Home » SuperDonne » #Donne che fingete l’#orgasmo… Grazie!

#Donne che fingete l’#orgasmo… Grazie!

20140806-234059-85259096.jpg

L’altro giorno con un po’ di amiche, su Facebook, fra il serio e il faceto, abbiamo discettato dell’orgasmo femminile, e di come possa essere riconoscibile quello vero da quello falso.

Io sostenevo che c’è un segno organico inequivocabile dell’orgasmo vero, ma le mie amiche insistevano: tutto si può simulare…

La cosa che mi ha colpito di più è stata l’affermazione: noi fingiamo perché vi vogliamo bene, perché vogliamo farvi piacere.

Ora, nell’immaginario basic maschile una donna che finge non è piacevole. Significa che siamo noi a non essere riusciti a farla godere fino in fondo, significa inganno, significa che lei comunque ha mantenuto il controllo su una cosa che vogliamo controllare noi, insomma, un colpo basso alla nostra indistruttibile virilità.

Invece io penso che sia un bellissimo regalo e una dimostrazione di altruismo che un uomo non sarebbe mai capace di replicare, e non perché, fisicamente, non può simulare l’orgasmo. Si tratta di pura disponibilità, accudimento, carineria, anche se ci si conosce da poco.

Illusi uomini, cosa credete, che loro urlino di piacere e pronuncino parole che sono musica per le nostre orecchie perché siamo noi gli artefici di questo? Certo, ma non sempre. Anche nel godimento che precede l’orgasmo femminile c’è un pizzico di teatralità nei toni, nel linguaggio, che non è vero, non è falso ma rappresenta un regalo che le nostre amanti ci fanno. Noi ci mettiamo la benzina, ma sono loro ad appiccare l’incendio. Noi abbiamo accesso un piccolo fuoco? Loro ce lo fanno sembrare l’inferno in terra, e non dovremmo ringraziarle?

Certo, il letto non deve trasformarsi in un palco, ci mancherebbe: occorre il giusto equilibrio fra un vengo vero e un vengooooo teatrale, e la somma finale deve essere sempre a favore del godimento reale, altrimenti qualcosa non va.

Ma anche la ricetta più riuscita, se non viene impiattata e presentata a dovere, non ha lo stesso sapore. Quella piccola, occasionale esagerazione, quindi, quella vetta di piacere simulata, sono come la spezia preziosa su un piatto che, in quel caso, sarebbe risultato ordinario, nel caso peggiore insipido.

Quindi grazie signore di questo ingannevole benevolenza. Vi chiediamo solo di farlo come regalo una tantum, e invece di farci sapere se, per qualche ragione, da performance teatrale one shot diventa una replica troppo lunga. L’uomo più intelligente capirà e provvederà. Quello meno propenso alla coppia felice preferirà non sapere, finché voi vi stuferete, magari trovando un altro che non vi costringa sempre a recitare il copione del massimo piacere.

Esagerate pure dunque: sarà musica per noi, se per voi sarà altrettanto piacevole. Non esiste altruismo migliore del vostro e, credetemi, non è ironico quello che scrivo.

Sincerely yours

Ps: potrei svelare che cosa, di fisico, rivela al 100% un’orgasmo femminile autentico ma… Poi dovrei uccidervi, come dice Bond. E, soprattutto, rovineremmo il sonno tranquillo e virilissimo a un po’ di maschi presuntuosi… E poco esperti o interessati al vostro poliedrico, fantastico mondo.


23 commenti

  1. Mi piace molto la tua interpretazione, hai colto nel segno… diciamo che quando si stabilisce la giusta connessione e alchimia allora la donna può magari “accompagnare” lui nella giusta direzione verso un appagamento più completo; in ogni caso il piacere femminile è molto diverso da quello maschile, più diffuso, più difficilmente localizzabile e concentrabile, e prevede moltissime sfumature… 😉

  2. Comunque prego 🙂
    Essendo io una di quelle che ha dichiarato su Facebook che a volte noi si finge per i noti motivi, e ribadisco che aquelle che dicono che non hanno MAI finto non ci credo manco morta…ma ancora non avendo capito quale sia questo segno inequivocabile dell’orgasmo femminile dico: “Alessandro! Ma che è? Tutto per te ti vuoi tenere? Come è possibile che tu sappia e noi non sappiamo?” Per me vuoi simulare anche tu 😉 tanto che di orgasmi femminili ne esistono una infinità di sfumature, appunto. Ma ora la curiosità mi sta uccidendo più di quanto le tue rivelazioni possano farlo, perciò prima di morire vorrei saperlo; ma che segno è?

    • Anch’io non credo a quelle che dicono che non hanno mai finto. Dai, nemmeno esagerato un po’? Ripeto, spesso è per una buona causa… A proposito del segno fisico inequivocabile che non può non essere presente in un orgasmo vero e non è simulabile… È difficile da spiegare, occorrerebbe una dimostrazione oggettiva ah ah ah ah

      • Ah ah ah davvero! Allora nessuna donna vorrebbe scoprirlo a questo punto; e se fosse scoperta a sua volta? Mannaggia alla curiosità che mi hai messo.
        Ma nessuna ne sa qualcosa di questo segno???

          • Ma non è stata lei a lanciare il sasso. E poi non posso andare da tua moglie, presentarmi e dirle “piacere Sissi, che bella giornata eh. A proposito qual è il segno inequivocabile dell’orgasmo femminile di cui tuo marito vaneggia?” 😉

          • Eh? Vai a letto con lo stetoscopio? È una vittoria di Pirro. Questo segno non è evidente e misurabile. A meno che tu non sia dotato di adeguato strumento. Anche il cuore, ahimè, mente.

          • Non ho mai detto di non avere mai finto. Certo non è che sia la regola. Però devo darti atto che hai proprio ragione. A questo “segno inequivocabile” non avevo pensato. Come sempre conosci le donne meglio di chiunque altro.

  3. possono esistere una quantità di sfumature di piacere, ma l’orgasmo è un fenomeno fisico ben preciso, sia maschile che femminile. Spiace vedere quanta curiosità e consapevolezza del proprio corpo sia stata persa dai tempi dell’ “autocoscienza”, che peraltro io non ho vissuto (troppo giovane di un decennio). Condivido l’indulgenza per l’occasionale teatralità, tuttavia non può sostituire il piacere autentico ed è incredibile quanti uomini (pure qualche donna) non abbiano idea della sostanziale differenza. I segni fisici delle donne sono gli stessi degli uomini, a parte il trionfale finale di lui che assicura la continuità della specie: tachicardia (un’accelerazione del battito cardiaco improvvisa e intensa) e contrazioni pelviche involontarie e ritmiche. Accadono con l’inevitabilità dello starnuto. Quindi sì mille sfumature di piacere…. ma il culmine è uno solo, più o meno intenso. Siate più complici e consapevoli uomini, vedrete che le donne fingeranno di meno… con fuochi d’artificio comunque assicurati.

  4. Fingo, con marito ed amante, perché ho qualche difficoltà..(probabilmente non mi stimolano abbastanza nei punti giusti), ad arrivare fino in fondo, anche se il sesso mi piace e mi eccito facilmente.
    Godo con l’autoerotismo, ma ovviamente loro non se ne accorgono…..
    E anche se fingi, il cuore aumenta i battiti comunque, perché ti stai impegnando fisicamente,ti agiti….. mi dispiace molto dirtelo Alessandro….

    • Non c’è niente di male: molte donne vengono solo con la masturbazione. Basta inserirla nella dinamica del rapporto

Rispondi