Home » I miei scritti » La fedeltà è zoccola e altri racconti #fedeltà #zoccola

La fedeltà è zoccola e altri racconti #fedeltà #zoccola

20140529-234011-85211338.jpg

Uomini e donne, quando sono soli fra di loro, a cena, dopo qualche bicchiere di troppo, sanno dire e raccontare cose peculiari. A volte tremende, a volte ridicole, tristi, forti. A voi il giudizio. In vino veritas?

Ecco alcune conversazioni alle quali ho assistito o mi hanno raccontato.

Economia sessuale
Tre uomini a cena. Si dibatte sui costi del cuccare. Ci si lamenta di quanto costi arrivare al dunque con una donna, cinicamente traducendolo in ricevute della carta di credito. Il più cinico a un certo punto sentenzia: meglio una escort di lusso di una fidanzata classica. Facciamo due conti: primo invito a cena in buon ristorante: 300 euro. Locale post cena per due chiacchiere: 80 euro. Secondo giro: altro ristorante e locale più intimo- divertente: altri 450. Siamo quasi a 900 euro senza la sicurezza che te la dia. Terzo giro decisivo, con cena e un teatro o cinema. Forse riesci ad andare a casa tua o sua. Siamo oltre i 1200. Poi non vuoi farle arrivare due fiori, un regalino? E fare un weekend per una sessione di sesso prolungata? Il Budget supererà i 4000. Tanto vale andare con un’escort: con metà cifra ti fai una notte con una professionista che te la da di certo e bene, non rompe le palle e sparisce un secondo dopo. E arriva con una telefonata…

Il chiodo
Alcune amiche parlano di dimensioni del pene. Ridono ma sottolineano di quanto sia importante che sia dimensionato giusto, mai piccolo ma anche quello troppo grosso non va bene. Una bella rossa confessa: ce l’aveva così grande che l’ho masturbato per difendermi. Risate… Parla la Samanta del gruppo: io ne ho trovato uno bello, intelligente, perfetto… Quando gli ho aperto i pantaloni ho esclamato: ma che cos’è, un chiodo? Si è vestito e se ne è andato con la coda, pardon, il chiodo fra le gambe!

Il test
Quattro maschi quarantenni, irriducibili sciupafemmine, si lamentano di quanto sia difficile arrivare al dunque. Le donne sono diventate sospettose. Ma come, ti Dicono: alla tua età non hai avuto storie lunghe, figli, matrimonio? Mmmm, sei a rischio! Il più fantasioso dei tre racconta di essersi inventato un ruolo. Quello del maschio lasciato da giovane da una donna, e che ha dovuto tirare su da solo un figlio che ora studia all’estero. Abbandono, ragazzo padre, coraggioso sentimentale e irresistibile. E il figlio all’estero? Così vado a trovarlo e sparisco.

Formula uno
Allora com’è andata col bellone di ieri sera? Chiedono le amiche alla fresca protagonista di un’avventura. Malissimo, dice. Quando è stato sul pezzo è durato pochissimo, è venuto come un coniglio e ha avuto anche il coraggio di chiedermi se mi era piaciuto. Gli ho risposto: complimenti, più veloce del cambio gomme ai box di formula uno.

La fedeltà è zoccola
Chi di voi è sempre stato fedele alla propria donna? Nella tavolata di dieci uomini si alza timidamente una mano, subito sepolta da lazzi e risate di incredulità. È vero! Esclama il miglior amico del coraggioso fedele. E sapete perché? Perché la sua donna è rimasta una zoccola, mentre le nostre sono diventate mogli!

Queste storie ci dicono due cose.
I maschi in questo campo sono cinici, egoisti e spesso bugiardi, con un obiettivo solo: il solito.

Le donne sanno essere ferocemente giudicanti e senza appello nel momento in cui siamo più fragili con loro, forse l’unico, che è quello della prima volta a letto con loro. Perché deve essere duro, deve durare e non può essere fuori da certi standard, altro che “le dimensioni non contano”!

Io preferisco una donna schietta a un orgasmo finto. E, sicuramente, la fedeltà è zoccola


16 commenti

  1. Caro il mio Pellizzari….

    Per le donne le dimensioni contano nella stessa misura in cui per gli uomini è meglio una donna con una quinta piuttosto che una seconda! Chiaro che per la storia di una notte meglio una donna con una quinta di seno, un girovita massimo 75/80 e un didietro sodo, o no?! Poi in una relazione le misure assumono un valore relativo (salvo che si abbia un cervello che non evolve)!!
    Che poi guarda, a proposito di Formula Uno, mi viene da sorridere pensando a questo: pensa al paradosso dell’uomo che spende 4000 euro per arrivare a portarsi a letto la tanto agognata e, quando ci riesce, è talmente caricato dall’attesa che non dura più di dieci minuti. E lei quindi che pensa? “Ma guarda tu questo… tanto casino per durare 10 minuti… e ha pure il coraggio di chiedermi se mi è piaciuto?”
    Qui un po’ il torto è vostro comunque, devo dirlo… l’ostentazione perpetua delle vostre capacità sessuali vi si ritorce contro!! ahaahah
    Pensa che in questi giorni sto facendo un giro di interviste a camgirls, per preparare un articolo e sai quale è la domanda più frequente che viene fatta loro dai clienti durante gli “show privati” mostrando orgogliosi i loro attributi?

    “TI PIACE?”

    E lo domandano quasi tutti, indipendentemente dalle caratteristiche degli attributi stessi… questo che significa? Che avete una costante necessità di essere riconosciuti e apprezzati per la vostra virilità, anche quando la situazione è chiaramente fittizia perché ti pare che una camgirl che stai pagando per fare sesso virtuale ti dica di no?
    Le donne appaiono terribilmente giudicanti e sembrano bastonarvi nelle vostre debolezze, ma quelle debolezze sono quelle che nascondete dietro a tanta ostentazione, no?!

    Stessa cosa per “accelerare” il raggiungimento dell’obiettivo, gli uomini usano questa tecnica della stimolazione del lato umanistico della donna: sono un ragazzo padre, abbandonato, amorevole con il figlio e deluso perché io a quella donna avevo dato tutto me stesso e lei mi ha lasciato. Che succede? Il rapporto accelera perché noi donne, lo sapete benissimo, in una figura come quella che ci fate credere essere la vostra, vediamo l’ideale di uomo! Quindi ci apriamo, concediamo e ci creiamo l’aspettativa di aver trovato finalmente quello diverso… quello che non cerca solo una botta e via! E che succede? Appena capite che la donna si sta “attaccando” scappate a gambe levate uscendo da quella porta di sicurezza che già vi eravate costruiti, onde evitare problemi…

    Insomma Pellizzari…. è colpa vostra!!! ahahahahhahah!!!!

    • Tutto vero sottoscrivo. Noi uomini siamo ossessionati dalle dimensioni sia per quanto riguarda le nostre sia per quanto riguarda le vostre. E chiedere a una Cam girl se ce l’abbiamo abbastanza grosso e come chiedere all’oste se il vino è buono

    • Se uno cerca soltanto le donne da scopare e non ha nessuna intenzione di impegnarsi, e’ infatti meglio rivolgersi alle professioniste non solo dal punto di vista economico ma anche’ per altri motivi. Le regole del gioco sono ben chiare, si riceve presto la prestazione desiderata di buona qualita’ (nella maggioranza dei casi) senza perdere tempo ne far perdere tempo alle donne che forse cercano una relazione seria, nessuno viene ferito ne ingannato, non ci vedo nulla di spregevole, anzi e’ molto meglio e’ anche’ piu morale andare a puttane che farsi passare per un uomo perbene e serio inventando le fiabbe con il solo scopo di impietosire e di scopare l’ingenua di turno. Le donne non sono diventate sospettose senza motivo se ci sono tanti imbroglioni in giro…Ci conviene prendere tempo e non darla via troppo presto anche’ per la propria sicurezza.

      Per quanto riguarda le dimensioni, per entrambi i sessi contano di piu’ nelle storie di una botta e via , ma se uno/una cerca una relazione amorosa seria e durevole, contano piu’ l’affinita’, il carattere ed il quoziente intelletivo che le dimensioni del pene oppure la misura di seno.

  2. Raga, mi spiace smentirvi ma non contano (un c…. varrebbe la pena dire) le dimensioni ma come lo usi. la Donna lo sa’ bene. Eppoi al giorno d’oggi si va’ ben oltre……
    Ma va la’ che vai bene ;-)))

  3. Caro Francesco, è una balla che vi raccontate voi uomini e alla quale credete, ma solo voi, sia chiaro. Se hai un chiodo ci attacchi al massimo un quadro.

  4. contano contano……………….dimensioni in generale………
    come per voi conta il seno o altro………..
    non siamo mica sempre a subire……..

    • Eccome se contano, ed è giusto che sia così. Ma è altrettanto inutile essere superdotati per essere eiaculatori precoci. Lo strumento ottimale funziona se chi lo usa lo usa bene. Grazie per il tuo commento.

      • Ma come dimensione non si intende il massimo. Pero’ forma e lunghezza almeno media e durata.
        Comunque anche quelli di minori dimensioni, vaneggiano e credono di essere perfetti…
        e magari poi si illudono di avere la donna più gnocca o più giovane.
        Insomma umiltà se non c’è, tanto vale dire le cose come stanno: noi donne amiamo CIO’ CHE è FATTO BENE. nella sessualità,
        perlomeno quelle che sono sane.

          • beh, non ritrattiamo… Scherzo: credo che ci voglia un minimo sindacale per tutto. Se l’uomo è corretto e umanamente avanzato ma poco attrezzato e poco capace finirà che andrai a letto, prima o poi, con un altro. Prima o poi, no?

Rispondi