Home » Amanti » Amanti felici

Amanti felici

Amanti felici
Amanti felici

Ci siamo conosciuti su Facebook, un anno fa. Io sposata con figli, lui sposato con figli, qualche anno di differenza. Le nostre vite allora erano apparentemente serene, ma quanto fossero realmente felici lo sapevamo già prima di incontrarci.

Sono una donna ammirata in genere, ma non lascio facilmente spazio agli uomini. Potrei dirvi che lo faccio perché sono appagata, ma non lo ero ormai da tempo, quando ho conosciuto lui.

Non sono neanche il tipo da collezionare amicizie social (soprattutto maschili: ignoro molte delle richieste che mi arrivano), non ne avrei il tempo oltre che la voglia, fra gli impegni dei miei figli e gli impegni di lavoro. Ma a lui l’amicizia l’ho chiesta io.

Sarà stato un segno (io credo al destino che allinea due stelle) ma è stata la prima volta che ho chiesto l’amicizia a un uomo, a un estraneo su un social. Certo, lui fa il mio stesso lavoro, diciamo che avevo la “scusa” per interagire con lui. La verità è che lo trovavo affascinante, come uomo ma soprattutto per quello che affermava.

Così ho fatto il primo passo. Non ho saputo resistere, non ho voluto resistere.

Lui ha risposto con entusiasmo, avevo capito subito che è un uomo sensibile alla bellezza femminile, anche troppo. Conscia di questo, e del fatto che stavo interagendo con un possibile collezionista di donne (anche se non mi dava dell’idea del seriale tante volte descritto in questo blog, piuttosto di un selettivo, per quanto amante delle donne) abbiamo iniziato lunghe conversazioni, prima scritte, poi telefoniche.

Abbiamo iniziato condividendo le stesse filosofie di lavoro per poi parlare di cose sempre più intime. Ma, pur vivendo nella stessa città, esitavo a incontrarlo e lui non spingeva per un primo incontro. Era un crescendo di ragionamenti, battute, risate, confidenze ormai anche profonde, ma sempre un po’ col freno tirato, per la paura di guastare qualcosa (allora non sapevo cosa), di anticipare i tempi.

La confidenza cresceva, i suoi complimenti anche. Io mi sentivo bene a parlare con lui. Troppo bene. Menti gemelle. Stesso spirito, stesse visioni, persino sul lavoro.

Dopo tre settimane di conversazioni lui ha rotto gli argini e mi ha invitato a cena: niente, caffè, niente aperitivo, quelli sono per le persone che devono tastare il terreno, per noi i messaggi e le telefonate scambiate fino ad allora ci facevano sembrare la nostra “amicizia” non virtuale, ma reale e viva da anni.

Quella sera ero emozionata. Mi chiedevo: come sarà la realtà? Ve la faccio breve: se esistono i colpi di fulmine, è capitato a me e a lui. Abbiamo resistito a malapena con gli antipasti, ma al primo eravamo già in terrazza a baciarci. E niente dolce, il dolce siamo stati noi. In pochi minuti eravamo fuori dal ristorante e in un hotel, a fare sesso: strepitoso, voluttuoso passionale ma anche dolce. Io credo fossimo già innamorati quella sera, lo so sembra impossibile, ma il colpo di fulmine per me ha funzionato così.

Sono tornata a casa tardi, camminando a un metro d’altezza dal posteggio a casa, sussurrando al telefono con lui. Sono entrata, ho baciato i miei figli e mi sono infilata nel letto dove mio marito dormiva profondamente, come fa sempre, presto, alla sera. Era come se lui non fosse disteso vicino a me, ma non lo era da tanto, pur essendoci tutte le sere.

Sensi di colpa? Zero. Felicità? Mille. Appagamento sessuale? Duemila. Intesa mentale? Di più. E una sola idea in testa: a quando la prossima volta?

Un mese dopo ci siamo detti ti amo (a voce: la realtà era già evidente nel terrazzo di quel ristorante) e abbiamo iniziato a fantasticare su un nostro futuro insieme. Due professionisti pragmatici che sognano come dei bambini entusiasti fra le lenzuola di un albergo. Era tutto bellissimo, ci amavamo davvero. Ma c’erano i nostri matrimoni, i nostri figli, e due visioni, le uniche, differenti su questo.

Io, conscia che il mio matrimonio era in discesa da diversi anni, pur non avendo mai avuto una storia extraconiugale prima (non perché la escludessi per principio, ma perché non avevo ancora trovato un lui come lui), ero pronta a iniziare una nuova vita e a parlarne con mio marito, con i miei due piccoli uomini che, per quanto giovani avrebbero, ero sicura, capito, e io avrei continuato a essere una buona madre come lo sono sempre stata (e anche mio marito, l’unica cosa che non gli ho mai contestato).

Lui, nonostante avesse avuto diverse storie durante i suoi dieci anni di matrimonio, e per quanto il rapporto con la moglie fosse freddo da anni, riteneva intoccabili le sue due bimbe, più piccole dei miei. Diceva che era la prima volta che una donna gli faceva prendere in considerazione la possibilità, anche se teorica, di costruire una nuova vita. Era tentato ma riluttante, combattuto per quanto innamorato.

Quanto tempo mi dai per decidere, mi ha detto. Ho risposto: guarda, io domani parlo con mio marito di divorzio, indipedentemente da te. Tu non c’entri, io non mi separo per te. Certo ora ci sei, ma magari fra un mese no, io non decido per te: è un passo che dovevo già fare da tempo e ora è maturato. Ma per me stessa, non perché ho conosciuto te, per quanto tu sia importante. Ma non si possono provare certe cose se il tuo matrimonio non è già finito. E, colpo di fulmine o no, il mio matrimonio era già al capolinea, un fulmine non entra da una finestra se non è spalancata e tu non sei un’antenna in grado di attirare la scarica elettrica.

Quanto tempo? Nessuno e poco. Io credo che se mi ami davvero potranno forse passare mesi, non anni. Io intanto sarò libera, per me innanzittuto, per te se lo vorrai, per altri se sarà il caso.

Io in un mese ero separata. Lui no. Mio marito ha fatto di tutto per rimandare, ma la storia era chiusa: io ero decisa e non ho lasciato spazi che non c’erano più da anni. Per fortuna e per intelligenza, ci siamo concentrati sul rendere la cosa meno pesante possibile ai figli e, devo dire, ci stiamo riuscendo.

E lui? Quando mi sono separata lui si è spaventato: gli uomini più decisi sul lavoro non lo sono altrettanto nei sentimenti e nel trasformarli dal dire al fare, ma io sì.

È andato in crisi. Io non posso adesso, non me la sento. Ti capisco, gli ho detto, e ti ricordo che questo è un mio percorso personale, non il tuo se non vuoi o non sei pronto. Però, e sono stata chiara, se mi ami non esistono Ma. Entro l’inzio del nuovo anno o siamo insieme o non lo siamo più. Per quanto ti ami, io non farò mai l’amante a lungo. E tu sei ancora sposato. I figli? Ti capisco. Ma i miei sono sereni, e lui è già fuori casa. Lo saranno anche le tue, tua moglie non è una brutta persona, è un bravo genitore. E genitori si rimane sempre. Anzi, certi uomini con la separazione migliorano anch come genitori.

Abbiamo continuato a frequentarci fino a Natale, vedendoci spesso, amandoci come non mai, passando anche notti e weekend insime, tutto perfetto ma… si avvicinava la fine del famoso anno di amantato e lui era ancora lì. Io non dicevo niente, solo una cosa, a novembre: pensi che dopo Natale potremo fare il nostro primo viaggio insieme?

La domanda e il Natale, l’ultimo potenziale in casa, lo hanno mandato in tilt. Ha prevalso il dubbio e la paura sull’amore, le figlie sembravano due giganti pronte a sbarrare ogni sua uscita (anche se in realtà erano serene, loro non erano una coppia da litigi in pubblico) e abbiamo avuto la nostra ultima cena. Nella mia nuova casa, i figli nell’altra con il padre per il weekend.

Mi ha detto non ce la faccio, ed è giusto che tu ti rifaccia una vita, io non posso… Tu sei più coraggiosa di me. Facciamo l’amore, ho detto io. Alla fine, sulla porta, un ultimo bacio e lui mi dice: andrai via da sola? Ti troverai un altro?

Andrò via con un’amica, i figli li terrà lui. Andrò lontano, a divertirmi. Un altro uomo? Io ti amo ancora, ma adesso so che che tu non mi ami abbastanza: sarà inevitabile, per come mi conosco, trovare un altro prima o poi. Forse non sarà un colpo di fulmine come il nostro, forse non sarà amore, ma io mi conosco: vivo, sono giovane e finalmente libera.

Lui piangeva, io no. Quando se ne è andato ho pianto tutta la notte. Ero innamorata persa e lui aveva rinunciato a noi, come fanno tanti uomini che fanno prevalere la mente sul cuore, noi in effetti siamo più coraggiose. Non ero delusa, ero disperata. Ma non ero pentita di nulla: avevo vissuto un amore vero fino in fondo, senza fargli pressioni o trucchi, avevo intrapreso la mia nuova strada personale, divorziando, non per lui, ma per me.

Questa consapevolezza mi aiutava molto, e leniva il mio dolore temperando anche la delusione di non aver visto l’uomo tutto d’un pezzo che lui era farlo fino in fondo. Amavo ancora e stimavo il mio amante, ma i campioni si vedono agli ultimi metri della corsa: se molli prima del traguardo tutto lo sforzo che hai fatto prima è stato inutile, e tu non puoi salire sul podio con me. E io sul podio già c’ero, perché io la mia nuova vita, e da sola, me l’ero già iniziata a costruire.

Natale è passato abbastanza sereno. Lui non si è fatto vivo: aveva preso la sua decisione, non è il tipo da piagnucolare per convincermi, con messaggini e telefonate, a continuare a fare l’amante, mi conosce, è una persona corretta (anche se non coraggiosa fino in fondo, evidentemete, ma ha le palle per non disturbarmi a vuoto). Mi sono goduta i mie maschietti, abbiamo festeggiato con il mio ex marito in concordia (anche lui ha capito che eravamo alla frutta ma non ieri, l’altro ieri: gli uomini credono di essere innamorati di certe mogli, ma sono innamorati della routine confortevole, anche se non felice).

Ho fatto i biglietti per il Paradiso con la mia amica. Parto in buona compagnia, innamorata, triste, ma ottimista. Quel che sarà sarà. Addio mio lui, abbiamo avuto una grande occasione che è difficile si ripeterà, i colpi di fulmine cadono una volta nella vita beccandoti in piemo come è successo a noi. Peccato, davvero peccato. Ma la vita continua.

Al check in ero preoccupata: Silvia è sempre in ritardo, ma non è che possiamo perderci un viaggio per il Paradiso così. O forse sì. Ero disposta a partire anche da sola, ero pronta ad affrontare la vita da sola. Sola… io ho i miei figli, e sempre ci saranno. Poi si vedrà.

Silvia era lui. Lo vedo avanzare verso di me col suo sorriso smagliante, la valigia e un biglietto alzato in alto, come se fosse una bandiera. Questa è la mia seprazione, mostrandomi il suo biglietto sullo stesso aereo per il Paradiso, e poi mi ha baciato come sempre. Non era vestito da ufficiale e gentiluomo, ma l’effeto era quello. Aveva avuto il coraggio di salire sul podio con me. E mentre volavamo insieme verso il vero Paradiso, il nostro, è iniziata la nostra storia d’amore anno primo. O secondo, quella crisi non conta più nulla ormai. Contano i fatti. E noi siamo insieme. Liberi di amarci come ci siamo amati da subito.

 

Questa non è una favola, è successo e, nonostante la maggioranza delle storie fra amanti non finisca bene, questa è a lieto fine. Questa e altre, per fortuna. E per fortuna anche gli uomini sanno seguire il cuore come voi donne, almeno qualche volta. Auguro a tutte voi che me lo avtete chiesto un finale così, ma anche un inizio così: il colpo di fulmine è raro (più raro dei lieto fine), ma meraviglioso. Basterebbe quello? No, non facciamoci mai bastare nulla. L’amore è semplice: sceglie la felicità. Tutta. Totale

Sincerely yours

per contatti: anpellizzari@icloud.com


356 commenti

  1. Ma è una storia vera? Capitata così? Ti assicuro Ale che lei mi sembra tanto irreale. Lei, una aliena che non tentenna di un passo. Nessuna caduta di stile, nessuna litigata in cui perde punti di dignità, in equilibrio perfetto col mondo, sa cosa vuole dal primo istante… ti giuro che dopo aver letto mi sono sentita una perfetta idiota, con i miei due anni abbondanti, perché l’ho fatto ben pascolare nel mio amore il mio ex amante, mica come questo che viveva sugli spilli:)))

    • Lei è così e ha molti pezzi di voi: è una donna strutturata che ha scelto la separazione non per lui ma per un percorso personale, pur essendo innamorata. Non ho indugiato sui periodo di disperazione perché mi avete chiesto una storia a lieto fine e parliamo sempre di problemi. Anche questa coppia ha fatto il silenzio è stava per saltare. Ma lui ha fatto l’uomo. La gelosia, si capisce dalle domande che fa lui alla fine, come nel mio caso ha avuto un ruolo decisivo. Perché non c’e amore senza gelosia è senza decisione

      • credo che tutte le donne innamoratesi di un uomo sposato, nella fase top del rapporto, hanno desiderato e pensato fosse realizzabile l’epilogo vissuto della protagonista di questo racconto che sebbene più determinata e strutturata di altre ha avuto la giusta dose di fortuna nell’innamorarsi di uomo che possa definirsi tale, che dopo l’attraversamento della comprensibile tempesta emotiva, ha saputo leggere la direzione che l’ago della sua bussola interiore gli ha indicato.
        Per me come per tante amiche di questo blog. il lieto fine non c’è stato e l’amarezza più grande è rendermi conto, giorno per giorno, che non c’è stato perchè la sua spinta propulsiva non era vero amore.
        Felice per lei, anzi… per loro che hanno saputo accettare l’invito inatteso presentatogli dalla vita ed anche se nessuna storia vive di soli momenti di felicità, affrontare gli imprevisti uniti, complici e complementari ti ripaga di ogni sforzo.
        Io mi trovo al secondo giro di boa: 6 mesi di silenzio totale. E’ la seconda volta che attraverso il mio piccolo inferno: già lo scorso anno dopo 10 mesi si rifece vivo mentre conoscevo una nuova persona che poi, a prescindere da lui, si è rivelata non compatibile con me; ed io stupidamente gli riaprii la porta del cuore ma non della camera da letto; avendo appurato che la mia posizione non era cambiata, dopo aver fatto mille scenate di gelosia per le frequentazioni a cui “mi ero concessa”, dopo aver sparato giudizi e sentenze sul mio comportamento “disdicevole nei suoi confronti” (ASSURDO !!!TU STAI ANCORA A CASA TUA CON LEI…E…DI COSA VUOI PARLARE???) si è semplicemente eclissato!
        Io non l’ho cercato, non l’ho mai cercato tutte le volte che è “sparito”: cercarlo ed averlo part-time è una soluzione che non mi ha mai interessato, merito sicuramente molto di più da un uomo per il quale non c’è nulla che non avrei fatto (eccetto l’amante a vita!) e da allora il silenzio…come se noi non fossimo mai esistiti, come se non l’avessi mai incontrato, è assurdo!So che per me è la cosa migliore ma …continuo a sentire il dolore, fisico, mentale, emotivo, per la sua assenza. Stringo i denti, vado avanti, cerco di trovare la mia stabilità interiore prima che esterna, ma …è davvero difficile.

        • Un profilo da narcisista. Tu sei mia per sempre anche se io sto con l’altra e non facciamo sesso. Possedere a comando ecco cosa fa il narcisista. Ti prendo e ti mollo quando voglio ti tratto da regina e poi da straccio

        • @giusy tesoro che brutto so che significa pure se la mia storia è diversa il risultato non cambia riguardo al comportamento del lui da te qui raccontato

          Si lo so ,ma mi viene spontaneo scrivertelo con vero affetto e condivisione ecco lo scrivo cosí

          Stavo malissimo ho fatto terapia adesso sono fuori autonoma con la mia piena Indipendenza
          Che infatti è il contrario di ciò che avevo prima con l’ex che si comportava come il tuo

          Avevo sviluppato la dipendenza affettiva
          E mi sentivo uno straccio da buttar via
          Eppure lo volevo sempre dentro a me stessa
          Pure a relazione finita e che pure sono io ad averlo mollato eppure ,la dipendenza fa dire sempre eppure
          Nonostante malgrado tutto

          “Ancora ci penso”

          Non più mai più!!!!

          Se potesse esserti utile ,buon vento spira qui dal mare ,un vento di speranza nel meglio che verrà!
          Un abbraccio❤️

  2. Buongiorno Alessandro e grazie infinite di questo bellissimo racconto di storia vera. Davvero un dolce risveglio!
    Sia motivo di riflessione per tutte quelle donne che in nome dell’amore ( che non è reciproco) trascinano per anni storie che le fanno soffrire, le annullano ma soprattutto le bloccano nel buio , togliendo loro la possibilità di conoscere un’uomo vero e vero uomo che le ami veramente.
    Se dopo qualche mese o massimo un’anno La storia di amanti non evolve alla luce, credo sia difficile avrà risvolti positivi e quindi è necessaria la scelta di chiudere seppur con sofferenza , ma con speranza.
    Io Credo che i nostri figli siano assoluti e primi poi ci siamo noi.
    Ma Loro, gli amanti egoisti, lasciamoli a loro stessi, non meritano donne come noi. Non bisogna incaponirsi in qualcosa che non va.

      • Esatto. Anni no! Sono alla fase due della mia crisi. Dopo aver rinunciato al nostro incontro gli ho detto che per me non è più come prima. Io per lui ho messo in discussione tutto e continuo a farlo mentre lui continua a fare il marito felice, con cene e weekend da solo con la moglie. Ma vaff! Non posso amare uno così

  3. Wow …. Grazie Alessandro!
    Mi hai fatto sognare!!
    Anche se da fuori sembro una donna sicura e forte …. Sono di un’insicurezza assurda e sognatrice allo stato puro!!

  4. Anche io sogno un lieto fine diverso, quello in cui mi innamoro di nuovo ma di un uomo libero con cui l’amore sia semplice.

  5. L’amore è per i coraggiosi,per gli audaci,per chi ci crede davvero…ci vuole carattere e soprattutto convinzione per mollare tutto e cambiare vita ma soprattutto bisogna essere in due a crederci…
    I veri uomini siamo noi donne….

  6. Semplice e molto bella.
    Molto io. Molto lui. Che comunque è ancora la.
    Però c’è un però: sta diventando geloso.
    Non fa orbiting. Fa domande dirette. E la mia amica gli ha risposto come le ho detto io: “falle a lei. Ti ha sbloccato”.

  7. Che bellissima storia.
    ho tanti esempi di persone a me vicine che dopo separazioni tragiche stanno da trent’anni con quella/o che era l’amante e allora ti dici Forse era quel matrimnio quello sbagliato, il loro destino era stare insieme…
    io non so come finirà la mia storia, il mio stato d’animo è molto simile a quello della nostra amica, vedremo. L’importante è decidere per il bene proprio e dei figli e poi chissa.

    • Grazie Annina, fanno molto più “rumore” i luoghi comuni, raramente si crede all’amore ma storie a lieto fine ce ne sono anche se il percorso per arrivarci è lungo e tortuoso. Le testimonianze del lieto fine danno la forza di continuare a lottare ma, come dice sempre Alessandro, bisogna essere in due a volerlo e a non desistere. I luoghi comuni abbattono così come i giudizi distruttivi di chi non sa credendo di sapere.

      • Credo che se il percorso è TROPPO lungo e tortuoso alla fine si arrivi così esausti e disincantati da non poterne più.
        Io, ora come ora, dopo tutte le disilussioni, non lo vorrei.

        • Ecco perché un amantato deve durare massimo uno due anni dove il secondo anno è rappresentato da una road map verso il formare la nuova coppia in progressione decisa e senza fermate ripensamenti

          • Grazie Alessandro per questo nuovo articolo, che ha fatto sognare ad occhi aperti alcune di noi, un’amore deciso, bello, forte come quello dei due protagonisti.
            Ad altre, a dato la speranza, che finalmente la loro storia d’amore clandestina dopo 1000 ripensamenti, da parte dell’uomo tanto desiderato diventi la storia ufficiale e lui scelga con il cuore e non con il cervello.
            Io come la protagonista della storia, allo scadere del secondo anno di ammantato gli ho dato l’ultimatum, ” se a settembre alla fine delle ferie non hai preso una decisione definitiva non ti voglio più vedere”.
            Settembre è arrivato, ci siamo rivisti una sera e la situazione non era cambiata.
            Io allora ho preso la mia decisione non vederlo più e non accettare più inviti, lui ha continuato a chiedermi incontri a telefonarmi e io ogni volta gli rispondevo ” mi chiami perché finalmente sei libero”
            La risposta era sempre ” no..e’ complicato tu non ti rendi conto” così lo bloccato e per 5 mesi mi ha dato il tormento, lettere, appostamenti davanti casa, ma non si è mai presentato davanti la porta di casa mia con le valigie e la separazione in mano come aveva progettato 1000 volte durante la nostra frequentazione.
            Adesso io ne sono completamente fuori, e mi sento più forte perché ho tenuto duro e non mi sono accontentata delle briciole d’amore che lui era disposto a darmi.
            Ho le idee chiare su come deve essere un vero amore, grazie anche ai tuoi articoli Alessandro e alle testimonianze di donne come la protagonista di questa storia.
            Un abbraccio a tutte/i

        • Ho passato un anno da cancellare ma, nonostante all’epoca fossi decisa a riprendermi la vita, abbiamo ricominciato con evidenti prgressi. Spero ancora nel lieto fine. Vedremo. Sono comunque d’accordo sul fatto che ad un certo punto si sia talmente stanchi e disillusi che anche la perdita di stima e, di conseguenza, la fine dell’amore, sono dietro l’angolo.

  8. Mah, so che il mio commento sarà controcorrente (e forse non pubblicato, ma lo scrivo lo stesso), ma questa storia mi ha intristito parecchio: nessun amore nasce dalla sofferenza di altre persone. Se io non fossi stata bene con mio marito, lo avrei lasciato, senza aspettare al largo una nuova barca per salvarmi. Sempre più convinta che la sorte capitata ai loro coniugi, capiterà anche a loro: “chi di spada…”

    • @Angie condivido il tuo commento ,infatti io stessa sinceramente ho avuto difficoltà a scrivere il mio commento

      Preciso a te Caro Alessandro che la mia difficoltà riguarda propio il significato esprreso qui da @Angie
      Giustamente non hai pubblicato il mio commento perché mi sono resa conto era fuori tema rispetto al tuo articolo
      E quindi io stessa dopo ho riflettuto sul come mai stavo in crisi a trovare una positività del racconto del significato non certo della Scrittura che come ben sai adoro!

      Poi così adesso @ Angie mi ha permesso di leggere il pensiero qui ed ho capito il perché stavo in disagio

      Credo che sia anche perché è talmente bassa la percentuale di concreta realtà felice di nuova vita tra amanti che forse questo fatto
      Mi ha virato il pensiero sulle stesse considerazioni espresse qui da te @ Angie

      Comunque Caro Alessandro il tuo scrivere non solo apprezzo ,ma mi complimento per la ricchezza di riflessione che genera in ognuna di noi

      Grazie @ Angie !❤️
      Grazie @Alessandro !❤️

    • Cara Angie, è sicuramente vero che sul dolore altrui non si può costruire la propria felicità ma devi obiettivamente riconoscere che “una goccia s’infiltra laddove c’è una crepa; nei tetti solidi e ben isolati…neanche una grandinata riesce a farsi largo”
      Ecco cara amica, questo piccolo spunto di riflessione ti giunge da una donna che, prima ancora di ritrovarsi amante innamorata (contro tutte le proprie convinzioni ideologiche) ferita e delusa, è stata una moglie per 22 anni, che accanto al marito ha attraversato battaglie e tempeste, ma che a un certo punto del cammino di coppia ha realizzato che una crepa si era creata ed in quella frattura ha trovato spazio “l’altra”. Bhe…il mio ex marito e l’altra stanno insieme da otto anni (da quando ci siamo separati) e oltre ai rispettivi figli, ne hanno uno loro di 6 anni. Sinceramente mi spiace che NOI non abbiamo più la nostra famiglia ma non odio la loro perche non credo che l’abbiano costruita sulla ns. infelicità: se fossimo stati ancora innamorati e UNITI …. l’altra…non avrebbe potuto affondare le radici nel ns. terreno. Tutto qui! 🙂 kiss

    • In realtà lei si separa a prescindere….. lo fa per se stessa e rinasce. Ho fatto lo stesso percorso, con un finale molto diverso e molto più comune che a distanza di mesi, posso dire essere stata la mia salvezza.
      La loro storia è molto bella e non credo nasca sulla sofferenza altrui… si sono trovati si sono innamorati e hanno deciso di stare insieme, lui ha avuto il coraggio di essere felice, una vera rarità!

    • trovo molto bello che la storia abbia avuto un lieto fine ed auguro loro ogni bene…Anche io sono stata l’amante del mio ex marito prima di diventarne compagna e moglie. Ed ora mi ritrovo nel mischione delle tradite, giocattolo rotto e poco interessante… in ogni caso buona fortuna a questo nuovo amore <3

    • È un lieto fine anche questo! 🙂 Io ammetto che il mio pensiero finale è stato: “Beata lei, che può permettersi di volare ai tropici per guarire le pene d’amore…”
      Comunque grazie Alessandro, che ci vuoi bene ed accogli le nostre richieste!

    • Ma guarda che non vuol dire.
      Per la modesta esperienza di amici che ho, beccati in flagranza e poi mollati dalla moglie, nessuno ha intrapreso poi una vera relazione con l’amante. Mollato dalla moglie o deciso lui, se vuoi proseguire la nuova relazione lo fai

      • Vero, ma secondo me cambia di molto “scegliere” l’altra di propris sponte, oppure farlo perché si è stati cacciati dalla moglie!

        • Non credo, quello che volevo dire che anche ammesso che la moglie ti cacci di casa, se non vuoi costruire nulla con l’altra non lo costruisci punto. Se lo fai è perché comunque ti fa piacere farlo. Credo che sia difficile per un uomo, tornato libero, costruire qualcosa se davvero non lo vuole.

          • No, più di un amico ha costruito.
            Volevano ripristinare il nido-abitudinario-sicuro che la moglie aveva tolto da sotto il sedere,
            Non dico ‘buona la prima’ .. ma ci siamo moooolto vicini.
            Ripeto, diversi amici. Non cessi, non poveretti, non disadattati.
            Solo ‘uccellini disorientati’ rimasti senza nido.

          • Intendo dire che fanno l’equazione: lei sola e innamorata di me+da solo faccio il barbone+sbattimento iniziale da non ripetere+sesso sicuro senza nemeno doverla portare fuori a cena prima ogni volta=tesoro, sono tutto tuo.

            E magari quando l’hanno conosciuta e non era niente di importante a tavola senza di lei ci hanno raccontato ogni sua prestazione sessuale.. giuro che non scherzo. Ho passato una festa di matrimonio a pensare alla sposa-squirter

            Ho detto tutto.

      • Il mio amante spera sempre che la sua donna si trovi un altro per uscirne libero e senza colpe.
        A volte addirittura vorrebbe essere scoperto, tutto pur di non doverla affrontare vis a vis e dirle come stanno realmente le cose.

          • Lo comprendo. Se la lasciasse, si farebbe duemila sensi di colpa.
            Perché lei è fragile, perché non sarebbe in grado di gestire tutto, perché lei potrebbe andare in depressione e ne risentirebbero le figlie ecc…ecc…, in fondo sono anche le motivazioni per cui non lascio mio marito.
            Non ci sono solo egoisti tra quelli che non fanno il salto di qualità.
            Non vorrei accanto un uomo infelice, sempre preoccupato per le figlie.
            Preferisco un amante che non vede l’ora di stare con me.

          • Di altruisti che non fanno il salto di qualità però ne conosco pochi.

          • Insomma!!! 🙂 ma sono l’unica che non ha come mission quella di screditare @LEI?
            Magari racconta un sacco di palle. Ci sta, e nel caso rinnego quanto segue.
            Non è qui a dire che piange, che non mangia, che è depressa, che non dorme.

            Sta dando uno spaccato suo, felice, convinta dei suoi e degli altrui motivi. Codardo, egoista, molle, si nasconde dietro un dito. Però lo ama. Ed è felice con lui nonostante le incongruenze.

            Come me col mio exLui.. litigheranno magari spesso, ci saranno silenzi, vacanze di rotture di coglioni mixate a frustrazioni, ma poi la forza di cercarsi regala ore di sesso (o abbracci o baci, E’ UGUALE) che non cambierebbe con nessun coronamento ufficiale al mondo. Certi ricongiungimenti ti ripagano di tutto.

            Io non riesco a pensare ‘contenta lei’ .. io penso ‘cazzo, questo si che è Amore con la A maiuscola, contro tutto e contro tutti’.

            E se finisce domani? Pazienza. Fino ad oggi l’ha vissuto.

          • Per quanto mi riguarda Cossora non la sto screditando…ci mancherebbe, anzi.
            Ci sono cose però che cozzano un po’:
            “Se si sposa lo lascio!” che razza di differenza farebbe a questo punto? Tra l’altro lei è pure sposata e non intende lasciare, come lui.
            E’ davvero una contraddizione in termini…cmq in ogni caso, se ci sta raccontando un sacco di palle, come dici tu, questo forse mi aiuterebbe anche a giustificarne le contraddizioni.
            In generale:
            – o si accetta tutto perché riesci a vivere una vita doppia lasciando a lui vivere la sua “prima e ufficiale vita” senz’altro più importante della seconda
            – oppure lo lasci e vaffanculo perchè è un senza palle che ti dice che aspetta che la sua lei ufficiale si stanchi della situazione ma secondo me costui ci marcia molto più degli altri. E non ama la sua amante AFFATTO, figurati.

            Nel primo caso però parliamo di SESSO, di DESIDERIO, di ormoni, non parliamo di amore dai, altrimenti lanciamo segnali sbagliati a tutti quelli che leggono il blog.

          • Eh lo so…la mia migliore amica mi dice che sono nata uomo e alla nascita me li hanno tagliati…

            Io ho fatto un percorso importante nella mia vita.
            Per tanti anni non ho vissuto, sempre in lotta tra quanto mi insegnavano i miei genitori e la vera me stessa, fondamentalmente ribelle ed anarchica.
            Non mi assolvo, so di avere la coscienza sporca sotto molti punti di vista. Ma io ho FAME di vita, ho 51 anni e voglio godermi tutto quello che non ho goduto prima, e se questo vuol dire farsi venire il pelo sullo stomaco, beh…me lo sono fatto venire.
            Non ho sensi di colpa, non ho scrupoli e mi accetto così, piena di difetti e contraddizioni.
            Non credo in una vita dopo la morte, quindi se ho qualcosa da scontare, lo sconterò ora. Nel frattempo, godo!

        • Mamma mia come mi sento bene! Vi leggo e mi sento come se guardassi un servizio di guerra al TG.
          Mi spiace ne soffro ma non sono dentro quella guerra.
          Che sollievo, cazzo.

    • Ecco, le quattro mosche bianche che conosco e che hanno chiuso il matrimonio, dopo anni sono sempre insieme alla diciamo amante. La storia ha funzionato. Qualcuno ancora in età ha fatto altri figli, e non ci sono stati tira e molla paurosi ne silenzi ne drammi. Hanno chiuso un matrimonio che non andava, senza portare allo stremo le nuove compagne. Un paio di mie amiche neanche si aspettavano nulla, se li sono ritrovati che prendevano appartamento da soli per uscire di casa “ non sentirti legata l’ho fatto per mia scelta”. Insomma, ci sono anche uomini che si danno una mossa. Che non vogliono vivere con una maschera addosso. Sono uomini in gamba che stanno rendendo felici le loro donne, nella vita reale fatta di figli da gestire, ex coniugi, ecc ecc. Ancora più rari ma ci sono anche loro, li ho toccati!!!!:))))

  9. Che sogno Ale!!! Pensavo anch’io che il mio lui fosse un uomo così!!! Sono a 40 gg di silenzio! Sto ancora male parecchie volte ma vedo la fine…. ed inizio davvero a pensare che ha perso tanto lui… ha perso una donna che lo amava incondizionatamente e credetemi ho la certezza che la moglie non lo ama…

      • @Caro Alessandro
        Allora “cazzi ” lo posso scrivere nei miei commenti
        Dovesse uscirmi spontaneo dal cuore?

        Lo sai sono una selvaggia impulsiva e a volte mi escono
        Cazzi altre volte cazzate
        Però sto umile e poi mi pento e cerco di migliorarmi,

        Cazzo!!!!

        P.s. Ovviamente ironico e col Bonjour a toi et tous ,tipico avec croissants!!!!

        Ridere già al mattino ,aiuta a vivere.!

  10. Sto piangendo come una bambina…. che bella storia!
    Sono giorni che sono debolissima, che non riesco a trattenere le lacrime…Invece di stare meglio peggioro….Forse perché ogni giorno che passa realizzo sempre piu’ che è finita…

      • @The moon mi spiace moltissimo e spero che davvero tu possa almeno appoggiarti ad un valido aiuto terapeutico
        Scusami ,ma è ciò che penso e ci insisto di cuore perché quando si sta così a patire è un bene concreto riuscire ad andarci e riuscire a sfogarsi

        Tesoro di Moon il fatto che tu pienga tanto fa male ,ma è un Bene è un segno evolutivo importante infatti tu stessa scrivi che forse ti stai rendendo conto che sei nella fine quella vera fine che fino a poco tempofa ti pareva impossibile o difficile o comunque da poterci ancora parlare discutere pensare a tovare una soluzione dentro a te stessa

        Adesso piangi e senti la fine della relazione,
        sei un vero Tesoro pieno di luce buona per te stessa
        Un passo gigante hai fatto positivo

        Perché ricordiamoci tutte/i

        Che una Fine è in realtà il vero Nuovo Buon Inizio!!

        Un abbraccione cara The Moon!!!!❤️

        • Grazie Ariel, sei sempre dolcissima!
          So che è finita, so che loro stanno ricostruendo, che sono stata qualche scopata insignificante… ma poi mi capitano tra le mani cosa mi diceva e scriveva fino a poco tempo fa e si riaccemde la speranza…
          Po mi guarda in casa, i silenzi, la solitudine, la mancanza di affetto e non riesco ad essere felice …si certo sono madre, ma questo non mi completa …
          Allora mi butto sul lavoro, ma mi distraggo facilmente perchè penso a lui …
          Poi mi chiedo, ma siamo sicuri che fosse proprio lui che non mi ha mai promesso nulla a mancarmi o era la situazione, il ridere, la condivisione (maledetta consivisione), la complicità, la gioia, il benessere…?

          • @tothemoon cancella tutto, messaggi email, butta via tutto.
            A me un po’ è servito cancellare tutte le chat di mio marito, le foto, le cose che abbiamo fatto insieme da Facebook è da instagram, a me veniva in mente una cosa strana dell’anno scorso, e andavo a guardare nelle chat se quel giorno era strano, era sparito, cosa mi aveva detto etc etc. era un incubo. A volte viene in mente comunque ma non ho riscontri su cui rimuginare

          • Si ma come regola generale bisogna buttare via tutto. Tante cose rilette dopo assumono significati diversi e ci si dimentica che anche l’altra parte era in uno stato d’animo diverso.

            Il mio exLui (sposato.. quindi strano..) invece ho scoperto da alcuni particolari che conservava tutto, a volte pensavo ‘ma.. questo dove l’ha ripescato per girarmelo? Li archivia per argomento?’

            Fatti suoi, si vede che vive prevenuto e in cattiva fede, quindi gli serve avere ‘le prove’ per discolparsi, oppure, oppure, oppure..

            MA CHI SE NE FREGA?
            Non si può vivere una storia sulle congetture. Si vive su ciò che si sente in quel momento. E basta.

            @Tothemoon ti stai deprimendo. Hai preso la fine della storia come spunto, ma tutto il resto del lavoro l’hai fatto di tua sponte.
            Come tante, hai fatto girare la tua vita intorno a lui, e di conseguenza alla proiezione di un futuro insieme.
            Salta lui? Salta il futuro. E’ una cazzata!

            Ho pianto anche io, manca a me. Ma appena si capisce che si ha molto tempo libero, si deve iniziare a riempirlo.
            Non è ‘fare il suo gioco’ è essere donne indipendenti (e anche più interessanti, concedetemelo).

          • Cossora pensa che quel demente di mio marito si è fatto beccare perché ha dimenticato di cancellare alcuni dei messaggi ai suoi amici.. foto e conversazioni che rigirava. Era una merda! Telefono senza password, social senza password, anzi peggio le varie configurazioni di tutto le ho sempre fatte io.. lui non ne voleva sapere di come funzionassero le robe tecnologiche. Solo avessi sospettato prima lo avrei beccato anche durante! Ma dico, ma mancano proprio le basi!! Se lo avessi avuto io un amante col cazz che mi avrebbe beccata! Demente!

          • @white questo e la moglie hanno accordi che non immaginiamo. Troppo libero quando vuole, tiene i messaggi, se voleva scopare a santo stefano usciva alle 23 e veniva da me. A volte usciva di notte da casa mia con addosso il mio odore e i vestiti pure. Io ho smesso presto di proporgli docce.
            Meglio godersi le serate dedicate, le sorprese, il sesso sfrenato e non fare domande. Tra moglie e marito ..

          • Ecco io ste robe non le ho mai capite. Come fai a non chiederti dove va tuo marito alle 23 di santo Stefano?? Ci sono poi realtà che superano la fantasia

      • Non mi sto facendo aiutare. Parlo con amico, cerco di razionalizzare … non riesco ad uscirne perchè non smetto di pensare a lui, a loro…sto vivendo malissimo!

    • To the moon, io forse vado controcorrente ma ascolta…
      Non sminuirti così, pensando che sei stata solo una scopata e nulla più. Sei stato quello che hai sentito. In quel momento ti sei sentita amata, c’era la complicità, il benessere, la gioia. Lo hai scritto proprio tu. Poi però è finita. L’hai vissuto ed è finito. Punto. Perchè tutto può finire ma questo non significa che tu non valga abbastanza. Dovremmo forse imparare a gestire meglio i fallimenti nella nostra vita.
      Che lui ricostruisce o no, non significa che tu non abbja avuto valore per lui.
      Già che bisogna ricostruire vuol dire che qualcosa è andato perso, distrutto. E, in moltissimi casi, sappiamo bene quali siano i motivi per cui si decide di ricostruire in famiglia.
      Ma ti prego non pensare che sei stato solo un corpo, un oggetto da scopata. Non ti fa bene. Non è giusto per te. Non lo meriti. Nessuno lo merita.

      • Ti the moon ha ragione Franca. Non pensare che ti abbia necessariamente presa in giro, la mente è contorta, gli amori, possibili o impossibili che siano possono finire senza che questo significhi che non era importante

        • @tothemoon ogni relazione finisce. Deprimente è ciò che rimane in piedi puntellato da chi non ha nient’altro a parte un matrimonio fallito, nella vita. Ma se in una situazione ci si sta o ci si è stati bene.. conta il tuo vissuto, il tuo sentito. Non erano balle. Non é stato coraggioso, e se prova a rientrare in casa sua
          .. nessuno dei suoi motivi invalida la vostra storia.

  11. @the Moon,
    nelle tue parole rivedo ciò che ho vissuto.
    Io mi sono fatta aiutare.
    Nelle Asst ci sono bravissime psichiatre e psicoterapeute, giovani donne preparate e sensibili.
    Non si può vivere con quel dolore quasi fisico che ti toglie il fiato, le forze e le speranze.
    Non serve a nulla soffrire se c’è la possibilità di poter stare meglio.
    E dopo, vedrai tutto con occhi diversi.
    Forza, asciugati le lacrime e prenditi cura di te.
    Un abbraccio

  12. Ciao @Alessandro e ciao a tutti/e. Continuo a leggervi (silenziosamente) da ormai 1 anno e la mia situazione è praticamente invariata…Ho iniziato il CDS 4 volte in 2 anni e mezzo di relazione ma non è mai durato più di una settimana, poi in qualche modo mi contattava ed io (che non aspettavo altro…) ci ricascavo… Ma oggi mi sento diversa…Per l’ennesima volta ha trovato il modo per rovinare tutto. Faccio un breve riassunto: lui sposato da tanti anni,1 figlio molto piccolo. Io un compagno da tanti anni. Lui sostiene che in casa si ignorano sentimentalmente/sessualmente…che se non ci fosse il figlio sarebbe con me…però, però…salta fuori sempre qualcosa che mi fa andare giù di testa…ieri l’ennesima…Le ha fatto un altro super regalo per una ricorrenza “per mantenere la pace”. Io penso che dietro un regalo pensato, scelto e “importante” ci sia molto più di un’intenzione di mantenere la pace… Ho bisogno di una sana strigliata da voi: @Ale, @Cossora,@Berg, @Ariel,@Nina e tutte le altre di che ormai “conosco” e seguo come se vi conoscessi personalmente… Mi aiutate a capire che sono una povera scema?…

    • No Hai ragione. Nessuna donna in crisi col marito fa regali. O non sono così in crisi o sono rappacificazione. Lui mente? Otto su dieci lo fanno nove su dieci hanno rapporti regolari e li negano di fronte all’amante. A un uomo non viene l’erezione se non si eccita

      • Il regalo lo ha fatto lui alla moglie. E purtroppo gli uomini lo fanno il regalo per farti stare buona.. praticamente solo io mi beccavo le corna senza regalo!

        • Non si sentiva abbastanza in colpa @Whiterabbit.
          Deve essersi sentito a credito con te. I mio exLui sono sicura che sia così. E’ una di quelle persone che cercano il modo di ‘compensare’ se tradiscono per prime. Perchè desiderano, ma si autoregolano e nella norma aspettano il nulla osta: il primo passo altrui.
          Mio marito idem, ma come ho aperto le danze si è lanciato.
          Non giudico le reazioni umane, intendiamoci, non c’è un migliore e un peggiore.

          • @Cossora mio marito non si sentiva AFFATTO in colpa. Me lo ha confermato lui stesso.
            Io gli davo fastidio, ero un impedimento alla vita che voleva, che non si riduceva a lei, lei l’ha vista pure poche volte rispetto a quello che avrebbe potuto fare. Il problema non era che voleva stare con lei, a entrambi non fregava nulla l’uno dell’altra. Lui non voleva stare con me a casa e scappava via.

          • Se tu lo vedessi ora, da subito dopo quella discussione, è così diverso, così presente, mentalmente e fisicamente quando facciamo l’amore. È un’altra persona. Io ho fatto un grosso lavoro su me stessa e lui dice che anche io sono una persona diversa, ma ti giuro se un domani venisse fuori che mi sta mentendo meriterebbe l’oscar..
            Per tornare a @Penelope, mi sono infiltrata nel suo post, bisogna poi capire il perché della sua veloce caduta fra le braccia di un altro. Io ho avuto voglia da subito delle braccia di mio marito, nonostante quello che aveva fatto..

          • E ti dirò di più, quando hanno smesso di vedersi perché sta cosa non li portava da nessuna parte, non perché lui si sentiva in colpa, sia ben chiaro, ( o probabilmente non avevano poi sta gran chimica tra amanti di cui parlate voi) il suo atteggiamento di fastidio nei miei confronti non era mutato. non si sentiva affatto in colpa, voleva una vita diversa e gli sembrava di avere il diritto di prendersela, la vita non era incentrata su di lei, la vedeva poco, lui voleva libertà, amici, il suo sport in maniera esponenziale..
            Lui ha iniziato a cambiare dopo una lite, stupida, ma io quella volta l’ho messo seduto e gli ho detto che era giunta l’ora di parlare dei nostri problemi, del fatto che ci stavamo trascinando senza una metà.. abbiamo parlato, l’ho invitato a rimanere una notte in più sul divano e a pensare se quella fosse la vita che desiderava per noi.. gli ho detto che era evidente che non fosse felice e che non era obbligatorio rimanere insieme per sempre.
            Il giorno dopo ci siamo alzati entrambi diversi.
            Il resto della bomba è scoppiata un mese dopo, e
            comunque il resto lo sai già..

          • ehm, scusate la franchezza, io da moglie posso confermare… e non era mica solo la posizione del missionario… oddio questo blog ha dei risvolti hot ehheehhe

          • Guarda Polly sfondi una porta aperta.. è vero la frequenza era calata, però facevamo sesso. E il missionario boh?! Non so neanche cosa sia..
            Ho pure scoperto che lui aveva detto ai suoi amici che non gliela davo da un anno!! Roba da matti, aveva bisogno di qualcuno che gli dicesse che allora faceva bene!!
            Però devo ammettere che ora facciamo l’amore in un modo diverso, frequenza a parte, che grazie al cielo è ritornata, mancava a me, adesso è diverso, è ritornato ad essere un punto di incontro, un canale di comunicazione, è tornato ad essere amore e passione. Per un po’ era stato solo sesso.

      • @Penelope cara primo no giudicarti male
        Però fai bene a giudicare te stessa in relazione al casino di vita che stai vivendo
        Ordine ci vuole ordine per riuscire ad essere sereni davvero e soddisfatti di se stessi profondamente e stabilmente

        E certamente ciò che ti ha scritto @Caro aalessandro non posso che concoradare con lui ,si spesso la penso come lui
        Insomma ti incoraggio
        A porti degli obbiettivi uno alla volta per cercare subito di aiutare te stessa ,e ormai lo sai che fare terapia serve eccome
        Ad esempio a non sentirti scema ,ma
        Al contrario una Donna coraggiosa che dimostra veramente di voler uscire da questa tua vita di relazioni affettive incasinata e che soltanto male ti fa

        Bon courage Tesoro di @Penelope ❤️

    • Comunque se vuoi una strigliata te la do, dopo 2 anni e mezzo se avesse voluto stare con te ci sarebbe.
      E tu perché sei ancora a casa invece?

      • Oggi sono rovescia, ovunque mi giri vedo uomini che buttano via. Matrimoni, mogli, relazioni ed amanti. Gli uomini buttano.

        • @White non sono più tanto ci nvinta a leggere qui le storie di molte che siano soltanto gli uomini a buttare via il matrimonio
          E no ci sono pure le donne non ho dati statistici poter dire se esista una percentuale ,non so manco se mai sia sta fatta una indagine e comunque la reputerei attendibile con riserva
          Perché ovvio che intervistati soprattutto su un argomento così
          E bè facile mentire così per vari motivi

          Insomma White no credo che ci siano eccome le Donne che lasciano o meglio che tradiscono si okkei nel senso che il matrimonio ha problemi

          Però il filo conduttore per me resta sempre lo stesso
          E cioè che non ci sta veramente la pazienza e volontà di Comunicare in modo reciprocamente valido
          E cioè senza il pregiudizio preconcetto

          Non so sto perplessa qui mi pare che ci siano eccome Donne che fanno un casino immenso nella loro vita
          Okkei in amorate ,ma di chi
          A volte mi viene da dire innamorate di se stesse ma in senso di Ego
          A volte facile nascondersi dietro al dire e ma mi sono innamorata del amante quanto è meglio di mio marito !!

          Ma siamo proprio sicure?????

          • @White ovviamente mi riferisco ai molti casi in cui appunto poi tanto amore di qua e di la ma poi tutto finisce nel cesso
            Pardon sto incazzata stasera
            Però sono in buona compagnia e bevo eccome no
            E ci rido su pure
            Per non morire di sfiducia nel ritrovarsi
            VIVI COLTI EDUCATI SAPIENTI
            UMILI SEMPRE!!!

          • Scusami Ariel…ma nessuna persona è migliore o peggiore di un’altra. Uomo o donna che sia. Io non amo il mio amante perchè è migliore di mio marito. Amo quello che siamo riusciti a costruire insieme, la nostra relazione. È la relazione che fa la differenza.

          • Ariel,
            se ognuno di noi sapesse a priori di prendersi un “pacco”, che dalle mie parti significa “fregatura”, credo che nemmeno si metterebbe in una simile situazione che non giova veramente a nessuno.
            Succede di innamorarsi, molte volte (la maggior parte evidentemente) di persone sbagliate o di persone codarde o di persone bugiarde o semplicemente di persone che credevano di avere la forza di rischiare ma non ce l’hanno fatta.
            A volte capita il miracolo di innamorarsi della persona giusta, quella che ti fa dire “ne è valsa la pena”.
            Concordo con te che i problemi di comunicazione siano i principali responsabili delle infedeltà e delle sofferenze. Ma molte volte non è solo questione di comunicazione nel senso del “parlare e basta”. A volte si tratta di affinità elettive che tra alcune persone di sesso opposto ci sono (rare) e tra altre no.
            Che poi oggi si prenda con “superficialità” la decisione di lasciarsi posso anche essere d’accordo con te ma le generalizzazioni non sono belle. Ognuno decide, coraggiosamente o meno, che direzione dare alla propria vita assumendosene tutte le responsabilità e le conseguenze.

          • Ariel in base a cosa dici che donne e uomini si lasciano facilmente? A me in realtà sembra esattamente il contrario. Anche quando ci sono validi motivi per decretare che un matrimonio è finito, ci si ostina a volerci stare dentro. Le statistiche di Alessandro dicono questo. Mi sembra di aver capito così. Ma, statistiche a parte, anche nel piccolo campione di questo blog è evidente che è difficile chiudere un matrimonio, che il senso del dovere, il senso di colpa, la responsabilità per i figli, la paura del giudizio altrui e tante altre motivazioni che non sto qui ad elencare, hanno il sopravvento e spesso si sceglie di non muoversi da dove si è e di ricostruire.
            La famosa parola magica: provo a ricostruire.
            Certo è vero, spesso ci si sceglie con superficialità la persona con cui condividere una vita. A me piace pensare che non è tanto la superficialità ma l’immaturità a condurci a scelte sbagliate e la fretta di dover rispondere a tappe sociali obbligate sennò sei il diverso della situazione. Poi però si cresce, si matura, si cambia e magari scopri che non è più quello che vuoi, che cerchi altro da una relazione, da una persona. Insomma, casi a parte quelli che vanno scopando in giro per dare sfogo al loro pisello, credo che tradire sia il risultato di un fallimento di certe scelte fatte in passato. Ma che poi si concretizzi in chiudiamo il matrimonio questo non mi pare proprio avvenga con facilità.
            @C. Concordo con la tua riflessione

          • @Franca e C.

            Grazie a entrambe per i vostri preziosi commenti
            Allora cerco di rispondervi al meglio che posso

            Quando scrivo un commento ” Forte”
            Nel senso che sta evidente una MANNAIA che Appare essere stravolgere colpire giudicare estrema
            Pesante
            Ovviamente il mio obbiettivo spontaneo del momento è SCUOTERE le COSCIENZE
            Per colpire e stimolare la riflessione lo scambio pure così come sento essere
            Una vera Luce di Bellezza nel vostro ripondere e nel vostro espimervi e che comunque prima o poi verrà letto e criticato senza risposta criticato magari aspramente,ma il vero obbiettivo è suscitare la CRITICA una vera BELLEZZA CHE GENERA MOVIMENTO CAMBIAMENTO!!!!!!

            E comunque scrivere cose forti e in modo radicale tipo una bella scure che fa per chi legge suscitare la INDIGNAZIONE crea una REAZIONE
            Soprattutto tra le persone più sensibili
            E colte dentro ,una cultura profonda che si è vissuta da sempre e che permette di riuscire a capire molto di se stessi e degli altri e meccanismi di relazione con gli altri

            Quindi ,ergo ovvio che sono a volte commenti pieni di generalizzazioni ,ma nel significato di voler concentrare i comportamenti i limiti presenti nella capacità di saper sentire i propri sentimenti emozioni vere e relativa capacità di capire e scegliere in modo maturo( Franca infatti sono pienamente d’accordo vero e centratissimo il termine
            Comportamento immaturo che da origine al comportarsi da superficiali )

            Bisogna distinguere tra il comportamento sociale nelle scelte di stare in coppia e tutte le successive dinamiche sviluppi scelte e l’essere

            Il comportamento cambia nella epoca
            Non fa parte della essenza della persona
            Quindi in realtà io non giudico mai la persona
            Ma
            Giudico il comportamento come ad un richiamo che per poter essere efficace è sempre brusco forte e pieno di generalizzazioni

            Credo in questo che il movimento e scambio delle idee qui anche siano buoni semi che porteranno a sensibilizzare le persone al poter suscitare il Dubbio sia muovere alla ricerca dei veri se stessi che questo insieme genera il cambiamento del comportamento sociale in genere e quindi nella coppia che significa scelte di mettersi insieme ad esempio sono sempre più da decenni immature e sempre più immature e poi no il lasciarsi è difficile e purtroppo inevitabile tra amantato e matrimoni e figli essere un vero casino sofferto per tutti
            È generale e non nel particolare che ovvio che ciascuno fa come può
            Ma se si sta sempre zitti ecco
            Chi tace acconsente e si contiunua ci si ostine a non vedere o a non voler guardare la propria e altrui realtà vera.

            Insomma ovvio che chi qui mi risponde
            E non importa Critico è meglio
            Comprendete??

            La BELLEZZA DELLA CRITICA!!!!!
            Grazie a entrambe
            Siete Mosse,Belle Donne!!!

          • FRANCA …Credo che con queste parole Tu abbia centrato il problema. A me piace pensare che non è tanto la superficialità ma l’immaturità a condurci a scelte sbagliate e la fretta di dover rispondere a tappe sociali obbligate sennò sei il diverso della situazione. Poi però si cresce, si matura, si cambia e magari scopri che non è più quello che vuoi, che cerchi altro da una relazione, da una persona.

      • Ciao White, purtroppo non posso scendere nei particolari…il bambino è molto piccolo e lui mi dice che non può lasciarlo. Non riuscirebbe mai, adesso che è così piccolo, a lasciarlo e vivere altrove.
        Quanto a me…so che può sembrare ridicolo…ma ho iniziato questa relazione (con l’unico uomo che mi sia mai piaciuto in tanti anni che non fosse il mio compagno) dopo aver scoperto che il mio compagno non era stato corretto come pensavo e speravo… Non è stata una vendetta…è stata una conseguenza del dolore che stavo provando…Quando il mio “lui” si è fatto avanti non pensavo a nulla…non avevo aspettative…ma la cosa è cresciuta contro qualsiasi previsione. Con il mio compagno ci siamo messi in discussione, ci siamo fatti aiutare e anche se so che la cosa vi sembrerà ridicola…se non mi fossi innamorata dell’altro non avrei voluto e non vorrei nessun altro che non fosse il mio compagno.

        • Io ti trovo lineare e per niente ridicola @Penelope. Ti auguro che succeda quello che meriti, quello che meritano le persone oneste con se stesse e con gli altri. Che almeno questo uomo sposato e ‘troppo presto per uscire’ .. ti tratti con amore, ti voglia bene, abbia rispetto di te.
          Il resto.. chi vivrà vedrà. Comunque complimenti.

          • Complimenti a me @Cossora? Grazie! …ma no..☺️ Io mi sento così insignificante e debole che quando leggo i tuoi interventi vorrei 1/4 della tua forza e della tua autostima…Non so se questo uomo sposato mi Ami come dichiara…quello che temo è che non avrà mai il coraggio di lasciare una situazione così consolidata come la sua famiglia agli occhi della società…e, sebbene riceva complimenti per il mio aspetto e per i modi.. ogni volta che lui fa qualcosa per lei…penso di non essere all’altezza…e che lei sarà sempre un gradino più in alto di me…

        • @Penelope, scusa. Ieri ero un po’ tanto nervosa e forse sono risultata un po’ secca.
          Capisco quello che vuoi dire. Io sono qui in veste di moglie, ameba, scassapalle e poi per forza che il poverino mi ha tradita.
          Ora noi stiamo andando avanti perché mi ha dato buoni motivi di credere alla sua versione, ma ti assicuro che io, che amo molto mio marito, e ho sofferto e soffro tuttora per quello che ha fatto, tutto ho avuto voglia di fare tranne che fare l’amore con altre persone. Anzi..

          • White, ti assicuro che so perfettamente come ti senti e quello che provi, e non cerco in alcun modo di trovare scuse o attenuanti, perché ritengo che non esista un modo “giusto” di reagire, ma ognuno di noi ha il proprio vissuto… Quando accadde a me la psicoterapeuta, dopo mesi di terapia, mi inviò da uno psichiatra che mi ha curata…a lungo…Non è stata una passeggiata di salute…e dopo aver vissuto malissimo per tanto, tantissimo tempo… decisi di dare un’altra chance alla nostra storia, e in mezzo a tutto ciò si fece avanti il mio sposato…sicuramente sembrerà un alibi…ma io per la prima volta dopo quello che era successo…mi sentii desiderata…e forse inconsciamente volevo vendicarmi…Con il tempo mi sn innamorata…e oggi sn qui…con i miei dubbi ed i miei tormenti…

          • Quanta sofferenza @Whiterabbit, @Penelope..
            A quanto pare nessuna delle nostre e vostre posizioni ci tiene al sicuro, lontane da certi tipi di dolore. Autostima.
            In qualsiasi situazione è l’unica cosa che ti salva, che ti sussurra all’orecchio ‘non fare cazzate’ oppure ‘questo va bene, ma da qui in poi e fino a qua’.
            Autostima. Coltiviamola, gratifichiamola, insegnamola ai nostri figli, tiriamola fuori alle amiche in crisi, cerchiamola nei nostri partner. Impariamo a riconoscerla, non è sentirsi pieni di se, non è prevalere sugli altri.

          • @Cossora hai ragione, ci vorrebbe un po’ di autostima. Io ci sto lavorando.. sono stata molto bella da giovane, poi durante il matrimonio coi problemi mi sono un po’ lasciata andare, credo purtroppo che questa fosse una delle problematiche, che tristezza eh, ora sono tornata magra dal tanto vomitare dal nervoso, sono sicuramente una bella donna, ricevo un sacco di complimenti, ma la sensazione di fondo è che non sono stata ABBASTANZA.

          • @White cara questo tuo scrivere
            “Non sono stata abbastanza”
            ,forse,potrebbe essere il nocciolo della tua difficoltà ad avere un autostima

            Intuitivo supporre e certamente tu lo sai meglio di chiunque,ma è qualcosa che ha origine ,forse,dalla tua infanzia?

            Si chiama anche Ansia da prestazione
            E secondo mio modesto avviso,se fosse corretto questa mia ipotesi qui
            Penso che veramente potrebbe aiutarti il mio solito suggerimento di una terapia
            Se tu ti sentissi ,non ricordo magari ti fai già aiutare ?

            Molte persone conosco con questo
            “Non sono stata abbastanza ”
            Che tira e invita ad aggiungere subito a seguire il classico e diffuso

            ” Non sono stata abbastanza da poter meritare di essere amata”

            Oppure
            “Non sono stata abbastanza
            Nei confronti si altre persone
            Altre priorità che sempre hanno superato o escluso me stessa”

            Tanti temi antichi?….
            Scusami non vorrei essere stata invadente in queste mie ipotesi

            Ma credo che chissà,magari possano aiutarti un pochino a incoraggiarti realmente perché il capire la origine e i perché di questa tua frase serve a t stessa proprio per far emergere in te stessa LA VERA TE

            UNA BELLEZZA INTERIORE
            Coperta o soffocata da “vestiti che ti hanno messo addosso da bambina”
            Ma non sei tu
            La buona notizia che li puoi togliere
            E resti TU

            WHITE BELLA FUORI E DENTRO
            La tua BELLEZZA TOTALE
            UNICITÀ

            ToTALITA DELLE POSSIBILITÀ

            WHITE anche a te mi piace scriverlo qui

            MERITI DI ESSERE AMATA SEMPRE E PER SEMPRE!❤️

          • @ariel no, non mi sto facendo aiutare, non ne ho voglia. È successo in passato, quando è morto il mio compagno, e lo psicologo ha stabilito che io non avevo bisogno di lui ma solo del naturale tempo tecnico perché il dolore si trasformasse.
            Oggi non ci vado perché.. boh.. forse ho paura che mi faccia incazzare di più?! 🙂
            Il mio non sentirmi abbastanza? Guarda forse ad un livello superiore mi sentirei raccontare la pippa del rifiuto da parte di mio padre che si riflette nel fracazzi da Velletri. Ma questo lo so già.
            Diciamo che prima che si scopasse un’altra, nonostante fossi in un momento di poca sicurezza in me stessa dovuto anche all’aumento di peso (ma questo non ho mai capito se fosse la causa o l’effetto), prima del tradimento non soffrivo di particolari problemi di autostima, non più di una sana critica verso me stessa. Prima di ingrassare stavo da Dio o quasi.
            È più adesso, che pure sono dimagrita e ricevo complimenti, che avverto il problema. Ariel, non vorrei peccare di immodestia, ma ero veramente bella, e ora soffro del fatto che comunque a 45 anni non posso essere come a 25. Lo so è infantile, è stupido, sono bella ancora, ma io forse vorrei avere la stessa sicurezza nell’effimera beltà che avevo da ragazza.
            Ho paura perché tra dieci anni sarò peggio, ho paura che la sua superficialità possa tornare ad uscire, quasi che il problema fosse quello. Quindi direi che mi sono psicanalizzata abbastanza. Non ho voglia che un estraneo mi apra il cervello. Avrei bisogno di una botta in testa per dimenticare.

          • Che poi guarda, Lei è magra, ma niente di più. In viso è bruttina, e solo 3 anni più giovane di me.. però.. fanculo.

          • Ecco, ci arriva una tegola in testa e siamo noi che non siamo abbastanza. Scopriamo un tradimento è la nostra autostima dovrebbe uscirne incorrotta? Solo se fossimo da psichiatria. Qualsiasi grosso dolore o fallimento, pur se noi esseri umani siamo imperfetti e fallibili, ci scava dentro. Al di là del padre assente che ballava a Velletri con fraccazzo (white:)))) ) io non so cosa sia l’autostima, ma ho imparato che può crollare miseramente con tante certezze. Sotto tanti aspetti. So però di avere una luce, una fiamma, a volte più vivida, a volte quasi morta come la brace sotto la cenere, ma è il mio istinto a sopravvivere, a dire a un certo punto “basta, fanculo, via da qua, si cambia rotta”. È questa la mia sicurezza istintiva, animale.

          • @white…ma credi davvero che il problema autostima e l’evoluzione del tuo rapporto sia legato al fatto che tu hai preso chili e non sei più bella come a 25 anni? No ragazze…non ci siamo.
            Noto che lo ripeti spesso nei tuoi commenti che sei dimagrita e sei ritornata bella. Ma non è questo il problema a mio avviso.
            La bellezza conta fino ad un certo punto, conta appunto da ragazzi, quando si sceglie e ci si innamora solo con gli occhi. Ma qui siamo adulti, quasi tutti quarantenni e più da quello che intuisco e se siamo tutti in crisi è proprio perchè in fondo la bellezza non conta. Alla bellezza ci si abitua e una può essere pure Naomi Campbell o un’altra modella strafica ma ad un certo punto la bellezza non la vedi più. Cerchi altro. Io sono fermamente convinta di questo. Come diceva Brown: “con il fascino potete cavarvela un quarto d’ora poi è meglio che sappiate qualcosa”. Ciò che rende secondo me invincibile un rapporto è certamente l’attrazione fisica e il piacersi ma è l’intesa che fa la differenza, che va oltre il mero aspetto fisico. Una persona deve trovare nell’ altra e costruire con l’altra qualcosa che difficilmente trova guardandosi in giro sennò al primo soffio di vento la finestra si spalanca. Un uomo che vuole dare spazio all’amore nella propria vita è questo che cerca. Il mio amante me lo ha sempre detto. Ha scelto la moglie per la sua bellezza. Da giovani si commettono purtroppo di questi errori, ci si fa guidare principalmente dagli ormoni. Ma lui voleva anche altro, una relazione di complicità, di intesa carnale e intellettuale Dentro quella bellissima donna non ci ha trovato niente per poter costruire come lui aveva immaginato. Ha tentato negli anni poi ci ha rinunciato. Ed è diventato un affamato. Se oggi siamo insieme e lui ha trovato la forza per dire alla moglie che è finita non è certo perchè io sono più bella di lei. Lui mi dice che la cosa più intima che lega un uomo ad una donna è sapere di poterci veramente parlare di tutto dopo averci fatto l’amore. Per lo meno questo è la sua testimonianza. Devi volere una donna con cui non ci fai solo l’amore.
            Questa la sua testimonianza, il pensiero di un uomo che si è fatto fregare dalla bellezza ma che poi ha capito che in fondo conta solo per il superficiale approccio iniziale.
            Perciò white, fregatene se lei è magra, bella o brutta. Se una relazione è solida questi aspetti sono solo sciocchezze.

          • Ma certo Franca, me ne rendo conto perfettamente. Tant’e Che lui stesso mi dice che non era quello il suo problema, quello che dici lo condivido in pieno. Solo che qui si può dire tutto ma proprio tutto tutto e purtroppo a volte quel pensiero mi viene e qui mi sento libera di condividerlo. Forse non era un problema per lui ma essendolo per me ha modificato qualcosa nel mio modo di essere. È ovvio che non mi abbia fatto le corna perché mi era cresciuto il sedere.

          • @Franca
            Quoto tuttooooooo
            Meraviglioso il tuo commento qui!!!!’

            E pure il tuo amante
            Che mi sa di più andrebbe chiamato
            Il tuo vero compagno!!!
            Tesoro di Franca STUPENDA TUTTA!!!!!

  13. @penelope eccomi! A parte il regalo, che come dici giustamente tu non si fa se non ci si tiene, la cosa che mi preoccupa è che tu come me senti che è l’ennesima offesa e sofferenza che ti causa. Io ho ceduto dopo il cumulo di cose che mi hanno ferita. La classica goccia che fa traboccare vaso. Ho sclerato dopo che era uscito di casa dopo che mi ha coinvolta nel pedinare la sua ex x capire se c’era un altro. Io credo che se uno ti fa stare male non una volta ma x abitudine, il problema non è che non sono liberi ma che nella migliore delle ipotesi non sanno amare. O almeno il mio non sapeva amare me. Poi magari x un’altra è perfetto ma con me è stato egoista e superficiale. Due anni e mezzo sono tanti. Io sui due anni mi sono arresa. è la cosa migliore x me anche se ci sto ancora malissimo. Non riesco a riprendermi da depressione. Non piango quasi più ma sono molto triste. Ma ascolto la mia psicologa che mi dice di proteggermi e di tenerlo lontano perché è una persona per me dannosa e pericolosa. Difenditi @penelope. E scrivi.

    • Che umiliazioni che accettate e che richieste senza vergogna vi fanno questi ominicchi. Pedinare la ex per lui. Osceno

    • Grazie Nina…penso che anch’io abbia bisogno di una psicologa che mi aiuti a fare chiarezza prima dentro e poi fuori di me. Probabilmente come dici tu lui non mi sa amare, è la cosa che penso ogni volta che “inavvertitamente” fa qualcosa che mi fa stare male, eppure ogni volta ci ricasco…e mi chiedo cos’altro possa succedere che mi faccia letteralmente scoppiare…

      • A me inavvertitamente voleva inviare le foto delle vacanze coniugali, certo i luoghi non le persone, ma si è pure risentito perchè non ho gradito nemmeno sentirmelo dire … questo mi ha fatto scoppiare.

  14. @cossora anche io concordo con te!! @lei è un caso a parte. Non so come fa ma mi pare una situazione in equilibrio. Intanto io ti ringrazio x la forza e carica che dai a tutte. Purtroppo non tutte abbiamo lo stesso temperamento. Io mi sento come @tothemoonn, depressa e senza futuro. Mi sto curando. Ma la depressione è brutta perché toglie energie. Nel mio caso la storia con lui l’ha tirata fuori ma non causata. Era già lì. Purtroppo se si aggiunge questa cosa tutto si complica ma ha ragione @elisabetta. Ci si può curare e bene anche nel pubblico. E nel caso di persone molto differenti o che hanno incontrato persone disturbate (come dice @ariel) curarsi è doveroso e indispensabile. Coraggio. Come vi ho scritto la mia storia ha ancora strascichi gravi su un piano concreto. Pian piano se ne esce. Anche io ogni tanto penso di essere valsa x lui molto poco. Ma anche se fosse non vuole dire che valgo poco io..

    • Bisognerebbe chiederlo a tutti e 4 però se si sentono in equilibrio.
      Io cerco di capire e immedesimarmi in tutto, ma forse sono più all’antica e credo che qualcuno di 4 tanto bene non stia, consapevolmente o no.

    • Io nei casi a parte non ci credo @Nina.
      Siamo tanti su questa terra e sicuramente i nostri profili e comportamenti sono degli stereotipi.
      Sicuramente esistono stereotipi frequenti, come esistono stereotipi rari.
      Se c’è un 20% di uomini che per un motivo o l’altro molla la famiglia e si rifà una vita, c’è un tot% di donne che non vogliono trasformare la loro relazione in un altro matrimonio.

      Io onestamente se potessi scegliere vorrei un uomo che non vivesse con me, che ci fosse per fare delle cose belle, viaggiare, vedere mostre, ogni tanto fermarsi a dormire uno dall’altra.
      Ma un altro uomo in casa, fisso ..NON LO VOGLIO !!

      Magari dopo i 60, 65 anni.
      Ma mia madre quando lo dico mi guarda di sbieco: “giovane, vero tesoro? Dopo 25 anni di libertà ti metteresti a fare la badante?”

    • Nina,
      per favore riprendi in mano la tua vita e vai avanti.
      Ci mancherebbe solo che ci facciamo calpestare l’autostima da esseri da “4 soldi”.
      Pensalo come un cimelio da mettere sul comodino e pensa quanto sarà bello quando si accorgerà che “NON LO CAGHI PIu'” e che senza di lui non solo stai bene ma anzi stai MEGLIO DI PRIMA.
      Non sai quanto la tua indifferenza possa far male a certe persone che credevano di avere potere su di te.

      FORZAAAAA!!!!!

      Un abbraccio.

  15. @Nina
    Senti il mio abbraccione
    Bravissima!!!
    Donna coraggiosa ce la fai e ce la farai
    A “ridere dei guai come non avevi fatto mai ”
    Ti ricordi ” Vivere” di Vasco Rossi?
    ❤️

  16. Ma senti Alessandro, ora che finalmente felice lo sono, quasi estasiata nel non dipendere più da una situazione penosa come questa… e che sono amante si, amante di me stessa e delle mie cose, amante dei miei figli, dei miei boccoli dorati (viva i parrucchieri) e del sorriso di chi incontro nella giornata… posso essere anche io una amante-felice?:))))

  17. @alessandro in realtà non mi ha mandata a pedinarla ma mi ha portata con lui a spiarla…non posso scendere nei dettagli ma è stata una cosa squallidissima, talmente assurda che nemmeno mi sono arrabbiata subito, ci ho messo un momento a realizzare. e la cosa peggiore è che quando gliel’ho detto lui DAVVERO è cascato dalle nuvole e non riusciva a capire il perchè di tanta rabbia. considerate che era fuori casa da un po’ e che ufficialmente si sono lasciati anno scorso, quindi in teoria erano entrambi liberi, ma lui voleva assolutamente uscirne pulito per prendersi il malloppo. e così ha perso tutto. ben gli sta. e la cosa assurda è che lui, che è avido e tirchio come zio paperone (questo l’ho sempre saputo, ma lo attribuivo a insicurezze economiche del passato), mi diceva che lui il malloppo lo voleva per me per darmi sicurezza, quando io non mi sono mai fatta offrire nemmeno un caffè e regali, manco a natale. per dirvi come si può arrivare a ridursi male e a non capire nemmeno quanto l’altro ci tratti male. io sono convinta che il mio rientri nella categoria matti patologici, e non stronzi, dopodichè non so cosa sia meglio. io vi posso solo dire che mentre quando stavo con lui piangevo tutti i giorni ora sono triste ma non così disperata. ma vi dico anche che pur di non vedere quanto era pazzo, sono arrivata a litigare con la mia più cara amica (che aveva visto tutto) e a mandare a quel paese la psicologa che mi seguiva, e che ho cambiato, perchè mi metteva in guardia da cose che sono puntualmente successe. forse la mia storia è un po’ estrema ma continuerò a scrivere per mettervi in guardia e testimoniare che il silenzio è e resta l’unica soluzione per vedere un po’ lucidamente le cose.

  18. Liberata non so. Ho tanta paura che torni. Purtroppo mi sento nonostante tutto fragile e terribilmente attratta da lui. Ma sto in terapia x questo. Per me lui sarà sempre un pericolo e il no contact unica soluzione. Mi auguro solo che col tempo il pensiero si faccia meno ossessivo. Per ora sono brava a non cercarlo ma ci penso troppo. Non riesco a spostare attenzione su altro.

  19. Inavvertitamente era una delle sue parole preferite.. così come “non ci ho pensato”. Una due tre.. cento volte.. scoppiata lì. La prossima volta ci pensa. Sarà con un’altra ma spero almeno che la tratti meglio di me chiunque sia. A 60 anni “non l’ho fatto apposta” non mi pare una scusa accettabile. Ma secondo voi è normale che la rabbia inizi a venire fuori solo ora? Più vado avanti nel silenzio più sono incazzata.

  20. @White, @Cossora: il problema dell’autostima è sempre presente…non mi sn sentita abbastanza per il mio compagno e adesso non mi sento abbastanza per il mio Lui sposato rispetto a sua moglie…Dove sta il problema reale? Sono io che cerco inconsciamente uomini che mi fanno sentire tale o veramente non sono abbastanza e dovrei serenamente accettare questa realtà?…

    • Stesso problema. Però lui mi ha fatto sentire troppo tutto (gnocca, simpatica, unica, intelligente). Per cui è stato più semplice andar via.

    • Beh tu pensa che sia moglie, se lo sapesse, non si sentirebbe ABBASTANZA rispetto a te.
      L’unico coglione che si sente ABBASTANZA per tutte e lui.

  21. @tothemoon …. Non è assolutamente vero che tu sei stata il ‘nulla’ …. Gli uomini sono ‘semplici’ e quando si trovano ad un bivio scelgono la via più corta!! A noi donne invece piacciono le sfide …. Ecco che le strade si dividono!!
    @Franca, non è questione di immaturità …. Semplicemente ci si trova, ci si innamora, ma poi ci si evolve, in modo diverso rispetto al proprio compagno …. Le esigenze cambiano e i sentimenti si trasformano …. Lo sento nelle amanti, nelle mogli, lo percepisco anche nelle mie amiche che un tempo vedevo serene ….
    Non sempre si è in grado di camminare uno accanto all’altro, ci si prende per mano per poi lasciarla …. A volte ci si ritrova …. Altre no!!
    È la vita!!

  22. @Franca …. Ieri ho sentito il mio ex-lui dire a delle colleghe …. ‘Mi sono già sposato una volta, sbagliando’ …. Ora l’ha detto perchè stava scherzando ma credo che la frase corretta fosse ‘Mi sono sposato felice, poi le cose sono cambiate’!!
    Queste cose non le avevo mai sentite dire da lui, ma …. ultimamente gli escono spesso, sempre in tono scherzoso, ma in fondo un po’ di verità c’è!!
    Non è che non ci si innamora, solo non era quel sentimento così forte da dire ‘per sempre’.
    E come canta Tonino Carotone ‘l’amore non paga …. Il sesso non paga …. Consuma ….’.
    Buon week a tutte/i!!

    • Dispersa…il per sempre non esiste. Al momento di sposarsi era amore. Poi è finita.
      Poi…permettimi…”Mi sono già sposato una volta, sbagliando”…tipica frase da bar.
      Senza nessun risvolto o significato profondo.
      Si fa per dire.
      Chi veramente sta mettendo in discussione il proprio matrimonio TACE.

      • Tipica frase da bar? Ma lo penso anch’io!!
        Infatti lo stava dicendo scherzando e guarda caso mentre passavo ….
        Sono consapevole che ‘Amanti felici’ non esiste e che nei suoi limiti, lui a casa ci sta bene …. Solo il mio era un sottolineare che star bene non è uguale a felicità!!
        L’ho visto in coppie di amici e ora lo stò vivendo in prima persona …. Gli uomini bravissimi a parole e poi?? Non si muovono di un centimetro!!

        • Cmq tace anche quello che ti fa credere che sta mettendo in discussione il matrimonio e poi …. Chi li vede dentro le porte di casa?
          Sai quante volte lui mi diceva che ad un certo punto, ad una certa età …. La bellezza passa in secondo piano? Importante solo all’inizio di un rapporto, che con me sta bene, che ci capivamo con uno sguardo …. Però …. Quando la moglie l’ha scoperto ha fatto presto ad ingranare la retro!!

        • Verissimo Dispersa…star bene non è uguale a felicità. Se lui fosse felice della sua vita, di sé stesso e di quello che ha non si metterebbe certo a fare il piacione e a disquisire così che tu possa sentire. Non dimentichiamo mai che quando si arriva a tradire, qualcosa nel rapporto ufficiale non funziona. Alessandro docet: il tradimento non esiste, è l’amore che finisce. Poi che si sceglie di non muoversi di un centimetro è un’altro paio di maniche.
          Dispersa io credo che senza amore nessuno è felice nè sta bene. Diversamente non mi spiego tutti questi uomini incastrati nelle famiglie e nel senso di dovere ma che continuamente tentano, senza successo, di evadere innamorandosi fuori.
          Poi certo ci sono i cretini cronici, quelli a cui piace sentire che le donne gli muoiono dietro.. ma anche quelli non sono felici e non stanno bene ne in casa nè da nessuna altra parte.

          • ..eh saranno problemi loro @Franca.
            Noi non facciamo le terapute. Cenette, sesso da applausi, serate speciali, regali, fughe per un bacio, strappi alle regole, sorprese, magia: SI.
            Terapia, manutenzione, spalla su cui piangere, presa in carico del loro malessere: NO.

          • Grazie @Franca.
            Ho letto le tue parole …. Riflettevo sul fatto che oggi ho passato una tranquilla gg al mare con la mia famiglia.
            Guardavo il mio compagno e mi sentivo in colpa (cosa che non provavo ormai da tempo)… Gli voglio un gran bene, è un bravo papà, lui sta cambiando in alcuni suoi atteggiamenti ….
            Ma è come se fosse troppo tardi.
            Serena ma non felice!!
            Tengo duro perchè i figli li vedo felici, che nonostante tutto non sentono la mia sofferenza …. ma anche oggi …. risate, chiacchere, spensieratezza ecc. Ma nessun gesto d’affetto nei suoi confronti, ed è bruttissimo, quasi letale!!

  23. Esco da una settimana pesante. La scorsa mi aveva detto che stava per uscire di casa. Appena ha capito che avrebbe perso la sua stabilità economica ha fatto retromarcia. Nel giro di poche ore è passato dalle sue certezze e solite parolone a ” viene prima la famiglia” “devo recuperare” “sono confuso”. Sono confusa io invece. Capisco le sue esigenze e paure di rimanere a terra ma può un uomo in un attimo dimenticare i sentimenti che dichiarava ? Anche se razionalmente posso pensare che sia un codardo, vigliacco non riesco a non star male.

    • I casi sono i soliti 2:
      – i sentimenti che provava non erano poi così forti
      – fuori di casa farebbe la fame
      In entrambi i casi la vedo una causa persa.
      In entrambi i casi credo che tornerà a farsi sentire
      A te scegliere se vuoi vivere così per sempre

      • Per adesso non chiedevo altro, solo di essere due Amanti felici. Invece, da quando è stato scoperto i suoi sensi di colpa lo divorano e si fa ricattare su tutto. Lui dice che non posso capire, che io sono serena a casa mentre lui deve gestire una moglie furiosa e dubbiosa. Ho pazientato ma nell’ultimo periodo ogni settimana un pentimento e la decisione da parte sua di chiudere. Adesso che potrei fare? Secondo voi posso non rispondere più alle due chiamate senza dare più spiegazioni?

  24. Vi leggo sempre, ed oggi, sono giù, cerco in tutti i modi di non pensarla, come faccio solitamente nel Week end.
    Ero abituato a non vederla, nel fine settimana, era semplice, sapevo che era così, ma ultimamente, trova il modo di vedermi,anche nel fine settimana.
    Direte, sei fortunato, vi vedete tutti i giorni.
    Si…ci vediamo tutti i giorni, è lei che trova il modo di uscire per un caffè, ed io sono al mio lavoro.
    Ma stamattina così come ieri, vederla andare via, è come un pugno nello stomaco…
    Ci manchiamo, ci cerchiamo, ci desideriamo…
    L’altra sera, l’ho vista piangere perché doveva ritornare a casa, dopo, che siamo usciti a cena, e abbiamo terminato la sera da me.
    Dopo due anni…dove lei mi confessa di esserci dentro con la testa e con i piedi.. e che si trova bene con me.

  25. Rosa…io ho una posizione di rilievo oltre che lavorativa…lei facoltosa ed un lavoro di rilievo…non abitiamo lontano.
    Io i miei sogni non li nascondo, e lei lo sa benissimo.
    Ha avuto due relazioni importanti prima dell’attuale marito, che è veramente una persona fredda sia di sentimenti, che anche intimamente.
    L’altra settimana dopo, che abbiamo parlato di noi, mi ha praticamente detto, ciò che io non le ho mai chiesto…il suo passato.
    Ne è uscito che le prime due relazioni erano con uomini che la trattavano con amore, la facevano sentire donna…ma in entrambe è stata tradita.
    Poi due anni fa arrivo io…l’ho voluta, ho fatto di ogni per conquistarla, fino a che dopo un anno abbiamo fatto l’amore, lei ne è uscita che si è innamorata seriamente…ma la paura è??
    Che sia ancora come le prime due relazioni…sento che vorrebbe, ma…ce quella paura di ripetere quelle esperienze…che l’hanno portata in analisi per anni.

    • Io a volte penso che ci sia da arrendersi.. se guardò ai numeri di tradimenti certi nelle coppie che conosco sono alti, però poi penso che non tutti quelli di cui non conosco debbano necessariamente essere fedeli, ci sarà qualcuno che riesce a nasconderlo, quindi penso che percentualmente sia una tristezza.. oltre i dati ufficiali che già non sono confortanti
      Se è stata tradita due volte credo sia molto difficile per lei a fidarsi ancora

      • I veri sentimenti sono rari. I più si sposano o mettono insieme per non essere soli, perché è giunta l’ora, perché sono anni che stanno insieme, perché bla bla bla.. nel tempo la libertà ha preso piede, le persone si ribellano, si perdonano di più. Non é sempre un male tradire, è il segnale di un malessere, spesso. Che anni prima ci si è convinti di poter dribblare.
        Ma il destino ti aspetta sulla strada che scegli per evitarlo. Si sa…

    • @Love …. È stata tradita due volte e poi si è sposata con un uomo freddo …. E ora si trova lei a tradire ….
      Deve guardarsi dentro!!
      Dalle tempo …. Insistere non servirà a nulla!!
      Continua ad amarla …. In bocca al lupo!!

  26. Io credo che se una donna si sente amata e corrisponde il sentimento, prima o poi le paure scemano.
    Può esser che, visto il suo trascorso, lei ora sia timorosa, ma l’amore fa superare ogni ostacolo.

    • L’amore di sicuro ma deve esserci altrimenti non si spiega perché il 90% degli amanti sposati restano con la moglie

  27. @piccola io ODIO questi che mettono i soldi prima di tutto. Mi pare che qui nessuno rischi di ridursi in miseria. E allora si fottano e si tengano i loro soldi. Non credo che basteranno a scaldargli il cuore ma han potuto scegliere. Io sempre più penso di aver buttato le perle ai porci. Non perché io mi senta così figa ma ho dato davvero tutto e oltre. E con tutto questo..continua a mancarmi. Meno male che c’è @ariel a ricordarci di dipendenza affettiva. Per me il problema è che appena sto un po’ meglio mi viene da pensare (follia) di avere energie x riprovare. Me lo sogno di notte che torna ed è come vorrei. È durissima. Non mi cerca e sto male. Se mi cercasse sarei nel panico e so che non dovrei accettare di vederci. È ancora tanto tanto lunga. cerco di riempire le ore ma di notte..torna in sogno. Tremendo. Sognato ogni notte da un mese. Con buona pace di psicologa e psicofarmaci.. finirà mai???? Qualcuno mi dica di sì…

  28. Eh mi sa che se si fa vivo piange miseria e il bonifico lo chiede lui a me:)))) e io gli faccio un bonifico di vaffa….un vitalizio gli ci vuole..

  29. Vi ringrazio tutte per le vostre parole…per i consigli, di continuare ad amarla…di darle tempo, ed anche di lasciar perdere…sono tutte esperienze del nostro passato che ci portano a vivere in modo diverso le cose…
    Io continuerò ad amarla….ed io tempo mi dirà alla fine qualcosa…
    È un piacere leggervi e sopratutto sapere che ce qualcuno a cui raccontare cose che non potrei dire a nessuno

  30. E vi faccio partecipe perché è appena successo…ore 6 e 30…entra da me, non ce nessuno, mi salta al collo, mi stringe come se fosse una vita che non mi vede, mi bacia, e mi dice…” mi manchi…ti amo tanto!” E se ne va al lavoro.
    Questa è lei…oggi, non è mai stata così, come negli ultimi mesi

    • Lei fa così e tu sei felice @Love.
      Punto, abbiamo già detto tutto.
      Chi razionalizza anche questo non si aspetta proprio più niente dalla vita.
      Vivi, tanto di certezze non ne puoi avere <3

    • @Love,
      se il vostro è un amore così grande, merita di essere vissuto alla luce del sole.
      Tutto il resto è solo un nascondersi, un accontentarsi, niente in confronto alla libertà di potersi vivere tutti i giorni.

  31. Per chi crede che sia un uomo, vi giuro che sono una donna ah…ah…ah…

    Dunque, venerdì abbiamo festeggiato la seconda parte del nostro anniversario triennale, nello stesso luogo dove andammo la prima sera e dove torniamo ogni mese.
    Non ci siamo fatti mancare nulla: amore, sesso, coccole, cibo e risate. E c’erano anche le stelle, proprio come 3 anni fa quando gli spiegai le costellazioni.
    Credo che questa sia una delle cose che ama di me: il fatto che mi prenda del tempo per ammirare le cose della vita, le piante che crescono, gli insetti, le stelle, che apprezzi il cibo, il sesso in allegria…
    Lui, che vive in una coppia dove si pensa solo al lavoro e ai problemi familiari.
    E io non è che non ne ho di problemi o non ne ho avuti in passato, ho vissuto gravi lutti e drammi, ho solo un approccio diverso alla vita.
    La amo molto in tutti i suoi aspetti, e mi godo le piccole cose, mi sveglio sorridendo e spesso cantando.
    Ci siamo abbracciati tantissimo, a volte mi sentivo quasi stritolata, e capivo che in quella stretta ci stava tutto il suo amore.
    Mentre guardavamo le stelle, mi ha detto mi chiedo se questa è la vita reale o l’altra.
    La sera dopo mi ha scritto non è giusto che le persone che vorrebbero stare insieme, debbano vivere distanti…

    Ci siamo condannati consapevolmente a questa vita. Ma non rinunciamo ai nostri momenti.

  32. abbiamo abdicato alla nostra felicità per mantenere quella degli altri.
    E si, sono sicura che mio marito sia molto più felice così, che se lo lasciassi.

    • Io credo a tutto @LEI, tranne che hai abdicato alla tua felicità. Sei felice anche così.
      Lui non lo so ma se non vi muovete, da tre anni.. ‘va bene’ siete ‘a posto’.
      Nessuno può dirvi cosa provate davvero, sono i fatti che lo dicono.
      E vi date abbastanza, evidentemente!
      Il resto sono chiacchiere, degli altri, che stanno fuori. Quindi stanno a zero. Auguri!

      • E’ difficile dire cosa proviamo davvero, quando vivi i momenti senza bollette da pagare, senza i problemi con i figli, senza le scocciature quotidiane.
        A volte parliamo di lavoro, ma lui chiude il discorso in fretta e mi dice “parliamo di noi”. E’ una parentesi fuori dal mondo, forse è per questo che è così meravigliosa?

        • @LEI, senza parlare di me.. Certo che è per questo che è così meravigliosa.
          E se sei in grado.. devi vivertela, è un dono!

        • Non esiste solo il bianco e il nero… non esiste solo l ‘ amore e la passione ma spesso in questi ” amori altri” esiste e predomina il senso di colpa la responsabilità verso il coniuge tradito e spesso dipendente. Lo credo fermamente x questo motivo spesso mi ritrovo a non condividere ciò che tanti qui ribadiscono. Concordo quindi con Cossora e Lei nonostante io abbia gettato le armi da 2 mesi!

          • Mi dispiace ma non concordo. È vero esistono la paura i sensi di colpa (che poinmi dico, ma questi sensi di colpa, come è che magicamente compaiono quasi sempre dopo aver consumato e mai prima?) ma alla fine l’amore, se è tale vince.su tutto.
            Mi permetto di dire,nproprio perche ci sono, anzi mi piace dire ci sono stata dentro fino al.collo, che non si può stare bene in una storia “zoppa”, e per zoppa intendo, dove uno dei due è innamorato e l’altro no (perchè di questo si tratta)diciamo che ce la facciamo andar.bene, ci accontentiamo e barcameniamo, e a seconda degli stati d’animo diciamo di star bene o meno. Altrimenti non applicheremmo codici del silenzio, strategie varie, pianti, paranoie etc etc etc.
            Una parentesi sull’invidia…ma invidia de che? Io l’unica che “invidio” ma in senso buono (ossia che avrei tanto voluto che la.mia storia finisse così)quì è Franca, che se non ricordo male è l’unica che nonostante la sofferenza ha ,insieme al suo uomo deciso di scegliere, per tutte le altre, chi più, chi meno, provo empatia, solidarietà ma scusatemi invidia proprio no.

          • Mi sembra di capire che non ci sia modo di accettare i diversi punti di vista o di credere a ciò che dichiarano altre persone riguardo a come si sentono.
            Appiattimento totale. Va beh.

  33. Sfido qualsiasi uomo a non innamorarsi della tua personalità cara Franca.
    Sei una persona fantastica, hai una sensibilità spiccatissima ed un modo di scrivere da cui traspare tutta la tua essenza. Mi piace molto leggerti, davvero.

  34. Credo di essere ad un punto morto di questa relazione parallela. Quando sono con Lui sn serena, mi fa sentire importante…ma quando arriva il weekend…scompare…É la solita storia…
    La Domenica latita…pochissimi msg (magari msg…faccine!!) e poi…messaggio serale in cui mi augura buona serata!! (Con il mio compagno!!) In tutto ciò lui con la sua famiglia da Mulino Bianco. Io sn nella confusione più totale… Sto bene con il mio compagno, sto con lui da tantissimi anni, c’è stima e affetto, ma quello che provo per Lui è una cosa fortissima. Non riesco a stare senza di lui, ma non posso stare con lui. Qualche sera fa mi ha detto che non sa quando potremo stare insieme, ma di sicuro non adesso. In tutto ciò…se dovessi chiudere questa relazione, lui potrei anche non incontrarlo più ma ho a che fare tutti i giorni con la moglie che non perde occasione per raccontarmi che splendida famiglia siano…
    Come se ne esce?…

    • Svegliandosi da questo incubo @Penelope. Io non dico che essere o avere l’amante sia sbagliato. Ma porca miseria inizia a viverti la tua vita. E ad esserci quando puoi, non ogni volta che cé lui, come per far scorta per i momenti di fiacca. O ci stai bene ti diverte e ti emoziona .. oppure niente. Vedi come diventa improvvisamente più disponibile anche nel weekend quando inizi VERAMENTE ad avere i cazzi tuoi.

  35. Ciao a tutti,
    torno dopo un po’ di silenzio e di distacco. Stavo meglio, fino a ieri. Quando dopo due mesi e mezzo di silenzio lo incontro in un club sportivo. Non lo guardo, continuo a parlare con chi ero, non lo saluto nemmeno. Viene a salutarmi, col bacio. Si unisce al mio gruppo, dopo un paio di scambi di battute ci guardiamo, come sempre, basta poco per sentire quel feeling, quell’attrazione… non c’è niente da fare! Ieri ero felice di sapere che tra noi non c’è astio nonostante tutto quello che è successo e che ci siamo detti. Stamattina mi sveglio con una consapevolezza: basterebbe veramente niente per ricadere e ricominciare. Certe cose non svaniscono anzi si alimentano con la distanza.

    • @KK …. Per noi donne!!
      A loro basta giocare, amano …. Sì ma loro stessi!!
      Sai quanti gg mi fa girare le scatole e il gg dopo basta un suo sguardo, una sua carezza …. Per farmi scivolare …. Tengo duro e mi dileguo con una battuta, alla fine in questi casi o si chiude o si decide di fare l’amante e basta, senza ne richieste ne pretese …. E senza pianti!!
      A noi la scelta!!
      Un abbraccio.

  36. Dopo nove anni di amantato ier ha detto basta. Mi ha bloccato su wapp dietro mia richiesta e ciao sono confuso…tra qualche giorno ti chiamo e parliamo. La moglie ha capito qualcosa e ultimamente erano scenate tutti i giorni…sono a pezzi

  37. 9 anni di confusione. Non è un bel biglietto da visita.
    La moglie poi…dopo 9 anni se ne accorge…non so chi dei due sia messo peggio.
    Poi magari su ravvede e si chiarisce, lui.
    Tu intanto vivi.
    Dopo la separazione da mio marito io sono molto più felice e evito occasioni di sofferenza come evitassi la peste. Il mio amante se ne è reso conto e ha iniziato a chiedermi (non richiesto) tempo quando prima diceva non esserci possibilità. Credo la gelosia lo divori. Io mi sento libera e non cerco nessuno pur avendo occasioni.

    • Viste con un po’ di distacco sono situazioni che fanno sorridere, ma mettono anche un po’ di tristezza.. Prima tempo non ce n’era, ora si…

    • @Oldplum spero tanto che Tu dente a te stess riesca a sentire perlomeno che il tuo ex amante con questa sua richiest nuova di dargli tempo ,
      Ecco spero che tu non ci creda e soprattutto che riesca. Staccarti dentro a te stessa

      Perché,purtroppo è chiarissima manipolazione la sua verso di te
      Guarda che è uil classico comportamento da manipolatore

      Purtroppo cara Oldplum questi che stazionano orbiting ti dimco dammi tempo e quant’altro sono i peggiori
      Sono quelli riescono a tenere le amanti in pugno pure se già si sta. Fare la propria vota autonoma ,ma la vera autonomia è proprio il silenzio totale

      Questo è ciò che pensò perché lo schema di ciò che racconti di lui è un classico da manuale del tipo che appare un uomo normalissimo tanto caro fragile pieno di buoni sentimentI
      Pure a farci sesso scommetto che lo hai veramente sentito sincero

      Ti prego di acusare il mio essere diretta esplicita nel trasmetterti il mio pensiero che ovviamente ti invito se vorrai a commentre critica dove ritieni che sia una mia percezione errata

      Purtroppo il mondo dei manipolatori è diffuso e variegato e ognuno ha un grado di gravità specifica
      Cioè magari può essere meno impattante ,ma
      Ciò che me lo rendo sospetto è la durata nel tempo e questa sua dinamica così dolce e che magari pure ti dimostra che accoglie la tua decisione
      Tutte manipolazioni purtroppo Cara Oldplum
      Meno male che hai già fatto tantissimo la tua separazione la tua nuova casa e vita
      Sei una Donna Super in gamba e MERITI VERAMENTE DI ESSERE RISPETTATA ED AMATA ESCLUSIVAMENTE E
      SINCERAMENTE

      UN caro ABBRACCIO cara Oldplum e se vorrai non esistare a esprimere il tuo commento pure critico verso questi miei pensieri per te!❤️

  38. Io non mi ci ritrovo più in questi discorsi, lo considero ancora un gran bell’uomo, pieno di interessi e una piacevole compagnia… ma non vorrei stare con lui nemmeno tornasse con single e innamorato. Sono sempre io quella ottimista, quella che spinge per fare le cose, quella che porta il sorriso, quella che supporta, quella che consola, quella che da forza… io non voglio un uomo che mi utilizza come bastone di supporto, io voglio altro.

  39. Lui a volte fa delle cose che davvero mi sconvolgono, tipo trovare una scusa per partire da casa di sera, e farsi 60 chilometri per vedermi mezz’ora.
    E’ proprio come se avesse bisogno di una boccata d’aria per sopravvivere a casa sua.
    Fa degli orari d’ufficio assurdi, mi dice se fossi con te lavorerei meno. tutto pur di non stare a casa.
    Ma che vita è?????

      • E poi dicono che stanno a casa per i figli. Non vedendoli mai perché fanno orari assurdi per non vedere la loro mamma che intanto li fa cenare ci gioca e li mette a letto:)) magari non è il tuo caso Lei, ma davvero alcuni si accorgono che hanno figli e che costano tempo solo quando si separano. Altrimenti, come negli uffici pubblici… l’impiegato non è mai alla scrivania ma ha lasciato la giacca all’attaccapanni (e magari è al mare) :)))

        • @angelica…”E poi dicono che stanno a casa per i figli. Non vedendoli mai perché fanno orari assurdi per non vedere la loro mamma che intanto li fa cenare ci gioca e li mette a letto… alcuni si accorgono che hanno figli e che costano tempo solo quando si separano. Altrimenti, come negli uffici pubblici… l’impiegato non è mai alla scrivania ma ha lasciato la giacca all’attaccapanni (e magari è al mare)”….ESATTAMENTE cm il mio ex compagno!!!
          Che oltre alla giacca lasciava anche mutande e calzini da lavare (oltre ad un camion di camicie che voleva stirate in maniera impeccabile…altrimenti erano scenate!!!)….ma mica se ne andava!!! Perfino qnd ho preso (IO) la palla al balzo che aveva apertamente un’altra e mi sn decisa ad andare dall’avvocato…lui voleva rimanere “x i bambini”!!!! Scusate il francesismo…STO PAR DI COJONI…x i bambini!!!! Era comodo!!! E ha fatto pure finta di avere dei rimorsi…e che nn fosse la scelta giusta…Mi è venuto da vomitare qnd ha tentato di avvicinarsi (dopo millenni che nn lo faceva)…e l’ho minacciato di dire tt alla sua amante :)) :))
          Madòooo Angelica che brividino lungo la schiena ogni volta che ci penso…#chevitadimmerda!
          X fortuna ne sn uscita!!!

          • E per fortuna!!! Bravissima!!! Ed è anche per questo che non tollero che i bambini vengano usati come scudo. Poveri.
            (Ai calzini lasciati con la giacca a mo’ di segnaposto ho riso troppo però)

          • @angelica 2.0…si ci rido ankio ora, dopo due anni e mezzo (di cui 1 abbondante impiegato a far uscire lui e tt la sua roba di casa…miii che zecca!!!)…ma qnd li avevo per casa da accoppiare e piegare la sera (dopo una giornata di lavoro, cena, giochi bimbi, messa a nanna etc etc)…mentre lui si sollazzava tra amici, vita da single e amante…sai dove glieli avrei infilati i calzini?!?! :-))
            Da separati ha perso per strada l’amante in un battibaleno (fulminata sulla via di Damasco qnd l’ha visto x cm era veramente…ma io sn ancora qui a ringraziarla mentalmente…Dio ce l’abbia in gloria!!! 😉 ) e ha”miracolosamente” scoperto i figli! X qnt mi riguarda…io ho riscoperto di essere una donna e nn solo una “domestica”…Cm dice una mia amica…cn lui ho totalmente sbagliato la selezione in ingresso (io mi occupo di risorse umane 😉 )…ma vabbè fa parte degli errori della vita! Che ci devo fà? Oggi sn serena da questo punto di vista…qnd riuscirò a togliermi dalla testa definitivamente anche il mio successivo amante (impegnato) starò ancora meglio…ma questa è un’altra storia…buona giornata a tutte…

    • Una vita da coniglio…
      come la totalità di tutti gli “ominicchi” descritti in questo blog.

      Scusa @LEI…mi è proprio scappato…ahahahahah

      • C. Mi aggrego !
        Ominicchio lui e @Lei che non fa na piega
        Macché pare che la passione lo scoparselo e basta così
        Debba avere il diritto di esistere e passare con plauso
        ,ma non ci penso nemmeno

        Criticoooooooo
        EGOISMO MOSTRUOSO !!
        Di entrambi verso tutti glia altri a casa di ciascuno e
        chi se ne frega! Ma si!

        C. Come vedi sto CRITICA perché spero che leggere stimoli a riflettere e a agire con la Umiltà
        Ma,la speranza come sempre è la ultima a spegnersi!!!

        CRITICHIAMO SU SU SU
        AVANTI!!!!

        • Egoismo mostruoso certo. Se ti raccontassi di come mio marito si pone con me sul piano sessuale, non ragioneresti così.
          Se Alessandro me lo permette, potrei raccontarvi un paio di aneddoti.

          • Io so cosa intendi. Mio marito non ha avuto il tempo ne il modo di farlo, l’ho fermato io prima. Ma ho amiche che mi raccontano gli approcci dei mariti ‘ostinati’ a dir poco.
            No comment.

          • @Ttutte/i

            No no
            Qui non ci siamo proprio,secondo me,
            Non mi appartiene affatto questo commentare indiretto allusivo
            Non mi trovo d’accordo
            Non fa parte di me

            Se ci troviamo qui a scrivere e commentare è proprio perché ciascuno di noi NON È AFFATTO FELICE di ciò che ha vissuto Ela situazione di poca convinzione e disagio resta in tutte quelle donne che vivono ancora col piede in due scarpe

            Non si tratta di amanti si o no
            Ma di casino si o no

            Smettere di stare col piede in due scarpe

            Allora se si è qua è perché non sinè così felici delle proprie NON SCELTE

            Scegliere è sistemare fare ordine
            Separarsi se si sta male col marito
            Chi non lo fa secondo me fa danno a se stesso e a due famiglie

            E infatti se si scrive qui come fa @ Lei è perché lei non è così felice e contenta
            Altrimenti se ne starebbe zitta

            Continua sotto

          • Per completare il mio pensiero ,quindi,
            Il mio intento tentativo è di criticare quando sento spontaneo farlo con uno scopo di muovere la riflessione autonoma in ciascuno di noi

            Questo muove a cambiare in positivo il nostro confrontarci

            Non esistono per me cose da paese piccolo miti assurdi considerati NOTA BENE dai MASCHI
            il picvolo pensoero che le femmine sono invidiose della felicità altrui

            RIFIUTO CATEGORICAMENTE
            QUI SI CHE MI PRENDO LA LICENZA POETICA DI DEFINIRE QUESTO PENSIERO
            UNA EMERITA CAZZATA

            PARDON,HU
            se preferite sCIOCCHEZZUOLA!!!!

            CRITICATE E SARETE CRESCIUTE!!!!

            BUONE RIFLESSIONI!!!!!!

          • @Ariel che tutte quelle che scrivono qui siano infelici lo hai deciso tu.
            Ma se è questa ‘la regola’ mi sa che devo smettere di scrivere visto che non bevo, non fumo, non piango e non sono in terapia.

    • @LEI, se fosse con te tu diventeresti la normalità dalla quale cerca con ogni mezzo di tenerti fuori. Tu senti cosa c’è tra voi, certe cose non hanno una versione ufficiale, impegnata, seria.
      Siete uniti dalla passione, non ci sono risposte logiche!

      • Infatti non c’è una logica @LEI
        è solo DIRVI E FARE
        facciamo i cazzi nostri
        E degli altri non ce ne frega un un cazzo

        Questa è la VOSTRA logica
        LA LOGICA DEL XXXXXO
        Pardon, mi è uscita così,ho finito la bottiglia!

        CRITICOOOOOOOOO!!!!!
        Avanti critichiamo
        Avanti un altro !!!!!

        • @Ariel però ogni tanto prova a rispettare anche le opinioni altrui senza dare delle ‘frega un cazzo degli altri ‘ o definire un pensiero altrui una ‘logica del cazzo’.

          Il confine tra libero pensiero critico e maleducazione è sottile.

        • Mmh…mi sa che si sta uscendo fuori dal seminato….cmq Ariel mi sa che sei troppo convinta che la tua storia sia la regola.

          • @Samanta a quale delle mie storie ti riferisci?
            Perché ne ho avuto due entrambe molto significative per la mia vita affettiva e la mia attuale strada evolutiva personale

            Qui nel Blog rappresento una minoranza marcata proprio dalle mie due storie affettive di relazione di amore

            La prima matrimonio lunghissimo con mio Caro Marito ,morto anni fa,positivo al massimo proprio perché insime siamo riusciti a superare le naturali difficoltà della nostra lunga convivenza

            Dopo ho avuto al arelazione tossica con Bordeline Narcisista
            Con mia seguente FORZA conquistata attraverso la terapia specifica per cui sono riuscita a liberarmi di lui mandandolo io stessa per prima a fan…

            Allora non intendo certo omologare tutto
            Ma Sostengo semplicemente cose che ritengo importanti proprio perché ho vissuto due relazioni affettive così opposte
            Positive e negative

            Nessuno qui perlomeno ha mai parlato del suo matrimonio positivo fino alla fine intendo dire senza esseresi poi separati o divorziati

            Allora io stessa ho vissuto la Stabilità affettiva che è notoriamente a detta della scienza psichiatrica e psicoterapica LA UNICA POSSIBILITÀ DI VIVERE SERENI E SODDISFATTI LA PROPRIA VITA
            Semplicemente perché si riesce a distinguere con consapevolezza che cosa ci fa stare bene o male che cosa sia aver creduto alle fiabe e cioè alla manipolazione consapevole dei Maschi qui descritti dnegli articoli di CaroAlessandro

            Dove il denominatore comune
            È
            La Manipolazione in cui qui tutte ed ognuna con le sue ovvie differenze di esperienza ci siamo CASCATE TUTTE!!!!!!!’

            Purtroppo molte stazionano ancora perché sono manipolate dentro e in buona fede sincere si sentono così bene,ma,
            Però stanno qua ,comprendi????

            Vi vogli bene tantissimo a tutte!❤️

    • Ne parli come un carcerato attaccato al letto con la catena e la palla al piede.
      È affetto sicuramente dalla sindrome di Stoccolma che consiste nell’amare il tuo aguzzino…più lui ti tratta male e più tu non riesci a staccartene.
      È questo il tuo Lui cara @LEI.

        • Secondo me ci sono preconcetti duri a morire, cé chi ha deciso che se sei l’amante NON PUOI ESSERE FELICE (perché, con l’anello al dito cé questa certezza?) e per quanto tu @LEI (e mi ci metto anche io) dica che mai ti ha trattata male.. sempre una povera vittima manipolata rimani.
          Non si può credere alla felicità altrui senza demolirla? Anche perché sa tanto di invidia maligna femminile.
          Ecco l’ho detto. Ammazzatemi!

          • Io sinceramente non mi sento né vittima né manipolata.
            Io e lui siamo nella stessa identica situazione, abbiamo fatto una scelta, abbiamo deciso di vivere questa storia con i limiti che ci sono.
            E’ ovvio che ogni tanto uno dei due sclera, perché mantenere una doppia vita così a lungo non è una passeggiata.
            Ma visto che diversamente (lasciare la famiglia o chiudere la storia extra) non vogliamo fare, stiamo così e poi si vedrà.
            Non sempre il futuro dipende da noi…

          • No Cossora,
            è dispiacere non invidia quella che provo…sinceramente.
            Anche perché io avrei potuto continuare a vivere nello stesso limbo vita natural durante…spacciando questo limbo per FELICITA’.
            NO GRAZIE io ci ho rinunciato.

          • L’anello al dito non c’entra niente…
            per essere felici con un uomo ci vuole complicità, dedizione, divertimento, interessi comuni, PROGETTO.

            La mezz’ora per scopare la trovano tutti gli uomini che sono a secco con le loro compagne. D’altronde è proprio il minimo sindacale.

          • L’invidia maligna femminile esiste eccome, anche se la trovo molto sordida. Io mi sento molto solidale con le donne in generale. Se non ci aiutiamo noi chi cazzo lo fa??
            Però lo vedo accadere di continuo anche se è una tristezza!!
            Ma @Cossora, qui di gente davvero felice c’è forse solo il padrone di casa.
            Qui ci sono solo diversi gradi di tristezza, e mi ci metto in mezzo a piedi pari.

          • Alzo le mani. Se dici che stai bene vieni demolita.
            Io non parlo di mezz’ora per scopare, ma tanto il discorso è a senso unico. Mi arrendo. Stop.

          • @LEI non devi giustificare il fatto che tutto sommato tu, lui state bene.
            Non giustificarti. Non ci si difende perchè si sta bene.
            Sembra che dobbiamo accettare che si deve stare male per forza, che la felcità è definita da una o l’altra, come se la ricetta di una valesse per tutte.

            Detesto l’omologazione. E’ perchè si tenta di somigliare o di replicare la vita di qualcun altro che si è infelici.
            La TUA felicità dipende da quello che fa felice TE.

          • Cossora,
            ho risposto al commento di @LEI relativamente a: “CHE VITA E’???”
            Premesso che uno/a che sta bene ed è felice sta domanda manco la fa, io semplicemente ho espresso la mia opinione…queste storie non ti fanno vivere una vita felice… MIA opinione personale.
            Ovvio che se tu parli di invidia tra donne come pronta risposta ti dico che sei completamente fuori strada.
            Ma ti voglio bene, tranquilla.

          • Mah, stare a casa con qualcuno che non ami non corrisponde al mio concetto di stare bene, ma magari ho torto io ci mancherebbe..
            ho solo immaginato che venire qui a sfogarsi non corrisponda proprio ad essere totalmente felici. Il che non ha nulla a che vedere con l’anello al dito, perché io ce l’ho eppure.. qualche problema lo devo ancora risolvere

          • Ragazze vi voglio bene anche io. Ma non si può ammettere una sola prospettiva.
            A volte ci si lamenta perché si è le prime a non capire come gestire una relazione che per quanto difficile ci fa stare bene, sentire vive.
            Per alcune la soluzione è tagliare, per altre è vivere i momenti e le cose fluiscono immediatamente più tranquille, il dialogo aumenta, le frustrazioni passano e alla passione di unisce la tenerezza, una presenza più importante.
            Ma appena si fa questo discorso ecco la valanga di ‘lo fa per scoparti’. Non cé dialogo, cé giudizio, malafede e ripeto: tanta invidia di chi secondo me per limiti personali non ha saputo gestire una relazione (scelta consapevolmente) e allora il tuo è come il mio e ti prende per il culo.
            Va bene. Allora ce la viviamo e non ne parliamo più.

          • Qualcosa non torna mai però, non può tornare, “viversela bene” non è la felicità completa (io l’ho provata e credo tutte o quasi) di un rapporto bello e libero e in divenire. Con il tuo amato che dorme con un’altra donna. È un compromesso, ci se la fa piacere. Questo è innegabile. Nessuno sceglierebbe razionalmente una relazione a condominio. Poi che questo sia il percorso a cui si è destinati, che dia benefici, che sia meglio di niente o di altro non ci piove. A volte sembra sia tantissimo, un privilegio, altre volte è un pugnetto di briciole. Si ondeggia. A me questo rapporto dava tantissimo, ma non mi metteva più a mio agio. Avrei sofferto troppo e ho chiuso rinunciando a molto, non bastava più. Qualcun altro trova un altro equilibrio, ma sono sempre situazioni in cui si ondeggia appunto.

          • Cossora,
            capisco perfettamente quello che vuoi dire e non solo lo capisco ma avendolo vissuto sulla pelle per tanto tempo ad un certo punto arrivi, sempre personalmente, a fare delle considerazioni:

            Le storie di amantato capitano:
            – a chi consapevolmente le cerca per sopperire mancanze che sono più legate all’ambito della passione/sessualità. Costoro sono preparati a non ricevere nulla se non il lato giocoso e spensierato;
            – a chi, sempre per mancanze e crisi profonde, conosce un’altra persona e se ne innamora.

            Nel secondo caso ci sono dei palesi limiti nel vivere una situazione del genere.
            Chi si trova in questa categoria, e credo sia per questa categoria che sia nato questo blog, bisogna trovare delle vie di uscita e l’unica plausibile è quella di lasciare la persona che ti fa soffrire perché non può, perché gioca con te, perché ti ha preso per il culo, perché è un bugiardo patentato, etc…

            Nel primo caso invece due persone non coinvolte sentimentalmente che decidono di passare dei momenti insieme senza impegno nemmeno se lo pongono il problema. Loro non hanno “vincoli emotivi” a viversi una relazione del genere. Solo loro possono essere “felici” anche se io non parlerei di felicità ma di “spensieratezza”. E va benissimo, per chi ci riesce è perfetto.

            Quando io faccio dei commenti a @LEI che possono non piacere li faccio perché lei non ha ancora capito a che categoria appartiene. Sembra la seconda, ma poi sfocia inesorabilmente nella prima.

            E ripeto ancora che parlare affermando dei concetti perché se ne è profondamente convinte come lo sono io in questo momento non vuol dire invidiare “la felicità” di una persona che è capace di gestire una situazione simile.
            Se uno sta bene così va benissimo così.
            Io non stavo bene così e la storia si è chiusa e ora sto benissimo, in pace con me stessa, più consapevole, più matura, più disillusa.

            La consapevolezza è l’unica arma vincente secondo me, sia in un caso che nell’altro.

            Scusate la lungaggine ma ci tenevo a chiarire.

          • @ Cossora mi riferisco al tuo intervento di oggi
            “Per alcune la soluzione è tagliare, per altre è vivere i momenti e le cose fluiscono immediatamente più tranquille, il dialogo aumenta, le frustrazioni passano e alla passione di unisce la tenerezza, una presenza più importante”
            Ma ben venga, qualcuna capace e soddisfatta di viversela come dici tu, soprattutto quando parli di dialogo,tenerezza, e unicorni (passami l’ironia)
            Ma io qua ,della tua seconda ipotesi, faccio fatica a trovarne! Tu stessa hai chiuso una storia che ti ha fatto non poco soffrire, E @lei che si dichiara felice e contenta (oggi, ma un mese fa? ma domani? ), alterna momenti di up&down tipiche di queste storie, E devo dire che , soprattutto nelle fasi down non la vedo proprio ZEN… Mi pare che anche lei abbia le sue belle tribolazioni
            Quì ,non si tratta di invidia, ma si tratta di chiamare le cose con il loro nome, senza avere la pretesa di mascherarle con altre, e soprattutto di non pretendere che gli altri ci credano, poi ognuna è libera di fare ciò che crede, anche di raccontarsela.
            Sì forse @Ariel esagera un pò nel vedere manipolazioni ovunque, però io credo che se non si è delle seriali (e parlo a femminile) tutte quelle che ci hanno messo un pezzo di cuore nelle storie vissute, se lo hanno fatto è perchè ci hanno intravisto (e se lo hanno intravisto è perchè qualcuno te lo ha fatto vedere..) una possibilità, una progettualità. Magari futura, e con un sacco di problemi, ed invece alla fine si sono ritrovare con un pugno di mosche in mano e la netta sensazione di esser state prese per il sedere.
            Che poi per indorare la pillola diciamo che ci piace così, allora liberi tutti.

          • Ma invidia di che cosa? Io quì l’unica che invidio in senso buono è Franca, perché avrei tanto voluto che la mia storia avesse l’epilogo delle sua.

          • @Rosa
            I tuoi commenti li sento così pieni di vera luce positiva,
            Così sensati sensibili e veramente pieni della tua maturità e vero equilibrio tuo interirore

            Sono perle di saggezza e verità
            Ti ringrazio tanto per averli scritti
            Questo è esattamente ciò che intendo col mio desiderio e invito
            A Giudicare

            Che non va confuso con il comune significato che la gente la massa ignorante gli attribuisce

            Attribuendo al giudizio l’aggettivo
            Negativo
            Del giudicare male

            È necessario giudicare proprio perché si da aiuto primo a se stessi che esprimendo il proprio giudizio ci si da la opportunità di verificare a che punto si è nella propria evoluzione personale

            E si da la opportunità per gli altri che ci leggono a loro volta di giudicare
            E magari ecco che ciascuno potrà accorgersi meglio di punti di vista che prima non vedeva

            Un arricchimento del pensiero che crea movimento e muoversi è cambiare
            Evolversi

            Si,sono consapevole che sono particolarmente attiva sul fronte della presenza della manipolazione
            Che qui nelle nostre storie vedo in tutte con una differenza ovvia più grave nelle storie relazioni che prima o poi si sono rivelate tossiche e qui esempi ci sono come per me,oppure @Kk oppure @Nina e altre

            Non significa che pensi che per tutte sia stato così in modo patologico maschile

            Ma purtroppo la manipolazione in tutti i profili articoli scritti da @Alessandro
            Contengono la manipolazione
            E cioè ti faccio credere che ti amo e costruisco e faccio promesse e poi
            Ecco il restare deluse sfinite col pugno di mosche
            Oppure piegate ai “ritorni” dopo le finte cene di addio
            Dopo i tira e molla
            Dopo i tentativi di silenzio qui scritti espressi convinte di farlo
            Per poi ribaltare tutto e scegliere per così dire perché di manipolazione si tratta e no scelta libera per nulla
            Allora convinte in buona fede si ritorna a piegarsi. Perché è questa la dimostrazione del essere manipolate!!

            Non è una colpa ,anzi questo si mi fa tenerezza e avrei voglia di gridare per esprimere quanto mi senta impotente di fronte alla sofferenza che mi da il leggere qui altri commenti dove si sta convinte
            Di essere così felici
            Si,così piegate ancora!!!!!’

            Ma si sa ognuno ha il suo tempo di crescita interiore

            Rosa scrivo di più te ne prego!!!!
            Aiutami aiutaci!
            Di cuore ti abbraccio!

          • @Rosa
            Scrivi di più
            E non scrivo ,
            Avevo sbagliato a digitare
            Quindi è “scrivi di più.”

          • Non è il problema di scegliere una relazione a condominio, o che ci si innamora di uno che non è libero.
            Succede ma se nonostante tutto mantieni la tua scelta.. due domande bisogna che te le fai.
            E’ quasi un anno che mio marito è fuori casa.
            Ho desiderato rimpiazzarlo i primi mesi. Ho sbandato e pensato di scendere a compromessi (leggi: mettere in secondo piano i miei desideri) pur di rimpiazzarlo.
            Poi ho ascoltato la vita, e le cose sono andate a posto da sole. Mi piace la mia libertà, e mi piace ancora lui.

            Manca una figura maschile in casa ogni tanto? Ragazze se vi dicessi di si mentirei. Ogni tanto è stato difficile con l’amante? Questo non lo nego, ma le cose per me sono cambiate. Per me, non per lui. Ma io non mi concepisco in base a ciò che fa lui, non l’ho fatto per l’uomo con cui ho avuto due figli.

            Sono tornata in me, io, libera. Quella che ha rotto gli argini della famigliola perfetta ma ormai (e questo è il MIO VOLERE) senza passione. Io senza passione non ci vivo. Ci ho provato ma divento triste, incattivita.

            Mi sono chiesta: per evitare queste mancanze sei disposta a ricominciare qualcosa in cui si è sempre in due, si decide in due, si sceglie in due, ci si rende conto in due? NO.

            Questa (dopo 26 anni di relazione veramente bella, due figli e una separazione gestita con amore e rispetto e avendo mantenuto un rapporto affettuoso con ex marito e suoceri) è la mia risposta e non ho capito perchè sia un problema accettarla.

            Per voi una donna o è da sola o ha un uomo DI PROPRIETA’ al suo fianco. Non è così per me, ci sono arrivata atraverso il mio percorso, questa è la mia versione. Non mi sto accontentando, non mi sento sola, non sono grassa, triste, eremita, alcolizzata, impasticcata. Non sono invidiosa, non giudico.

            Io sono felice. Sto bene e chi mi guarda in faccia lo vede.
            Porto avanti quello in cui credo tenendo sempre me e i miei figli sul piedistallo. La mia priorità non è un uomo che la sera rincasi, ma qualcuno che mi stacchi dalla terra solo guardandomi.

            Le vacanze e il bucato insieme (per me) non valgono la rinuncia alla mia libertà. Mi spiace se non lo credete possibile. Ma è un vostro problema.

          • @Rosa scusa eh.. ma rileggiti:

            “però io credo che se non si è delle seriali (e parlo a femminile) tutte quelle che ci hanno messo un pezzo di cuore nelle storie vissute, se lo hanno fatto è perchè ci hanno intravisto (e se lo hanno intravisto è perchè qualcuno te lo ha fatto vedere..) una possibilità, una progettualità. Magari futura, e con un sacco di problemi, ed invece alla fine si sono ritrovare con un pugno di mosche in mano e la netta sensazione di esser state prese per il sedere.”

            Le mosche dei nostri amanti sono PALESI. Sempre. E in più qui vengono passate ai raggi X più e più volte.
            Nessuno sa vendere mosche come oro, tanto meno un comune uomo.

            Ma siccome siamo false tra noi (noi non facciamo branco, siamo solitarie, pronte al giudizio e sempre in competizione) raccontiamo che stiamo al gioco perchè LUI ci ha fatto credere, LUI ci ha raccontato.. NO! NOI ABBIAMO CREDUTO SUBITO, NOI ABBIAMO INFIOCCHETTATO IL RACCONTO. NEL 95% DEI CASI.

            Perchè? Perchè sennò ci giudichiamo delle poco di buono che seguono le passioni e si scopano il marito di un’altra senza remore, e lasciano fluire il sentimento senza remore, e vendono l’anima al diavolo senza remore.

            Però tra di noi tutte pronte a darci i consigli etici, pronte a dare la definizione esatta di amore e di felicità, una morale linguistica che farebbe impallidire Santa Maria Goretti.
            Belle parole (mah?) peccato i fatti………..

          • @Cossora ma certo che una donna può essere felice da sola!!! Ci mancherebbe.
            Io ho dubbi sull’essere felici con una doppia vita, o con il peso di dover sopportare un matrimonio senza amore.

          • Cossora,
            ti trovo un po’ nervosetta, polemica e un po’ troppo aspra e a tratti offensiva…proprio come le donne polemiche che tanto critichi.

            Impressione…

          • no @C. credimi sono tranquilla.
            Però una cosa la ammetto, sono sempre accogliente nell’ascolto problematiche altrui e mi faccio mille scrupoli per esprimere il mio pensiero senza irritare nessuno e soprattutto senza far sentire nel ridicolo nessuno.
            Io non conosco la dimensione del dolore delle persone, quindi non mi permetto.
            Offendere è la cosa più semplice al mondo. Credimi qui dentro ci metterei tre secondi a mortificare chiunque.
            Ma ho rispetto anche per chi con me non ne ha proprio sempre.

            Non so però come mai se do una mia opinione, specificando che è il mio punto di vista, ricevo interpretazioni su come invece dovrei pensarla.

            Però su una cosa hai ragione: meglio non farsi alterare l’umore, se si sta bene. E se questo significa non stare dentro a un certo tipo di dialogo, vi leggo in silenzio!

          • @Cossora,
            spero che tu non ti sia mai sentita mancata di rispetto da me perché credo di non essermi mai permessa né con te né con nessun altro.
            Il mio come quello di chiunque altro era solo voler dare un contributo in base alla propria esperienza, non è al contrario di quanto pensi, un dispensare sermoni o lezioni di amore e felicità.
            La tua storia ed il tuo vissuto li rispetto assolutamente ma se tu rileggi le cose che hai scritto vedrai che hai elargito tu giudizi sul modo di vivere altrui.
            Sei una persona consapevolmente separata, ammiro il tuo coraggio e la tua forza di volontà ma questo non ti consente di giudicare chi ha scelto diversamente da te.
            E, se ti rileggi, tra le righe lo hai fatto.

            Se per caso dovessero essere le mie opinioni ad alterarti posso decidere io di leggere in silenzio. No problem.

          • Stavo per scrivere un commento molto simile a quello di @C. percui mi limito a sottoscrivere e confermare.
            Qui nessuno viene per mortificare nessuno.
            Io mi sono riletta e confermo ogni parola che ho scritto perchè non ritengo di esser stata offensiva.
            Non c’è chi ha torto e chi ha ragione.
            Tu @cossora hai fatto le tue scelte e sei felice, e tutte noi con e per te (abbiamo tutte fatto il tifo per te alla fsmosa cena, ricordi? )
            Io personalmente ho bisogno di tempo, perchè la mia vita non è la tua. La mia storia non è stata la tua e ciò che per te è una verità assoluta può non esserlo per me, e viceversa.
            Siamo tante e diverse, ognuna dice la sua in base alla propria esperienza.
            Forse, e dico forse, sono stata fraintesa, non volevo mettere in dubbio la tua felicità attuale, come potrei?, io mi riferivo al fatto di esser felici vivendo una storia extra e provando amore.

        • Parlavo del suo rapporto con la moglie/compagna non con te.
          Questo rapporto di sudditanza psicologica lo ha verso la compagna ufficiale.

  40. Quante volte ho sognato un finale all’ufficiale gentiluomo. Ho aspettato, e aspettato, oggi ho capito che lui non deciderà mai. Ma se anche per comprarsi una moto fa l’analisi costi/benifici?! impossibile

    • Aspettatemi ,
      Vengo anche io,
      Oldplum metti il teaser in valigia!!!
      Arrivoooooooo!!!!

      Sto a scherzà ,non preoccuparti sto lontanissima!
      Buonissima vacanza in più Ibiza direi è un classico
      Posto da cuccaggio!!! Ah ah ah
      E che sia un buon ottimo tempo per te cara Oldplum!!!!❤️

  41. @ariel io concordo in pieno con quanto dici soprattutto rispetto alla necessità di giudicare. Anche noi stessi e anche duramente. Inoltre volevo ringraziarti pubblicamente perché solo grazie a te e ai tuoi scritti mi sono resa conto che parte del mio problema deriva dall’incontro con una perso seriamente disturbata e x me pericolosa. Grazie a te ho ricalibrato terapia e letto molte cose che mi stanno chiarendo idee anche e soprattutto su miei errori. Non posso scrivere molto ma sappi che almeno x me i tuoi interventi sono stati decisivi e che mi hai aiutata a farmi aiutare meglio da specialisti.
    @lei, se a te va bene così, in fondo perché farti tante domande? Solo ti chiedo, e lo chiedo a me stessa: se tuo marito domani scappasse con un’altra? Cosa penseresti d tuo sacrificio? Non è una domanda polemica. Mi interessa sul serio la risposta se vorrai..

    • @Nina carissima ,aei un vero tesoro a scrivermi così
      Mi hai profondamente commossa
      Guarda sono in emozione per tutto il tuo esprimerti verso di me

      È proprio perché ho vissuto una esperienza devastante psicologicamente che dopo che ho fatto il mio lungo e attivo percorso terapeutico specifico proprio per questo tipo di relazioni tossiche Narcisisti e altri simil fuori di testa che mi venuto spontaneo qui scriverne tanto a costo di apparire invadente insistente,ma purtroppo esiste una realtà nella cronaca ,un mondo che pure io stessa pensavo lontanissimo da me come qualcosa così che si legge sui giornali,ma poi mica mai mi succederà e invece no purtroppo,capita sovente perché è considerato dagli addetti ai lavori specialisti uno dei mali del nostro tempo

      Insomma che ho letto tantissimo libri attendibili scritti da Medici Psichiatri ,psicoterapeuta speciale su queste dipendenze
      Ho letto testimonianze sia di chi come me ha vissuto la stessa esperienza sia testimonianza di Persone maggioranza uomini
      Fuori di testa E veramente possono essere pericolosi
      In una scala graduata dallo stalker solo virtuale a seguire sulla violenza o peggio

      Perché purtroppo il loro scopo consapevole è distruggere le loro vittime fare del male apposta sono invidiosi e molto vendicativi perché possessivi ad oltranza sempre in una scala graduata

      Per questi motivi è così NECESSARIO INDISPENSABILE NO CONTACT e SPARIRE da tutto rendersi irreperibili oppure se si abita vicini con la possibilità di incontrarlo farsi insegnare dal terapeuta a come rispondere o andarsene senza provocare nessuna reazione il famoso
      Faccio il sasso grigio.

      Grazie di cuore Cara Nina
      Sai mi piace pensare a questa antica massima alla quale sono molto affezionata riferita all ‘ umanità tutta.

      “Chi salva un uomo ,salva il mondo intero”

      Un FORTE CALDO E CARO ABBRACCIONE
      Grazie CARA Nina❤️

    • Nina io credo che sia inutile guardare alle nostre scelte a posteriori.
      Se adesso guardo a tutti gli errori che ho commesso nella mia vita, avrei bisogno di un bianchetto gigantesco.
      Invece penso che se in un dato momento ho fatto una scelta, è perché allora mi sembrava la più giusta.
      Ora sento che quello che sto facendo sia la cosa migliore, magari più avanti potrò vedere le cose in maniera diversa.
      Ho sempre considerato la vita come un fiume che ha un suo corso. Io non so se dopo la prossima curva incontrerò pericolose rapide o un dolce estuario, so che comunque seguirò la corrente e mi adatterò a quanto troverò davanti a me.
      Lo diceva Darwin, non sopravvive il più forte, ma il più adatto. Si chiama Resilienza.

      • Desidero agiungere @Lei e per tutte/i
        Che quando scrivo la parola Dipendenza
        Vi è in realtà una scala graduata in cui ciascuno di noi può presentare una dipendenza

        Non necessariamente si tratta di dipendeza affettiva grave,ma appunto come ogni dipendenza parte dal poco e a seguire in su

        Ciò che significa essere succubi

        Spesso si è succubi senza rendersene conto

        Per questo ad esempio qui nel nostro cricare i comportamenti e non certo le persone,
        È così utile movimento di scoperta autonoma di ricerca in se stessi

        Il mio obbiettivo NON È MAI criticare la persona
        Ma psservare leggendovi il comportamento
        Giusto per riuscire ad aiutarvi provocandovi
        Che infatti serve a farvi reagire ed ecco che emerge qui scritto da voi ciò che veramente nasconde il vostro vero soffrire

        Pure per me tutto questo è un grandissimo apprendimento
        Sono IMPERFETTA TANTOOOO
        E voi ciascuna mi insegna MOLTISSIMO

        Grazie se vorrete leggermi e criticarmi!!!
        Un abbarccione sincero!!!

  42. @oldplum bravissima. Sono davvero felice che tu stia meglio. Te lo sei meritato. Posso chiederti come mai vi sentite ancora con tuo amante? Non ti fa comunque stare male? Io ricevo ancora qualche messaggio e lo patisco comunque tanto. Tu come ti senti rispetto a lui? Nemmeno io credo lo vorrei, ma siccome mi sento fragile preferisco non fare esperimenti..gli rispondo in modo cortese ma freddo e spero che prima o poi la smetta. Sono solo parole le sue ma mi smuovono ancora troppo

  43. Una domanda. Mi sono persa tra le angeliche. 2.0 sei la “vecchia” angelica o la nuova? Scusatemi a un certo punto so che eravate in due ma poi mi sono persa..ci tengo a capire.. ancora scuse

    • Nina, io sono la Angelica “più vecchia”, ho cambiato nick per evitare confusione perché un’altra Angelica aveva iniziato a scrivere e non poteva cambiarsi nome:)))

  44. @ariel, e tutte, mai come oggi ho bisogno di un conforto. Il bastardo, perché di questo si tratta, mi ha scritto tutto felice x dirmi che ha risolto i suoi devastanti problemi psicologici, quelli che a suo dire facevano sì che non riuscisse a starmi vicino. Io mi sono ciucciata x anni le storie melense delle sue tre ex storie lunghe, gli ho regalato tempo, attenzione, pazienza, denaro x risolvere tutto. Quando mi è parso che non ci fosse soluzione ho ceduto, e lui ora se ne salta fuori che ha risolto con tutte e tre le sue ex, prima moglie di quando era poco più che ventenne compresa, e che ci teneva a condividere con me quanto stesse meglio. Io non so dirvi come mi sento. Una merda totale. Mi ha schiacciata e oppressa x due anni con tutti i suoi problemi di tre matrimoni, e ora va tutto bene e ci tiene a dirmelo? Ma perché? Credo di non essermi mai sentito così male. Quello è capace che domani si sposa e mi chiede di fargli da testimone. Non riesco a farmene una ragione.

    • Allora cara Nina aggiungo questo che meno male sei in gambissima che sei riuscita ad affidarti alla tua terapia e spero tu riesca a farti ndicare come fare a fare il vero No Contact Totale
      Perché ovvio ti protegge seriamente da qualunque sua reazione balorda o amche solo che di rottura di coglioni che come vedi a questi vermi basta poco per destabilizzarci

      Quindi ti auguro veramente di riuscire tramite l’aiuto Terapeutico a FARE NO CONTACT TOTALE

      Carissim Nina fai benissimo a scriverci ogni volta che ti senti e vuoi
      Qui ci sta un enorme cuore che è fatto da Caro Alessandro e tuttenoi/i senza esclusione alcuna

      La unione fa la forza
      TESORO DI NINA!!!❤️

    • @Nina tesoro stampa questo tuo post e rileggiti come se lui fosse una tua amica.
      Si hai letto bene: ‘solo’ una tua amica.
      Ma per una amica (che è taaanto di più di un fidanzato) avresti fatto da banca, psicologa, cestino della spazzatura, etc..?

      No che non lo avresti fatto. Adesso ti prego smettila, non sentirti una merda, ma non svenderti più in questo modo. ti sei svenduta tu.
      Riprendi le redini perchè in sella ci sei tu e soltanto tu.

      Siamo tutte qui, scrivi, sfogati, ognuna di noi ti risponderà con la sua visione condivisibile o meno. Ma tu sei tu. Non perdrti di vista mai più per favore!

  45. Perché mica potrà essere così cretino da pensare che io possa essere felice x lui davvero e dal profondo del cuore? Gli auguro ogni bene perché a nessuno auguro il male, ma anche questo no…mi sembra di andare in giro con scritto cretina in faccia.

    • Ma secondo te li ha risolti davvero?:) per lui, speriamo di si, ma queste conversioni flash alla San Paolo mi lasciano un po’ scettica… tu però passetto passetto allontanati❤️

  46. care vi ringrazio per le vostre risposte. ho bloccato tutto anche se ho tanta paura di sue reazioni al no contact totale. proprio la paura di scatenare la sua rabbia era per me la ragione per tenere aperti alcuni canali. sono abbastanza nel panico…

    • @Nina cara hai fatto benissimo,purtroppo nei casi conclamati come il nostro è veramente NECESSARIO E RISOLUTIVO fare così
      SPARIRE DA TUTTO

      Ti capisco nella tua paura perché io stessa la ho provata a suo tempo quando pure feci come te
      Una progressione dei vari blocchi di comunicazione perché in effetti queste patologie sono gente imprevedibile e vendicativa

      La cosa importante che se vorrai potresti informarti è quella di farti aiutare rivolgendoti ad un centro antiviolenza di dove abiti
      Perché so per certo che possono veramente suggerirti come comportarti se hai paura

      Comprendi che non conoscendo per privacy qui esattamente cosa tu viva nel dettaglio non posso sapere il grado di gravità della tua situazione

      Però sappi che i centri antiviolenza sono pure in grado di accogliere le persone in modo segreto nei casi gravi in cui vi sia reale pericolo.
      In più anche da un punto di vista legale hanno avvocati che collaborano apposta con detti Centri di aiuto

      Cara Nina mi auguro che non sia così grave il tuo caso ,ma pure se tu hai lo stesso tanta paura potrebbe pure aiutarti farci due chiacchiere

      Sapessi quanto ti sento e penso e sostengo
      I pensieri positivi ,lo sai che volano?!!!!

      Questo è il mio per te di adesso!❤️

  47. Rispondo non so bene a chi perché ho letto parecchi interventi.
    Io non ho giocato. Io la responsabilità di essermi da sposata innamorata di un uomo sposato, me la sarei anche presa. E non sono un’illusa che si è incaponita in una storia impossibile.
    È tornato dopo tanto tempo dicendomi cose precise che non lasciavano spazio ad equivochi, e poi al momento di agire ha fatto un lento ed inesorabile dietrofront.
    Chi vuol giocare non sta qui. Sta su altri tipi di blog e non si dispera più di tanto perché appljca la regola dell’avanti il prossimo!

    • Brava @Rosa!!
      Noi donne innamorate pronte a tutto, o quasi, e loro con i loro tira e molla …. E no!!
      Mi sono spaccata la testa, lo stomaco e tanto altro per capire il perchè …. Cosa avevo o facevo di sbagliato …. Nulla!!
      Stavo solo sbagliando direzione!!
      Dopo il suo …. Vorrei tanto ma …. L’equilibrio ….
      Come uno scossone improvviso!!
      È da un paio di gg che sto meglio e mi sento bene!!
      Guardo il mio compagno con occhi diversi, non innamorati, ma più sinceri.
      Sono ancora in alto mare per capire se si può aggiustare, se la mia è convenienza o altro.
      Gli ho spiegato quello di cui ho bisogno, lui capisce …. Ma poi torna seduto tranquillo nella sua poltrona.
      Ora tocca a me, certe cose non mi vanno più bene e non le tollero più …. Nemmeno il suo ‘fai sempre la vittima’ …. Spazi, tempo per me …. Bisogno di ridere e sorridere.
      Forza sempre!!

        • Allora sono fortunata!!
          Un ex amante al quale ho sistemato il matrimonio e che fa l’amico …. E un compagno che sembra capire e soffrire, ma ad ogni mio richiamo rimane seduto nel divano!!
          Wow …. Un bel chiodo mi ci vorrebbe!!
          Rido per non piangere ….
          Grazie Alessandro!!

    • Su questo blog si parla di tutto.
      Non è un muro del pianto, non è un blog di CL, si parla soprtatutto di amanti e la fede al dito l’abbiamo vista tutte prima di slacciargli i pantaloni.
      O forse tutte abbiamo iniziato convinte che li avremmo sottratti a quelle arpie delle mogli?
      Tutte amanti per carità cristiana!!
      Rido.

      Comunque gli uomini giudicano molto meno delle donne. Molto meno ipocriti.
      Per forza ci battono. Chapeau ragazzi.

      • @cossora la fede al dito loro sapevano bene di avercela prima slacciarsi i pantaloni (in genere sono ansiosi di slacciarseli). Eppure i sensi di colpa e le paure, guarda caso arrivano sempre dopo. E nemmeno subito, ma dopo qualche giro di giostra.
        No qui non è il muro del pianto, qui dovrebbe esser solo rispetto per chi ci ha creduto veramente di poter costruire qualcosa, altrimenti nemmeno avrebbe iniziato.

  48. Una mia amica mi ha detto proprio ieri che il suo amante gli ha detto che vorrebbe sposarla.
    Detto da uno che tradisce la moglie non è una bella pubblicità.
    Comunque.
    Nuove da oldplum.
    Io sto bene. La mia nuova casa, lontana da mio marito mi ha rigenerata. Sono bella, corteggiata e felice. L’amante invece è divorato dalla gelosia e di pessimo umore. A me non interessa molto. Sto davvero bene.

  49. E non dimentichiamoci che i maschi ancora oggi qui in occidente
    Pensano nella maggioranza dei casi che le donne amanti
    Soano Zoccole

    Ma vi rendete conto ???????????
    Questi sono i maschi che non giudicano male???
    Dovrei inchinarmi a questi che ripeto PURTROPPO SONO LA MAGGIORANZA!!!!!!!!

    Questa mentalità questa SI CHE È DURA A MORIRE ED È GRAVE QUESTO!!!!!

  50. A breve faremo una giornata al mare insieme. Mi ha chiesto di partire la sera prima per passare la notte insieme.
    Devo confezionarmi un alibi coi fiocchi, ma ho paura…paura…paura…
    In passato lo abbiamo fatto ancora. Ma ora ho più paura e più sensi di colpa.
    Perché???

    • perchè cominiciamo ad avere un’età @Lei e ho notato che almeno per quanto mi riguarda, gli anni mi portano ad essere più ansiosa!!! Chiedi aiuto ad una tua amica se hai qualcuna di cui puoi fidarti. comunque se questa volta non ti senti serena puoi anche dirgli che per questa volta non puoi e fare soltanto la giornata! serena giornata

    • Esattamente seei umana
      Mentire non fa mai bene ne a se stessi e tanto meno a tuo Marito

      Veramente spero che tu riesca una buona volta a fare chiarezza in te e nella tua vita

    • Io credo sia più una questione di ansia legata all’età o meglio di una certa “saggezza” che prende il posto della spensierata tendenza al rischio dei giovani. L’ho sperimentato su di me. Il peso della clandestinità come cosa pratica (far di nascosto, inventare palle e salvagente, immaginare la figuradimmerda in caso di imprevisto) iniziava a rovinarmi sia il prima che il durante. Sentivo distintamente di “non avere più l’età” e avevo sempre più spesso l’impressione che queste azioni alla diabolik fossero enormi e ridicole cazzate. Non nascondo che questo sentire ha avuto una grossa parte nella mia decisione di chiudere.

      • Ci si sente inadeguate, l’ho pensato molte volte negli ultimi tempi della nostra relazione e devo dire che probabilmente lo ha pensato anche lui che è ancora più avanti con l’età.
        Ora mi resta di risolvere la parte a casa…@oldplum la tentazione è forte.
        Anzi più che una tentazione, sta diventando un pensiero costante, e i pro superano di gran lunga i contro.

  51. Dunque mi ha chiamato ieri perché,come ha detto lui ” te lo avevo promesso” al che gli ho chiesto per dirmi cosa? Niente….vabbe’…alla mia domanda del perché avesse deciso di chiudere la storia mi ha risposto in sequenza : non sento più niente per te,non riesco a fare tante cose insieme tu che mi stressi mia moglie che rompe il lavoro pesante,però devo riflettere se tornare insieme a te , ti posso chiamare se non ti da fastidio. Tu mi rispondi? Io sono due giorni che rido per non piangere. NOVE ANNI BUTTATI AL VENTO

  52. Dopo 9 anni sei come una seconda moglie. Ti tiene per abitudine/affetto. Domanda: ma come si fa dopo 9 anni a sentire che l’amante ti rompe le palle?
    Dai, dopo 9 anni una donna lo capisce che non è cambiato nulla e mai cambierà. Come può rompere ancora pretendendo qualcosa?
    Norma ci sono li fuori un sacco di maschi che ti tratterebbero allo stesso suo modo. E tanti un po meglio, e alcuni decisamente meglio. Per cui lui non è nulla di cosi speciale in fondo. Ma tu lo ami? Sul serio? Guarda che puoi aspirare a qualcosa di molto meglio. Sei sposata? Io ormai consiglio la separazione anche alla nubili: ti rigenera!

    • @oldplum…”io ormai consiglio la separazione anche alla nubili: ti rigenera!”…MUORO!!! :-)) :-))
      Ricordo bene questa sensazione iniziale…impagabile dopo anni di frustrazione, paure varie e bocconi amari mandati giù x il famoso quieto vivere! Io ho capito che nn lo voglio uno sterile quieto vivere…voglio semplicemente VIVERE…buona vita amica di blog! <3

  53. @oldplum per lui rompere le palle significa che non devo chiamare se prima non chiama lui…io so perfettamente che non dopo nove anni non cambia nulla,infatti adesso non voglio nulla di diverso da come sto ora. Ho 55 anni,sono sposata e ho dei figli grandi che vivono ancora con me. Il salto l’avrei fatto all’inizio ma adesso no. Vivo in provincia e la mia storia con lui è risaputa perché siamo due persone molto conosciute. Con mio marito ho raggiunto un equilibrio..siamo amici. I figli stanno bene. Ma il mio amore era lui

    • Lo sanno tutti. E non devi chiamare prima tu?
      Boh.
      Nel mio caso non lo sapeva nessuno e chiamava sempre lui perché io non lo volevo abituare male. È giusto che chiamino loro e se lo fanno in ritardo (secondo i miei criteri) triplicare il tempo di risposta rispetto a quello che loro hanno impiegato a scriverti.
      Nel mio caso funzionava. Poi ha capito . Da solo. Non servono spiegazioni.

  54. @Alessandro no,non va bene così perché comunque per quanto mi abbia fatto più male che bene in questi nove anni è stata una presenza costante…sentirsi e vedersi tutti i giorni e all’improvviso non farlo più mi spiazza

  55. Noi ci risiamo. Stesso scenario. Si fa riscoprire e dopo mesi in cui stavamo percorrendo gli step consigliati da Ale che fa? Di fronte alle ira di lei (che purtroppo ho sentito) l’unica cosa che mi sa dire è che non mi cercherà più. Non ditemi che sono una stupida, che ci sono ricascata ma mi sento a pezzi. Non riesco a reagire e non ci capisco più nulla. Come si fa a cambiare così idea in due minuti?

    • Potrebbe essercelo inventato e non è stato scoperto. Si sgancia perché non può mantenere la road map ma intanto ha ottenuto per un po’ quello che voleva. Possibile?

  56. Purtroppo no Alessandro. Non posso scrivertii i particolari ma lei ha ripreso a distrurbarmi dopo un periodo di tregua. Lui non riesce a stare tranquillo, ogni volta che lei lo insulta davanti a tutti (figli compresi) decide di staccarsi da me, cede al ricatto, si sente in colpa, mi dice che deve recuperare per la famiglia. Per mesi è stato più tranquillo, appena lei torna alla carica la paura lo divora. Ora mi è sembrato categorico e non riesco ad accettare questo cambiamento da un giorno all’altro. Comunque Ale, non ha ottenuto quello che voleva visto che da quando è stato scoperto è “sorvegliato speciale” quindi con cautela abbiamo riallacciato e ci siamo visti pochissimo.

  57. @piccola a me era successa una cosa simile cioè che si era staccato perché era in super ritardo con Road Map. Poi me lo sono ripreso ed è andata come hai letto. Il mio sarà anche un po’ particolare, resta il fatto che consiglio a tutte di farsi due domande: 1) siamo sicure che uno che fa pasticci prima non li farà neanche dopo? Il mio ha fatto peggio dopo uscita di casa che prima
    2) siamo sicure che gli uomini che davvero stimiamo (amici padri fratelli) si comporterebbero così?
    Quando avevo 20 anni mi sono innamorata di un uomo molto più grande ed è stato uno dei più corretti mai incontrati. Ha capito che mi stavo innamorando, lui non lo era anche se gli piacevo molto, me lo ha detto in modo molto delicato ma chiaro e fermo. Lo penso ancora con gratitudine. Un mese dopo ho incontrato mio marito. Potevo uscirne davvero malconcia. Lui fu un gentiluomo.

    • Dopo fanno casini immensi. Immaginate questi superconcreti&convinti mentre gestiscono sapientemente ex moglie inviperita, figlioli, suocere e madri, nuova donna, gatto e canarino, e intanto scorrono vacanze da incastrare, saggi scolastici e comunioni, incidenti diplomatici, avvocati uhhhhhhhh

      • @angelica 2.0….e sul superconcreto&convinto col canarino muoroooo…e quoto! Nn c’è niente da fare…nn gnaaa ‘a fanno! Hanno sempre bisogno della “badante”… sarà mica x questo che tendono a voler rimanere sempre nel “nido”? In fondo in fondo lo sanno che da soli sn dei “poveretti”!!! Ahhh…il concetto di organizzazione..questo sconosciuto!!! O sarà solo pigrizia…inerzia…opportunismo…e chi più ne ha più ne metta?!?! D’altronde anche il leone se ne sta bello spaparanzato cn gli zebedei al vento mentre le “sue” leonesse vanno a caccia…curano i cuccioli etc etc…Eppure è considerato il re della savana!!! Ma vaffa…vààà! :-))
        Xò ragazze, scherzi a parte, svegliamoci un po’…io a volte ho difeso il genere maschile nella figura dei ns amanti…nn volendo generalizzare nel definirli TUTTI dei delinquenti, intellettualmente disonesti e incapaci di prendere decisioni (che spesso anche noi donne facciamo fatica a prendere). Ma mi pare che i casi di @piccola e @nina siano veramente limite…nn hanno nemmeno la “normalità ” delle solite storie extraconiugali… Pare abbiate a che fare cn soggetti (che siano gli uomini stessi, le loro mogli, o innumerevoli ex mogli nel caso di Nina) altamente problematici e tossici! Ragazze…via via…la vita è UNA! Un conto è essere tormentate interiormente x la fine di quello che si pensava essere un grande amore…un conto è VENIRE tormentate…sai soggetti coinvolti!

  58. @EP hai ragione…il mio non riesce ancora a smettere di rimuginare su cose di 40 anni fa…se non prima…io ci rinuncio. tanto lo spazio mentale per me non lo avrebbe mai avuto, non è in grado di voltare pagina, sembra barbablù con la sua collezione di donne e io non voglio diventare l’ennesima. poi mi ero accorta che comunque anche se inconsapevolmente stava già creandosi spazi di evasione, con tanto su supercazzola sul fatto che a lui non piace essere controllato e quindi se deve fare una telefonata anche di lavoro esce, se deve sentire vocali anche solo di amici si mette cuffie e si chiude in camera etc, password ovunque perchè da giovane è stato vittima di stalking…boh in pratica è come se mi avesse fatto capire che io potevo stare buona e zitta in una specie di recinto e non rompere le scatole, però essere buona massaia psicologa geisha collaboratrice etc tipo grande donna dietro grande uomo, ma io, che la tentazione a mettermi in ombra ce l’ho già di mio, questa volta ho pensato che era davvero davvero troppo iniziare una relazione già con tutte queste limitazioni. poi lui è di quelli convinti di dovere per forza, in un mondo di uomini stronzi (lui odia tutti gli uomini, non ha quasi amici) il paladino delle donne, quindi erano tutte da salvare, e io buona ultima. ho visto questo scenario e ho detto no grazie.

    • Non confondiamo la privacy con la segretezza. Posso allontanarmi per una telefonata di lavoro o perché il mio amico ha da dirmi cose sue molto private ma se il segreto si estende a tutto e spesso mi puzza di altra donna o revival con la moglie. Chi non ha nulla da nascondere non ha bisogno di tutte queste manovre. Limitare non è amore. Segreto non è amore

    • Nina cara lo sai che combinazione proprio con la mia terapeuta avevamo lavorato sulla favola di Barbablu
      Ricordo che mi ero premurata di recuperare la versione originale in Francese
      Così per diverso tempo le mie sedute di terapia si sono svolte proprio sulla interpretazione simbolica della fiaba che calza a pennello con i manipolatori tipo i nostri Narcisisti o simil disturbati mentali

      Mi era servito molto quel lavoro terapeutico perché in effetti il simbolismo è rivelatore in ogni aspetto personaggio e personaggi
      Come vedi ti è venuto spontaneo farvi riferimento
      Questo è un bene positivo per te ,un buon segno di grande progresso verso la tua uscita dal tunnel!
      Brava!!

  59. @piccola in ogni caso se lui non è in grado di andare da sua moglie, dirle di non romperti le scatole e poi filare dritto da avvocato, non ne vale la pena. lascialo dove sta

    • Grazie Nina, mi faccio forza pensando a questo. Lei urla, lui va via da me. Ha tutto quello che si merita, non di certo me.

  60. @alessandro ma infatti, non c’era ragione di tirare fuori tutta sta segretezza, io inizio a convincermi che fosse un modo per rendermi gelosa e poi rimproverarmelo. figurati cosa me ne frega a me di sentire le sue telefonate di lavoro…ma ovvio che se ogni volta è una spy story a me qualche dubbio viene…poi si lamentava di essere perseguitato da donnine su facebook (che io non ho), e io gli ho detto di correggere impostazioni privacy, lo avessi mai fatto! Tuuuuu, vuoi limitare la mia libertààààààà….oh povero me….fanculo.

    • In sostanza credo che la fiducia stia alla base dell’amore e che se si sente profondamente l’amore dell’altro non si possa che aver fiducia. I comportamenti sono importanti. Io da questa relazione ho imparato a lasciar liberi e ad essere libera. Liberi di rimanere o andare. Perché conoscevo il valore di noi e non ho mai temuto perche sentivo che si, poteva magari fare il piacione per mera vanità, ma ero io conficcata nella sua mente, nel suo cuore e nelle sue mutande. Anche a me piace essere libera di avere un telefono di cui il mio eventuale compagno non conosca la password, godere delle occhiate di altri uomini e magari sorridere con nella mente però solo lui. Lui che infatti era geloso. Lo è. Perché lui vive di più la dimensione del possesso.

  61. Organizzati una notte e un giorno al mare.
    Il rischio è alto, ma io sicuramente più di lui, sento la necessità di fare cose normali, che non siano solo passare il nostro tempo insieme in un letto.
    Ma come si fa a conciliare questo in una storia extraconiugale?

  62. Penso a ciò che ha scritto @Piccola…
    Ma che appeal può avere un uomo che si lascia insultare, controllare , dominare dalla moglie, la quale ,per giunta, rompe le palle pure alla sua amante?
    Io credo che un uomo in tali condizioni perda in eros, seduzione, intrigo. No, così non lo vorrei. Preferirei piuttosto uscire di scena, per quanto dura possa essere farlo.

    • Hai ragione Artemisia, purtroppo lui non ha palle. Non l’ho giudicato in tutto questo tempo, anche quando mi ha chiesto espressamente se pensassi che fosse un co******. È un debole. Si è fatto ricattare dall’inizio e non è più libero di fare nulla. Ho visto delle scene al lavoro da cane bastonato. Non ho giudicato il suo atteggiamento ma non riuscivo a capirlo, al suo posto non avrei resistito. Più ha assecondato e più lei ha preteso. La situazione adesso è insostenibile però lui che fa, allontana me. Pensa di risolvere la situazione in questo modo. Raggiriamo l’ostacolo, facciamo finta che io non esista. Sta qui la mia delusione. Quando è stato scoperto ha fatto la stessa cosa, è sparito, ha cercato di dimenticare. Non c’è riuscito, è tornato e mi ha promesso che non avrebbe più avuto un comportamento simile. Invece…. l’ha rifatto di nuovo, trovato con le mani nella marmellata l’unica cosa che ha saputo fare è stata quella già vista, il codardo. La paura lo sta mangiando. Fingesse di vivere la sua vita perfetta. Quando si ricorderà di se stesso sarà troppo tardi.

  63. Guarda oldplum, sarà che io non sono x niente vanitosa, ma a me la sua vanità dava davvero fastidio. Poi sai lui si lamentava di queste che gli stavano dietro, allora se ti dà fastidio trovi il modo di evitare. Ognuno di noi sa come evitare di essere corteggiato. Poi normale come dici tu che parli con ex, ma non che ci sia sempre lei come un’ombra. Poi nel suo caso 3 ex tutte che girano..x me troppo. Magari un’altra avrebbe retto meglio. Io purtroppo no..

  64. Al mio ex capitavano le donne senza che lui muovesse un dito. In realtà buttava tante esche in maniera subdola e qualcuna abboccava. Tecnicamente lei faceva il primo passo e a lui serviva questo: si autoconvinceva fosse colpa delle altre. Una moglie che lo trattava da figlio ogni volta che rientrava con le gambe sbucciate e il gioco è fatto. Il problema non è la libertà, tutte la vogliamo, ma in giro ci sono bambini travestiti da uomini virili. E i bambini si devono controllare oppure si smette di fare la mamma . Io per me scelgo un uomo dentro e fuori.

  65. Finita la nostra full immersion al mare.
    Com’è andata? così così…lui molto teso, lei che lo tampinava via wapp con messaggi problematici sulla gestione delle figlie.
    dopo la notte insieme, al mattino fa flop. Ma non è la prima volta, so che quando è in crisi fa così.
    Cosa dire? Bene ma non benissimo.
    A casa mia intanto la guerra a causa di mio figlio, 18enne viziato e svogliato, con un padre che si prostra ai suoi piedi e lo accontenta in tutto, e io costretta a fare la madre stronza che lo richiama a doveri e responsabilità.
    Voglia tremenda di mollarli entrambi e smettere di fare la serva.

  66. Purtoppo le problematiche familiari ci sono eccome, e si fanno sentire.
    E mi dà molto fastidio che lui non sia capace di staccare 24 ore. Adesso ha la figlia 13enne che gli sta sfuggendo di mano. La mamma va in crisi e lui deve tenere su la baracca.
    In questo io sono diversa, so godere dei momenti, nonostante la marea di problemi che sto vivendo in questo momento. Ma io sono molto “tosta”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

@anpellizzari

La mia Rubrica su Panorama.it

Premax Shop