, dopo tre giorni di silenzio, è la prima notte che ho dormito di nuovo senza fissare il soffitto….
            Ti riprenderai e ogni volta, dopo ogni suo messaggio, ti riprenderai sempre più in fretta.

          • @cossora…lo sai solo tu!
            Finché nn gli rispondi…lo sai solo tu che quel messaggio ti ha destabilizzato!
            LUI NON DEVE SAPERE…altrimenti capirà di aver scalfito qlcsa…capirà di averti ancora in pugno! E ogni volta ti prende sempre di più le misure…
            Caxx tira fuori l’orgoglio! Chi e sto sfigato x farti stare così dimmerda?
            Chi è sto sfigato da avere così tanto potere sulla tua vita? Ma nn ti girano i
            coglioni solo x questo?
            Ok…stai male oggi? Domani nn sarà così…magari fra 3 GG sarà così di nuovo è poi nulla x altri 5 GG…nn c’è nulla da fare…la devi passare! Ma se tu lo rifai entrare nella quotidianità nn passa…fai cm ho fatto io…qnd hai voglia di scrivergli…scrivi qua!
            E nn essere impaziente @cossora…questa cosa nn si supera in 3 settimane…ci vogliono mesi…te l’ho già detto…nn sn i 100 MT… è una maratona! Piccoli passi tutti i GG senza guardarsi indietro…e se un messaggio del caxx ti fa sto effetto bloccalo! Nn avete paura di lasciarlo andare…NON È MAI STATO TUO!

          • @EP vado a stampare al volo questo messaggio in gigantografia e lo faccio diventare la mia nuova carta da parati di casa. Hai scritto tutto quello che ho in testa, preciso. GRAZIE <3

          • @EP grazie, grazie Ines.
            Scrivo qui, chiamo la mia amica ma col beep che gli di il minimo indizio su come sto. Non é bloccato da nessuna parte. Silente sui social ma sabato quel video e ieri un like.
            Ma non gli rivolgo niente. Zero. Mutismo, indifferenza.
            Certo che mi sta sugli zebedei che sto sfigato che si nasvonde dietro la moglie cattiva e il figlio sensibile possa spostarmi.. ma gliel ho dato io questo potere.
            Io neo sentimenti ci credevo. È come se lui con la sua finta debolezza mi avesse distrutto la convinzione della bontà delle persone.
            Non voglio diventare una donna dura, fredda..

          • @Cossora esatto, non farti levare da questa storia la tua parte vera, la tua parte viva. Nessuno mette in discussione i sentimenti provati, quelli c’erano ma non garantiscono la bontà della persona o l’happy ending, cioè puoi essere innamoratissimo ma se sei frollo alla prima tempesta diventi pappina, e se sei cacca beh… avrete capito. Io sono tanta, lui era poco. Voglio uno tanto almeno quanto me, che non mi intacchi. E uno “tanto” è uno che ti rispetta, pure quando le cose per variabili varie sono andate male. Rispetta i tuoi spazi, le tue decisioni, le tue esigenze e i tuoi silenzi e dovrebbe pure rispettare il tuo dolore e la tua natura. Pelatino grassoccio non lo fa. Mandalo a stendere ogni giorno un po’ di più accanto alla sua signora sovra-profumata, sei già con un piede fuori.

          • Di sera è più difficile. DI giorno anche se la situazione non è diversa in nulla, mi sembra tutto più ridimensionato.
            Passerà, avete ragione.
            Grazie @Eva2.0 non deve rovinare me.
            E’ lui il poveraccio.

  70. @cossora…stessa tristezza mi assale oggi…quando pensi di aver trovato il tuo equilibrio senza le sue attenzioni basta una sua “cattiveria” ,che per lui è sempre una cosa insignificante, che ti assale la stessa delusione capace di annientare tutto quello che ti restava…questi uomini sono solo capaci di tappare buchi secondo sempre le loro esigenze e per “far stare tranquilla” la moglie….per il resto finzione con tutte!!!non amano nessuno delle due questi poveretti …di animo e di sentimenti!!!!!

  71. @Delusa, rispondo a te, che avevi fatto un commento preciso, ma, racconto a tutte.
    È tornata, e come prima cosa, è passata da me, ma, io ero assente, per impegni personali, ed a pensato bene di chiamarmi, per dirmi che in settimana, si è presa quasi tutta la giornata, da passare insieme, ed ha organizzato una cena con amici, per poter uscire la sera, nel fine settimana.
    Alla mia domanda…”ma, quando mi hai chiamato, hai detto, che non ti sono mancato?”
    Ho ricevuto questa risposta:” si, è vero…lui ha lavorato per tutti i giorni, che sono stata in vacanza, ed io mi sono dedicata a me, 9ma poi torni a casa, e tutto ritorna come prima, non riesco a fare a meno di te!! ”
    Ascoltandola, e leggendo, le storie, ed i commenti di molte di voi, la rivedo nei panni degli uomini di cui parlate sempre.

    • Ascolta @Love, la tua assomiglia molto alla mia…pertanto quello che posso dirti è che nin ci cavi un ragno dal buco. Forse la tua è più intraprendente, la mia nemmeno quello…ma da come la descrivi lei sta bene coi piedi in due scarpe. Da un lato ha delle cose mentre tu gliene dai altre. Certo che non può fare a meno di te…ma se non sei tu a darle quel che cerca lo troverà altrove. L’altro giorno la mia, durante un evento di gala per lavoro, mi ha scritto un complimento…ci provano sempre ad avere fuori casa quel che a casa non trovano. Sta a te decidere cosa vuoi fare, a bagno maria ci resterai finché morte non vi separi

      • @Berg come sei lucido. Io riesco ad esserlo qui con voi a parole. Ma poi in certi frangenti penso a un anno fa.. a certe verità che non ho messo in discussione e mi sento così idiota.
        Sotto Natale. Andava e diceva mi concentro su mio figlio. Poi tornava e mi diceva stavo male mi mancavi tanto.
        Però durante il soggiorno solo skilift e montagne innevate.
        Mi viene il vomito. Ma almeno quest’anno me lo evito.

    • Berg e Love, siamo tutti nella stessa barca…anche a me dice le stesse cose…mille cose da fare a casa tra cui un neonato da accudire ma poi gli manco come sempre…quello che ha da me non ha in casa e tanto vuole fare il forte e tanto sa che non può fare a meno di me… dobbiamo essere noi la parte forte perché questi tira e molla fanno soffrire più noi sicuramente ma sono consapevole che quel legame pieno di emozioni ancora mi rende debole e mi fa cadere in tentazione… è tanto difficile….

      • @Delusa …. Quel legame pieno di emozioni è solo tuo!!
        Lui è troppo impegnato tra pannolini e pappette …. Il mio tra lavoro, sport e amici da bar (in casa credo ci stia gran poco)!!
        Sono paletti che mettono perchè hanno capito come funziona e che funziona!!
        Se non lo vedessi tutti i gg sono sicura che il tutto si sarebbe chiuso più rapidamente!!

        • Dispersa, percepisco che le emozioni, nonostante i suoi impegni familiari quotidiani, le prova e le dimostra appena non si sente stressato dalla moglie..a lavoro ovviamente è libero da lei ma avendo scoperto la nostra storia lei non è tranquilla se noi lavoriamo assieme e quindi tutta questa tensione spesso si ritorce contro di noi sebbene faccio il possibile per tenere i nervi saldi visto che lui spesso per la paura di cui parlavi prima si comporta da immaturo..per esempio pur di tenere contenta la moglie, così smette di sbraitare, prende giorni di ferie senza dirmi nulla…e magari non ci vediamo per una settimana di fila…

          • Esatto Alessandro …ma penso che prima o poi uno dei due si stancherà…io inizio a dare segni di cedimento..e prendo la parte buona della cosa! Non si possono tirare le orecchie all’infinito su questioni così delicate e soprattutto dopo che abbiamo passato l’inferno insieme…la maturità a un certo punto bisogna tirarla fuori…anche nelle piccole cose.. nonostante lui giustifichi tutto dicendo sempre che la “situazione è anomala” e non ci fa essere come tanto vorremmo…bla bla bla bla

        • Hai ragione…loro riescono a mettere questi paletti che a me dopo un po’ snervano anche se ci andassero di mezzo le nostre famiglie..arrivi a dei punti che questo vivere e non poter vivere ti logorano..e sicuramente vederlo quasi ogni giorno a lavoro non mi aiuta per nulla …ma ti dico la verità che tutt’oggi non ce la faccio a scegliere di andare via…so che mi ha segnata molto questa storia e cerco di distaccarmi gradualmente, soprattutto psicologicamente, perché abbiamo sempre avuto una dipendenza l’una dall’altro..ma è così difficile staccare queste persone che hanno liberato una parte così profonda di noi che quasi non sapevo di avere..
          Dispersa, ma tu con il tuo lui ci lavori insieme anche? Non ricordo bene la tua storia..

          • @Delusa …. Un po’ come te, lavoriamo assieme, la moglie l’ha beccato e io sono passata per la collega un po’ persa (ma lui da uomo responsabile non mi ha toccata con un dito!! See va bhee ….).
            Anch’io percepisco le sue emozioni, ma poi quando mi tiene lontana mi chiedo se il tutto è solo un riflesso di quello che sento io!!
            Sò che si sente in colpa verso la moglie ….
            Lui è una persona dove al primo posto mette ‘cosa mi conviene’, l’ho sempre saputo e me ne ha dato conferma anche lui. Ha raggiunto quasi tutti i suoi obbiettivi, e probabilmente lui è felice così (tra l’altro a casa ha una moglie che rompe poco e innamorata).
            Io sono arrivata al non dirgli più nulla …. Mi stò allontanando piano piano perchè ho una famiglia da proteggere e un compagno a cui tengo ancora molto!!
            Con lui mi sono riscoperta donna e ha tirato fuori una me che a suo tempo avevo annullato ….
            Ma ora, come dice @Ale, sento che il tutto è tirato per le orecchie!!
            Non ne vale più la pena!

          • Dispersa allora siamo davvero nella stessa situazione…anche io ho una famiglia da proteggere e un marito a cui tengo(anche se nella sofferenza che avverte dorme) e che in fondo so che non varrebbe la pena sostituire con l’altro, specialmente alla luce di determinati comportamenti..che portano sempre a mettere in luce che la sua priorità è non dare dispiaceri alla sua famiglia e tenerla in piedi a costo di fare stare male me…io devo sempre comprenderlo, come se io non avessi la stessa famiglia e le stesse priorità… è un continuo accontentarsi…che porta a fare stare male me perché la donna innamorata sappiamo benissimo che passa le giornate come un fantasma che cammina e fa le cose per inerzia… nell’attesa di non so cosa poi… perché non c’è nulla da aspettarsi..solo che il sentimento scemi e tu riesca ad allontanarti da lui…che comunque non mi sembra innamorato della moglie, anzi, e comunque è una donna che rompe abbastanza quindi lui non ha una vita molto tranquilla anche a casa…ma questo dovrebbe importarmi poco…non voglio più pensare alla loro coppia perché la gelosia è all’ennesima potenza..in questo periodo penso piuttosto a come vivere meglio e capire cosa voglio da tutto questo.. speriamo di uscirne presto cara Dispera…

    • @Love …. Vedi?
      Il mio beccato ci ha impiegato 4 mesi per tornare, sempre presente …. Alternava momenti di ‘stò bene a casa’ a squilibrio ‘vorrei ripartire ma è tutto complicato’ …. Non erano sensi di colpa, ma paura!! Non gli mancavo per amore, ma perchè ero la sua stampella!!
      Lo vedevo e lo percepivo il suo voglio/non voglio …. Logorante che mi creava solo una grande confusione!!
      Ora c’è ancora …. Non chiude perchè sà che non ci riesce, ma in realtà io sono quella figura ‘poco presente che lo stressa gran poco’ ….
      Fuori lavoro ora ci si vede poco, ma a lui è quello che basta per evadere ogni tanto, e per non sentirsi in colpa verso la moglie!!
      Se fossi stata più decisa al ‘dentro o fuori’ mi avrebbe detto ‘fuori’!!
      A me non sta bene, per quello che rompo poco (poi è di mia indole), ma lo faccio per staccarmi un po’ alla volta!!
      Ora lei è tornata, solito tram tram, ma guarda il futuro, tu lo vuoi così? Perchè così sarà …. Nulla o poco cambierá!!

  72. Berg…non so nemmeno io, cosa dirti…
    Ci sto bene, ma, questo stacco è statti difficile, sopratutto perché da quando lei, si è lasciata andare, perdendo qualche paura, sembra ancora più difficile vedere con lucidità come dici tu…

  73. Alessandro posso farti una domanda statistica? È legata alla distanza. Molte storie di amantato nascono così, si vive in città diverse, e ovviamente alle complicazioni normali di coniugi figli soldi ecc si somma questa che comporterebbe o un rapporto da pendolari o un trasferimento in prospettiva di uno dei due. Se già solo una storia su dieci di amanti innamorati si concretizza, quanto incide la distanza? Mi verrebbe da dire che se l’amore finisce ammazzato dai calcoli non basterebbe essere vicini di pianerottolo, se c’è un sentimento vero si trova la soluzione comunque. Ma sono perplessa.

      • Personalmente ho avuto da giovane una lunga storia a distanza (per studio e lavoro poi) sfociata nel matrimonio, quindi so che funziona. Mi chiedevo se invece nell’amantato sia un paletto importante, nel momento di scegliere, visto che si parla così spesso di convenienza..

  74. Guarda, chiaramente gestisciti come meglio credi. Solo ti avviso, lei sta bene col marito fintanto che tu le darai ciò che il marito non le dà, cioè le emozioni. In pratica tu la stai aiutando a sorreggere il suo matrimonio. Magari mi sbaglio,eh…io ti parlo sulla sponda della mia personale esperienza

  75. Correggetemi se sbaglio: salvo pochi casi sporadici, tutti i nostri amanti (o quelli di cui siamo amanti) alla fine mica ci disegnano.
    Non vogliono fare a meno di noi, finchè non costiamo troppo.
    Non è questione di essere ‘forte’ e sopportare eroicamente un fardello al posto loro, è riconoscere che siamo dotati tutti più o meno delle stesse forze ed energie, ma loro fanno come facevano i compagni di scuola che arrivavano sistematicamente senza merenda e la chiedevano sempre alla stessa persona.
    Si dice andare a scrocco.

    • Esatto @cossora…alfine, di fatto, è così…loro scroccano emozioni e poi quando sono sazi buttano l’imballaggio nella spazzatura…differenziata magari.

Rispondi a Berg Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ecco La matematica del cuore, il mio nuovo libro

Ci siamo finalmente! Ve lo avevo annunciato, molte lettrici lo aspettavano e ora posso dirvi, rivelarvi tutto: il mio nuovo libro si intitola La matematica del cuore e Dal 21 novembre 2019 potete acquistarlo direttamente su Amazon

@anpellizzari

Premax Shop