20140508-213649.jpg

Qui ero a Londra e avevo solo 14 anni, e quindi non ero ancora affetto da patologie sentimentali tipiche del maschio, ma ero già sulla buona strada.

Però se a quell’età pensi che le donne siano gazzelle e tu il leone è normale, meno se continui a pensarlo dopo vent’anni.

Non che sia male il gusto della caccia, ma ha qualcosa di bulimico. Il gusto del corteggiamento e della conquista, quello sì che va bene.

La parola chiave dovrebbe essere curiosità e interesse, va bene se conditi di lussuria strisciante, sano e normale.

È normale che un uomo vi guardi fisicamente, vi desideri, vi veda nuda e già affaccendata con lui in numeri estrosi ma… Non può essere tutto limitato a questo.

L’uomo con un sano interesse per la donna deve essere curioso anche della sua personalità, perché la personalità è il condimento del sesso.

Trovo patologico un uomo che trascorre una serata con una donna facendo finta di interessarsi a quello che dice la possibile preda, annoiato e tutto proteso a raggiungere la fine della parte “inutile” della serie, dai ancora un po’ di pazienza che poi si scopa…

Terribile. Faticoso. Noioso. Patologicamente senza futuro, e non parlo di anni e dell’amore della vita.

Intendiamoci, è normale che un uomo guardi una donna come a un film porno, anche le donne lo fanno. La differenza? Nella qualità. L’uomo è capace di guardare un film hard solo nelle scene di sesso, la donna vuole una trama stimolante, poi va bene anche la parte più spinta, perché no.l’uomo che ama e costruisce la trama è sano.

Ferradini in Teorema parla di “tenero amante ma fuori dal letto nessuna pietà”. La traduzione per voi è: prima del letto nessuna pietà.

Condividi:

1Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.