Home » I miei scritti » Ieri l’amante era rovinafamiglie, oggi è un “mediatore familiare”

Ieri l’amante era rovinafamiglie, oggi è un “mediatore familiare”

da Facebook
da Facebook

Ti fa scopare come non scopavi da millenni. Ascolta tutte le tue menate, lamenti, problemi, consigliandoti. E’ sempre fresca, in tiro, bella, sexy. E’ paziente, ti fa ridere, non rompe i coglioni (non sempre almeno). Ieri era tua moglie, nel pieno della passione, oggi è la tua amante.

Ieri era la “rovinafamiglie”, quella che arrivava come un lampo in un matrimonio presunto felice per disgregarlo, fino a trasformarlo nell’ombra di se stesso. Oppure diventare esso stesso, da amantato a matrimonio due la vendetta.

No, signori e signore. Oggi, certi amanti, i più illuminati, solidi di carattere, autosufficienti, diventano anche una sorta di “mediatori familiari”,diventando un pilastro dei matrimoni vacillanti, non la ruspa che gli dà il colpo di grazia. Sembra assurdo ma è così.

L’amante rovinafamiglie di vecchio stampo si sarebbe incuneata/o come una spranga nei raggi della bicicletta malferma. L’amante “mediatore” no, la bicicletta te la ripara. Gratis. O quasi.

In cambio di farti scopare da deus, divertirti, farti tornare a casa in fondo sfogato e più sereno pretende poco. Che la scopi bene e con una certa frequenza. Che ci sia trasparenza. Che non ti innamori (scappa altrimenti). Che non ci siano altre amanti (ma a volte accetta anche questo, se tu accetti i suoi amanti). Che ci sia scambio di divertimento e serenità, senza impegno se non quello dell’amicizia with benefits.

Lei, come mediaiutante, ti assicura nel contratto diverse cose. Intanto non sei incazzato/a (tutto ciò che scrivo vale per gli uomini e per le donne) perché hai voglia di trombare da un mese e il partner dorme, è stanco o scopa come un sacco di patate (e una volta scopava bene: ho già scritto qui ne “Il sesso, non la vacca, è la tomba dell’amore” il valore della trombata sana e frequente nel matrimonio).

Qualcuno ti ha ascoltato con attenzione quando racconti i tuoi problemi e non con un orecchio distratto mentre cucina o mentre guarda l’iPad. Tra l’altro, se l’amante è donna, avrai il coraggio di confessargli cose che non confesseresti mai neanche al tuo miglior amico. L’amante mediatore fa anche un po’ da mamma in questo senso.

Ti curi di più. Ti lavi di più. Ti vesti meglio. E scopi di più anche il tuo partner, perché sei più adrenalinico e hai più voglia (l’esercizio sviluppa l’organo diceva mio padre Alberto Nicolò Pellizzari).

Attenzione: l’amante “mediatore familiare” funziona solo se…
1. tu non ti innamori e lei lui non si innamorano, altrimenti diventa un’altra cosa
2. il tuo matrimonio zoppica, è vetusto ma nonostante tutto regge e tu ami ancora il tuo partner. L’amante aggiunge solo quello che manca, di solito il sesso, e ripara una malattia che stava diventando cronica, l’incomprensione e il silenzio.
3. dura poco o tanto dal punto di vista sessuale, ma comunque rimane soprattutto amicizia, vera profonda amicizia. Leggete cosa ne penso su Il valore della #Amicizia fra uomo e donna.

Intendiamoci, questo non è un invito a farsi l’amante per puntellare una coppia in crisi. Ci sono edifici che crolleranno comunque.

E poi l’amante mediatore non si trova al supermercato. E’ raro. Perché è tanto solida da reggere la tua situazione e mantenere la sua indipendenza. Non la trovi, ti sceglie lei.

E, come dicono molte mie amiche che hanno avuto questo ruolo, andrebbe pagata. E non sempre lo è: gli uomini rimangono mediamente peggio delle donne, tendono a non pagare tutti i conti…

Sincerely Yours e Buon Natale

ps: sono credente, credo nel Matrimonio (non è il matrimonio che non funziona, sono le persone) ma non sono cieco. Vi auguro di non avere mai bisogno dell’amante mediatore, a meno che non siate infelici quel che basta


41 commenti

  1. Sto ridendo da sola come una pazza mi hai tolto le parole di bocca soprattutto quando dici “diventa esso stesso, da amantato a matrimonio due la vendetta” GRANDE ALESSANDROOOOO

  2. Questo è il motivo delle frequenti crisi tra me e il mio amante.
    Si lamenta continuamente della sua compagna (corredando le sue mancanze con tanto di fotografie): non sa fare la spesa, la raccolta differenziata, rovina le camicie quando stira, non cucina…
    Poi mi racconta che soffre di attacchi di panico e di incubi notturni, che lui deve placare.
    E ancora che lei non pensa altro che al lavoro e lo considera un pezzo dell’arredamento.
    Duemila volte gli ho detto che di queste cose deve parlarne con lei e non con me!!!!
    Ma io sono, aimè, anche la sua migliore amica, e con nessun altro uomo laverebbe i panni sporchi della famiglia. Mentre di me si fida ciecamente… bella consolazione!!!

    • Trovo abbastanza naturale che un amante condivida parte (e sottolineo parte) della sua vita con te. Deve però non esondare rispettando i tuoi equilibri. L’amante è si un’amica e confidente, ma la moglie è pur sempre la controparte. E lui dovrebbe capire che ci sono dei limiti alla condivisione.

      • Non lo capiscono che ci sono dei limiti alla condivisione? oppure lo capiscono ma lo fanno apposta? Che bel dilemma!!!
        Lui, per giustificarmi che non ha rapporti sessuali con la moglie, mi ha raccontato i problemi di lei…cose molto personali che non posso raccontare…. Io sconvolta! Troppo intime! Troppo personali! Forse perché sa che, essendo stata in passato tradita dal mio ex marito, non mi bevo la storia di “non ho rapporti con mia moglie” e quindi si è inventato tutto?? Oppure è vero quello dice (che non hanno rapporti per via di quello che è successo a lei… Forse uno dei pochi casi!!!!! ) e mi ha voluto raccontare tutto nei dettagli, di modo che io gli creda?

  3. E quando va in crisi e dice che vuole mollare tutto, sono io che gli dico di non farlo, che lei è troppo fragile, che non reggerebbe il colpo. che la casa andrebbe a scatafascio e le figlie rischierebbero di trovare il frigo vuoto e saltare gli appuntamenti dal dentista…

  4. Amante come mediatore..
    ….alcuni non vogliono nemmeno riconoscere di essere ricorsi ad un amante….
    La definiscono una nota di piacere… Non una amante di cui affermano di non averne mai avuto bisogno …
    E questo li fa sentire meglio rispetto agli altri

  5. Dipende da quanto dura la “nota di piacere”.
    La compagna del mio amante sospettava di una “distrazione”, e siamo ben oltre i 2 anni.

    • …per dire che è una definizione che per l altra lascia a desiderare. .per loro li scagiona da una maggiore responsabilità..
      È uno sminuire …ridimensionare

  6. E ci risiamo coi soliti problemi. Oggi mi ha detto che grazie alla nostra storia, le nostre coppie ufficiali possono sopravvivere, anzi vivere anche bene, meglio di prima (perchè ci hai scopato dopo 40 giorni contati e perchè siete andati a vedere una mostra insieme).
    Mi stava scappando un vaffanculo grande come una casa. Io non ci tengo proprio a fare da medicina per la tua coppia.
    Passi che non la lasci perchè è troppo fragile e andrebbe in depressione, passi il fatto che le figlie ne soffrirebbero troppo…ma che io ti aiuti a far funzionare le cose a casa tua, te lo scordi.
    Credo che gli ci vorrebbe un bel mesetto di mia assenza per capire come vanno bene le cose a casa sua….

    • Guarda Lei…sul fatto che scopano non puoi farci proprio niente. Un uomo non si sottrae mai ad un rapporto sessuale, figuriamoci se glielo propone la moglie e vuole tenersela buona perchè non ha nessuna intenzione di conclamare la crisi in casa.
      Questa è la nuda e cruda realtà. Trovo comunque assurdo che lui te lo racconti, che porti il conto del tempo che non lo fa con lei e te ne faccia partecipe…è davvero raccapricciante. Poi addirittura dirti che così le vostre coppie ufficiali possono funzionare…io lo vedrei un chiaro riferimento al sesso. Scopo te nel frattempo che mia moglie non me la da. E sì…così possiamo vivere bene e pure meglio di prima. Dal suo punto di vista ci sta…ci sta tutta questa affermazione.
      Ma se il rapporto con l’amante non risponde solo ad un bisogno ma è un incontro amoroso vero e proprio allora più ti rendi consapevole di questo e più diventa difficile il rapporto con il partner ufficiale. E non mi pare si vada in questa direzione. Mah…silebzio assoluto…concordo con Alessandro

    • Mah onestamente due che scopano dopo 40 giorni sono da film thriller…anzi dell’orrore…io non ci credo e crederò mai che una persona possa stare più di cinque giorni (solo il ciclo può giustificare una tale latitanza) senza fare sesso…ma forse che ne so…dopo i 50 forse potrebbe essere…non lo so…ora mi sembra da film dell orrore

  7. Ieri è stata veramente una giornata dura. Si è mostrato offeso del fatto che io abbia pensato che la mia presenza nella sua vita fosse per un fatto di comodo, poi quando ha visto che io prendevo le distanze (gli ho detto prenditi il tempo di pensare come ti poni in questa storia), è ritornato sui suoi passi, mi ha detto che aveva le p…girate, che è da qualche anno che non dice ti amo a nessun’altra che non sia io, che ha sbagliato a toccare certi argomenti.
    Mi ha detto cancelliamo questa giornata dal calendario e ripartiamo daccapo.
    Stamattina mi ha chiamata come fa di solito, ma io non sono riuscita a non essere fredda. Cortese ma distante. Sono molto stanca psicologicamente.

    • Da come l’hai sempre descritta mi pare che effettivamente sia una situazione di comodo per entrambi. Non volete separarvi né ne parlate. In completo accordo. Quindi mi sembra assurdo arrabbiarsi perché si definisce una cosa con il proprio nome.

  8. vorrei intromettermi in questo post per raccontare quello che mi ha scritto ieri il mio uomo. Posto che non chiedo MAI e non ne voglio sapere, ma da quello che ho percepito fino ad ora da quando stiamo insieme credo che con la moglie l’abbia fatto forse una volta e poi ha sempre fatto cilecca giustificandosi con pensieri e preoccupazioni (parliamo cmq forse di due volte in 4 mesi)…. ieri a seguito di una mia battuta (ho capito che i figli erano rimasti a dormire dai nonni e quindi ho fatto la battuta “beh avete avuto la serata romantica”) lui si è fatto andare alla confidenza
    Cioè che lei ha azzardato un’ avance (le sue avance una volta ogni mille anni, di quelle che “cazzo sono sei mesi che non scopiamo, tu non mi cerchi, devo far finta io di aver voglia anche se in realtà vorrei vedere Maria De Filippi”) ma a lui zero, manco la parvenza di alzabandiera. Lei l’ha presa anche bene (per la serie io ci ho provato, se poi c’hai problemi tu non puoi cmq dire che non abbia fatto il mio dovere di moglie) e chiusa li. Perchè ve lo dico? Perchè devo raccontarlo a qualcuno. Perchè voglio sapere cosa ne pensate.
    Lui mi ha detto E’ evidente che Lui vule solo te e finchè a lei va bene posso andare avanti ma sicuro un giorno dovrò rendergliene conto.

  9. Credo che al mio dubbio non ci sarà mai una risposta. Credo che alla lunga questo rapporto così stretto, fatto di tantissimi messaggi quotidiani, di una telefonata ogni mattina, porti veramente ad un logorio eccessivo.
    Queste situazioni andrebbero vissute come una boccata d’aria, con la leggerezza di qualcosa che ci riempie la vita, non con il dramma dei “vorrei ma non posso…”.

  10. @lei , credo tu sia entrata nella fase consapevole e meno poetica
    E lui forse….non è diverso da tanti altri deludenti…

  11. Annina ha voluto farti sapere che con lei non ce la fa perché ama solo te.
    Luce forse è proprio così, non può raccontarmi le sue cose intime, chiedermi delle mie con insistenza, dicendo che la nostra storia fa stare molto meglio la coppia ufficiale e poi, quando io gli dico che non intendo essere la sua terapeuta di coppia, risentirsi, dirmi che l’ho offeso, che ho tirato troppo la corda e che metto a dura prova la sua sopportazione, che come al solito capisco quello che pare a me, che gli ho fatto girare le palle…Salvo poi 3 ore dopo dirmi che è tutto da cancellare, che mi ama troppo e fare finta che nulla sia accaduto.
    Ma certe frasi io non le dimentico, certe frasi non me le ha dette nemmeno mio marito, con tutto quello che ha dovuto sopportare da me.
    Stamattina se ne viene bel bello dicendomi che dormono ancora separati.
    E sai quanto me ne frega?

  12. Mi ha detto che sono permalosa, gli ho detto sono permalosa e gelosa e allora tu evita di raccontarmi certe cose e chiederle a me, e se non riesci ad accettare questi lati del mio carattere, allora la finiamo qui.
    Ha battuto in ritirata, si è scusato dicendo che non pensava di farmi stare male, che io non devo dimostrargli nulla.
    Cavoli, ieri che non l’ho sentito tutto il giorno sono stata così serena, oggi ricomincio con queste palle, ma chi me lo fa fare? Io lo odio e non riesco a smettere di amarlo, mi sta antipatico e non riesco a smettere di amarlo.

  13. Mi ha mandato una canzone dei Pooh che racconta della nascita di una nuova coppia e mi ha detto che è quello che vorrebbe nella realtà.
    Io ho risposto fingendo di non capire e lui ci è rimasto un po’ male, mi ha detto che si aspettava un’altra risposta.
    In questi giorni sto facendo mente locale sulla mia situazione,
    Credo di essere sicura di non amare più mio marito perché:
    che lui ci sia o meno per me è uguale, anzi a volte mi dà anche fastidio la sua presenza
    non ho slanci d’affetto nei suoi confronti
    non mi impegno per renderlo felice
    Con l’altro sto molto bene, ma sono cosciente che si tratta di una persona complicata, con molte questioni non risolte, con una situazione familiare molto delicata. Non spingerei mai perché lui lasciasse casa. Al massimo potrei sollecitarlo a parlare con lei della loro crisi di coppia (non hanno mai affrontato l’argomento)
    Non mi separo da mio marito perché:
    Economicamente non potrei sostenermi da sola
    Rischierei di avere mio figlio contro, perché mi incolperebbe di far soffrire il padre
    mio marito andrebbe in depressione
    La gestione della quotidianità di una casa ecc…potrebbe risultare molto pesante.
    CHE FACCIO???

  14. Ma se nessuno dei due se la sente di chiudere, cosa succede nel tempo a queste storie senza futuro? E c’è sempre il rischio di essere beccati in flagranza di reato…

  15. Oggi poi sono particolarmente incazzata, lei ha pubblicato sul profilo di lui sottolineando che è una persona speciale. Sesso (anche se sporadico), teatro, concerti, si vede che o lui mente a me o è un bravissimo attore con lei.
    Lui si è arrabbiato perché lei ha pubblicato quella cosa, evidentemente perché non voleva che io la vedessi.
    Ma non la passa liscia. Sto arrivando al limite.

  16. Gli ho detto con molta calma ma perché non avrebbe dovuto farlo? Vi amate tanto e vuole farlo sapere al mondo intero.
    Visto che io non guardo il suo profilo fb, non mi sarei nemmeno accorta di questa grande dichiarazione d’amore. Ma lui ha pensato bene di mettere le mani avanti, dicendo che lei non scrive mai niente, c’è qualcosa che non quadra su questa cosa.
    Non quadra la di lui coda di paglia.
    Gli ho fatto notare che quando mio marito mi ha scoperta, avrei potuto chiudere la questione dicendo che per me era stata una tramvata colossale, ma in realtà amavo solo lui.
    Quello che ho fatto invece, e dirgli, guardandolo negli occhi, che avevo smesso di amarlo, che non provavo più alcuna attrazione fisica e che se voleva, potevamo andare insieme dall’avvocato.
    Quindi mi sono assunta tutti i rischi legati a quanto ho avuto il coraggio di affermare.
    A quanto pare invece a casa sua non vi è alcuna crisi, visto che non solo non se ne parla, ma addirittura lei lo elogia come persona meravigliosa.
    Non l’ho insultato, ho solo detto che non c’è altro da aggiungere e che io non sono più disposta a rischiare nulla per questa storia.
    Lunedì avevo già chiuso, ma lui ha iniziato a dirmi che avevo capito male, che a casa sua non andava affatto meglio, che gli sembrava impossibile vivere senza di me.
    Lunedì sera ci siamo visti un’ora in macchina.
    Complimenti per la sua performance recitativa, ottima interpretazione nella parte dell’uomo con un piede in due scarpe. Non credo più a una virgola di quello che mi dice.
    Viva il releè

  17. Ti nasconderai
    Dentro i sogni miei
    Ma io non dormirò
    Mi dovrà passare
    Quanti amori avrai
    Che cosa gli dirai
    E quanto anche di me
    Io dovrò cambiare
    Amore non mi provocare
    Arriverò fino alla fine di te
    Amore mi dovrò passare
    Per restare libero
    Cambiare
    Ti nasconderai
    dentro gli occhi miei
    Ma io non guarderò
    Io dovrò
    Cambiare
    Amore
    Che non può volare
    Resterai qui fino alla fine di me
    Oooh amore
    Mi dovrò passare
    Per diventare libero
    Cambiare cambiare
    Combatterò con…
    Combatterò con le mie notti bianche
    Combatterò devo ricominciare a inventare me
    Amore non mi provocare
    Arriverò fino alla fine di te
    Amore da dimenticare
    Per diventare libero
    Cambiare cambiare

    Sta già passando oltre se pubblica queste canzoni…

  18. Gli ho detto che forse è meglio staccare per un po’, che sono molto sotto pressione, che mio marito mi sta col fiato sul collo. Lui non ha nessunissima intenzione di mollarmi, io sono molto stanca psicologicamente.
    Per lui è semplice, lei sospetta ma non ha certezze, lancia frecciatine sui social e accetta che lui dorma in un altro letto.
    Io mi domando che senso ha una storia che non avrà mai nessuno sbocco, a meno che mio marito arrivi all’esasperazione e mi mandi fuori casa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.