Home » I miei scritti » I pescatori a strascico di donne sui social: chi sono e come riconoscerli

I pescatori a strascico di donne sui social: chi sono e come riconoscerli

image

Molti uomini sono su Facebook con lo scopo principale di trovare una donna e scoparsela al più presto. Fra questi, molto diffusi, sono i cosiddetti pescatori a strascico.

Chi sono? corteggiatori seriali. Le loro caratteristiche principali sono le seguenti.

1. La loro foto del profilo sfoggia o un primo piano con sorriso a trecento denti e sguardo sornione (della serie simpaticone ma anche ammiccante stallone) oppure, se palestrati o fisicati, foto in costume con pacco visibile (se c’è, se è minuto foto dagli addominali in su). Poi c’è chi mostra il macchinone o l’orologione, perché è rimasto fermo alla donna che si sbranda sul Porsche.

2. Non leggono minimamente il tuo profilo, il tempo è… Scopare, neanche denaro. Quindi si concentrano sulla foto (cosa dice la tua foto? Sei figa? Magari sei troia? Leggi qui come possono interpretarla) e al massimo vedono se sei sposata o single o che cosa. Poi ti chiedono l’amicizia, a te e ad altre dieci contemporaneamente: basta schiacciare il bottone sulle foto appetibili.

3. Seconda fase: tu accetti l’amicizia è il pescatore a strascico ti messaggia immediatamente. Ha un repertorio fisso fatto di frasi secondo lui di comprovata efficacia. Qualche esempio? Ti trovo interessante. Donne da scopare ne posso avere quante ne voglio a me interessano quelle intelligenti, profonde. Mi hai colpito perché sei affascinante e ironica. Cerco la donna della mia vita, voglio innamorarmi. Sono sposato ma separato in casa, nei fatti, per i figli… Il repertorio è lungo, leggi qui altre tipiche chicche del pescatore a strascico.

4. Sono multitasking. Nel senso che giocano contemporaneamente su più chat. Parlano con te ma anche con altre contemporaneamente (ecco spiegate quelle pause un po’ troppo lunghe e anomale durante la conversazione: se chiedi spiegazioni… scusa ho risposto al telefono). A volte il volume di chat aperte è così alto che si sbagliano e mandano messaggi alle persone che non c’entrano, facendosi sgamare.

5. Usano il copia incolla. I più digitalmente avanzati, invece di ripetere il repertorio a memoria si sono fatti un documento dal quale pescano le frasi più efficaci e che usano di più. Mi hanno raccontato di un “professionista” che si è iscritto come donna a un sito di incontri (le donne non pagano di solito) e ha imparato le dinamiche migliori dell’approccio chattando con le “colleghe” e facendo tesoro dei loro commenti, ma anche interagendo con gli altri maschi. Poi si è costruito una lista Faq ed è entrato come uomo nello stesso sito: assicura grande successo, dice lui.

6. Sono bugiardi. Quasi tutto è falso all’inizio. Mestiere, reddito, età, stato civile. Qualche verità te la regalano per arrivare all’appuntamento. Se pensano che tu sia abbastanza troia osano mandarti una foto del loro attrezzo. Anche questa di solito falsa. Ah, naturalmente a letto sono una bomba! Speriamo almeno che non te ne capiti uno microdotato, impotente o eiaculatore precoce (ce ne sono tanti).

7. No perditempo. Se vedono che sei complessa, fai troppe domande o sei sospettosa spariscono, soprattutto se un’altra pollastra sta dando i suoi frutti. Magari ricompaiono dopo settimane, sono stati all’estero, hanno lavorato tanto o avuto grossi problemi. Se sei complicata non desistono solo se il mercato langue e tu sei davvero figa: allora vale la pena di cercare di reggere la conversazione. Nel frattempo schiacciano 39 altre richieste di amicizia.

8. Fanno i romantici, fra cuoricini, fiorellini, bacettini. Però, appena intravedono una apertura sul sesso, son subito… Uccellini! O tentativi di scrivere porcate in chat. Occhio ai maniaci del sesso virtuale: leggi qui.

9. Dopo aver ottenuto la tua amicizia e iniziato la chat, non leggeranno i tuoi post (non sanno leggere, guardano le figure) ma frugheranno fra le tue foto. Te ne accorgi perché spuntano i mi piace sulle foto in costume, con la scollatura, in abitino stretto e tutte quelle che per il pescatore seriale hanno un significato penieno.

10. Fanno incetta delle tue amiche. I più scafati aspettano di vedere come va con te, ma i bulimici della pesca a strascico vanno a vedere se c’è qualche figa fra le tue amiche e, forti della tua amicizia, chiedono quella delle tue coetanee (o meno) più fighe. Una mossa spesso controproducente, se la tua amica ti chiede “chi è questo?” E tu giustamente ti incazzi perché erano solo 10 minuti che chattava con te.

Insomma, il pescatore a strascico cerca di presentarsi per quello che non è: un selettivo in cerca davvero dell’amore della sua vita. Se hai letto bene i 10 punti che lo contraddistinguono non dovrebbe essere difficile sgamarlo, evitando di perdere tempo o di fare il passo falso di uscirci pensando che sia un uomo che cerca un rapporto non solo sessuale. Nel caso di dubbio, fagli molte domande: o si tradirà o si stuferà perché sei troppo faticosa. Un altro buon metodo? Se vedi che ha agganciato una tua amica, chiedile cosa le sta raccontando: è probabile che abbiate la stessa versione dello stesso tema in tempo reale!

Sincerely yours


12 commenti

  1. Non sono d’accordo. Questo non è il pescatore a strascico. Questo è l’uomo normale. Io conosco centinaia di uomini: bastardi, tranquilli, seri, anche religiosi, ma fanno TUTTI così.
    E normalmente si rimedia pochissimo… un’uscita ogni due mesi circa. Se nn si facesse così nemmeno quella.
    Non dovresti parlare di una tecnica maschile standard contrabbandandola per quella che non è, ma delle 1000, incredibilmente stupide paranoie femminili, la causa di questo fenomeno 🙂

    • Guarda io racconto quello che mi dicono i miei lettori e lettrici che sono centinaia di migliaia. Tu hai fonti e statistiche migliori? Passamele

  2. Una vera tristezza…. Coeteggiava me e in tempo reale anche le altre… Mi diceva che sono gelosa e non capisco che un vero uomo deve essere libero di apprezzare la bellezza che incontra nella vita…

  3. credo che cambiare completamente la chiave di lettura rispetto a certi tipi di uomini (sia nel virtuale che nel reale) sia lo strumento per trasformare le perdite di tempo con certi personaggi e magari eventuali delusioni in momenti di pura ilarità….l’ironia e’ la chiave! Grazie Alessandro per la lente con cui guardi e descrivi il mondo degli uomini!

Rispondi